jump to navigation

Aumentando le tasse è calato il gettito fiscale… e voi Tonni Statalisti, aumentate ancora le tasse! 7 ottobre 2013

Posted by antibeppegrillo in economia, Italiani, liberalismo, Politici.
2 comments

Cari Tonni Statalisti, avevamo provato a spiegarvelo. Se voi aumentate le tasse e create terrorismo fiscale, fate crollare l’Economia. In questo modo voi che

  • siete lo Stato,
  • o vivete con i soldi dello Stato
  • o, peggio, non prendete nulla ma sperare di vivere con i soldi dello Stato, perciò siete più tonni dei tonni di stato

prendete meno soldi di prima.

La cosa è puntualmente avvenuta. Nonostante la valanga di tasse da voi introdotta, oggi il Sole 24 Ore ci dice che:

pensano di risolvere i problemi aumentando le tasse

pensano di risolvere i problemi aumentando le tasse

E voi Tonni Statalisti, oggi che fate: AUMENTATE ANCORA LE TASSE!!!!

Ma quando lo capirete che dovete RIDURRE LA SPESA PUBBLICA????

(altro…)

Tasse sempre tasse fortissimamente tasse…… 28 settembre 2013

Posted by fabrizio1964 in Beppe Grillo, economia, liberalismo.
Tags:
1 comment so far

Stato e Cittadini

Il governo ed il ministro Saccomanni hanno un terribile dilemma: per non perdere gettito (un miliardo di euro…?) aumento subito di un punto l’IVA o intervengo sulle accise dei carburanti…..? Mai, dico mai, una strategia di contenimento della spesa magari toccando quei cosiddetti diritti che oggi somigliano a privilegi non più sostenibili: chi lavora nel pubblico, parlo della classe dirigente (burocrati, alti dirigenti, magistrati, politici,), potrà finalmente un giorno condividere la crisi con la maggior parte di noi, che si confronta quotidianamente con il mercato e le sue regole, rinunciando ad una minima parte dei loro generosi emolumenti che attualmente percipiscono? (altro…)

Il problema dell’Italia sono gli elettori di sinistra, non i politici di sinistra (Grillo incluso) 22 aprile 2013

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Beppe Grillo, economia, Giustizia, Italiani, liberalismo, Politici.
add a comment

Il problema dell’Italia non sono i politici di sinistra, ma gli elettori di sinistra.

Il problema si chiama “Realtà”. E’ una “Realtà” nuova, complessa, dura ed incomprensibile a chi usa categorie mentali di mezzo secolo fa.

L’idea ottocentesca del Capitale da combattere diventa inattuabile, quando Capitale si è già accordato con soddisfazione con il lavoratore polacco o indonesiano.  Non si pretende che l’elettore di sinistra accetti il fatto che questa soddisfazione sia reciproca. Può continuare a ritenere che il lavoratore del paese in via di sviluppo sia sfruttato orribilmente dal Capitale.

Però l’elettore di sinistra deve almeno capire che non si combatte un nemico in fuga. Così non si fa altro che aumentare le perdite da ambo i lati ed accelerare la fuga.

(altro…)

Salvare l’Italia da Grillo e dalla vecchia classe politica in 3 mosse 21 novembre 2012

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Beppe Grillo, Berlusconi, liberalismo.
2 comments

L’unico aspetto positivo di questa tremenda crisi è che oggi si può veramente fare la differenza con il voto.

Ad oggi si può pensare ad una strategia in tre mosse:

  1. Votare Renzi alle primarie PD di Sabato. Bersani sarebbe la distruzione rapida sicura del nostro paese.
  2. Votare Guido Crosetto alle primarie PDL.  L’avvocatuccio siciliano di nome Alfano porterebbe la distruzione dell’Italia, solo un po’ più lentamente.
  3. Votare Fermare il Declino alle prossime elezioni politiche di primavera. E’ l’unico partito con un programma realizzabile.

Il trionfo dell’irrazionalismo… e lo sciacallaggio di Beppe Grillo 30 maggio 2012

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, economia, liberalismo.
Tags: , ,
10 comments

usare la parte razionale del cervello o puntare sull'irrazionalità?

usare la parte razionale del cervello o puntare sull’irrazionalità?

Ho cominciato la  giornata con  un post meraviglioso ed uno infame:

  1. “Il trionfo dell’irrazionalismo” sul Blog Ogettivista
  2. “Non si puo’ morire di terremoto!” sul Blog di Beppe Grillo

1. “Il trionfo dell’irrazionalismo” ci mostra come il voler cercare a tutti i costi cause occulte e complotti, ci allontana dall’uso della razionalità. (altro…)

La “Vittoria della Democrazia sul Capitalismo” di Grillo non sarà mica come quella della “Repubblica Democratica Tedesca”? 22 maggio 2012

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, economia, Giustizia, Italiani, liberalismo.
Tags: , ,
9 comments

 Deutsche Demokratische Republik: una Democrazia che ha sconfitto il Capitalismo

Deutsche Demokratische Republik: una Democrazia che ha sconfitto il Capitalismo

Spero di aver capito male. Spero che Grillo abbia chiaro che:

  • Non esiste Democrazia senza Libertà
  • Non esiste Libertà senza Libertà economica, ovvero possibilità di scambiare cibo, beni e servizi liberamente. (altro…)

Monti può salvare l’Italia da Grillo, Bersani e Camusso 10 maggio 2012

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Beppe Grillo, economia, liberalismo, Monti, partiti, Politici.
Tags:
5 comments

L’Italia si è salvata dal populismo di Berlusconi e dal mediocre e litigioso gruppo di potere che questi aveva portato al potere. Le elezioni dicono chiaramente che nessuno vuole più sentire parlare di Cavaliere e Berluscones.

Se Grillo e Bersani prendono il controllo come indica il voto di Domenica, l’Italia finisce così:

Da Berlusconi e Bossi a Grillo e Bersani
Da Berlusconi e Bossi a Grillo e Bersani

Monti può salvarci da questo tracollo, se ha il coraggio di diventare rapidamente un politico vero.

(altro…)

Due definizioni: MERCATO e LIQUIDITÀ, per capire perché i giovani non trovano lavoro 20 aprile 2012

Posted by antibeppegrillo in borsa, economia, liberalismo, Precari, Precariato.
add a comment

MERCATO = luogo dove si incontrano domanda e offerta.

LIQUIDITÀ DI MERCATO = possibilità di uscire da un investimento in tempi brevi con costi bassi.

Il mercato del lavoro illiquido stritola i giovani

Il mercato del lavoro illiquido stritola i giovani

La scarsa liquidità di un mercato è un formidabile freno agli investimenti.

Vediamo ad esempio come opera un investitore in un mercato molto liquido, quello del BTP italiani:

  • L’investitore ha 10.000 Euro in banca
  • Decide di comprare diecimila Euro di BTP con scadenza 10 anni con interesse del 5%.
  • Compra oggi i BTP, pagando circa lo 0,2% (20 EURO) di commissioni.
  • Dopo 6 mesi il nostro investitore ha bisogno urgente dei soldi, perciò
  • Disinveste in pochi minuti con pochi click di mouse o una telefonata in banca
  • Spende nuovamente  0,2% (20 EURO) di commissioni
  • Però incassa il 2,5% (250 EURO) di interessi
  • Il giorno dopo l’investitore ha 10.210 EURO pronti per essere spesi.
(altro…)

10 ottime ragioni per essere liberali ottimisti 23 marzo 2012

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, economia, Italiani, liberalismo.
Tags:
add a comment

pianta ottimista

io intanto cresco

  1. Per l’Italia il principale motivo di ottimismo è che si muove qualcosa. Non è poco. E’ finita l’alternanza senza speranza tra populismo Berlusconiano e Cattocomunismo. Ciò che seguirà, potrebbe non essere peggio di quello che si è visto negli ultimi 40 anni.
  2. Altra novità è il riassetto del sistema pensionistico. Fondamentale.
  3. A livello globale abbiamo Cina ed India ( un paio di miliardi di persone) che sono passate in pochi anni a livelli di libertà economica straordinari se pensiamo che in Cina c’era una economia comunista pianificata ed in India un modello di economia socialista centralizzata. (altro…)

Spread italiano e spread spagnolo viaggiavano insieme, poi Monti… 23 dicembre 2011

Posted by antibeppegrillo in economia, Italiani, liberalismo, Monti, Politici.
Tags: , , , , ,
10 comments

Lo spread italiano e quello spagnolo viaggiavano insieme, poi:

  • Monti, nuovo Presidente del Consiglio italiano, ha deciso di alzare le tasse
  • Rajoy, nuovo Primo Ministro spagnolo ha deciso di ridurre la spesa pubblica in Spagna

Ecco il grafico sugli spread:

Spread Italiano in arancione, Spread Spagnolo in verde

In questo grafico si vede come lo Spread italiano e quello spagnolo si sono mossi all’unisono per circa due mesi, finché l’Italia di Monti ha deciso di tassare, mentre la Spagna di Rajoy ha deciso di ridurre la spesa pubblica.

Fonti:

http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.SPN:IND

http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=.IT10:IND

Per vedere gli spread confrontati a 3 mesi, come nel grafico di questo post, cliccare sul secondo link e mettere .SPN:IND nello spazio add a comparison, poi scegliere 3 mesi come periodo.

Per vedere che la manovra italiana è al 90% fatta di tasse: sito Repubblica

Per vedere che il Primo Ministro spagnolo ha promesso di tagliare la spesa pubblica e ridurre le tasse dal sito BBC: “deep public spending cuts while offering tax breaks”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: