jump to navigation

Risposta a Nadia, 10 luglio 2008

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Beppe Grillo, Biagi, economia, internet, Italiani, partiti, Politici, Precari, Precariato, Prodi, Sindacati.
Tags: , , , , , , , ,
trackback
Beppe Grillo a Porto Cervo il 30 Giugno

Beppe Grillo a Porto Cervo il 30 Giugno 2008

Cara Nadia,

Beppe ha pubblicato la tua richiesta di aiuto, ma non ti ha risposto.

Grillo ha blaterato soliti slogan sul lodo Alfano e sulla banda dei quattro, che non c’entrano molto con i nostri problemi di giovani genitori; poi ha detto: “Forza Nadia, vincerai tu, vinceremo noi!”. Invece quello che succederà e che lui andrà avanti con la sua vita di multimilionario (in Euro), mentre noi ogni giorno dovremo lottare per i nostri figli in un paese comandato da anziani egoisti. Anziani egoisti che preferiscono farsi pagare da noi la pensione cinque anni prima dei loro coetanei Europei, piuttosto che destinare risorse a quegli asili che consentirebbero a noi di lavorare per pagare le loro stesse pensioni!

Purtroppo Nadia, l’Italia è un pase di anziani, comandato da anziani, che destina risorse soprattutto agli anziani.

Nadia, i nostri bambini non votano, perciò gli asili sono l’ultima delle priorità dei politici. Per colpa di uno stato elefantiaco ed avido, per colpa di una classe politica populista che deve elargire denaro pubblico a chi fa parte dei gruppi d’interesse formati milioni di amici di amici, in Italia c’è una pressione fiscale enorme che blocca ogni sviluppo.

Nadia, la coperta è corta. Hanno deciso che chi deve rimanere al freddo sono i più piccoli. Qundo il governo Prodi, unico nel mondo occidentale, ha deciso di abbassare l’età pensionabile ad disotto di tutti gli altri paesi Europei, l’Antigrillo ha gridato di dolore rilevando che in Italia ci sono gli sgravi fiscali per figli a carico più bassi d’Europa. Invece il populista Grillo non ha fiatato. Altrimenti avrebbe scontentato qualche anziano Grillino che riteneva suo diritto andare in pensione 5 anni prima dei suoi coetanei europei. Il populista Grillo vuole accontentare tutti. Tanto a parole cosa costa?

Da dove vengono le risorse? A Grillo non importa.

Gli stipendi sono bassi? Grillo dice: “Alziamoli!” Da dove prendiamo i soldi? Non è un problema di Grillo!

Nadia, dobbiamo diffidare dai pifferai magici cresciuti credendo alle favole del Comunismo reale, ancora incapaci di rinunciare alla lotta di classe . Se avessero vinto loro, tu oggi dovresti lasciare tuo figlio, per andare a fare la badante ad una Spagnola, così come sono costrette a fare le donne dei paesi rimasti schiavi del socialismo reale.

Solo lo sviluppo può aiutarci. Solo un calo della pressione fiscale può riportare lo sviluppo. Nadia, è inutile chiedere aiuto allo Stato. lo Stato tutela solo i gruppi d’interesse organizzato. Noi, che non facciamo parte di nessun gruppo d’interesse organizzato, non possiamo aspettarci nulla dallo Stato.

Allora cosa puoi fare? Devi deciderlo da sola, con tuo marito, parlando con giovani in situazioni simili alla tua.

La mia situazione non è difficile come la tua, però posso capire i tuoi problemi. Ho tre figli piccoli, di 7, 5 e 2 anni. Mia moglie ha ricominciato a lavorare tre mesi dopo ogni gravidanza. Abbiamo dovuto ricorrere ad aiuto di una tata per stare con i bambini. Spendiamo per lei gran parte dello stipendio di mia moglie. Abbiamo vicini che hanno bambini piccoli anche loro, così facciamo stare assieme i piccoli. I nonni vengono a trovare i nipoti, ma non si stancano troppo perché la tata fa quasi tutto. Io per me non spendo nulla. La mia auto ha fatto 130.000 km. In vacanza andremo in una casa di campagna vicino al mare dove ci hanno invitato i nostri amici. Mia moglie non compra vestiti per se. I vestiti dei piccoli spesso provengono da amici che hanno figli più grandi o dai cugini.

La tua situazione è durissima, ma devi ricominciare a lavorare il prima possibile. Sarà difficile andare avanti, ma ti accorgerai che i bambini crescono in maniera sorprendentemente veloce. Presto il bambino entrerà in un asilo o a scuola.

Se gli extracomunitari che vivono in Italia riescono a crescere i loro figli in situazioni più difficili delle nostre, dobbiamo farcela pure noi. A dir la verità loro hanno almeno il vantaggio dei nostri asili. Sì perché la graduatoria che mette i nostri figli al 250 posto, mette i loro ai primi posti. Ma pazienza, dobbiamo essere solidali e dobbiamo farcela senza asili nido.

Nadia, ti sono vicino,

Antigrillo

Annunci

Commenti»

1. Il reiante - 10 luglio 2008

“La tua situazione è durissima, ma devi ricominciare a lavorare il prima possibile. Sarà difficile andare avanti, ma ti accorgerai che i bambini crescono in maniera sorprendentemente veloce. Presto il bambino entrerà in un asilo o a scuola.”

Riassumendo… se metti le tende dove lavori e fai il tuo lavoro 25 ore su 24.. i figli ti cresceranno ancora più velocemente.
I lavoratori dipendenti hanno già dato!! E’ ora di ricevere!
Meno soldi agli imprenditori. più ai lavoratori… non ci vuole una laurea per saperlo.

2. Giacomo F. - 11 luglio 2008

grazie antigrillo per le parole e i consigli pratici che hai dato a Nadia, ma anche a tanti italiani che si traovano nella stessa situazione.

grillo dice: “…..Lì fuori. Lontano dai palazzi, la gente è sempre più povera, ma da oggi più consapevole che loro sono loro e noi non siamo un cazzo……” e poi “…. Mi scrive Nadia,….”

BRAVO GRILLO!!! cosí si fa politica sterile! dato che tu non puoi presentarti perché condannato, hai comunque le tue liste civiche che hanno un programma? un bel programmone!!!! e certamente stanno lavorando per essere un’alternativa……..

mi sa di no! lo scarso piú scarso dello scarso!!

aspettiamo “fiduciosi” in un qualcosa di piú concreto rispetto ai 30 euro per il biglietto di un tuo spettacolo……

ma quanti gelati hai comprato a ciro? il gelataio della costa smeralda ringrazia 🙂

3. Giacomo F. - 11 luglio 2008

dalla lettera di Nadia pubblicata da grillo: “…..Ho fatto domanda all’asilo comunale perché il privato è troppo costoso, ma come reddito e come coppia che lavora mio figlio è stato scartato perché ha venticinque punti e duecentociquantacinque bambini davanti, la rata dell’asilo privato, mi sono informata che è aperto sino alle diciassette e trenta, è di cinquecento euro mensili, non me lo posso permettere…….”

dalla lettera di Nadia non si capiscono le tempistiche. allora il figlio ha nove mesi ora, ora prende il 30% dello stipendio di cassiera (1000 euro, in aspettativa) il marito prende 1200 euro.
affitto 800 euro!!! ma dove vivi?
572 euro rata banca.
ora 1200+350-800-572=178 euro, mi sa che avrai bisogno di tutto l’aiuto finanziario dei genitori tuoi e di tuo marito.

asilo nido privato 500 euroal mese che fanno 6000 euro l’anno!!!
ma non ci sono gli assegni familiari, il premio bebé e quantaltro?

dato che si danno troppi diritti e privilegi ad extracomunitari invece di pensare IN PRIMIS alla nostra gente ti suggerisco di iniziare a trovare nel tuo paese, nella tua cittá, famiglie nella stessa tua situazione e unirvi per assumere una tata, offrendo prima la tua casa come asilo nido e poi quella di un altra famiglia e cosí via.

il supermercato ti ri-introdurrá al lavoro a tempo pieno e non farai straordinari e poi il tempo scorre velocemente e tutte queste difficoltá saranno un ricordo e daranno all tua famiglia piú forza per andare avanti! perché i problemi non sono finiti qui! qui iniziano!!!

un saluto affettuoso a Nadia e a tutte le famiglie in difficoltá 🙂

non ho capito cosa si vince!!!!
tu vinci….io vinco…..grillo vince…..mah!

4. Giacomo F. - 11 luglio 2008

ITALIANI!!!!!!

VINCERE E VINCEREMO!!!!!!!!!!!

5. Vittorio - 11 luglio 2008

@Antigrillo

Tu scrivi, giustamente:

“noi ogni giorno dovremo lottare per i nostri figli in un paese comandato da anziani egoisti. Anziani egoisti che preferiscono farsi pagare da noi la pensione cinque anni prima dei loro coetanei Europei, piuttosto che destinare risorse a quegli asili che consentirebbero a noi di lavorare per pagare le loro stesse pensioni!

Purtroppo Nadia, l’Italia è un pase di anziani, comandato da anziani, che destina risorse soprattutto agli anziani.”

E, guarda un po’, sei d’accordo con Grillo. E non è la prima volta che dici una cosa perfettamente in linea con il grillo-pensiero. Secondo sei molto meno antigrillino di quanto vuoi far credere.

Poi però deragli, scrivendo:

“Qundo il governo Prodi, unico nel mondo occidentale, ha deciso di abbassare l’età pensionabile ad disotto di tutti gli altri paesi Europei, l’Antigrillo ha gridato di dolore rilevando che in Italia ci sono gli sgravi fiscali per figli a carico più bassi d’Europa. Invece il populista Grillo non ha fiatato.”

Ma non dici che, l’ultima volta che l’età pensionabile è stata abbassata, è stato nel primo governo prodi, ossia, dal 96 al 98. Da quel governo in poi, l’età pensionabile è stata costantemente alzata. Come tu ben sai, in quella data, ossia il 96-98, Grillo non si occupava così tanto di politica. tu, Antigrillo, avrai pure urlato, ma il movimento dei grillini ancora non esisteva. In quegli anni Grillo si limitava a fare degli show nei teatri.

Peccato per questa sola frase errata, che guasta tutto un discorso molto ben fatto e con cui sono pienamente d’accordo.

Vitto

6. Giacomo F. - 11 luglio 2008

ho fatto un cut und paste dal blog del grillo:

“…Una cosa sola alla cara Nadia:
DEVI PENSACI MEGLIO PRIMA DI FARE UN FIGLIO!
non se ne può più di PIAGNISTEI e catastrofismi,
capisco chi cade in disgrazia per cause superiori, ma la tua è semplicemente una questione di incoscienza e miopia,
gente dovete usare la TESTA!

Davide M.
================================================

VAFFANCULO BRUTTO STRONZO DI MERDA!!!! Devi pensarci meglio prima di fare un figlio??? Ma che cazzo stai dicendo, brutto deficiente mentecatto del cazzo!!!! Deve pensarci prima perchè? Deve rinunciare ai sogni perchè? Senti, per fortuna che non ti ho davanti altrimenti ti strapperei le palle a morsi, coglione!!!!
Siamo ridotti che per mantenere la merda di Casta dobbiamo rinunciare ai figli, ai sogni?
MA VERGOGNATI, SPARISCI!!!!!!

P.S.: Scusate se sono stato troppo gentile
P.S.2: Riposto, dimenticato una cosa. Io tuo cognome, Davide M. ….. Credo che M sia chiaro a tutti cosa significa!!!!!!!!!!!!!!!!

Alessandro T. 11.07.08 10:06 | Rispondi al commento |
…”
dopo aver letto questo post mi son detto che tutti e due hanno ragione. aldilá del modo di come sono scritte, ma i concetti espressi sono chiari!
é vero che uno al giorno d’oggi ci pensa prima di fare un figlio, non é piú come una volta quando mancava la televisione e una volta spenta la luce…… per esempio ho dei miei amici che non vogliono fare figli, vorrebbero, ma non se lo possono permettere. questo é quello che dicono tutti.
peró c’é sempre il sogno di fare una famiglia, di trovare la “donna giusta” di fare due o tre figli……la casa…..un buon lavoro che appaghi e che renda…… mi rendo conto che queste cose al giorno d’oggi sono sempre piú difficili da ottenere, ma d’altronde noto che gli italiani non hanno tanta voglia di lavorare, stanno consumando le ricchezze, i risparmi e i sacrifici dei nonni e padri. (discorso posto in generale).

mi domando una cosa: ma se siamo con natalitá zero da moltissimi anni e gli asili nido, scuole materne e asili sono una realtá di almeno quaranta anni per i primi , ma molto di piú per gli altri istituti, come é possibile che ci siano code per aver assegnato un posto in un asilo nido???? ok gli extracomunitari, ok ci sono i comunitari…… ma com’é che Nadia, a quanto dice é al 251-esimo posto in graduatoria?????

sono decenni che stiamo dormendo????? sono decenni che non riusciamo a farne una dritta????
ma con tutti i posti pubblici di esubero ma con tutti gli immobili dello stato non si riesca ad organizzare qualcosa di utilissimo per la nostra gente????
perché si pensa a costruire degli alloggi a dei extracomunitari PRIMA di costruire per la nostra gente??? (vedi cacciari e probabilmente moltissime realtá italiane).

perché una famiglia composta da padre madre e creatura di nove mesi con reddito mensile di 1550 euro paga 800 euro di affitto???? ma come é possibile??? (prima del felice evento 2200 euro)

ci sará un censimento vero reale attuale delle famiglie italiane in queste condizioni…..

grillo ha ragione dicendo che la politica é lontana dai problemi della gente, e dico pure che un conto é una politica nazionale dove si va a generalizzare per tutto un paese disomogeneo, un altro e che non posso credere che municipio / comune / provincia / regione siano all’oscuro della LORO REALTÁ!!!!! e che non vengano a dire che non ci sono i soldi!!!!!! maledetti bastardi!!!!!!

quante famiglie sono indigenti in italia, e dove precisamente???

7. antibeppegrillo - 11 luglio 2008

@ Vittorio 5,

mi riferisco all’abolizione dello “scalone” da parte del governo Prodi nel 2007.

8. romebigbrother - 11 luglio 2008

Caro Antigrillo, ho letto da qualche parte l’associazione tra i miliardari grillo e berlusconi.
Ti facevo capace di qualche analisi piu’ elaborata invece mi devo ricredere.
Innanzitutto mi pare del tutto evidente l’enorme differenza tra i pratrimoni dei due personaggi. Berlusconi e’ un plurimiliardario, non un miliardario.
Non capisco poi questo continuo accenno alla ricchezza di grillo, a me sembra una cosa del tutto irrilevante.
Non capisco cosa ci sarebbe di male a fare degli spettacoli che sfruttano le enormi stronzate fatte dai nostri governanti.
Non mi pare sia diverso dalla maniera nella quale tante persone si guadagnano da vivere. piu’ o meno onestamente.
Si puo’ essere in disaccordo con grillo ma non si puo’ dire sia pagato da qualcuno come invece si puo’ tranquillamente sostenere della gran parte dei personaggi che “fanno opinione”.

Che lo stato se ne fotta dei non abbienti e’ cosa risaputa(nonostante il bonus bebe’ che non e’ assolutamente una soluzione ma una cosidetta “una tantum”.).

Non vedo il problema se non la solita accidia nei confronti di grillo.

9. antibeppegrillo - 11 luglio 2008

@ romebigbrother,

Grillo accusa Berlusconi, Napolitano, FIni e Schifani di essere lontani dai problemi della gente in quanto molto ricchi:

“La banda dei quattro non sa quanto costa il pane e, forse, nemmeno lo champagne”

Mi limitavo a rilevare che nemmeno Grillo ha il problema del prezzo del pane, o degli asili, visto che anche lui è miliardario. Beppe è enormemente più ricco di tutti noi ma anche di Napolitano, Fini e Schifani. Non di Berlusconi.

Secondo me la risposta vaga ed ideologica di Grillo alla lettera di Nadia denota la scarsa conoscenza dei problemi reali degli Italiani da parte del Comico-Politico-Miliardario Beppe Grillo.

P.S.
Bentoranto Romebigbrother. Ci sei mancato!

10. Vittorio - 11 luglio 2008

@Antigrillo

Ho capito di cosa parli… però dire che il governo ha perso un sacco di soldi che potevano essere destinati agli asili nido, mentre Beppe stava lì a guardare, è facile, troppo facile, quando non si parla con le cifre.

Vediamo quindi un po’ di cifre:

Facendo una ricerca su internet, sono venuto a sapere quanto è costato in termini di soldi questo provvedimento in italia. il costo sarà variabile negli anni, aumentando. cito solo i prossimi 5 anni:
47 milioni, 153milioni, 219milioni, 279milioni, 306milioni. Per un totale in cinque anni, 1miliardo e mezzo di euro.
I dati sono presi da qui:
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2007/06/pensioni-minime.shtml?uuid=4d057390-1b06-11dc-becd-00000e251029&DocRulesView=Libero#

E cosa stava facendo Grillo nel frattempo che lo stato Dilapidava (in realtà distribuiva al popolo) una somma così grossa? semplice. Si batteva per altre cose. Come ad esempio una campagna contro gli sprechi della politica.

La politica in italia costa 8 miliardi di euro all’anno. Non ci credete? metterò il link nel mio prossimo intervento per non farmi bloccare dall’antispam. Comunque, noi spendiamo per la politica il doppio di quanto spendono in Francia e il Quadruplo di quanto spendono in Gran Bretagna. Per mettere la cosa in cifre comprensibili a tutti, un italiano spende 16 euro al giorno per mantenere il suo parlamento, un francese spende 8,1 euro, un inglese ne spende solo 3,8.

Non pretendo di diventare come l’inghilterra. O come, addirittura, i paesi della scandinavia. Puntiamo alla francia. Come diceva Beppe Grillo, invece che battersi con lo scalone, battiamoci prima contro gli sprechi, e vediamo quanto invece riusciamo a recuperare:

Sono 4miliardi all’anno. Che per cinque anni fanno 20 miliardi.

Quindi facciamo il conto: tu urlavi contro lo scalone di Prodi. Beppe urlava (e urla) contro gli sprechi in parlamento. Da una parte si risparmia 1miliardo e mezzo, dall’altra se ne risparmiano 20.

Cosa conveniva fare?

Tengo presente che sarebbe molto bello riuscire a risparmiare entrambi i gettiti, ma spesso, dividersi in molte battaglia porta a fallirle tutte, cosa che implica che è molto meglio concentrarsi sulle battaglie più importanti.
e comunque, preferisco di gran lunga battermi contro degli sprechi della nostra politica, piuttosto che contro delle pensioni, che, alla fine, sono tutti soldi che vanno a finire nelle tasche dei nostri nonni e dei nostri genitori.

Non si può combattere tutte le battaglie Antigrillo. Non è meglio concentrarsi sulle principali? Prima di criticare Grillo per quello che non ha fatto guarda quello che Ha fatto, e cerca di capire quale sarebbe stata la cosa migliore da fare in quel momento.

Con i miei migliori auguri

Vittorio

11. Vittorio - 11 luglio 2008

il parlamento ci costa 8 miliardi all’anno

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=18093

12. Vittorio - 11 luglio 2008

P.S.: per vedere il grafico con gli effetti dello scalone, dal link che ho mandato, dovete cliccare il primo punto in alto, con scritto “gli effetti prodotti dallo scalone”

13. romebigbrother - 11 luglio 2008

ehm, grillo accusa napolitano, berlusconi schifani etc di tutta una serie di cose. il discorso sulla ricchezza e’ solo una aggravante peraltro non nuova ma vecchia come il cucco. diventa aggravante solo nel caso di rilevanti cariche statali associate ad un costante stritolamento delle classi meno abbienti.
se poi ci aggiungiamo il voltafaccia storico da parte della sinistra da dalema in avanti, il gioco e’ fatto.
rimane solo turigliatto

14. Matteo Maratea - 12 luglio 2008

@ Antigrillo

Vittorio osserva.

P.S.: Vittorio 2 – Antigrillo 0

15. pippo - 12 luglio 2008

@antigrillo
ancora con la storia di Grillo che si occupa di questo invece che quello perchè ti sei fermato solo sulla lettera di Nadia?

“Gli alimentari aumentano di quasi il 20%, lo dicono gli italiani che fanno la spesa. Bisogna credergli. La produzione industriale sta crollando. Lo dicono gli industriali. Bisogna credergli.
Morfeo Napolitano firmerà il lodo SchifoAlfano, lo scudo spaziale per la banda dei quattro. Lo psiconano sarà finalmente al sicuro dalla galera e Napolitano, Fini e Schifani potranno, se vorranno, delinquere senza rischi. La banda dei quattro non sa quanto costa il pane e, forse, nemmeno lo champagne. E’ immune dal caro vita. Lì fuori. Lontano dai palazzi, la gente è sempre più povera, ma da oggi più consapevole che loro sono loro e noi non siamo un cazzo.”

16. pippo - 12 luglio 2008

@antigrillo

Se Grillo è ricco, Prodi e Veltroni forse sono dei morti di fame? se guadagni fino 19000 € al mese puoi parlare altrimenti no? qual’è la soglia?
Poveri parlamentari come faranno ad arrivare alla fine del mese con quei pochi soldi?

17. romebigbrother - 12 luglio 2008

@pippo
ancora state a vedere quale e’ lo stipendio dei parlamentari? non ci siamo. quello e’ nulla rispetto ai soldi che si possono tirare fuori facendo quel mestiere.

18. pippo - 13 luglio 2008

@romebigbrother

forse è il caso che ti rileggi il commento, il problema non è riferito a quello che guadagnano…
lo conosco piuttosto bene quello che riescono a combinare da parlamentari senza il tuo aiuto….
se poi scopri che Prodi dichiara 85000 capisci dove siamo finiti

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2007/04/Redditometro.shtml?uuid=c253dbee-ecd2-11db-b8be-00000e251029&DocRulesView=Libero

19. pippo - 13 luglio 2008

opssssss

Reddito 2005 Romano Prodi 89.514

una vergogna

20. Giacomo F. - 14 luglio 2008

la banda dei quattro:
GRILLO DIPIETRO TRAVAGLIO SANTORO

me ne puó fregar di meno dei redditi di uno o dell’altro…..

qui si parla di realtá come quella di nadia che non vengono risolte da anni!!!!
ci sono studi su studi, e statistiche e inchieste e rapporti e comunicati e relazioni e relazioni programmatiche e consultazioni e ……
e un cazzo!!!
non ci sono gli asili nido per le famiglie italiane che non possono pagarsi quello privato!
grillo, grillo, grillo…… solo negativitá e pessimismo!

21. Giacomo F. - 14 luglio 2008

dal link dato di vittorio ho imparato DUE cose:
la prima é che il desiderio di avere il costo della politica come gli inglesi dovrebbe essere per noi italiani L’obbiettivo!!!!!
mi piacerebbe sentire da Berlusconi, come primo ministro, che di anno in anno il costo della politica é sceso, e mi piacerebbe sentirmi dire che entro cinque anni il costo della politica italiana é MINORE di quello inglese!!!!
la seconda cosa che ho imparato é questa:
IL RIMBORSEGGIO ELETTORALE. Nel 1993, ricorda infine Bernardo Iovene, al termine di questa lunga conversazione, «il 90 per cento di 31 milioni di italiani andati a votare per il referendum, si pronunciò a favore dell’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti». Tangentopoli era appena scoppiata, devastando la prima repubblica: «Da allora la politica si è sempre data da fare per aggirare quel voto popolare. La prima mossa fu fatta nel 1997 con la donazione volontaria del quattro per mille. Tu davi i soldi senza però scegliere il partito. Fu un fallimento.

Così nel 1999, un governo di centrosinistra varò il rimborseggio elettorale, come lo hanno chiamato i radicali, rinunciando alla donazione del quattro per mille. Lo schema era semplice: ogni elettore valeva 800 lire, poi i partiti si dividevano in modo proporzionale la torta». Con l’avvento del secondo Berlusconi, il meccanismo è destinato a una messa a punto supermiliardaria: grazie al tesoriere leghista Maurizio Balocchi, si passa a un euro a votante da moltiplicare però per tutte le varie tornate elettorali: «Un esponente della Margherita mi ha spiegato che in questo modo il contributo al suo partito è passato da cinque miliardi di lire annui a quaranta, cioè venti milioni di euro.

Non solo: è stata pure abbassata la soglia, in modo retroattivo, per accedere ai rimborsi: dal quattro per cento dei voti all’uno. Tutti soldi che in genere non servono per la campagna elettorale, ma per mantenere le strutture di partito. Il totale è duecento milioni di euro». Ecco perché numerosi partitini sono ancora presenti sulla scheda elettorale delle prossime politiche di aprile: il loro obiettivo non è il quorum per Camera o Senato, ma quello per il rimborseggio elettorale. Basta l’uno per cento, appunto.

Politiche 2008: Italia dei Valori: 1.593.675 voti, con il 4,37% delle preferenze. I seggi sono 28

ma é solo un esempio mirato per far vedere cosa c’é dietro all’amor di patria dei magnifici quattro che ho elencato nel post di prima e cioé: GRILLO DIPIETRO TRAVAGLIO SANTORO

22. Giacomo F. - 14 luglio 2008

grillo sta lavorando ai fianchi……sta attacando la lega nord!

23. Giacomo F. - 14 luglio 2008

…del resto Bossi l’ha sempre detto: la lega lo ha duro…ma non ha mai detto se …avanti o indietro…

antonio s. 13.07.08 17:30 | Rispondi al commento |

questo commento l’ho trovato divertente 🙂

24. Giacomo F. - 14 luglio 2008

un leghista deluso e c’é un post sul blog di grillo, vediamo se un grillino deluso avrá lo stesso spazio sul blog dell’antigrillo?

dal blog di grillo:

…però ti chiedo: qual’è l’alternativa? Io devo a questo esiguo spazio di informazione “quasi libera” e ad “internet” più in generale,.. se nella mia testa sono entrati concetti nuovi..Del resto, Grillo e la Casaleggio non saranno il massimo e forse un po si arricchiranno alle nostre spalle. Ma “il resto” è anche molto peggio!!!

Lucio Sanna 13.07.08 15:31
===========================

PURTROPPO NON E’ COME DICI TU!

La ragione principale per cui ho deciso di lasciare il blog (da stasera) e’ che:

Gli “arruffoni ma onesti” sono molto pochi.
La maggior parte intende imporre l’opinione della “testata” oppure combatterla, ambedue a prescindere, pena l’insulto gratuito.

Inoltre, a parte che scrivere, scrivere, nulla succede. Un paio di V-day e poi il nulla.

Allora mi chiedo, se c’e’ questa volonta’ di scuotere le coscienze, di cambiare qualcosa, perche’ non viene organizzato nulla?

Anzi un V-day previsto per il 25 luglio viene cancellato a nome di una fantomatica sicurezza per i manifestanti.

Io invece ho il dubbio che a Luglio si stia meglio in Sardegna che in una piazza al sole.

Se poi leggi gli ultimi post di Grillo, tutti quanti denotano una certa stanchezza, un poco di noia, gli argomenti presi a caso, senza nessuna strategia e senza nessun filo conduttore.

Allora mi viene il dubbio che “il profitto” impone che si debba alimentare il blog con post comunque siano: ma alimentarlo, per poter continuare il business.

Insomma, ho deciso di lasciare, soprattutto per delusione.

Non mi e’mai piaciuto essere “pilotato” da qualcuno.

Figurati se quel qualcuno in modo cosi’ ovvio e strumentale, lo fa per profitto e non per ideale.

Meglio sarebbe che il Grillo non postasse mai nulla e lasciasse ai bloggisti la liberta’ di decidere gli argomenti, cosa che farebbero molto meglio di lui.

E POI, CHI DICE CHE “IL RESTO” E’ MOLTO PEGGIO?

ALLA PEGGIORE DELLE IPOTESI ” IL RESTO” E’ ESATTAMENTE UGUALE!!!

Stelvio R. 13.07.08 17:03 | Rispondi al commento |

25. Matteo Maratea - 14 luglio 2008

@ Giacomo

Non ho capito il senso del tuo post n. 21
https://antigrillo.wordpress.com/2008/07/10/risposta-a-nadia/#comment-3981

– ma é solo un esempio mirato per far vedere cosa c’é dietro all’amor di patria dei magnifici quattro che ho elencato nel post di prima e cioé: GRILLO DIPIETRO TRAVAGLIO SANTORO –

A cosa ti riferivi?

26. Matteo Maratea - 14 luglio 2008

@ tutti

Scusate l’O.T. ma credo che sia importante

PROVE GENERALI DI CRACK BANCARIO IN AMERICA
http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=594180

27. Seclet - 15 luglio 2008

antibeppe, posso farti una piccola domanda OT? Come fai a mettere la didascalia alle foto?

Comunque è una storia vecchia, e tutto facile, ancora un po’ e beppe dirà di stampare più banconote per aumentare la ricchezza

28. Matteo Maratea - 15 luglio 2008
29. antibeppegrillo - 15 luglio 2008

@ select OT
Wordpress fa tutto. Io, quando carico la foto, metto il titolo e la descrizione. Uno dei due di, uno dei due diventa automaticamte didascalia

30. Giacomo F. - 16 luglio 2008

antigrillo,
so che é il blog di antigrillo, ma questo post preso dal blog del grillo mi é piaciuto molto. magari si puó aprire un thread dal titolo”grillo e i suoi amici”:
************************************************
(Incredibile per la prima volta da 3 anni un mio post viene bannato in continuazione. Lo riposto. Di cosa avete paura)

TRAVAGLIO 29 MINUTI PER TRAVISARE A MODO SUO LA REALTA’ 1

Travaglio nella sua ultima diretta ci ha messo 29 minuti e 39 secondo per dire che il 29% degli italiani era con piazza Navona.

… 29 minuti e 39 secondi anche per nascondere che il 70% degli italiani è stato contrario alla manifestazione

29 minuti e 39 secondi per dire che piazza Navona è piaciuta al 22% dei leghisti e al 12% degli elettori del Pdl

… 29 minuti e 39 secondi per nascondersi e nascondere che i leghisti e il popolo della libertà pur apprezzando la manifestazione sono e restano leghisti e del Pdl.

Povero Travaglio

… 29 minuti e 39 secondi per continuare a non capire che la stragrande parte degli italiani vogliono un governo che si dedichi ai problemi.

… 29 minuti e 39 secondi per continuare a non capire che la stragrande parte degli italiani non vuole un’Opposizione ad Personam irresponsabile (alla Di Pietro, alla Travaglio, alla Grillo): che se ne frega dei problemi reali e che è disposta lasciare il Paese senza una governo pur di vedere in galera il capo del Governo.

E chissenefrega se sui 93 processi di Berlusconi non uno è andato a segno…

(segue nella sezione commenti)

Roberto Stagni 16.07.08 10:27 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently /5 1 2 3 4 5 (voti: 1)
| Segnala commento inappropriato

Chiudi discussione
Discussione

TRAVAGLIO 29 MINUTI PER TRAVISARE A MODO SUO LA REALTA’ 2

E chissenefrega se una parte della Magistratura, oltre a non funzionare, continua a sconfinare al di
là dei suoi ruoli istituzionali.

(Magistratura, una parte, che fornisce, smentita il giorno dopo dal capo dello Stato, pareri di legittimità costituzionale sulle leggi proposte dal Parlamento.
Magistratura, una parte, che non paga quando sbaglia.
Magistratura, una parte, che va in tv, come nel caso Del Turco, a sostenere fondatezza delle accuse in capo ad un indagato facendo finta di sapere che la colpevolezza di una persona si sancisce solo in un processo.
Magistratura, una parte, che lancia inchieste con stranissime tempistiche.
Magistratura, una parte, che per incomprensibili ragioni, agisce senza il minimo senso dello Stato… decapita interi consigli regionali; manda avvisi di garanzia al capo del governo nel bel mezzo di summit internazionali; nel mezzo di un’emergenza rifiuti arresta i componenti del pool deputato a risolverla, mentre per anni di fronte alla Camorra che riempiva le discariche di merda di ogni tipo è stata zitta. Magistratura, una parte, che arresta la moglie di un ministro, avvia la caduta del governo e poi… ops ho sbagliato)

Povero Travaglio… anzi povera Italia

Roberto Stagni 16.07.08 10:29

Chiudi discussione
Discussione
*******************************************

un saluto festoso

31. Matteo Maratea - 16 luglio 2008

@ giacomo

Sono a mio avviso 29 minuti e 39 secondi spesi bene.

Ci hanno promesso mare e monti, ma alla fine la verità sarà talmente evidente che qualche testa cadrà.

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=593896&highlight

32. Matteo Maratea - 17 luglio 2008

@ tutti

Niente tagli alle tasse perchè i forzieri sono vuoti – L’Italia di Tremonti
http://italiadallestero.info/archives/453

E dove sono finiti i soldi per le tante tante centrale nucleari, i tanti tanti inceneritori, il mitico ponte e tutte le baggianate raccontate durante la campagna elettorale?
Berlusconi e chi si fa rappresentare da lui: BUFFONI!!!!!

33. Giacomo F. - 18 luglio 2008

Salve antigrillo, salve bloggers,
nel blog del fenomeno finanziaro grillo (fenomeno finanziario per via di parmalat e telecom) si é parlato della crisi americana dei mutui.
riporto un interessante intervento per invitare tutti a sentire anche altre fonti di informazioni:
***********
Buongiorno, sono un affezionato fan di Beppe Grillo dai tempi dello Yomo ed ho sempre apprezzato il modo con cui ha saputo introdurre nuove ed importanti tematiche al grande pubblico. La denuncia agli abusi e mal costumi é sempre stata fatta con umorismo, semplicità di linguaggio ma sopratutto correttezza informativa. Da quel che vedo i suoi seguaci non sembrano fare altrettanto e sempre piu’ spesso mi capita di leggere nel blog informazione spazzatura come l’articolo di Fannie e Freddie….
Qualche esempio?

1)Affermare che “il mercato immobiliare usa non esiste piu'” mi semra alquanto azzardato, cosi’ come tutte le altre farneticazioni sul tema (di seguito il link dell’agenzia di statistica americana per i beni immobiliari)
http://www..census.gov/const/www/newressalesindex.html

2)Il costo del denaro in america si è piu’che dimezzato nell’ultimo anno (da 5.25% a 2%)

3) Fannie e Freddie sono sicuramente in difficoltà, ma da qui al baratro del fallimento ne corre di strada. Sono agenzie parastatali e stanno ricevendo il massimo sostegno dalla Fed e dal governo per affrontare la crisi, giusto per farvi un paio di esempi
– Long Term Rating S&P: AAA (massimo merito creditizio sul lungo periodo)
– Prezzo delle obbligazioni ampiamente sopra i 100 (le obbligazioni argentina poco prima del default erano crollate a 40)
– Ieri 17/6/08 entrambi i titoli hanno recuperato circa il 15% in borsa
Evito di dilungarmi commentando le cavolate scritte circa i dati finanziari delle due società.
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2008/07/crisi-mutui-usa-intervento-tesoro.shtml?uuid=c566b188-516e-11dd-90df-241f4324bf97&DocRulesView=Libero
Con questo non voglio affermare che il mercato immobiliare abbia enormi prospettive ma la situazione presentata dall’autore di quell’articolo è volutamente tragica.Concludo con la preghiera e l’augurio affinchè questo blog non venga trasformato in una vetrina per l’esibizionismo personale. Buona Giorna

Gianluca Gabba 17.07.08 10:18 | Rispondi al commento |
************
Dal link del sole24ore, che non è la bibbia, ma è del mestiere e mettendo a confronto le esternazioni del beppone nazionale, abbiamo:
Ilsole24ore: Fannie Mae e Freddie Mac, i principali detentori di portafogli mutui in America.
Grillo: Fannie e Freddie sono due istituti di credito degli Stati Uniti.
Ilsole24ore: Oggi rispettivamente, Fannie e Freddie hanno un indebitamento di 800 e 740 miliardi di dollari.
Grillo: Fannie deve rimborsare 216 miliardi di dollari entro un anno, Freddie un po’ di più, circa 291 miliardi.
Ilsole24ore: Insieme inoltre detengono un portafoglio misto di circa 5.000 miliardi di dollari, la metà dell’esposizione totale del sistema immobiliare americano.
Grillo: In caso di bancarotta Fannie e Freddie lascerebbero un buco di 5000 miliardi di dollari, la metà del debito pubblico americano.
Ilsole24ore: …Queste misure si sono rese necessarie dopo che in una settimana, a conferma della straordinaria fragilità della situazione, Freddie e Fannie avevano perso circa il 50% del loro valore in Borsa.
Grillo: Le loro azioni sono crollate nel mese di luglio.
Ilsole24ore: Il Tesoro ha tuttavia precisato che non intende nazionalizzare le due istituzioni, che non intende necessariamente tutelare gli azionisti, ovviamente esposti al rischio delle loro scelte. Piuttosto si cercherà di alleviare la crisi del piccolo consumatore.
Grillo: Dovrebbe intervenire lo Stato nazionalizzandole con un automatico aumento del costo del denaro e delle tasse.

In piú da Ilsole24ore: Ma William Isaac, il presidente della Fdic all’inizio degli anni Ottanta ha cercato di rassicurare. Oggi, ha detto, i fallimenti ci sono e ci saranno, ma restano casi isolati non sistemici come alla fine degli anni Ottanta, quando complessivamente fallirono oltre 3.000 casse di risparmio americane.

Ilsole24ore: «Non potevamo correre il rischio che una convergenza di più notizie negative potesse fare massa e provocasse una corsa agli sportelli – ha dichiarato a il Sole 24 Ore una fonte informata vicina al Tesoro –. Inoltre, era importante chiarire la differenza tra il caso Fannie Mae Freddie Mac, di natura più strutturale e il caso IndyMac, gravissimo, ma per ora isolato».
Poi ho dato un’occhiata al link di grillo sui subprime, è un suo articolo del 5 Agosto 2007 intitolato: Golden shit

Le banche possono essere meglio dei magliari e molto meglio della mafia. Non c’è limite alla loro finanza creativa. O, meglio, il limite c’è, è il crack, la bolla, la crisi dei mercati. Quando i risparmiatori perdono tutto, allora la creatività lascia il posto alle analisi degli economisti che spiegano bene e in dettaglio, ma sempre dopo. Chi ha perso tutto, mentre li legge, sente sempre il desiderio di incontrarli di sera con una mazza ferrata.
Le banche, soprattutto americane, applicano da anni un meccanismo infernale sui mutui. Funziona così. La banca concede il mutuo a persone a rischio. Mutui “subprime” per i quali non si verifica la fonte di reddito di chi li chiede. Mutui “Alt-a” dati con una semplice dichiarazione. Più mutui, più soldi per le banche. La banca guadagna sugli interessi del mutuo, ma il rischio è alto. Perchè chi ha contratto il mutuo potrebbe non pagare. La banca allora impacchetta i mutui in fondi di investimento, un po’ come trasformare la m..da in oro.
I mutui in vendita sono chiamati Cdo, obbligazioni collateralizzate di debito. In pratica le banche vendono i debiti di persone spesso insolvibili. Con un triplo guadagno: dal mutuo, dal fondo e dall’eliminazione del rischio. I Cdo possono essere stati inseriti in teoria in qualunque fondo. L’ignaro acquirente potrebbe scoprirlo nei prossimi giorni. Infatti, il valore del mercato immobiliare statunitense è in caduta libera da mesi, gli americani non riescono a pagare più le rate, i fondi vanno a picco.
Il Cdo non si sa dove è andato a finire. In quali banche, in quali Paesi, in quali fondi. A chi tocca, tocca. E’ il capitalismo del debito, bellezza. Quello che inventa le ricchezze e distrugge i risparmiatori.

*******Commento di Andrea Ravano 08.08.07 10:34

Il suo commento su i “CDO” é parziale. Se invece di fare un’analisi affrettata volesse analizzare con calma e serenita’ il problema nella sua interezza , si renderebbe conto che i “prestiti facili” , come li chiama lei, hanno permesso a migliaia di famiglie povere degli Usa , di acquistare una casa. Lo stesso dicasi della famigerata cartolarizzazione, grazie alla quale é stato possibile assumere un rischio altrimenti impossibile. Certamente ci sono stati eccessi, ma di questi si occupa il mercato ,che, invariabilmente riporta in equilibrio gli eccessi rialzisti o ribassisti. Per guadagnare, bisogna poter perdere; senza perdite, non esiste neppure guadagno possibile. Sta all’investitore informarsi e alle banche di investimento informare. Le ricordero’ che la borsa Americana , nel secolo scorso in 100 anni é salita di 1.5 mio percento , ma il percorso non é stato facile e , grazie a Dio, mai unidirezionale: se cosi’ non fosse stato , come avremmo fatto ad acquistare a prezzi scontati ? Un conto é fare battute, altra cosa é affrontare i problemi senza pregiudizi, di cui Lei ,negli ultimi tempi , sembra essere diventato il megafono e mentore. Peccato.Faccia piu’ battute e lasci perdere il ruolo di tribuno della plebe che i potenti ancora le lasciano fare, fino a che fara’loro comodo .
Andrea Ravano

****************
Non tutto è oro quel che luccica ed è meglio informarsi sempre e in modo sempre piú approfondito e multi fonte.

Ho per curiositá guardato la prima pagina del blog contenente 250 commenti e sottocommenti: solo una decina su Berlusconi per esser stato prescritto e su travaglio solo un commento legato allo stesso argomento.
Su di pietro due commenti a causa dell’esclusione dal PD.
Oggi le cose sono cambiate…… sono tragicamente cambiate nel blog del fenomeno!!!!

Dopo sto popó di introduzione, grillo parte in quarta dicendo: “Fannie e Freddie rappresentano uno tsunami finanziario che in un modo o nell’altro arriverà da noi.”
Poi invece ci conferma che è giá arrivato “Le società immobiliari stanno da tempo, in uno strano silenzio dei media, perdendo il loro valore in Borsa. Da gennaio 2008 le prime nove società del settore hanno perso 2,4 miliardi di euro, circa la metà della loro capitalizzazione. Pirelli Real Estate, un po’ di più della media: il 57,82%. Il crollo del mercato immobiliare in parte c’è già stato.”
Ma avverte che “La cosa strabiliante è che la crisi vera non è ancora arrivata.”

Infine ” Qualche consiglio: non comprate immobili, non fate debiti, non accendete nuovi mutui, se potete estinguete i mutui che avete, non comprate titoli di società immobiliari, non comprate fondi con titoli di società immobiliari. Fannie e Freddie stanno arrivando.”

SONO D’ACCORDISSIMO SU QUESTO: “I prezzi degli immobili in Italia sono drogati da un cartello di società immobiliari. Il centro delle città non ha più scopi abitativi, ma di lucro. Il prezzo degli appartamenti non ha alcun legame con la realtà.”

Non so la situazione delle vostre cittá, ma da me i prezzi sono alle stelle da tempo, l’unica cosa che ho notato è che il valore dell’immobile é aumentato meno rispetto gli altri anni: ora i prezzi vanno dai 1800 euro per una catapecchia fuori cittá ai 3 4mila per il centro a 5 6mila se restaurati di lusso con garage, tutto in centro. Una cosa normale costa dai 2200 ai 2800 3000 al metro quadro.
Appartamenti grandi/grandissimi e ville hanno un altro mercato e altri prezzi, tante volte è piú conveninte questo tipo di casa rispetto al medio/piccolo o piccolissimo……. Ma mancano i soldini 

34. Giacomo F. - 18 luglio 2008

Salve antigrillo, salve bloggers,
nel blog del fenomeno finanziaro grillo (fenomeno finanziario per via di parmalat e telecom) si é parlato della crisi americana dei mutui.
riporto un interessante intervento per invitare tutti a sentire anche altre fonti di informazioni:
***********
Buongiorno, sono un affezionato fan di Beppe Grillo dai tempi dello Yomo ed ho sempre apprezzato il modo con cui ha saputo introdurre nuove ed importanti tematiche al grande pubblico. La denuncia agli abusi e mal costumi é sempre stata fatta con umorismo, semplicità di linguaggio ma sopratutto correttezza informativa. Da quel che vedo i suoi seguaci non sembrano fare altrettanto e sempre piu’ spesso mi capita di leggere nel blog informazione spazzatura come l’articolo di Fannie e Freddie….
Qualche esempio?

1)Affermare che “il mercato immobiliare usa non esiste piu'” mi semra alquanto azzardato, cosi’ come tutte le altre farneticazioni sul tema (di seguito il link dell’agenzia di statistica americana per i beni immobiliari)
http://www..census.gov/const/www/newressalesindex.html

2)Il costo del denaro in america si è piu’che dimezzato nell’ultimo anno (da 5.25% a 2%)

3) Fannie e Freddie sono sicuramente in difficoltà, ma da qui al baratro del fallimento ne corre di strada. Sono agenzie parastatali e stanno ricevendo il massimo sostegno dalla Fed e dal governo per affrontare la crisi, giusto per farvi un paio di esempi
– Long Term Rating S&P: AAA (massimo merito creditizio sul lungo periodo)
– Prezzo delle obbligazioni ampiamente sopra i 100 (le obbligazioni argentina poco prima del default erano crollate a 40)
– Ieri 17/6/08 entrambi i titoli hanno recuperato circa il 15% in borsa
Evito di dilungarmi commentando le cavolate scritte circa i dati finanziari delle due società.
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2008/07/crisi-mutui-usa-intervento-tesoro.shtml?uuid=c566b188-516e-11dd-90df-241f4324bf97&DocRulesView=Libero
Con questo non voglio affermare che il mercato immobiliare abbia enormi prospettive ma la situazione presentata dall’autore di quell’articolo è volutamente tragica.Concludo con la preghiera e l’augurio affinchè questo blog non venga trasformato in una vetrina per l’esibizionismo personale. Buona Giorna

Gianluca Gabba 17.07.08 10:18 | Rispondi al commento |
************
Dal link del sole24ore, che non è la bibbia, ma è del mestiere e mettendo a confronto le esternazioni del beppone nazionale, abbiamo:
Ilsole24ore: Fannie Mae e Freddie Mac, i principali detentori di portafogli mutui in America.
Grillo: Fannie e Freddie sono due istituti di credito degli Stati Uniti.
Ilsole24ore: Oggi rispettivamente, Fannie e Freddie hanno un indebitamento di 800 e 740 miliardi di dollari.
Grillo: Fannie deve rimborsare 216 miliardi di dollari entro un anno, Freddie un po’ di più, circa 291 miliardi.
Ilsole24ore: Insieme inoltre detengono un portafoglio misto di circa 5.000 miliardi di dollari, la metà dell’esposizione totale del sistema immobiliare americano.
Grillo: In caso di bancarotta Fannie e Freddie lascerebbero un buco di 5000 miliardi di dollari, la metà del debito pubblico americano.
Ilsole24ore: …Queste misure si sono rese necessarie dopo che in una settimana, a conferma della straordinaria fragilità della situazione, Freddie e Fannie avevano perso circa il 50% del loro valore in Borsa.
Grillo: Le loro azioni sono crollate nel mese di luglio.
Ilsole24ore: Il Tesoro ha tuttavia precisato che non intende nazionalizzare le due istituzioni, che non intende necessariamente tutelare gli azionisti, ovviamente esposti al rischio delle loro scelte. Piuttosto si cercherà di alleviare la crisi del piccolo consumatore.
Grillo: Dovrebbe intervenire lo Stato nazionalizzandole con un automatico aumento del costo del denaro e delle tasse.

In piú da Ilsole24ore: Ma William Isaac, il presidente della Fdic all’inizio degli anni Ottanta ha cercato di rassicurare. Oggi, ha detto, i fallimenti ci sono e ci saranno, ma restano casi isolati non sistemici come alla fine degli anni Ottanta, quando complessivamente fallirono oltre 3.000 casse di risparmio americane.

Ilsole24ore: «Non potevamo correre il rischio che una convergenza di più notizie negative potesse fare massa e provocasse una corsa agli sportelli – ha dichiarato a il Sole 24 Ore una fonte informata vicina al Tesoro –. Inoltre, era importante chiarire la differenza tra il caso Fannie Mae Freddie Mac, di natura più strutturale e il caso IndyMac, gravissimo, ma per ora isolato».
Poi ho dato un’occhiata al link di grillo sui subprime, è un suo articolo del 5 Agosto 2007 intitolato: Golden shit

Le banche possono essere meglio dei magliari e molto meglio della mafia. Non c’è limite alla loro finanza creativa. O, meglio, il limite c’è, è il crack, la bolla, la crisi dei mercati. Quando i risparmiatori perdono tutto, allora la creatività lascia il posto alle analisi degli economisti che spiegano bene e in dettaglio, ma sempre dopo. Chi ha perso tutto, mentre li legge, sente sempre il desiderio di incontrarli di sera con una mazza ferrata.
Le banche, soprattutto americane, applicano da anni un meccanismo infernale sui mutui. Funziona così. La banca concede il mutuo a persone a rischio. Mutui “subprime” per i quali non si verifica la fonte di reddito di chi li chiede. Mutui “Alt-a” dati con una semplice dichiarazione. Più mutui, più soldi per le banche. La banca guadagna sugli interessi del mutuo, ma il rischio è alto. Perchè chi ha contratto il mutuo potrebbe non pagare. La banca allora impacchetta i mutui in fondi di investimento, un po’ come trasformare la m..da in oro.
I mutui in vendita sono chiamati Cdo, obbligazioni collateralizzate di debito. In pratica le banche vendono i debiti di persone spesso insolvibili. Con un triplo guadagno: dal mutuo, dal fondo e dall’eliminazione del rischio. I Cdo possono essere stati inseriti in teoria in qualunque fondo. L’ignaro acquirente potrebbe scoprirlo nei prossimi giorni. Infatti, il valore del mercato immobiliare statunitense è in caduta libera da mesi, gli americani non riescono a pagare più le rate, i fondi vanno a picco.
Il Cdo non si sa dove è andato a finire. In quali banche, in quali Paesi, in quali fondi. A chi tocca, tocca. E’ il capitalismo del debito, bellezza. Quello che inventa le ricchezze e distrugge i risparmiatori.

*******Commento di Andrea Ravano 08.08.07 10:34

Il suo commento su i “CDO” é parziale. Se invece di fare un’analisi affrettata volesse analizzare con calma e serenita’ il problema nella sua interezza , si renderebbe conto che i “prestiti facili” , come li chiama lei, hanno permesso a migliaia di famiglie povere degli Usa , di acquistare una casa. Lo stesso dicasi della famigerata cartolarizzazione, grazie alla quale é stato possibile assumere un rischio altrimenti impossibile. Certamente ci sono stati eccessi, ma di questi si occupa il mercato ,che, invariabilmente riporta in equilibrio gli eccessi rialzisti o ribassisti. Per guadagnare, bisogna poter perdere; senza perdite, non esiste neppure guadagno possibile. Sta all’investitore informarsi e alle banche di investimento informare. Le ricordero’ che la borsa Americana , nel secolo scorso in 100 anni é salita di 1.5 mio percento , ma il percorso non é stato facile e , grazie a Dio, mai unidirezionale: se cosi’ non fosse stato , come avremmo fatto ad acquistare a prezzi scontati ? Un conto é fare battute, altra cosa é affrontare i problemi senza pregiudizi, di cui Lei ,negli ultimi tempi , sembra essere diventato il megafono e mentore. Peccato.Faccia piu’ battute e lasci perdere il ruolo di tribuno della plebe che i potenti ancora le lasciano fare, fino a che fara’loro comodo .
Andrea Ravano

****************
Non tutto è oro quel che luccica ed è meglio informarsi sempre e in modo sempre piú approfondito e multi fonte.

Ho per curiositá guardato la prima pagina del blog contenente 250 commenti e sottocommenti: solo una decina su Berlusconi per esser stato prescritto e su travaglio solo un commento legato allo stesso argomento.
Su di pietro due commenti a causa dell’esclusione dal PD.
Oggi le cose sono cambiate…… sono tragicamente cambiate nel blog del fenomeno!!!!

Dopo sto popó di introduzione, grillo parte in quarta dicendo: “Fannie e Freddie rappresentano uno tsunami finanziario che in un modo o nell’altro arriverà da noi.”
Poi invece ci conferma che è giá arrivato “Le società immobiliari stanno da tempo, in uno strano silenzio dei media, perdendo il loro valore in Borsa. Da gennaio 2008 le prime nove società del settore hanno perso 2,4 miliardi di euro, circa la metà della loro capitalizzazione. Pirelli Real Estate, un po’ di più della media: il 57,82%. Il crollo del mercato immobiliare in parte c’è già stato.”
Ma avverte che “La cosa strabiliante è che la crisi vera non è ancora arrivata.”

Infine ” Qualche consiglio: non comprate immobili, non fate debiti, non accendete nuovi mutui, se potete estinguete i mutui che avete, non comprate titoli di società immobiliari, non comprate fondi con titoli di società immobiliari. Fannie e Freddie stanno arrivando.”

SONO D’ACCORDISSIMO SU QUESTO: “I prezzi degli immobili in Italia sono drogati da un cartello di società immobiliari. Il centro delle città non ha più scopi abitativi, ma di lucro. Il prezzo degli appartamenti non ha alcun legame con la realtà.”

Non so la situazione delle vostre cittá, ma da me i prezzi sono alle stelle da tempo, l’unica cosa che ho notato è che il valore dell’immobile é aumentato meno rispetto gli altri anni: ora i prezzi vanno dai 1800 euro per una catapecchia fuori cittá ai 3 4mila per il centro a 5 6mila se restaurati di lusso con garage, tutto in centro. Una cosa normale costa dai 2200 ai 2800 3000 al metro quadro.
Appartamenti grandi/grandissimi e ville hanno un altro mercato e altri prezzi, tante volte è piú conveninte questo tipo di casa rispetto al medio/piccolo o piccolissimo……. Ma mancano i soldini 🙂

35. Giacomo F. - 18 luglio 2008

nel post di oggi17 Luglio 2008 intitolato “Le firme del 25 aprile a Roma” il grillo scopre che fare politica é duretta, non é cosí facile e semplice come prospettava……

al suo Ps ” il muro ha delle crepe. Ripeto: il muro ha delle crepe.”
dico che ci sono giá gli stuccatori al lavoro!!

36. Matteo Maratea - 18 luglio 2008

@ Giacomo

Ed io aggiungo:
i muratori lavorano in nero. Ripeto: i muratori lavorano in nero.

37. Matteo Maratea - 18 luglio 2008

A proposito del Santo Padre “di chi??”

“L’interruzione di procedure mediche dolorose, pericolose, straordinarie o sproporzionate rispetto ai risultati ottenuti, può essere legittima. In tal caso si ha la rinuncia all’accanimento terapeutico. Non si vuole così procurare la morte: si accetta di non poterla impedire. Le decisioni devono essere prese dal paziente, se ne ha la competenza e la capacità, o altrimenti da coloro che ne hanno legalmente il diritto, rispettando sempre la ragionevole volontà e gli interessi legittimi del paziente”
(dal “Compendio del Catechismo della Chiesa cattolica” si Joseph Ratzinger, allora prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, 28 giugno 2005)

Capito??

38. Giacomo F. - 19 luglio 2008

@ matteo 34
bravo Matteo, é vero ci sono troppi lavoratori in nero!!!!
e non solo extracomunitari, ma anche italiani doc!

ovviamente é impossibile avere una situazione di lavoro nero pari a zero, ma speriamo che si riesca a ridurre questo furto a danni del popolo italiano.

39. Giacomo F. - 19 luglio 2008

@ matteo 35
beh, su questo punto sono d’accordo col Papa, non mi piace l’accanimento terapeutico.
vorrei suicidarmi in pace e in pieno diritto.

40. FabioAva - 21 luglio 2008

Antigrillo sei patetico…

Tempo fa facevi delle critiche sensate, ma ora non sei più credibile.

Il tuo discorso poi su Grillo milionario non regge più.
Uno come lui potrebbe fare uno/due spot all’anno e sarebbe a posto. Invece scrive un post al giorno e gira l’Italia nei teatri.

Un milionario si gode la vita e se ne sbatte dei problemi degli altri.
Alzi la mano chi, avendo i soldi che ha lui, starebbe a sbattersi per poi ottenere delle cause a cui far fronte.

Dai… un po’ di onestà intellettuale…

41. Seclet - 22 luglio 2008

@FabioAva
Antigrillo sarà patetico ma tu sei un illuso… lo sanno tutti che uno più ha soldi e più ne vuole. Questo vale per l’industriale che vende e compra aziende, per il calciatore che passa da una squadra che gli da 5 milioni di euro a una che gliene da 8, al politico e a Beppe Grillo.

E poi a Beppe secondo me gli piace il suo lavoro, ed è anche bravo in quello che fa (il comico e i suoi spettacoli). Per questo continua a farli.

E più cause riceve più biglietti vende per i suoi spettacoli, più libri, più dvd…

L’antigrillo e da un po’ che non lo critica più sui suoi soldi (Tranne quando predica bene e razzola male), è un artista e i soldi se li è guadagnati col suo lavoro, punto.

42. Giacomo F. - 22 luglio 2008

come é possibile che passino certi commenti, che di commento non ha niente.
GRILLO: il tuo blog é una cloaca!!

morirai..

morirai silvio,
e non me ne duole,
non me ne duole della tua prossima dipartita,
hai mandato un paese intero alla disfatta,
ma morirai,
é solo questione di tempo,
sei vecchio,
e di fronte alla morte,almeno lí sará fatta giustizia,
quella vera,quella che in tutti modi vuoi evitare,
ma morirai e non me ne dispiace,
perché non sei un uomo,
di fronte alla morte di un uomo si puó piangere,
ma della tua morte ne saró felice,
te ne andrai,
finalmente,
prima o poi,
morirai silvio,
e non mi dispiacerá,
di un’infame che ha distrutto un paese intero,
ci si aspetta la morte,
morte infame,
da infame,
incredibile come un uomo possa odiare il suo paese,
come te,
incredibile come un uomo possa mandare alla fame migliaia di famiglie,
come te,
morirai silvio lo sai,
la morte non si compra,
é li che ti aspetta,
morirai e non me ne dispiace,
morirai é solo questione di tempo,
prima o poi,
é quel giorno sará il vero giorno della nostra liberazione di un uomo,
che vuol far credere di essere democratico,
mentre invece é solo l’iperbole dell’odio,
nei confronti dei suoi concittadini,
morirai prima o poi ed io saró li a guardare il funerale di un infame,
che per salvarsi dai suoi guai,
ha affamato una nazione intera,
privandola delle sue piú elementari libertá,
morirai prima o poi,
sei vecchio,
morirai,
e l’ italia finalmente sará libera,
la morte é lí che ti aspetta,
non la compri silvio,
come hai fatto quasi con tutti,
é l’unica garanzia che é rimasta,
morirai,
prima o poi,
sei vecchio,
e te ne andrai,
finalmente anche tu,
morirai silvio,
non dimenticarlo,
e a me non dispiacerá…

diego delavega (diego) 22.07.08 08:50 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently 5/5 1 2 3 4 5 (voti: 3)
| Segnala commento inappropriato

Chiudi discussione
Discussione

SSShhhh, quello è capace di farsi eleggere papa e modificare i comandamenti per non farsi mandare dove gli compete, ovvero all’inferno.
Beh, sempre se l’inferno esistesse.

Massimo O. 22.07.08 09:19

Chiudi discussione
Discussione

43. Giacomo F. - 22 luglio 2008

ma dov’é l’antigrillo?

forse in vacanza?

44. Matteo Maratea - 22 luglio 2008

@ Giacomo

Giacomo come Gasparri!!!!

45. Giacomo F. - 23 luglio 2008

ciao matteo,

grazie per il complimento, rimango comunque della convinzione che il blog del grillo sia diventato, sta diventandio, é diventato una cloaca!!

cloaca: ambiente sporco e ripugnante e
persona volgare e scurrile nel parlare.

a me non pare che ci si discosti dalla reale realtá del blog odierno del grillo!!!
per il csm ha giá detto tutto il buon gasparri.

46. Matteo Maratea - 24 luglio 2008

ciao giacomo

non era un complimento, ma una riflessione.
non avere rispetto e definire un gruppo di persone una cloaca
è da incivili.
dopotutto non vedo nessuna differenza tra quello che dite tu e il buon gasparri e i commenti di diego delavega (diego) e Massimo O.
non è molto diverso il senso: disprezzare la gene.
solo che a diego va riconosciuta la libertà poetica.
agli altri cosa?

cloaca: ambiente sporco e ripugnante e
persona volgare e scurrile nel parlare.

– dal blog di grillo:
100 operai francesi contaminati da polveri radioattive

30 mila litri d’acqua contaminata

e oltre 700 kili di uranio finiti in due fiumi, e quindi nel mare vicino a Marsiglia

4 incidenti nucleari nell’arco di poche settimane in europa

ma…

Nucleare, Scajola minimizza
“Incidenti francesi enfatizzati”

ROMA – “Su questi episodi mi pare ci sia stata un’enfatizzazione eccessiva”. Il ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola, minimizza gli incidenti verificatisi negli ultimi tempi nelle centrali nucleari francesi.

PER SCAJOLA GLI INCIDENTI SONO GRAVI SOLO QUANDO CI SCAPPANO I MORTI..

ALLORA, MINIMIZZANDO, SPERIAMO CHE AL PIU’ PRESTO LO PRENDA IN PIENO UN CAMION.

Disobbedienza Civile Commentatore certificato 24.07.08 15:45

47. Giacomo F. - 25 luglio 2008

ciao matteo,
si, é vero sono incivile come dici tu. e come me anche il ministro gasparri, siamo incivili. ma se noi siamo incivili perché diciamo che il blog del grillo e il csm sono una cloaca, loro cosa sono?

lo so, é una polemica che potrebbe durare all’infinito….

se analizzi bene gli scritti dei blogger di grillo ti accorgerai che un po’ di mal odore lo emanano….. per grillo stesso, capo dei grillini e guida spirituale dei bloggers, diciamo che non profuma!

il caso francese sul nucleare É UNA FARSA MEDIATICA!!!!

informati bene, vuol dire non solo grillo! e scoprirai la veritá!!

ZERO!
zero é il numero che identifica la gravitá degli incidenti accaduti in francia di recente.

da wikipedia:

La scala INES o scala internazionale degli eventi nucleari (International Nuclear Event Scale) fu introdotta dalla IAEA, l’agenzia internazionale per l’energia atomica (International Atomic Energy Agency) con lo scopo di classificare incidenti nucleari e rendere immediatamente percepibile al pubblico, in maniera corretta, la gravità di incidenti di tipo nucleare, senza fare riferimento a dati tecnici di più difficile comprensione.
La scala INES comprende 7 livelli (più un livello 0 al di sotto della scala) ed è divisa in due parti: gli incidenti (dal 7° al 4° livello) e i guasti (dal 3° al 1°).

7
Incidente molto grave
(Disastro nucleare)
6
Incidente grave
5
Incidente con possibili conseguenze
all’esterno dell’impianto
4
Incidente senza conseguenze significative
all’esterno dell’impianto
3
Guasto grave
2
Guasto
1
Anomalia
0
Deviazione (non significativo per la sicurezza)

bisogna andare su wikipedia inglese per leggere cosa significa “Anomalia”: This is an anomaly beyond the authorized operating regime.

bisogna chiedersi perché c’é questo FALSO ALLARMISMO, il referendum sul nucleare avveniva dopo l’incidente degli incidenti, chernobyl, un impianto di seconda generazione dove non c’é stato guasto, ma una serie di errori umani. grazie a questo incidente (suona male dire grazie, ma é cosí purtroppo. si impara sempre dopo le disgrazie, soprattutto in italia!!) la sicurezza é migliorata moltissimo, gli impianti sono stati resi piú semplici e varie modifiche tecnologiche sono state adottate per arrivare a costruire gli impianti nucleari di terza generazione. da un po’ di anni si sta parlando di impianti di quarta generazione e di impianti a fusione nucleare.

dall’esperienza mondiale si sa che per COSTRUIRE una nuova centrale, dal primo getto di calcestruzzo al primo watt immesso in rete ci vogliono 36 MESI!!!!

per quel che mi riguarda, se fossi scajola, avrei giá stabilito l’area di stoccaggio per accogliere l’uranio e avrei fatto man bassa negli acquisti!!!

il prezzo del barile di petrolio é a 125$ ma la benzina é sempre lá come prezzo! QUESTO MI FA INCAZZARE! se fai due conti, gli italiani POVERISSIMI stanno andando in vacanza, come sempre, come ogni anno, e il classico ESODO porterá nelle casse dello stato e delle compagnie petrolifere un bel po’ di danaro.
anche se di qualche cent di euro, ma per miliardi di litri di benzina, il gruzzoletto risulta essere consistente!
….ah…. poi ci sará il CONTROESODO!!!

ps: la parola esodo é un abuso linguistico dei giornalisti, non m’é mai piaciiuta.

48. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

@ giacomo

il caso francese sul nucleare É UNA FARSA MEDIATICA!!!!
informati bene, vuol dire non solo grillo! e scoprirai la veritá!!

Va bene, lo farò:
http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/altrenotizie/visualizza_new.html_730884796.html

49. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
50. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
51. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
52. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
53. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=en|it&u=http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/7522712.stm&prev=/translate_s%3Fhl%3Dit%26q%3Dfrancia%2Bnucleare%26tq%3DFrance%2Bnuclear%26sl%3Dit%26tl%3Den

54. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
55. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
56. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
57. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
58. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
59. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
60. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
61. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
62. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
63. Giacomo F. - 25 luglio 2008

ciao matteo,
purtroppo sono siti italiani che ridondano le solite pseudo-notizie.
come sai la nostra stampa non é tanto libera, e ancor peggio é faziosa.

devi chiederti questo, se l’organo mondiale che controlla gli impianti del mondo dice che si tratta di una anomalia (scala allarme nucleare=1) e che non ha nessun effetto sull’ambiente e sulle persone allora ci si deve credere.

se vai a leggere il greenpeace francese, pare che si parli di disastro ambientale mondiale peggio di chernobyl!!!

con questo voglio dire che l’attenzione é corretta ma allarmismi mediatici sono terrorismo.

forse avrai notato che gli argomenti forti di allarmismo sono sempre quelli, battuti in continuazione dalle redazioni pseudo-libere giornalistiche, e sono:
il nucleare
i rom
veltroni dalema dipietro
ecc

prima non si parlava altro che di napoli e la munnezza, fra un po’ si parlerá di ESODO e poi di CONTROESODO….

ti ricordi l’anno scorso che si annunciava l’anatema della siccitá, che poi non si é vericato il disastro ambientale annunciato? ti ricordi che l’anno scorso annunciavano un futuro con l’acqua razionata? come sai quest’anno son si sa dove metterla l’acqua da tanta che ne é venuta giú….

ecco cosa dice ufficialmente l’ASN francese: Des rejets d’effluents radioactifs ont été constatés dans une usine exploitée par une filiale d’Areva à Romans-sur-Isère
Ces rejets “sans impact sur l’environnement” ont été constatés à la suite d’une rupture de canalisation, a annoncé vendredi l’Autorité de sûreté nucléaire (ASN).
…………

ha fatto piú sensazione la notizia data dai tedeschi che le immondizie italiane importate erano radioattive….per poi la notizia venir subito smentita e ridimensionata…… mentre in Italia si correva giá ai ripari con notizie di nucleare ospedaliero, un errore, scorie del nord, “come é potuto succedere”…..

io rimango per il nucleare.
36 mesi dalla prima gettata al primo watt messo in rete.
CO2 inesistente, teleriscaldamento, energia nazionale, lavoro per molti, sviluppo. ci vuole una seria (direi tedesca) organizzazione e gestione sia dell’impianto di produzione del nuclear fuel che delle scorie che della centrale.

debbo chiarire che per la costruzione di centrali nucleari la ditta o le ditte che ne prendono parte sono tutte RIGOROSAMENTE certificate e controllattissime da parte di una commissione mondiale.
cioé non ci saranno operai in nero senza qualifica, neanche per piastrellare il bagno!

anche se un po’ prolisso, spero di averti dato il suggerimento di guardare prima la stampa straniera e poi quella italiana……. ne scoprirai delle belle 🙂

un caro saluto

64. Giacomo F. - 25 luglio 2008

se poi vai a leggerti i fatti sul sito ufficiale dell’asn…..

65. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
66. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
67. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

francia:
http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=fr|it&u=http://www.tsr.ch/tsr/index.html%3FsiteSect%3D200001%26sid%3D9365852&prev=/translate_s%3Fhl%3Dit%26q%3Dfrancia%2Bnucleare%26tq%3DFrance%2Bnucl%25C3%25A9aire%26sl%3Dit%26tl%3Dfr%26start%3D10

68. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

francia:
http://www.translate.google.it/translate?hl=it&langpair=fr|it&u=http://www.tsr.ch/tsr/index.html%3FsiteSect%3D200001%26sid%3D9365852&prev=/translate_s%3Fhl%3Dit%26q%3Dfrancia%2Bnucleare%26tq%3DFrance%2Bnucl%25C3%25A9aire%26sl%3Dit%26tl%3Dfr%26start%3D10

69. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

http://www.translate.google.it/translate?hl=it&langpair=fr|it&u=http://www.rue89.com/2008/06/09/nucleaire-seule-la-france-ne-reconnait-pas-ses-victimes&prev=/translate_s%3Fhl%3Dit%26q%3Dfrancia%2Bnucleare%26tq%3DFrance%2Bnucl%25C3%25A9aire%26sl%3Dit%26tl%3Dfr%26start%3D20

70. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
71. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
72. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

ZERO!
zero é il numero che identifica la gravitá degli incidenti accaduti in francia di recente

Ragazzo siamo passati da 0 a 1

http://translate.google.it/translate?hl=it&langpair=fr|it&u=http://www.lefigaro.fr/actualite-france/2008/07/09/01016-20080709ARTFIG00248-incident-nucleaire-a-la-centrale-du-tricastin.php&prev=/translate_s%3Fhl%3Dit%26q%3Dfrancia%2Bnucleare%26tq%3DFrance%2Bnucl%25C3%25A9aire%26sl%3Dit%26tl%3Dfr%26start%3D20

le figaro da pseudo-notizie?
e tu dove le trovi le notizie attendibili?
linkare per favor’!!!

73. Ennio - 25 luglio 2008

Continui a linkare siti come quello dei verdi che dicono :”Ancora un incidente in Francia: uranio riversato in 2 fiumi, l’autorità francese ordina la chiusura dell’impianto di Tricastin (Avignone). De Petris (Verdi): “Irrisolti gravi problemi di sicurezza””
Praticamente l’apocalisse…
Certo chi e’ l’organo mondiale sull’energia nucleare in confronto ad un giornalista del giornalino dei verdi?
Gli altri articoli poi… blog che riportano notizie senza linkare un beneemerito piffero reale.
Se mi dai 5 minuti creo un blog dove scriverò: “La fame del mondo è Finita” con relativo articolo citando fonti autorevoli senza uno straccio di prova….

74. Matteo Maratea - 25 luglio 2008
75. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

@tutti

dal sito dell’ordine degli ingegneri di Roma:
http://www.ording.roma.it/archivio/4808-fonrinter4.pdf

76. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

@ ennio

– 100 operai francesi contaminati da polveri radioattive, 30 mila litri d’acqua contaminata e oltre 700 kili di uranio finiti in due fiumi, e quindi nel mare vicino a Marsiglia. –

Sono dati reali o ci dobbiamo rivolgere all’organo mondiale sull’energia nucleare per avere conferma????
Abbiamo pochi mezzi a disposizione.
Aiutaci.

77. Matteo Maratea - 25 luglio 2008

eennniioooo!!!!!

78. Giacomo F. - 26 luglio 2008

matteo,
non andare in panico.
non é esplosa una centrale nucleare!!!
http://www.asn.fr/sections/main/documents-available-in/incident-notice/asn-incident-notice9500

ASN classes provisionally this event at level 0 of the INES Scale.

MAI PRENDER PER VERO AL 100% I VERDI GREENPEACE E SIMILI!!!!
bisogna legger prima di tutto i rapporti ufficiali degli organi di controllo, e poi allargare la zona di informazione, non l’incontrario.

79. Seclet - 26 luglio 2008

se 700 chili di uranio finivano in un fiume a quest’ora la popolazione della francia era dimezzata… robe da matti.

80. Matteo Maratea - 26 luglio 2008

@ giacomo

Ti ringrazio, mi hai salvato!!
Adesso si che darò l’autorizzazione a costruire un bel reattore di XX°generazione nel mio giardino. Mi sento più sereno.
Grazie di nuovo.

P.S. io me ne cago dei verdi!!!!

81. Giacomo F. - 26 luglio 2008

matteo mi piace quando fai il sarcastico 🙂

io ho la possibilitá di poter parlare con tecnici che le centrali nucleari le ha costruite e le sta mantenendo.
tutti sono concordi con sicurezza intrinseca degli impianti nucleari che é al 100%, îl discorso vale per gli impianti di terza generazione e soprattutto(nel selso che si é semplificato) di ultimissima generazione, la c.d. terza avanzata. di quarta ancora non c’é.

queste persone che hanno lavorato in questo tipo di impianti, sia nel costruirli che nel mantenerli, tutti mi hanno detto che un incidente del tipo chernobyl non puó in nessunissimo caso verificarsi perché é cambiata la logica della sicurezza del funzionamento, si sono semplificati i circuiti ma sono aumentati di numero. in caso di anomalia, per esempio una lucetta si accende, l’impianto va in blocco. non é che il tecnico va a verificare, no, prima si ferma tutto e il reattore sta buono e poi si procede con la verifica e con il controllo….
a lavorare dentro una centrale in funzione ci sono pochissimi addetti, specializzati, e in caso di anomalia la centrale rimane sigillata con la gente dentro. le porte si chiudono, e queste sono stagne, sono enormi e spesse un metro di cemento armato ad alta densitá con all’interno del piombo. il sistema di spegnimento del reattore entra in funzione, non é come quello russo di seconda generazione ovviamente….
la parte della centrale dove c’é il cuore radioattivo é avvolto da scudi di cemento armato ad alta densitá di un metro mezzo di spessore. tra il primo e il secondo c’é acqua, una protezione in piú nel caso ultrastrasfigatissimo che il reattore aumenti la temperatura in modo non controllato. praticamente impossibile, ma “grazie” a chernobyl si adotta anche questo fattore in piú .

tuitti sono d’accordo che il fattore di rischio piú importante é l’uomo e la sua pressopochezza e superficialitá. in un impianto nucleare deve vigere la rigiditá delle procedure di lavoro di sicurezza e quantaltro. non sono permessi errori.
esempio, in giappone qualche anno fa dei tecnici erano stati contaminati perché avevano eseguito delle operazioni con dell’acqua radioattiva fuori procedura su iniziativa del dirigente che controlalva ste persone.
é stato licenziato in tronco.

é piú sicura una centrale nucleare che una centrale idroelettrica o una raffineria di benzine o un impianto di pesticidi o cloro o ammoniaca o formaldeide.
e inquina meno molto meno.

ti dico un mio pensiero, se domani mi costruissero una centrale nucleare vicino a casa, io sarei il primo a dire di si!
mentre direi no a eolico e pannelli solari per l’inquinamento acustico per l’impatto visivo e per l’inquinamento termico. non volerebbe piú un uccellino e il verde, alberi e piante, non ci sarebbero piú,tavola rasa. con la centrale nucleare a parte le torri di evaporazione il resto é tutto sotto terra. non c’é rumore, non c’é inquinamento termico, mi dá anche l’acqua calda per il riscaldamento e sanitaria tutto l’anno a prezzo irrisorio e volano gli uccellini tra gli alberi.

se volete invece pannellare tutta una montagna o come ho sentito tutto un deserto…. per me questa é fantascienza!
il solare va bene per l’uso c.d. civile e dove conviene farlo….

ricorda che il referendum in italia sul nucleare é stato votato nel 1987 un anno dopo chernobyl. a distanza di 21 anni e con la tecnologia che ha fatto passi da gigante nel nucleare, noi stiamo ancora a discutere se si o no ma forse…. e intanto compriamo l’energia dalla francia!
anche il piccolo staterello della slovenia vuole raddoppiare il suo impiantino nucleare che dá energia alla slovenia e alla croazia.
in francia si prosegue con il nucleare e in germania che aveva detto no con una legge, fra poco sará rimessa in discussione, e i primi sondaggi dicono che il nucleare proseguirá….inghilterra idem, paesi nordice idem, russia idem, europa dell’est idem, cina idem, india idem, giappone idem, usa idem…… in leggera controtendenza la spagna…. ma staremo a vedere….. magari i francesi gli butteranno la prolunga oltre i pirenei….

********

ma questo non era per Nadia??????

ecco quello che non ho sentito da parte del governo é una politica per le famiglie. solo i libri via internet, ma sili nido scuole materne ecc….solo il grembiulino…. mah!

82. vitaly3referee - 27 luglio 2008

a proposito di sostegno alle famiglie e alle classi più deboli promesso dal governo…. nessuno si è accorto della norma che è arrivata in senato e che probabilmente verrà approvata e che renderà il lavoro precario eterno. Ci siamo fatti tutti distrarre dalla giustizia e dai processi del berlusca, e mentre ne parlavamo guardate un po’ cosa hanno quasi fatto diventare decreto legge:
http://notizie.tiscali.it/articoli/politica/08/luglio/26/norma_anti_precari_polemiche_744.html

83. Matteo Maratea - 28 luglio 2008

@ giacomo

ciao giacomo,
hai letto l’alticolo del wall street journal insieme ai tuoi conoscenti tecnici costruttori e manutentori di centrali nucleari?
cosa ne pensate?

http://www.chediconodinoi.blogspot.com/2008/06/nuclear-italian-job.html

84. Matteo Maratea - 28 luglio 2008

@ giacomo

ciao giacomo,
hai letto l’articolo del wall street journal insieme ai tuoi conoscenti tecnici costruttori e manutentori di centrali nucleari?
cosa ne pensate?

http://www.chediconodinoi.blogspot.com/2008/06/nuclear-italian-job.html

85. romebigbrother - 28 luglio 2008

comunicato stampa
l’antigrillo e’ latitante dopo essere stato denunciato da beppe grillo e condannato al risarcimento dei danni nella misura di due milioni di euro.
si e’ trasferito in francia, all’ombra di una centrale nucleare per dimostrare che tutto cio’ che ha sempre sostenuto e’ vero.
Under construction il sito antigrillo’.fr

86. Matteo Maratea - 29 luglio 2008

@ select

– se 700 chili di uranio finivano in un fiume a quest’ora la popolazione della francia era dimezzata… robe da matti. –

hai ragione, ho sbagliato: i Kg di uranio riversati nei fiumi sono 74 e non come giustamente mi hai fatto notare 700!

Ho anche disdetto la gita a Vaucluse, perchè credevo che non c’era posto per la mia famiglia vicino ai fiumi; ho pensato cacchio 700 Kg di uranio ed io dove mi metto a prendere il sole!
Invece sono solo 74 Kg, poca cosa… quasi quasi riprenoto la gita!!

87. Matteo Maratea - 29 luglio 2008
88. Giacomo F. - 30 luglio 2008

matteo, che una settantina di kili di uranio leggermente radioattivo contenuti in 6.25 metri cubi d’acqua proveniente dal lavaggio di una cisterna facciano paura, é vero fanno paura.
ASN ha classificato questo incidente con uno della scala INES.
grazie alla trasparenza sugli incidenti nucleari, vedi slovenia, puoi con un po’ di pazienza leggerti i rapporti sull’accasuto, sono facili da avere via internet e sono in francese.

repete anche per i 100 contaminati.

la cultura ITALIANA del nucleare e della radioattivitá é una cultura della PAURA e dell’IGNORANZA. cosa sai, cosa sappiamo dell’uranio, torio, plutonio, curie, gray, sievert, bequerel, radiografia al torace, tac, e delle bombe atomiche americane, degli esperimenti russi in siberia e kazakistan e quelli francesi negli atolli. chernobyl.
a distanza di 22 anni, fa ancora paura.

ma i francesi hanno paura? non so bisognerebbe chiederglielo.

di sicuro gli italiani, popolo di pecoroni, hanno paura.

in italia si costruirá un impianto? secondo me no per tre ragioni: la prima culturale, la seconda monetaria, la terza infattibilitá.

culturale.
gli italiano sono ignoranti su cosa é il nucleare, dal nuclear fuel alle scorie alla gestione di un impianto. abbiamo anche i comuni denuclearizzati….

monetaria.
costa un 6 miliardi di euro, come il famoso ponte, tempi di realizzo 36 mesi per un impianto di terza ultima generazione. ma saranno degli italiani a costruirlo e mantenerlo? e qua ci si riccolega alla questione culturale: gli italiani non hanno fiducia negli italiani. ti faccio in a mente che prima di tutto si riceve autorizzazione e licenza e poi solo poi si inizia col progetto.
il mantenimento e la gestione sono faccende che vengono e devono esser affrontate con perfetta diligenza e severitá.

infattibilitá.
da quel che si sa, un impianto di quarta generazione sará pronto COMPLETO tra il 2015 e il 2020.
il mio punto di vista é che non vorrei esser il primo paese a realizzarlo. vedi costi e tempistiche. meglio un collaudatissimo impianto di terza ultima generazione (dal 1996).

considerazioni personali: se trovassimo il posto dove farlo, mi piacerebbe vederlo realizzato nei tempi previsti, ossia 36 MESI e nei costi previsti. 6 miliardi di euro non sono cosí tantissimi (scusa l’errore), ma ho paura che finiremo come sempre e come per tutte le realizzazioni in italia, al doppio se non di piú!!!!

satremo a vedere.

comunque non mi pare di vedere una politica di aiuto concreto alle famiglie……

in italia ci vogliono piú controlli, ma SERI. non all’italiana!
il servizio pubblico, la sicurezza sul lavoro, gli automobilisti…..

piú controlli per educare gli italiani alle regole.

ma gli italiani non hanno fiducia degli italiani……

circolo vizioso…..

89. Giacomo F. - 30 luglio 2008
90. Giacomo F. - 30 luglio 2008
91. Giacomo F. - 30 luglio 2008
92. Stefano B. - 9 ottobre 2008

Ribadisco la richiesta fatta in altro post.
ANTIGRILLO Chi sei? Quanto guadagni al mese? Cosa fai nella vita?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: