jump to navigation

Goodbye Walter Veltroni! 19 febbraio 2009

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, Berlusconi, Italiani, partiti, Politici, Prodi, Veltroni.
Tags: ,
trackback

L’unico politico italiano con una visione ed un progetto di modernizzazione è stato oggi sconfitto dai soliti vecchi boiardi di partito.

Walter Veltroni era stato scelto dalla base del suo partito con più di 3 milioni di preferenze. Ora è stato cacciato da gente come D’Alema che in vita sua si è occupato principalmente di contare tessere, mediare tra correnti e smentire se stesso.

A Walter Veltroni è stata rimproverata la sconfitta elettorale. Ma gli Italiani non potevano dare fiducia al Centrosinistra dopo il disastro del governo Prodi. Non era certo colpa di Veltroni se l’accozzaglia di partiti messa insieme da D’Alema e Prodi aveva fallito come era evidente che dovesse avvenire già il giorno dopo òe elezioni del 2006.

Il governo Prodi è stato il peggiore della storia repubblicana, quello con il numero maggiore di ministri e sottosegretari, quello più disunito, quello che ha portato la pressione fiscale al livello più alto di sempre, senza minimamente migliorare il livello dei servizi pubblici.

Il governo Prodi è stato quello dell’incapacità e dell’immobilismo. Un governo cementato dall’Antiberlusconismo, capace solo di disfare, come una tragica Penelope, quanto fatto dal governo precedente.

Veltroni ha cercato di cambiare questo schifo.

Veltroni ha detto che era inutile, anzi dannoso, vincere le elezioni con una coalizione incapace di governare o di togliere la spazzatura dalle strade della terza città più grande del paese.

Se l’Italia ha oggi un governo solido che governa è merito di Veltroni che ha obbligato Berlusconi a seguirlo sulla strada della semplificazione.

Veltroni voleva costruire un Partito Democratico come quello di Obama, per vincere e governare tra quattro anni. D’Alema e gli altri decrepiti boss ex Comunisti ed ex Democristiani vogliono rifare la coalizioni con i cespugli Neocomunisti, Ambientalisti, Giustizialisti, Cattolici, Anticattolici, per vincere, forse, tra quattro anni, senza però essere mai in grado di governare un’Italia che ha bisogno di essere governata.

Modestamente L’Antigrillo ringrazia Walter Veltroni per quanto ha fatto e per quanto ha cercato di fare. Purtroppo personaggi squallidi come Beppe Grillo non hanno saputo capire questo leader innovativo, ma forse troppo debole.

Annunci

Commenti»

1. Attila - 19 febbraio 2009

Il grande errore di Walter è stato quello di allearsi con un Di Pietro che ha fatto di tutto per minare la sua leadership.

Cordialità

Attila

2. ScuoladiLadri - 19 febbraio 2009

il governo Prodi è stato il peggiore della repubblica italiana??? ma dove hai vissuto?

3. IoMe - 19 febbraio 2009

Come non concordare con Antigrillo? Purtroppo la scena politica italiana non sa guardare la medio-lungo termine, speriamo che le cose cambino. La semplificazione c’è stata, è un dato di fatto, speriamo solo che i nuovi vertici del PD non facciano un passo indietro.

4. antibeppegrillo - 21 febbraio 2009

@ Scuola:

Fatto: il governo Prodi ha portato la pressione fiscale al livello più alto della storia dell’Italia

Opinioni:

1) a questa pressione fiscale senza precedenti non è corrisposto nessun miglioramento dei servizi pubblici

2) gli investimenti in infrastrutture sono stati tutti bloccati

3) il governo Prodi non è riuscito a fare nulla. Talmente paralizzato da non riuscire nemmeno a togliere la spazzatura dalle strade di Napoli. Operazione che viene regolarmente effettuata persino nelle più povere corrotte e malgovernate melagolpoli del terzo mondo.

5. Antonio - 22 febbraio 2009

Ciao a tutti,
sorvolando sulla non-opposizione di veltroni e sul fatto che resuscitò mr. b quando era stato abbandonato dagli alleati e ripiegava sulla marcegaglia, ma proprio sulla presione fiscale devi sostenere che il governo mortadella ha fatto schifo? Cita per lo meno l’indulto salva-previti, o mastella alla giustizia.

1) L’attuale governo con tutte le finte riduzioni ici ha portato la pressione al 43% e per quest’anno è prevista al 43.3% (tale e quale a quella dei tempi mortadelliani), tuttavia, mentre ai tempi della mortadella la scusa era di tonare sotto il 3% dei parametri Maastricht, fatto che avvenne, adesso la scusa è la crisi e quindi i soldi vanno persi nel nulla con in più l’aggravarsi della situazione economica generale. ah, ma la crisi è colpa nostra e dei media ed in realtà non esiste.

http://www.menostato.it/fatti_Pressione_Fiscale_Italia.html
http://www.businessonline.it/news/8371/Tasse-2009-in-Italia-aumenta-pressione-fiscale-fino-al-43-percento.html
http://www.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20080418_00/notanotifica.pdf

2) Quali infrastutture? Il ponte? grazie al contratto firmato a favore dell’Impregilo (guarda caso gestisce i rifiuti e dli inceneritori di mezza italia e romiti è un tipo pulito, pulito…) dal precedente governo, bisogna fare un’opera attualmente inutile per adesso, visto che o stai fermo sulla Sa-RC (in auto), o ti blocchi in treno da qualche parte tra Cefalù e Salerno. Magari l’idea di dirottare le risorse sulle cose più urgenti non è del tutto sbagliata…
Se mi parli di autostrade, la Sa-RC va avanti da anni e si potrebbe pure dare la colpa a mr. b adesso visto che è ancora lì. Certo, si opposero a dare altri fondi in generale, ma non mi sembra la cosa più brutta che fecero.

3) L’immondizia a Napoli…. lasciamo stare veramente… certo che se vai al vomevo (come dicono i locali), addirittura la crisi non l’hanno mai vista…… In ogni caso, sia in passato che adesso, sono state scelte solo soluzioni che rafforzano il potere della camorra ed è da 15 anni che periodicamente scatta l’emergenza e mi sembra riduttivo dare la colpa ad un solo governo, ma piuttosto la colpa è della classe dirigente votata da noi.

Per tornare a veltroni, credo che avesse delle possibilità e ha preferito bruciarsele con tante scelte sbagliate, sia nel rapporto con gli alleati, che con l’altro fronte, diventando il miglior alleato di mr. b.
ciao

Antonio

6. antibeppegrillo - 22 febbraio 2009

@ Antonio,

cominciamo a vedere su cosa siamo d’accordo:

sulle critiche al governo b. hai perfettamente ragione! Il guaio dell’Italia è proprio questo:
si succedono governi pessimi.

I poveri elettori italiani sono costretti a punire chi ha governato male scegliendo l’opposizione.

Sfortunatamente l’opposizione è composta dagli stessi che avevano governato male due turni prima.

Basta leggere la storia delle elezioni Italiane:

http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Elezioni_politiche_in_Italia :

nel ’94 gli Italiani votarono per il nuovo partito di Berlusconi, per punire la vecchia partitocrazia che tanti danni aveva prodotto

nel’96 gli Italiani scelsero l’Ulivo di Prodi, per punire il governo Berlusconi ed si era sfaldato in sette mesi.

nel 2001 gli Italiani votarono la Casa delle libertà, per punire l’Ulivo di D’Alema e Rutelli che aveva governato penosamente dopo aver disarcionato Prodi con una trappola parlamentare degna della peggiore Prima Repubblica

nel 2006 gli Italiani votarono il centrosinistra di Prodi per punire Berlusconi che aveva governato malissimo, perdendo e recuperando il ministro del Tesoro con due ridicoli rimpasti.

nel 2008 i poveri Italiani hanno dovuto punire il Centrosinistra per aver governato penosamente con Prodi e Visco e per essere imploso sulle proprie contraddizioni ben due volte, una volta sulla politica estera ed un’altra sul caso Mastella.

Gli Italiani in questi 15 anni hanno sempre dovuto votare per punire chi aveva governato male, finendo in una tragica scelta tra gli incapaci di ieri e quelli dell’altroieri.

Gli Italiani in questi 15 anni non hanno mai potuto riconfermare chi aveva vinto le elezioni precedenti.

In questa tragica alternanza, ritengo che Walter Veltroni sia incolpevole. Non poteva vincere con accanto le stesse facce che avevano fatto malissimo con Prodi ed aveva bisogno di tempo per rinnovare il suo nuovo partito.

7. antibeppegrillo - 23 febbraio 2009

2 @ Antonio,

vediamo ora i punti su cui siamo meno d’accordo:

1) quando dici che la pressione fiscale è scesa dal 43.3% al 43%, confermi quanto detto da me. Ovvero confermi che Prodi e Visco sono ancora detentori del record. Non mi pare che nemmeno tu abbia avuto il coraggio di ipotizzare miglioramenti dei servizi pubblici.

2) Alcune altre opere bloccate da Prodi & Co, citando a memoria:
* il Mose che dovrebbe impedire all’acqua alta di sommergere Venezia
* la variante di valico sull’autostrada Firenze Bologna
* l’alta velocità Torino Lione, pagata in parte dalla Comunità Europea
* svariati rigassificatori che dovrebbero renderci meno dipendenti dalle forniture di gas russo
* la Centrale Elettrica di Montalto di Castro che dovrebbe essere riconvertita in una più moderna ed efficiente

3) Classico discorso all’italiana che non porta da nessuna parte: “è colpa di tutti”… in cui corollario inespresso cui si appoggiano i politici incapaci è “e quindi non è colpa di nessuno”.

L’incapacità di quel governo di risolvere la crisi della spazzatura è stata inaccettabile. Parlo di incapacità operativa. Mentre il Centrosinistra discuteva sui massimi sistemi e Beppe Grillo pretendeva di spiegare al mondo come andrebbero trattato i rifiuti, il governo Prodi era incapace di decidere ed agire mentre a Napoli c’era una situazione che non esiste nemmeno nella poverissima Calcutta con popolazione dieci volte Napoli, oppure a Città del Messico, la città a maggiore presenza criminale del mondo dove gran parte del territorio è controllato da bande sanguinarie.

8. Konko - 23 febbraio 2009

Su Veltroni : sopo aver perso le elezioni, non ha neanche pensato lontamente di fare opposizione. Non puoi attivarti solo se vinci. meglio DiPietro, che almeno ci prova (senza riuscirci, data la disponibilità al dialogo dell’ attuale governo).

Su Prodi : nei suoi 2 nni ho visto in piazza avvocati, commercianti, tassisti … ora sono tornati in piazza operai e studenti … Chissà come mai …

9. Antonio - 23 febbraio 2009

Ciao “anti”,
devo dire che la tua risposta mi garba e vedo di rispondere alle tue obiezioni. Vorrei che capissi bene che, non è che giustifico il governo prodi, perchè non è piaciuto molto nenahce a me, ma semplicemente trovo che citare la pressione fiscale e non l’indulto (ad esempio), non è qualcosa che evidenzi la parte “brutta” di quel governo. In ogni caso sono pinioni… vedo di rispoderti:

1) Se la pressione fiscale è stata così alta era per rientrare nei parametri europei, visto che nel bene e nel male facciamo parte dell’UE. Quindi è normale che se i soldi servivano per “rientrare”, non potevano essere spesi per servizi. L’attuale governo sta facendo molto peggio perchè, nonostante avesse proclamato di ridurre le tasse, queste sono scese dello 0.3% (in termini di pressione), ma già da quest’anno è previsto il ritorno al 43.3% (stime del governo stesso. I soldi non vengono e non verranno spesi per servizi, basta guardare i taglirecentemente fatti e la crisi che si ignora ma che si mangerà lo stesso le entrate statali (anche se per la crisi i parametri europei sono molto più elastici..).

2) Per questo punto, ritorna il discorso che se non ci sono soldi, non se ne possono spedere. Sarebbe stato interessante vedere se, una volta superati problemi economici, si sarebbe tornati a spendere. Dei tuoi esempi in generale, gli unici dei quali sono più o meno informato sono Mose e Tav. Non mi ci voglio addentrare perchè non credo sia “utile”, però secondo me se devi tirare la cinghia, o lo fai completamente o è inutile farlo. Ti volevo chiedere: sarebbe stato meglio se oltre ad alzare le tasse e non migliorare i servizi, avessero speso per costruire opere? Che “consolazione” da dire: ok, i servizi fannoschifo, le tasse sono alte, ma ho il mose!
Ovviamente sono daccordo con te, le infrastrutture vanno fatte perchè servono.

3) Questo è un discorso lungo e spinoso. Facciamo che ne parliamo un’altra volta? Adesso sono al lavoro e non ho molto tempo.

Ti ripeto, per quanto mi riguarda non hai scelto gli esempi migliori per evidenziare gli errori di prodi, quali poteva essere ad esempio l’indulto.
Scappo.
a presto!
cià

Antonio

10. benito - 23 febbraio 2009

Quando c’era lui quelli si che erano bei tempi… il duce ci vuole altro che cazzi!!

11. Antonio - 23 febbraio 2009

@ benito
c’è già il ducetto, tascabile, fraintedibile a piacere e che piace alle donne… di più che vuoi?

12. SVEGLIAAAAAAAA - 8 marzo 2009

SVEGLIA ANTI GRILLO!! NON E’POSSIBILE FARE UN POST OGNI ” MESI!!!!!!!!!!!

13. Anonimo - 26 marzo 2009

sei tanto bello e preciso quando si tratta di criticare chi non ti piace… e poi su quello che ti va fai un post vago impreciso e di pura opinione… ma perpiacere, io voglio che ci sia un anti per tutto (serve da contrappeso) ma cosi’ mi scadi violentemente

14. darth wanax - 8 aprile 2009

“Che brutto che era Prodi, che cattivi lui e Visco e quel Padoa schioppa, rovina dell’italia”

il bello è che i destri ripetono ogni volta lo stesso mantra del Banana ma appena qualcuno pretende delle spiegazioni logiche, vengono sbertucciati in un paio di battute.
Godete, ora che l’italia è caduta definitivamente nelle mani del nano (della serie quando Murdoch incontra Peròn… alla faccia dei liBBBerali itaglioti)

15. Giuseppe - 9 maggio 2009

Antiberlusconismoo????

1) E delle televisioni che mi dici???? Rete 4 è abusiva da anni, dovrebbe cedere le sue frequenze a Europa 7, ma a quest’ultima la frequenza viene ceduta dalla RAI, che è statale e la paghiamo noi cittadini… Poi l’Europa multa l’Italia perchè non ha fatto giustizia sulle televisioni e chi paga siamo sempre noi!!!

2) Dell’informazione che adesso fa schifo, peggio di quella fascista???? L’informazione italiana è di m….a ed oramai così la fanno sia le reti private che quelle statali. Se l’opposizione avesse fatto una legge che chi possedeva più di due televisioni non poteva fare politica…altro che antiberlusconismo, io dico che l’opposizione ha fatto favoreggiamento!!! Ecco perchè rete 4 è abusiva ma ancora trasmette senza problemi!!!

3) I rifiuti a Napoli??? Parla coi napoletani e dimmi se il problema è risolto, a me non mi pare, i rifiuti sono solo stati spostati dal centro alla periferia…

4) Le infrastrutture? Vogliamo parlare del ponte sullo stretto??
Una delle ditte è Impregilo che è stata quella che ha costruito l’ospedale dell’Aquila, il quale è stato il primo a cadere e doveva essere l’ultimo. Poi che te ne fai di un ponte sul mare che collega due zone sismiche in cui ci sono fortissimi venti??? Perchè non migliori invece la SA – RC che è un eterno cantiere e si circola quasi sempre su una corsia a passo d’uomo???

5)Le intercettazioni??? Io dico che se una persona è onesta non si deve nascondere da niente e da nessuno e che i più grossi reati sono stati trovati mediante queste.

Quale Veltroni? Quale opposizione??? Non c’è opposizione!!!

antibeppegrillo - 13 maggio 2009
antibeppegrillo - 13 maggio 2009

2) Evidentemente tu, come Grillo, non avete idea di cosa sia stato il Fascismo, anche se Beppe ha qualcosina in comune con il Fascismo: il disprezzo per il Parlamento. Il Blog di Grillo, così come questo Blog, non sarebbero possibili in un paese dittatoriale. Mio nonno fu arrestato, imprigionato, confinato e sottoposto ad una fucilazione simulata con pallottole a salve per avere espresso idee antifasciste. La nostra democrazia è imperfetta, piena di guai, migliorabile, ma è meglio di qualsiasi dittatura fascista, comunista o populista che sia.
https://antigrillo.wordpress.com/2008/04/24/volano-le-parole-grosse-del-grillo-multimilionario/

antibeppegrillo - 13 maggio 2009

3) la spazzatura è stata spostata dal centro di Napoli alle discariche che Prodi non riusciva a far aprire. Che “i rifiuti sono solo stati spostati dal centro alla periferia” è una menzogna. Chiedi ai tuoi “amici napoletani” di filmare un camion che carica la spazzatura da una strada del centro e va a scaricarla in una strada di periferia. Forse volevi dire che “le strade di periferia non sono state liberate dalla spazzatura altrettanto bene di come lo sono state quelle del centro” ciò è certamente vero, ma a voi seguaci di Grillo piacciono più le frasi ad effetto del “Grande Populista” che inganna i suoi seguaci facendo immaginare loro che ci siano camion intenti a spostare immondizia dalle strade del centro a quelle di periferia.

antibeppegrillo - 13 maggio 2009

4) altra menzogna da puro stile Grillino. L’ospedale dell’Aquila non è affatto caduto.

La struttura dell’ospedale ha retto. Non mi risulta che ci siano stati morti tra le persone che si trovavano all’interno dell’ospedale. Probabilmente nessun ospedale italiano avrebbe potuto continuare ad operare dopo che un sisma di quella intensità aveva buttato giù tutti gli armadi, danneggiato gran parte delle strumentazioni, spaccato cateteri di vetro, fatto crollare pezzi d’intonaco, sporcato, rovinato o distrutto le delicate strumentazioni da camera operatoria.

La cosa più interessante è che le menzogne e le visioni apocalittiche dei Grillini aiutano Berlusconi. Infatti quando, tra poche settimane Berlusconi riaprirà l’ospedale, I furbo Cavaliere si prenderà il merito di aver ricostruito in poco tempo un ospedale che in realtà non era mai stato distrutto.

A questo porta la vostra demagogia! Se voi dite che l’ospedale è stato distrutto, Berlusconi potrà dire di averlo ricostruto in pochi mesi, in un paese come l’Italia, nel quale normalmente ci vogliono dieci anni per costruire un ospedale.

Un’opposizione seria, intelligente e costruttiva alla Veltroni potrebbe mandare a casa Berlusconi.

Un’opposizione demagogica, stupida, litigiosa, divisa ed irrealistica farà durare la carriera di Berlusconi ancora per molti anni.

antibeppegrillo - 13 maggio 2009

Giuseppe,

leggi il libro 1984 di Orwell. Da quel libro e non dal reality idiota viene l’espressione “Grande Fratello”.

Si trattava di uno schermo (telecamera) che non doveva mai essere spento per consentire allo Stato d’ispezionare 24 ore su 24 la vita dei cittadini, che, come dicevi tu, non dovevano avere nulla da nascondere.

Un’opposizione idiota che voglia negare ai cittadini italiani il diritto costituzionalmente riconosciuto alla riservatezza delle proprie comunicazioni, regalerebbe questo paese a Berlusconi per altri lunghi anni.

Le intercettazioni servono, ma non bisogna dimenticare il diritto costituzionalmente sancito alla riservatezza delle comunicazioni. La legge proposta dal governo è pessima. E’ giustissimo criticarla. Servono proposte costruttive di una legge migliore, ma non si può arrivare all’eccesso di voler conculcare il diritto costituzionalmente garantito alla riservatezza delle comunicazioni

16. Johnny7 - 1 novembre 2011

Stiamo, politicamente parlando di buffone politico come Veltroni, che dovrebbe solo rimanere a casa!
Ti leggo un riassunto delle puntate precedenti grazie a Marco Travaglio, che gli si può dire di tutto tranne che sia un bugiardo:
“Novembre 2007: dopo due anni di fallite “spallate” a Prodi, B. è politicamente morto, snobbato da Bossi e scaricato da Fini che lo chiama “comica finale”. Poi entra in scena Uòlter e apre un “tavolo delle riforme”, ma non con Fini e Bossi aiutandoli a seppellire il nano, bensì col nano aiutandolo a riannettersi Fini e Bossi. Effusioni da fidanzatini di Peynet, poi l’accordo per una legge elettorale bipartitica, che costringe Fini a rientrare a corte di B., mentre Uòlter minaccia di morte i partiti alleati (“se si va a votare, il Pd corre da solo”). Risultato: Mastella si accorda con B. per votare col vecchio porcellum e rovescia Prodi. B. risorge per la terza volta. In campagna elettorale chiama Uòlter “maschera di Stalin”, ma Uòlter porge l’altra guancia: non solo non l’attacca mai, ma nemmeno lo nomina per non cadere in tentazione (“il principale esponente dello schieramento avversario”). Già che c’è, riabilita pure Craxi e affida le liste Pd in Sicilia al compagno Crisafulli, vecchio amico del boss di Enna, dunque rieletto senatore. Naturalmente perde le elezioni (38% Pdl, 33 Pd), regalando a B. la maggioranza più oceanica della storia. Non contento, persevera col “dialogo”: promette “opposizione costruttiva” al peggior governo della galassia e non candida nessuno contro Schifani alla presidenza del Senato. Così il Pd perde pure tutte le regioni su piazza (Friuli, Abruzzo, Sardegna). Poi Uòlter s’imbarca per Saturno.”
Questo buffone politico quale è Veltroni, invece di andare a casa o in Africa come promesso rimane ancora in giro, cosa che già fa capire con che razza di bugiardo ci troviamo di fronte, e gioisce per la vittoria di Obama e di Yukio Hatoyama, come se avessimo vinto noi dirà, come se questo ci possa consolare!
Goodbye Veltroni, e non tornare, tanto lo abbiamo capito tutti che sei il miglior “inciucista” insieme a d’alema, sin dall’inizio come dice il fu grandissimo Funari

A casa, A CASA!

17. Antigrillo - 2 novembre 2011

Una ricostruzione del tutto fantasiosa.

1) Il governo Prodi è caduto perché aveva una maggioranza inesistente al Senato che si è dissolta il giorno in cui i PM hanno indagato il ministro della giustizia Mastella ed arrestato la di lui moglie. Da ricordare i Grillini aizzati contro Mastella che lo circondavano per insultarlo perfino a New York.

2) Gli italiani erano schifati dallo spettacolo offerto dal disfacimento del governo Prodi. Quel governo prima di andare in decomposizione, aveva fatto in tempo a smontare pure lo scalone Maroni che avrebbe ridotto la spesa pensionistica.

3) Veltroni non poteva ripresentarsi con la stessa baraonda di partitini che avevano paralizzato per due anni Prodi litigando su qualsiasi proposta. Nessuno lo avrebbe votato.

4) Se Bersani si presenterà alle prossime elezioni con la solita accozzaglia di antiberlusconiani senza idee, farà fare all’Italia un grande passo avanti… visto che Berlusconi l’ha portata sull’orlo del baratro.

18. Johnny7 - 8 novembre 2011

1) Guardati questo video e poi ne riparliamo http://www.youtube.com/watch?v=lkIhG_HK5IY
2 e 3)Veltroni è riuscito nel miracolo, fare una campagna elettorale così miserabile da far dimenticare non 2 anni di governo Prodi, ma 5 di governo Berlusconi, consegnando nuovamente l’Italia a questo “signore” con il risultato che hai sotto gli occhi, permettendogli di avere una maggioranza oceanica recuperata con fatica immane http://www.funize.com/Secolo_d'Italia/2011/11/8 e anche con l’opposizione ha fatto ridere i polli con il suo governo ombra, che se stavamo speranza a quel buffone politico quale era il ministro ombra dell’ambiente Ermete Realacci e senza i refererendum voluti da Di Pietro, Berlusconi ti avrebbe costruito le centrali nucleari sulla testa, per non parlare poi del resto dei ministri ombra
4)Perché, Veltroni, o Veltrusconi per gli amici, ha mai partorito delle idee, perbacco, si vede che me la sono perse, e se così è di grazia quali sarebbero.
Ma non doveva essere in Africa?

19. Johnny7 - 16 novembre 2011

http://diksa53a.blogspot.com/2011/11/meno-male-che-uolter-ce-di-rita-pani.html#more
Walter e Silvio separati alla nascita
Walter, vado in Africa, ma anche no, Silvio mi dimetto e vado via ma anche no, rientrati tutti e 2 dalla finestra, di dietro!

20. Lupo grigio - 21 novembre 2011

Bravo Jonny,

elimina l’unico leader della Sinistra che ha cercato di rinnovare qualcosa.

Tieniti D’Alema, Bersani e l’alleanza da Di Pietro a Vendola che non fa nulla.

Applaudi felice qualche imbecille che ti dice che con Berlusconi e con Bossi non si deve trattare perché sono il male assoluto.

Caro Jonny spero che tu abiti nel Sud.

Quando l’Italia fallirà a furia di non fare niente per tenere in piedi un sistema politico ed economico degli anni 70, sai tranquillo che il Nord produttivo con cui tu non vuoi nemmeno parlare, lascerà il Sud povero ed improduttivo come l’Albania.

Allora voglio vedere a quali aziende potrete fregare i soldi per pagarvi il vostro Stato Sociale di fannulloni!

Voglio vedere con che soldi pagherete i vostri spazzini che, pur essendo cinque volte più numerosi di quelli lombardi, vi fanno già affondare nella monnezza.

Sai che ti dico: TENETEVI DE MAGRISTIS!

21. Johnny7 - 22 novembre 2011

Caro lupo grigio, forse dimentichi che D’alema, o meglio Dalemoni, provò a fare la bicamerale con Berlusconi, che la tenne finché gli convenne, poi rovesciò il tavolo, con queste persone un dialogo è ai limiti dell’impossibile, incivili, violenti nelle parole e nelle azioni, a cominciare dalla campagna elettorale, dove Veltroni viene definito “maschera di Stalin” ma lui, da signore quale è preferisce definirlo “il principale esponente dello schieramento avversario”
Probabilmente sei sceso dalla medesima navetta proveniente da Saturno non accorgendoti che Berlusconi & co. al dialogo preferiscono il manganello, quello dei media da libero a il giornale, a Emilio Fede, ai suoi in parlamento quando lui stesso non mortifica l’avversario anche con barzellette zozze (vedi quella della Bindi) che secondo la chiesa vanno contestualizzate.
Faresti bene a leggere qualcosa, come questo http://diksa53a.blogspot.com/2011/06/i-moderati-immaginari-del-pd-di-paolo.html e questo http://diksa53a.blogspot.com/2011/06/lo-storico-marco-revelli-liquidare.html
Di Pietro vi ha regalato non l’otto per cento con la sua alleanza, sennò tenetevi Casini e la sua politica dei due forni, con i suoi deputati come la Binetti che hanno fatto sparare sui piedi del Pd che nel suo schieramento l’ha accolta, grazie sopratutto ad essa la legge contro l’omofobia è affondata, son soddisfazioni (per lei)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: