jump to navigation

Perdono perché sono settari ed intimamente antidemocratici 25 febbraio 2013

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Italiani, partiti, Politici.
trackback

Avevano un giovane candidato, Matteo Renzi, amato dagli Italiani, capace di vincere e governare. Però la loro principale preoccupazione era NON FAR VOTARE troppi Italiani alle Primarie.

Renzi Bersani

Renzi Bersani

Loro dovevano imporre agli Italiani uno che obbediva a Brehznev.

Annunci

Commenti»

1. nocciola - 26 febbraio 2013

io alle primarie ho votato senza nessun problema, solo chi non l’ha voluto fare non l’ha fatto, nessuno ha impedito agli italiani di votare alle primarie. poi sul resto posso anche essere d’accordo con te.

2. Annibale - 26 febbraio 2013

Matteo Renzi ha perso perchè piaceva a quelli di destra e non al popolo della sinistra. Le regole delle primarie prevedevano giustamente cha al secondo turno potesse votare solo chi si era iscritto al primo punto. Mi sembra una cosa saggia, operchè cambiarla per favorire Renzi. Se fosse stato veramente amato avrebbe preso più voti di Bersani al primo o al secondo turno.

3. AFMcrime - 27 febbraio 2013

Come dimostrano i due commenti qui sopra, lo fanno ma fanno finta che non sia vero. Ma nooo, il partito ha fatto di tutto per concedere a Renzi le stesse opportunità. Di tutto. E’ che non è amato. Cazzo, mentre D’Alema tirava le molotov lui era a doppio slalom. Se non ciancichi di dittatura del proletariato, non vorrai mica fare il candidato premier? Si, certo, la Bindi e Fioroni sono democristiani da conati al solo pensarci, della Binetti non parlo perché mi devo ancora riprendere, il PD ha preso una inculata di proporzioni terrificanti che contro Berlusconi questo giro vinceva anche Occhetto, ma scherzi: hanno ANCORA ragione loro. Con Fassina responsabile economico. ecco.

4. Annibale - 28 febbraio 2013

AFMcrime mi sono guardato bene dal dare giudizi di valore. Ho semplicemente spiegato perchè Renzi ha perso secondo me. Il popolo di sinistra non lo considera come uno dei suoi e era sicuro di non aver bisogno di Renzi per vincere. Sulle regole delle primarie, devo poi ricordare che anche negli USA possono votare solo gli ellettori registrati come democratici o repubblicani rispettivamente.

5. antibeppegrillo - 1 marzo 2013

Annibale,

per queste Primarie hanno cambiato le regole proprio per tenere fuori Renzi.

Perché le stesse Primarie che avevano selezionato candidati come Prodi, Veltroni, Pisapia e Vendola, non potevano andare bene anche questa volta?

Tu non credi che abbaino cambiato le regole per svantaggiare Renzi?

6. antibeppegrillo - 1 marzo 2013

Secondo me DOVEVA essere evidente a tutti che Matteo Renzi era l’unico candidato giovane, moderno, in grado di governare questo paese che ha disperato bisogno di essere governato e di introdurre il rinnovamento necessario e voluto dagli Italiani.

Per la struttura del PD era più importante imporre agli italiani un candidato proveniente dall’era geologica di Brehznev, piuttosto che presentare quel loro candidato che poteva rappresentare l’unica occasione di riunire questo paese spaccato e riformarlo come serve.

Detto questo, ritengo che le forze della Democrazia alla fine prevarranno. Dal caos prodotto da Bersani e dal suo gruppo dirigente finirà per prevalere Matteo Renzi, che presto vincerà le elezioni che avrebbe dovuto vincere ieri. Ma quanto costerà all’Italia questa cecità alle esigenze di rinnovamento dimostrata dall’unica elefantiaca organizzazione politica ancora presente in sezioni sparse ovunque?

kulgun - 2 marzo 2013

Io sono andato a votare al primo turno, e al secondo; a chi interessava andare a votare ha potuto farlo. Questi sono i fatti: a me interessava votare e ci sono andato, altri hanno avuto voglia solo dopo? Dovevano pensarci prima, le regole si conoscevano!
Non è k perché Renzi è giovane allora ha diritto a governare più di Bersani. A me interessano le idee, non l’età anagrafica… e quelle del sindaco di Firenze mi sembrano troppo liberali x i miei gusti e, le primarie lo hanno dimostrato, anche per gli altri elettori di sinistra.

Il problema, a mio avviso, è che si è persa la dimensione della sinistra: lo stato che si fa garante per i lavoratori e offre i servizi essenziali quali sanità, istruzione, trasporti. Uno stato che difenda la parte debole in ogni rapporto e che pensi al bene della collettività e dei più bisognosi, non ad uno stato che mira solo alle imprese e alla finanza.

antibeppegrillo - 2 marzo 2013

Kugun,
in Italia lo stato “mira alle imprese” per spennarle, senza nemmeno pagare loro i propri debiti ed alla finanza per farsi prestare soldi.
I concetti di forte e debole del secolo scorso oggi sono cambiati radicalmente:

  • il forte di oggi può essere il lavoratore dipendente sindacalizzato, difeso da contratti nazionali spesso anacronistici.
  • il debole è sempre più spesso l’imprenditore, che nonostante il calo di volumi d’affari dovuto alla crisi ed alla concorrenza internazionale, nonostante le tasse da pagare anche quando l’azienda è in perdita, non può ridurre le proprie spese e la propria forza lavoro ed è spinto al fallimento o peggio al suicidio.

Caro Kugun, questo stato uccide le imprese e quando muore l’impresa i lavoratori diventano veramente “parte debole”, indifesi, dimenticati da stato, sindacati, PD. I soli che potrebbero salvarli sarebbero imprenditori disposti ad investire, ma visto come lo stato tratta imprese ed investitori, nessuno investe più in Italia.

7. Daniele - 6 marzo 2013

mi stupisco di quelli che perdon tempo a rispondere a uno che scrive:
“Loro dovevano imporre agli Italiani uno che obbediva a Brehznev.”

Davvero merita una risposta seria?

8. antibeppegrillo - 6 marzo 2013

Daniele,

forse non mi sono spiegato bene. Intendevo dire:

“imporre qualcuno che durante i primi 10 anni di attività politica militava nel Partito Comunista Italiano, il quale, in quel periodo storico, riceveva finanziamenti e direttive dal Partito Comunista russo guidato da Leonid Brezhnev”.

Un’offerta politica più moderna avrebbe attratto voti di elettori alla ricerca di rinnovamento, serietà e competenza. Delle tre Grillo è in grado di offrire solo il rinnovamento.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: