jump to navigation

4 ragioni per cui la Procura di Milano è più brava di Wikileaks 20 gennaio 2011

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, Berlusconi, Giornali, Giustizia, internet.
Tags: , , ,
trackback

Assange: un dilettante nel far uscire notizie riservate

Perchè Assange di Wikileaks non  è nessuno al confronto dei PM di Milano:

  1. Dal punto di vista dello spettacolo non c’è confronto:
    • Wikileaks ha pubblicato solo 220 noiosi cablogrammi di varie ambasciate,
    • invece la procura di Milano ha pubblicato ben 389 pagine di succose conversazioni private molte delle quali a sfondo sessuale.
  2. Dal punto di vista dell’affidabilità non ci sono confronti:
    • Molte informazioni pubblicate da Assange sono state smentite (es. D’Alema ha smentito di aver detto all’Ambasciatore Americano che la magistratura è la minaccia più grave alla Democrazia italiana).
    • La Procura di Milano invece ha tutti i nastri registrati. Nessuno degli sputtanati ha possibilità di smentire.
  3. Dal punto di vista del livello di segretezza violato, Milano stravince:
    • Lasciando trapelare conversazioni personali la Procura di Milano fa a brandelli l’articolo 15 della Costituzione italiana che dice: La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili.
    • Invece i cablogrammi pubblicati da Wikileaks sono  banalmente “confidential” (confidenziale) o “secret” (segreto). Nessuno di loro è classificato “top secret”.
  4. Dal punto di vista della protezione delle fonti La Procura di Milano stravince su Wikileaks:
    • Nessuno di coloro che hanno fatto uscire sulle inchieste su Berlusconi è mai stato beccato e punito.
    • Il diplomatico che ha fatto uscire i cablogrammi finiti su Wikileaks è in prigione. Anche il banchiere svizzero che ha dato a wikileaks informazioni su conti bancari è stato arrestato.
Annunci

Commenti»

1. BB - 20 gennaio 2011

Il Presidente sarà pure un malato di sesso, però è vero che gli inquirenti e la stampa “godono” di queste situazioni.
E’ giusto indagare, ma credo in modo più sobrio e rispettoso.

2. Ragno - 20 gennaio 2011

E’ vietato andare a puttane? Sì
E’ reato se sono minorenni? Sì

E allora perchè non ho ancora visto un prete in prigione?

3. Luca Venturini - 20 gennaio 2011

Ragno, credo che la prima risposta sia sbagliata. Non e’ vietato.

4. Paolo - 21 gennaio 2011

Andare a puttane E’ VIETATO e QUESTO GOVERNO, il governo del puttaniere italiano per eccellenza, ha aumentato le pene. Insomma, il discorso è questo: voi popolo se andate a puttane per strada a 50 euro VI FACCIO UN CULO COSI’, se io invece INVITO VENTI PUTTANE da 500 / 5000 euro (ESCORT, PUTTANE, SEMPRE DONNE CHE FAN SESSO A PAGAMENTO SONO) a casa mia e ci faccio i festini NON ROMPETIMI I COGLIONI, sono il Presidente del Consiglio e posso. Se mi indagate, dico che lo fate per motivi politici.

Mi sono rotto il cazzo di vederlo infrangere la legge e poi usare la scusa della politica per non farsi processare.
Perchè se mi beccano con una puttana, a me fanno il culo, mentre lui fa in modo che non gli si faccia nulla … LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI ???????

E comunque, basta con sta storia … se “la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili.” allora il sistema delle intercettazioni sarebbe stato incostituzionale.

Parliamoci chiaro, se fossero entrate A CASA MIA, 20 ragazze, 2 sere al mese per mesi, vai tranquillo che qualcuno si sarebbe messo ad indagare pure su di me, anche se non sono Primo Ministro. …e dato che c’è il sospetto di reato, è giusto che mi intercettino.
Se poi, con le intercettazioni, non viene fuori nessun reato, non succede niente, nel momento in cui sembra che ci siano dei reati, vengo iscritto nel registro degli indagati con le motivazioni, quindi anche con le itnercettazioni che diventano pubbliche.

IL PROBLEMA E’ QUELLO CHE FACEVANO, NON CHE ADESSO LO SAPPIAMO !!

5. antibeppegrillo - 21 gennaio 2011

“IL PROBLEMA E’ QUELLO CHE FACEVANO, NON CHE ADESSO LO SAPPIAMO”

Forse il problema non è né quello che facevano (la costituzione non vieta di avere amanti o di far loro regali) né che adesso lo sappiamo ( farcelo sapere è il mestiere dei giornalisti).

Forse il problema è che magistrati hanno probabilmente violato la violato la costituzione e certamente violato gli obblighi di riservatezza e che probabilmente lo hanno fatto per colpire un avversario politico.

6. Luca Venturini - 21 gennaio 2011

Hahaha, Paolo, imposti tutto il tuo ragionamento su una cosa completamente falsa. Dici che “andare a puttane e’ vietato” invece non e’ affatto vietato. Informati.

7. Diego - 21 gennaio 2011

magari l’art. 15 citiamolo per intero: “La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell’Autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge”. Secondo comma rimasto nella tastiera? Poco danno, a Grillo, Di Pietro e Travaglio succede sempre. Nessuno è perfetto.

8. Antibeppegrillo - 21 gennaio 2011

Diego ha ragione, faccio ammenda (=chiedo scusa)

9. Enrico - 31 gennaio 2011

Beh, caro antigrillo,
ti confesso: mi parevi sincero e informato,
ho continuato a leggerti.
Mi sono ricreduto.
Come tutti i cavalli pazzi e leccaculo del nostro amato presidente vai al galoppo per il dirupo.
Una sola curiosità.
Chi sei?
Sei dello staff ?
Hai notevoli vantaggi dalla sua amicizia oppure sei solo uno degli idioti che pendono dalle sue labbra sia quando dice una cosa che il suo opposto.
Ti ringrazio comunque (intendo davvero) per avermi dato ancora una volta conferma delle mie convinzioni.

Enrico.

Luca Venturini - 31 gennaio 2011

Secondo me, Enrico, sbagli completamente atteggiamento.

Guardi chi parla e non cosa dice. Ma se anche antigrillo fosse dello “staff” (cosa, credo, non vera), cosa ti costa entrare nel merito di quello che dice?

Il tentativo di etichettare continuamente l’interlocutore prima di continuare un ragionamento, o per concluderlo in modo definitivo, dimostrano la pochezza dei tuoi argomenti e sono un simbolo di debolezza. Purtroppo di questo non mi occuperei molto (chi se ne frega del fatto che non sai ragionare) se non fosse l’atteggiamento di mezza, se non tutta, la sinistra che, incapace di fare politica con il consenso degli Italiani, si occupa del bunga bunga.

Il tuo atteggiamento è identico. Incapace probabilmente di entrare nel merito delle questioni, ti occupi di “leccaculo” e di cercare interessi nascosti.

Facciamo la prova del 9. Oggi sul Corriere è stata pubblicata una lettera di SB. Non parla di bunga bunga né di magistrati, ma di economia. Cosa ne pensi? A mio parere è completamente condivisibile. Non riesci ad entrare nel merito solo perché è scritta da SB? Oppure riesci ancora a formare una tua opinione? Prova a cambiare la firma, mettendo, che so “Piero Ostellino”. Ora la tua opinione è diversa?

10. antibeppegrillo - 31 gennaio 2011

Caro Enrico,

ti ringrazio per avermi seguito fin ora.

Sono solo, scrivo quello che penso, mi leggono in pochissimi, perciò non porto particolari benefici a nessuno, non ottengo alcun vantaggio dal buttare giù un paio di pensieri al mese, non sono pagato, perciò posso scrivere quello che mi pare quando mi pare. Se mi segui da un po’ di tempo, avrai certamente notato che a volte non scrivo per settimane o mesi. Credi che se fossi pagato da qualcuno potrei decidere di scrivere o non scrivere a mio piacimento?

Non sono sempre informatissimo e questa volta ho sbagliato a citare solo la parte dell’articolo che portava acqua al mulino del mio ragionamento.

Chiedo scusa e cercherò di non cadere più in tentazione di disonestà intellettuale.

11. Enrico - 4 febbraio 2011

Non ho resitito e sono tornato…

per Luca Venturini:

Ho letto la lettera di Berlusconi. E’ scritta molto bene e non è improbabile che sia proprio sua.
Berlusconi è sicuramente una persona con intelligenza fuori dal comune e come diceva qualcuno “è talmente capace che è capace di tutto”.
Valeva per Andreotti, vale per Berlusconi.
Da questo a dire che sia sincera o abbia delle finalità costruttive ne corre.
Sono della scuola che per capire una situazione si debbano valutare molto i fatti e poco le parole.
Ma Berlusconi è bravo (l’ho già detto ?) sia a fatti che a parole.
Peccato che i fatti vadano nella direzione opposta agli interessi comuni e le parole siano usate come solo una persona completamente priva di scrupoli può fare.

Infine se volessi etichettare un interlocutore prima che ecc ecc. non avrei mai visitato questo blog ne sarei qui a risponderti.
Che sia di sinistra lo stai dicendo solo tu; evidentemente non sono io che etichetto le persone ecc ecc.

per Antigrillo:

apprezzo le ammissioni di errore e sono convinto che se vuoi avere “successo” (con il blog o qualsiasi altra cosa) dovresti cercare di tenere lontana come la peste la tentazione di essere onesto intellettualmente.

Io non ci riesco e non ho un blog ma mi attira chi, autolesionisticamente parlando, è affetto da questa deplorevole tentazione.

cordialmente

Enrico

Luca Venturini - 4 febbraio 2011

Grande Enrico, tra le righe, parlando di Andreotti che non c’entra nulla e occupandoti ancora di quello che Berlusconi fa e non fa, dice e non dice, hai quasi scritto che quello che ha detto Berlusconi nella sua lettera era completamente condivisibile.

Certo, a dirlo chiaramente proprio non ci riuscivi, infatti a scanso di equivoci hai dovuto aggiungere che non l’ha scritta lui.

A me Berlusconi non piace moltissimo per diversi motivi, tra cui le tasse che non ha mai abbassato, ma nonostante questo riesco a dire: “Quello che ho letto in quella lettera è completamente condivisibile”. Riesco anche a dirlo, pensa un po’ senza dover aggiungere altre 200 cose sui trascorsi di chi l’ha scritta.

BTW, non ho mai detto che tu sia di sinistra, te lo sei sognato. Non ti ho etichettato in nessun modo.

12. Enrico - 4 febbraio 2011

Beh, il fatto che Andreotti non c’entri nulla dipende se hai seguito il discorso o meno…evidentemente no.

A te Berlusconi non dispiace: posso dirlo o fraintendo anche stavolta ?
Che Berlusconi non abbia abbassato le tasse non è esatto.
Sbaglio o ci sono tre aliquote quando prima ce n’erano 5 (e Brunetta ne vorrebbe solo 2)?
Il fatto che quello che ha scritto Berlusconi possa essere condivisibile o meno purtroppo non è rilevante perché si è giocato tutta la sua credibilità.
Vedi, quello che dice non mi interessa, quello che fa m’interessa molto e non mi piace affatto.
Certo, ho fatto un’idiozia a leggere qualcosa di qualcuno che non poteva influire in nessun modo sul mio pensiero.
Non tutto quello che si sogna è falso. Mi sono sognato che tu mi appiccicavi un’etichetta e lo ritengo vero, non che la cosa m’interessi beninteso era solo per farti notare come probabilmente sei tu il primo che commette quest’errore.

P.S: Non ho mai detto che non l’ha scritta, ho fatto solo intendere che non è detto che l’abbia fatto lui direttamente, ma è davvero un particolare irrilevante. In ogni caso per chiudere il discorso quella lettera era strumentale: a cosa decidilo tu.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: