jump to navigation

Grillo vigliacco, i figli devono mettersi contro i padri! Lo dicevi tu stesso la scorsa settimana 25 gennaio 2010

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Beppe Grillo, Bufale di Grillo, Italiani, Politici.
Tags: , ,
trackback

Grillo finge di battersi per i giovani, che in Italia hanno poche prospettive perché sono schiacciati da una montagna di interessi corporativi. La scorsa settimana Beppe scriveva giustamente:

“In Italia il confronto sociale non è tra classi, ma tra generazioni. La generazione con il culo coperto e la pensione garantita, spesso dal’età di 50 anni, e quella dei ragazzi a 800 euro lordi al mese, i più fortunati.”

Invece Grillo oggi da fuoco alla sua velenosa Demagogia e scrive: Brunetta toglie ai padri per dare ai figli

Brunetta ha osato dire  che, oltre alle pensioni baby, deve esserci anche un sussidio di disoccupazione per tutti, di 500 Euro mese, per consentire la sussistenza autonoma. La cosa è ovvia in tutta Europa.

Lo schema (link) dimostra che

  1. in Italia i pensionati si prendono il 62% della spesa pubblica.  In Europa si prendono invece solo il 44%.
  2. in Italia  ai disoccupati va solo il 2% della spesa pubblica. In Europa ricevono il 7%.

Tab. 1

Ripartizione spese per la protezione sociale in % del totale della spesa sociale
Voci Italia Media UE 15
Sanita’ 23 26
Disoccupazione 2 7
Invalidita’ 6 8
Alloggio 0 2
Vecchiaia 51 39
Esclusione sociale 0 2
Sopravvivenza 11 5
Funzionamento 3 3
Famiglia 4 8
Altro 1 1

Beppe Grillo mente ai giovani sapendo di mentire. La settimana scorsa Grillo scriveva:

La generazione con il culo coperto e la pensione garantita, spesso dal’età di 50 anni

alludendo al fatto che i pensionati italiani vanno in pensione molto prima degli altri pensionati Europei.

Oggi invece la velenosa Demagogia di Grillo trionfa sulla verità che era sfuggita la scorsa settimana. Dice oggi Beppe:

“le pensioni non erano state (quasi) toccate. Solo rimandate a data da destinarsi, sempre un po’ più in là, verso la data di morte del pensionato“,

alludendo al timido tentativo di qualche governo un po’ meno pavido di allineare l’età l’età del pensionamento italiano a quella Europea.

Commenti»

1. Massimiliano - 21 marzo 2010

Ciao,
mi sono imbattuto per caso nel tuo blog, devo dire relativamente interessante (un relativamente positivo pero’).
Ti chiederei di elencare le tue fonti quando dai dei dati per certi (mi riferisco alla tabella di questo post ed alle altre % ).
Per dire, senza offesa, se le hai prese da topolino.com o le hai inventate/dedotte ovviamente hanno un peso diverso che se le hai prese da sole24ore.it per dire…
Grazie e complimenti per il blog

2. Antibeppegrillo - 22 marzo 2010

Massimiliano,

grazie per aver indicato una grave pecca di questo Post (e per i complimenti🙂 )
in effetti il link alla fonte non è evidente ed è troppo sopra la tabella, nella frase “Lo schema (link) dimostra che ”

http://www.theye.it/index.php?option=com_content&view=article&id=117:la-spesa-sociale-in-italia-storia-di-un-squilibrio-strutturale

il link punta ad un altro Blog che a sua volta cita un libro “Il welfare in Europa” di Maite Barea e Giancarlo Cesana

Non ho letto il libro, ma credo che le statistiche siano corrette perché nel cercarle ho trovato molte alte fonti convergenti. Ho scelto la tabella che poi ho pubblicato perché è completa ma chiara.

Qui Statistiche più dettagliate:
http://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:MSVZRWtMM8sJ:host.uniroma3.it/docenti/tirelli/RM3/Dispense%2520macro/Ammortizzatori%2520sociali%2520%28slides%29.pdf+ripartizione+spesa+sociale+in+Italia&hl=en&pid=bl&srcid=ADGEESgjmMysRJ3sRhl2Wvh40Rt80Jx4e75k4NV6Y9PEfFrm42ZsBuKpIdujNuGJprspL_ffEd9-_hVP-7TKf99krax61WThrqTZ4ireho8pzDDmor33kJJukWoSJ7bOlP-oMy8BKgeh&sig=AHIEtbReGvtxKGF-nsMBxZav0YMhqRZqYw

3. giovanni - 13 aprile 2010

sempre lo stesso discorso.
si predica bene e si razzola male..
1) non dici cosa vuol dire ” allineare l’età l’età del pensionamento italiano a quella Europea”
2) hai tolto dal contesto la frase di grillo. non era un “togliere ai padri per investire in uno sviluppo del sistema economico finalizzato al vantaggio sociale dei giovani”, era: ” brunetta vuole tagliare le pensioni per dare la miseria di 500 euro ai bamboccioni per trovarsi una casa propria e non abitare dalla mamma”
3) uno che pone un problema reale è comunque da condannare? anche se dice cose giuste?

p.s. apprezzo molto tutti coloro che sono liberi e accettano le critiche costruttive. spero che tu sia uno di questi.

saluti, giovanni

4. antibeppegrillo - 13 aprile 2010

Grazie per le critiche chiare e puntuali… provo ad abbozzare una risposta difensiva🙂

1) Semplice, tutti devono lavorare due anni in più. In Italia l’età di pensionamento è più bassa di due anni rispetto alla media europea. Fonte Eurostat, “Transition of women and men from work to retirement”, Statistics in focus 97/2007 citata da http://www.lavoce.info/articoli/pagina1000857.html

2) La frase ” Brunetta toglie ai padri per dare ai figli” non è tolta dal contesto, è semplicemente il titolo del Post di Grillo. Forse però ti riferivi ad un altra frase, non sono sicuro di aver capito.

3) Grillo aveva posto il problema giusto, quello del conflitto generazionale. Poi però si è smentito per fare semplice demagogia e magari beccare qualche voto di pensionati per le sue liste a 5 stelle. Come fa qualsiasi politico falso ed opportunista.

5. Jacopo Peloso - 14 aprile 2010

Personalmente non riesco a vedere dove Beppe Grillo si é smentito.
La “generazione col culo coperto” si riferisce ai politici (infatti nella frase successiva scrive “la generazione politica collusa…”) che ricevono la pensione dopo 35 mesi di mandato, invece che 35 anni come tutti i lavoratori. Lo si capisce inoltre dal contesto, perché sta parlando di politica, non di sistema sociale e pensionistico in generale.
Stesso punto ripreso nel secondo articolo da te citato “Brunetta pensi a eliminare il diritto alla pensione dei parlamentari, come lui, che la maturano dopo due anni e mezzo alla faccia di tutti gli altri cittadini.”
Dice infatti che é ingiusto togliere la pensione a chi se l’é guadagnata in 35 anni di duro lavoro, ma chi la riceve dopo 35 mesi di pseudo-lavoro può farne anche a meno, non credi?

6. Antibeppegrillo - 14 aprile 2010

No Jacopo, Beppe Grillo si riferisce alla generazione di lavoratori, anche perché (SCANDALOSAMENTE!!!) i politici ricevono la pensione dopo 3 anni di mandato, non dopo 35.

7. massimo - 3 maggio 2011

Generalizzare ecco lo sbaglio di Beppe e dei suoi grillini(dove ci sono anche li’ degli opportunisti nella migliore tradizione partitocratica).
Il generalizzare è il piu redditizio modo di avere un consenso politico, ne piu ne meno di berlusconi che si definisce anticomunista e la sinistra che si definisce antifascista.
Termini troppo generici e demagogici…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: