jump to navigation

Due definizioni: MERCATO e LIQUIDITÀ, per capire perché i giovani non trovano lavoro 20 aprile 2012

Posted by antibeppegrillo in borsa, economia, liberalismo, Precari, Precariato.
add a comment

MERCATO = luogo dove si incontrano domanda e offerta.

LIQUIDITÀ DI MERCATO = possibilità di uscire da un investimento in tempi brevi con costi bassi.

Il mercato del lavoro illiquido stritola i giovani

Il mercato del lavoro illiquido stritola i giovani

La scarsa liquidità di un mercato è un formidabile freno agli investimenti.

Vediamo ad esempio come opera un investitore in un mercato molto liquido, quello del BTP italiani:

  • L’investitore ha 10.000 Euro in banca
  • Decide di comprare diecimila Euro di BTP con scadenza 10 anni con interesse del 5%.
  • Compra oggi i BTP, pagando circa lo 0,2% (20 EURO) di commissioni.
  • Dopo 6 mesi il nostro investitore ha bisogno urgente dei soldi, perciò
  • Disinveste in pochi minuti con pochi click di mouse o una telefonata in banca
  • Spende nuovamente  0,2% (20 EURO) di commissioni
  • Però incassa il 2,5% (250 EURO) di interessi
  • Il giorno dopo l’investitore ha 10.210 EURO pronti per essere spesi.
(altro…)

Qualcosa di chiaro su queste crisi finanziarie 11 maggio 2010

Posted by antibeppegrillo in borsa, economia, liberalismo.
3 comments

Ho trovato un bel Blog.  Ammetterlo mi costerà anche gli ultimi pochi lettori che mi sono rimasti, ma Noise from America è il Blog che avrei voluto fare io.

Posso solo riassumere, integrare, commentare e soprattutto invidiare questo articolo chiaro che spiega le crisi finanziarie ed economiche dei Subprime e della Grecia.

La dramma del debito Greco ci dice che le radici della crisi non sono da addebitare al mercato  e che le soluzioni non si trovano nella lungimiranza dei governi che hanno investito (o, più precisamente, speso). Le cause della crisi sono le cattive politiche dei governi che:

  • hanno costruito negli USA mostri semipubblici come Fannie Mae e Freddie Mac per gonfiare il mercato dei mutui
  • hanno gonfiato il debito Greco ed Europeo con concessioni demagogiche insostenibili come le pensioni sotto i 65 anni e la costruzione di posti di lavoro: in Grecia un terzo dei lavoratori sono dipendenti pubblici (altro…)

Ma perchè Beppe vuole sempre portare sfiga? 13 marzo 2008

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, borsa.
Tags: , , , , ,
41 comments

Beppe Grillo iettatore?

La figura ieratica di Beppe Grillo non si contenta più di lanciare le sue profezie di sventura su scala nazionale.

No.

Beppe globale prevede una crisi finanziaria terrificante anche nella più grande economia del mondo: quella americana. (altro…)

Grillo falso profeta di sventure 10 marzo 2008

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, borsa.
Tags: , , , , ,
41 comments

Beppe Grillo Profeta

Beppe Grillo sta impersonando sempre più la figura ieratica di un profeta. Purtroppo un però è un profeta falso e di sventura. Oggi Beppe ha avuto un visione mistica: l’Italia del 2011 in preda a sommosse popolari e crisi finanziaria di tipo sudamericano.

1) Grillo scrive il falso quando dice “recessione americana nel 2008, ha reso sempre più difficile invertire la tendenza all’indebitamento pubblico”. In realtà la tendenza dell’indebitamento pubblico italiano, se misurato correttamente ovvero tenendo conto d’inflazione e crescita economica, è in diminuzione. (altro…)

Le Borse: ovvero quando Grillo parla senza capire e senza sapere: 24 settembre 2007

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, borsa, Italiani, Uncategorized.
Tags:
80 comments

Il Post Tfr: chi si muove è perduto è il peggio del Trash Grilliano. La tesi del Post è semplice: non conviene affidare ai fondi d’investimento il proprio TFR.

Opinione degnissima, di cui si può discutere. Ma non come lo fanno Grillo ed il suo amico “Beppe Scienza” (che forse è uno pseudonimo usato da Beppe Grillo quando usa la sua scienza). Udite udite… Perchè secondo i 2 Beppi non si dovrebbe affidare il TFR ai fondi:

“I lavoratori italiani passati ai fondi pensione sono invece giustamente preoccupati. Da fine giugno la Borsa americana è scesa quasi del 2%, quelle europee del 3,5% e l’italiana addirittura del 6%. La crisi in America dei mutui cosiddetti subprime, ha scatenato una serie di crolli che fa perdere soldi a molti rimasti intrappolati nella previdenza integrativa.”

Voi capite, queste due menti hanno deciso che gli investimenti finanziari sono poco convenienti perché da fine Giugno le borse sono scese di qualche punto percentuale! L’intera scienza economica presa a calci da questi due, perché le borse europee in tre mesi hanno perso il 3.5%! (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: