jump to navigation

Beppe Grillo segretario del Partito Democratico. E’ un’idea seria? 15 luglio 2009

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Beppe Grillo, Berlusconi, internet, Italiani, Liste Civiche, partiti, Politici, Veltroni.
Tags: , , , ,
trackback

Inizialmente l’idea di Grillo segretario del PD mi pareva folle. Mi domandavo:

“Ma come può candidarsi con il PD lo stesso Beppe Grillo, che, dal giorno della nascita del PD sputa fiele sul partito che chiama spregiativamente PD meno L ed accusa di molteplici malefatte?”

Però ci sto ripensando… Questo sondaggio sul Sole24Ore è illuminante, nonostante i miei molteplici infruttuosi tentativi di truccarlo a sfavore di Grillo.

In effetti, in un paese civile perché governabile, il dibattito interno ai partiti deve essere aspro, ma democratico. Grillo candidato alla segreteria porterebbe all’interno dei DS con grande forza temi importanti cari a Beppe come:

  1. Il costo della politica
  2. La moralità dei politici
  3. Il rinnovamento della classe politica
  4. La difesa dei deboli veri, ovvero i giovani lavoratori esclusi da categorie, corporazioni e sindacati.
  5. I temi ambientali

Tutto ciò sarebbe importantissimo per l’opposizione e per l’Italia.

Per questo ritengo che Beppe Grillo segretario del Partito Democratico poteva essere un’idea seria. Il problema è che Grillo è incapace di costruire. Beppe sa fare bene solo 3 cose:

  1. distruggere
  2. fomentare il culto della propria personalità
  3. guadagnare molti soldi.

Se Beppe Grillo avesse voluto fare qualcosa di costruttivo, non sarebbe entrato nei DS in occasione delle primarie.

Beppe Grillo sarebbe dovuto entrare prima nei DS, spiegando che una democrazia non può funzionare con numerosi partitini in guerra tra loro. Che le sue liste da 3% non servono a governare gli enti locali, ma solo a fare nei consigli comunali più casino di quanto già ci sia.

Beppe Grillo sarebbe dovuto entrare nel PD con spirito combattivo ma costruttivo, portando le sue idee e la sua straordinaria capacità di comunicarle anche grazie ad Internet.

Grillo invece chiesto di puntare direttamente alla segreteria del PD che egli ha sempre disprezzato e che ha costantemente invitato a non votare, pretendendo di entrare come i Conquistadores in America Latina. Grillo pretendeva di dare l’indirizzo politico a quegli stessi deputati eletti democraticamente contro le indicazioni di Grillo stesso. Ma come si fa a pretendere seriamente di dirigere un partito politico contro cui si è votato?

Grillo non voleva costruire nulla,voleva solo distruggere, alimentando il culto della propria personalità.

Beppe  non è stupido. Grillo finge di essere indignato, ma Beppe sapeva da prima che non sarebbe stato accolto.

Grillo vuole provocare, non vuole entrare nei DS migliorando dall’interno l’unico partito serio di opposizione. D’altronde, se gli show di Grillo diventassero convegni politici dei DS, come farebbe Beppe a farsi pagare i biglietti d’ingresso che gli rendono milioni di Euro al’anno?

Annunci

Commenti»

1. SGPLT - 16 luglio 2009

Beppe Grillo assomiglia sempre più ad un disturbatore di destra. Con la sua sparata ha distolto l’attenzione da temi più importanti.

2. Lucius - 19 luglio 2009

Un’idea seria? Guarda qui:

http://www.spiegel.de/kultur/gesellschaft/0,1518,636927,00.html

Pertanto si è fatto della pubblicità anche all’estero.

3. Sandro - 21 luglio 2009

Vivendo all’ estero ed essendo bombardato dalle tante cose bizzarre che succedono nella politica italiana, la candidatura di Beppe Grillo mi sembra un adelle poche cose sensate che siano accadute in Italia, da moooolto tempo. Forza Beppe!!! Grillo Presidente.

4. Gaetano - 22 luglio 2009

Concordo con tutto , permettimi però un appunto : a mio avviso beppegrillo non ha temi cari ,egli cavalca qualsiasi protesta populista che ne aumenti la popolarità e quindi il conto corrente .Un insieme di demagogia e banalità contornati da qualche fesseria galattica come quando “proclama” il concetto di democrazia morto e la dittatura dal basso come alternativa ( ma qualcuno sa che c…o voleva dire?)
Dall’apertura del suo blog ogni anno piu’ o meno do questi tempi assistiamo ad una sua iniziativa , anche un bambino oramai ha capito che sono soltanto “lanci pubblicitari” della prossima stagione di spettacoli … io speravo venisse candidato, ma per un puro esercizio di democrazia che nel Partito Democratico ancora manca.

Mirko - 13 agosto 2009

non la dittatura ma la democrazia dal basso…
Se non sai che vuol dire è presto detto…dicesi democrazia dal basso, o democrazia diretta se preferisci, é “la forma di democrazia nella quale i cittadini, in quanto popolo sovrano non sono soltanto elettori, che delegano il proprio potere politico ai rappresentanti, ma sono anche legislatori, aventi il diritto, costituzionalmente garantito, di proporre e votare direttamente le leggi ordinarie e la costituzione, attraverso diversi istituti di consultazione popolare e diverse forme di partecipazione popolare.”[citato da wikipedia]
In Italia la democrazia diretta è stata spazzata via, ormai il popolo non è più sovrano poichè è un pugno di persone a decidere del nostro destino anche se il popolo non approva.
Basti pensare alla legge “parlamento pulito” che si rifiutano di discutere (e dico DISCUTERE, non approvare) nonostante 300.000 firme oppure alla decisione di ritornare al nucleare ignorando il referendum che ne vietava l’utilizzo.
Ormai noi abbiamo un’oligarchia che ci governa ed il popolo da sovrano è diventato suddito, il problema non è che non se ne è accorto, il problema è che si è rassegnato.

Gaetano - 5 settembre 2009

non la dittatura ma la democrazia dal basso…
Se non sai che vuol dire è presto detto..

La solita arroganza dei seguaci del guitto genovese.

” Il concetto di democrazia ormai è morto, l’altenativa è una sorta di dittatura che parta dal basso ”

parole sue , sentite alla radio.

Mirko - 7 settembre 2009

Uff… cito da wikipedia.”La dittatura è una forma autoritaria di governo in cui il potere è accentrato in un solo organo, se non addirittura nelle mani del solo dittatore,….(segue)”.
Ora…ammesso e non concesso che il comico genovese abbia pronunciato ciò che tu riferisci letteralmente parlando ciò NON HA SENSO.
La dittatura è la concentrazione di tutti i poteri dello stato ad un solo uomo o al max ad un’unica istituzione (es. il governo) non ha senso unire il concetto di dittatura con una qualsiasi forma di governo che parta dal popolo, poichè il se tutti i poteri dello stato fossero in mano alla sovranità popolare altro non si avrebbe che la democrazia stessa.
Arrogante invece mi sembrano le tue parole che estrapoli una frase senza spiegarne il contesto, senza tenere conto di eventuali sensi PROVOCATORI o usi impropri delle parole involontari, o intenzionali con lo scopo magari di essere più efficaci ed incisive per chi ascolta…
Comunque se è vero (e sottolineo SE è vero) che una volta ha usato impropriamente l’espressione “dittatura dal basso” è altrettanto vero che centinaia di volte ha usato l’espressione “democrazia dal basso” o “democrazia diretta”.
Che si tratti di un lapsus o meno non ci vuole un genio per capire che con l’uso improprio della frase “UNA SORTA di dittatura dal basso” si volesse intendere la democrazia diretta.

Gaetano - 11 settembre 2009

Perché ignori la prima parte della frase :” la democrazia è un concetto morto “? Troppo impegnato ad elaborare la tua replica ?

La democrazia dal basso è a mio avviso una gran coglionata : esiste nelle democrazie una cosa che si chiama Parlamento eletto dai cittadini ( che poi nel nostro caso i rappresentanti sia nominati è un altro paio di maniche ) ma suvvia , mica pretendi che sia il popolo grillesco a legiferare su di ogni materia? Che poi non è neanche questo il caso , visto che le ridicole proposte di legge del primo V day sono state decise “ dall’alto”

Comunque trovo divertente che dobbiate sempre interpretare il suo pensiero , arrampicandovi sugli specchi pur di dargli ragione: è la prova della sua continua ambiguità (secondo me voluta ) , non ti pare?

P.S. : Io non estrapolo niente , il tuo commento sta qui sopra ed è visibile a tutti.

Mirko - 12 settembre 2009

Che la democrazia è morta è un dato di fatto…
A legiferare non dev’essere il popolo che tu chiami dispregiativamente grillesco, ma il popolo in generale “grillesco” o non…
Le proposte le fa poi sempre qualcuno, ma se il popolo non condivide o ignora chi propone non appone le firme e quindi le iniziative di legge popolare non avvengono…questa è democrazia diretta.
Sarebbe democrazia (anche se indiretta ma andrebbe comunque più che bene) se coloro che dovrebbero legiferare fossero i rappresentanti del popolo, ed invece non lo sono poichè non siamo stati noi ad eleggerli (come mai dici “lasciamo perdere, è un’altro paio di maniche” ?? è proprio questo il punto!!).
In conclusione non siamo in democrazia poichè il popolo può decidere ormai solo il partito di preferenza, non gli uomini da mettere a prendere le decisioni che influenzeranno la sua vita.
La legge attuale chiude una casta che si autoreferenzia, e l’unico modo per romprere il circolo vizioso è cambiare la legge.
Ovvio che i politicanti attuali non lo faranno mai e poi mai, l’unico modo quindi è che sia il popolo in prima persona a cambiare le cose.
L’unico metodo PACIFICO rimasto è appunto l’applicazione della democrazia dal basso facendo legiferare direttamente il popolo che se abbastanza coeso (ma grazie ai tipi come te non lo è) dovrebbe IMPORRE un cambiamento che rompa il circolo vizioso che i politicanti hanno creato.
Le alternative a ciò sono il subire passivamente (che è ciò che facciamo da oltre 30anni) fino alla definitiva argentinizzazione dell’italia (non siamo tanto lontani) o il cambiamento in seguito ad una rivolta violenta ma preferirei non vivere l’esperienza di una guerra civile…
Una volta rotto il circolo vizioso, e create delle leggi che obblighino i politici a rispondere del loro operato al popolo sovrano, allora non saranno necessari più interventi straordinari di democrazia diretta, la democrazia ordinaria sarebbe più che sufficiente.
P.s. io non interpreto il pensiero per voler avere per forza ragione, cerco solo di capire il senso di una frase, frase a cui tu, togliendola da ogni contesto, puoi dare il significato che ti pare.

5. Ennio - 3 settembre 2009

Quello che non capisco di Grillo e dei suoi seguaci è come possono invocare la democrazia e nel frattempo marchiare con termini del tipo “dittatura, oligarchia” cio’ che è stato eletto democraticamente (o meglio tutto ciò che non è conforme alle loro idee….). Conosco uno stato nel quale farebbero meglio a trasferirsi e provare a sostenere le loro tesi… inizia per C e finisce per ina….

6. liongalahad - 10 settembre 2009

qualcuno mi spiega perchè questo fottutissimo blog non si aggiorna più??? ancora una settimana così e lo tolgo dalla homepage di google

7. Mirko - 11 settembre 2009

probabilmente perchè l’admin ha altro da fare…
cmq c’è modo e modo di chiedere le cose…

8. Antigrillo - 16 settembre 2009

lion,
1) perchè sono un pigro
2) e perchè ultimamente Grillo non scatena più i miei peggiori istinti.

GRAZIE!!!!!!!!!!!!!!!!!! non posso credere che qualcuno abbia messo il sudato frutto dei miei pigri sforzi su una homepage. Anche se leverai questo Blog, sappi che hai dato un senso alla sua inutile esistenza!

Kenneth - 30 settembre 2009

ahahah grandissima risposta! ahahahahah
Grande AntiBeppe! E Adesso tutti in piazzia per l’Anti V-Day con ragazzi ciccioni e brutti laureati in informatica e nessuna tipa decente con cui andare una pizza dopo. solo tanto sudore e calco per un giorno intero a sentirti dire “antivaffanculo” sì sì non vedo l’ora. sì sì. 😉

liongalahad - 9 ottobre 2009

scusami Antigrillo per il “fottutissimo”, riconosco che non avrei dovuto usarlo… però mi dispiace che non lo aggiorni più, un tempo era uno dei blog più interessanti, peccato… spero che gli ridarai nuova vita…

per ora cmq antigrillo continua a rimanere in homepage, rispondo solo ora perchè ogni volta apro, vedo il titolo del post, e chiudo senza leggere i commenti 😉

ciao!

9. antibeppegrillo - 14 ottobre 2009

Carissimo Liongalahad,

grazie per la grandissima pazienza. La tua tolleranza per la mia imperdonabile pigrizia mi deve spingere a migliorare!

Forse si sta riaccendendo il fuoco della mia passione Antigrillina.

A Presto!

Giacomo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: