jump to navigation

Rinascerà il centro-destra? 18 novembre 2013

Posted by fabrizio1964 in Beppe Grillo.
trackback

Uno sguardo agli ultimi accadimenti nel centro-destra che, ci piaccia o meno, rappresenta la sponda politica più naturale per l’Italia che produce ossia per quel blocco sociale che rischia, investe e crea ricchezza e mantiene l’altra parte del Paese impermeabile a qualsiasi riforma o cambiamento (che vota in massa PD….).

Berlusconi ed Alfano si separano per opinioni differenti sull’attuale governo e, soprattutto, sull’impatto (e le conseguenti reazioni) derivante dal voto che certamente sancirà la decadenza del Cavaliere a senatore della repubblica. L’operato dell’esecutivo non può certo entusiasmare chi da esso vorrebbe più coraggio nell’affrontare l’attuale crisi con politiche di abbattimento del costo del lavoro e delle imposte sulle imprese attraverso un serio attacco alla spesa pubblica con il ridimensionamento di privilegi e sprechi delle burocrazie.

La domanda però da farsi è la seguente: una eventuale crisi di governo porterebbe il Paese alle elezioni o ad un nuovo esecutivo del Presidente della Repubblica? A mio parere ad un nuovo esecutivo anche perchè difficilmente Berlusconi spingerebbe per andare subito al voto vista la magmatica situazione nel centro-destra. Ed è proprio sull’attuale scenario del centro-destra che occorre interrogarsi…..E’ vero che Berlusconi  prende ancora molti voti ma ciò non è più condizione sufficiente per vincere le elezioni.

La debacle delle ultime amministrative dovrebbe far riflettere tutti, a cominciare dai cosiddetti falchi della rinata Forza Italia: con questo trend, dopo aver perso tutte le principali città e la gran parte delle regioni, si consegnerà il governo del Paese a Renzi/Cuperlo/Camusso e Vendola.

Perciò prima bisogna ripensare ad una coalizione che condivida senza se e senza ma alcuni punti fondamentali, che per il blocco sociale di riferimento sono diventati vitali: meno statalismo, abbattimento della spesa pubblica che passa necessariamente nell’applicazione dei medesimi criteri meritocratici presenti nel contesto produttivo di ogni settore privato e conseguente abbassamento dell’imposizione fiscale su dipendenti ed imprese.

Una volta condivisi questi pochi ma essenziali punti programmatici, primarie aperte ad iscritti ed elettori sul nuovo leader da presentare come candidato premier: solo con tali modalità si potrà recuperare quella cospicua parte di elettorato che o non vota più o vota Grillo. Il tempo stringe e la nostra sopportazione è al limite……

Annunci

Commenti»

1. igor rigon - 5 gennaio 2014

“ROMA – Silvio Berlusconi ha nominato sette nuovi coordinatori regionali per Forza Italia. L’organizzazione del partito dell’ex premier continua a prendere forma, con l’annunciata nomina dei nuovi responsabili a livello di regione, ai quali dovrebbe far seguito la nomina dei vertici del partito. ”

Solo in Italia e nella mafia un pregiudicato e condannato può fare ciò che il nano malefico continua a fare. Siamo in un paese senza speranza se la gente continua a seguire persone come Berlusconi o brunetta. L’unica speranza è nel movimento 5 stelle e nella scomparsa di partiti come pdl, pd meno l e forza italia.

Igor imprenditore da Venezia

fabrizio1964 - 5 gennaio 2014

Sig. Igor, mi permetto di ricordarle, visto che è un imprenditore, che il Movimento 5 Stelle propugna l’abolizione della Legge Biagi – che con la sua flessibilità consente alle piccole imprese di sopravvivere vista l’impraticabilità a poter assumere, per i costi esorbitanti, attraverso i Contratti Collettivi Nazionali – ed il mese scorso ha solidarizzato con i lavoratori (definiamoli così….) della municipalizzata di Genova “modello” di spreco pubblico ed azienda record di distaccamenti per motivi sindacali. Pertanto noto una certa confusione in Grillo, e nei suoi rappresentanti (la maggior parte dei quali provenienti da centri sociali e movimenti di estrema sinistra), quando si erge a difensore della piccola impresa e poi difende modelli di sprechi ed attacca una delle poche leggi (quella del compianto Biagi) che hanno inciso positivamente nell’indotto produttivo. La realtà è che proprio dal centro-destra, inclusa la Lega di Salvini, potremmo attenderci politiche a favore dell’indotto produttivo visto che il PD, al di là delle parole del neo segretario Renzi, ha nei pensionati, statali e burocrati la parte più consistente del proprio elettorato: i più strenui difensori dello status quo che ha creato il debito pubblico più alto dell’occidente.

fabrizio1964 - 18 novembre 2014

L’Italia è anche il Paese dove, più di ogni altro, si fa uso politico della giustizia. Non capisco poi l’accanimento su Brunetta: si può dissentire o meno dalle sue posizioni come su ogni altro uomo politico….. Almeno ha il merito, a mio avviso, di aver cercato di combattere da ministro il fancazzismo degli statali (vera palla al piede del ns. Paese grazie alla complicità del sindacato ed al mero calcolo della maggioranza della classe politica). Saluti

2. ciambellesumarte - 6 febbraio 2014

ciao, il centro destra non rinascera’, mi sa che il populismo di Grillo avra’ la meglio. Ho scritto qua le mie ragioni http://wp.me/pLKda-6B

fabrizio1964 - 17 febbraio 2014

Il problema sono i contenuti oltre la protesta, in parte condivisibile. La maggior parte dei 5 Stelle ha una cultura statalista di sinistra che si rivede in programmi e comportamenti tipo:
richiesta di abolizione della legge Biagi che significherebbe la morte delle PMI in Italia vista l’inaccessibilità per molte di esse dei Contratti Collettivi dal costo del lavoro più alto di occidente; il mantenimento delle municipalizzate (veri e propri centri di spreco del denaro pubblico) contro ogni ipotesi di privatizzazione. Solidarizzare con i lavoratori della municipalizzata genovese che ha il bilancio in profondo rosso ed il record dei distaccamenti dei lavoratori per motivi sindacali significa solidarizzare con una delle maggiori cause del debito pubblico nel nostro paese. Con chi sta Grillo: con l’Italia che produce o con l’Italia che campa sulle spalle della prima……? Saluti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: