jump to navigation

Il ridicolo vittimismo del comico Grillo 27 giugno 2008

Posted by antibeppegrillo in antipolitica, Beppe Grillo, Blog, economia, Giornali, internet, Politici, Pregiudicato.
Tags: , , , , , ,
trackback

Grillo che fa la vittima è veramente stucchevole. Dopo aver attaccato con insulti spesso volgari e soprannomi offensivi scienziati di fama internazionale come Veronesi, presidenti del Consiglio, almeno un presidente della Repubblica, ministri, grandi giornalisti come Scalfari, oggi Beppe Grillo si lamenta di essere stato chiamato: “Grasso, ricco, becero, ignorante, populista, qualunquista, ma anche fascista o costola dell’estrema sinistra”.

A me questi epiteti paiono ben poca cosa rispetto a quelli lanciati da Grillo contro chi non è d’accordo con lui. Basta una rapida pettura del Blog di Grillo per trovare:

  1. attacchi personali,
  2. insulti pesantissimi,
  3. soprannomi ingiuriosi.

Beppe si lagna degli innumerevoli processi per calunnia cui è sottoposto. Se nel suo Blog passasse dal facile insulto al più difficile ragionamento, forse Grillo di questi processi ne avrebbe di meno.

Per non parlare delle odierne lamentazioni perché a suo dire Beppe Grillo ci rimette economicamente per portare avanti le sue battaglie.

Peccato che il Corriere della Sera abbia pubblicato le denunce dei redditi di Beppe Grillo nell’articolo intitolato “Da quando ha il Blog entrante raddoppiate”. Articolo che Grillo non ha nemmeno cercato di smentire o confutare. Più facile insultare i giornalisti del Corriere nel V-DAY che confutare i dati da questi riportati.

Annunci

Commenti»

1. Giacomo F. - 28 giugno 2008

sarà caduto forse in depressione??

non mi pare che le cose per lui siano così gravi…..

A ME PARE DI VEDERE UNA CERTA ASSOMIGLIANZA CON SILVIO BERLUSCONI!!!!!

“I miei avvocati lavorano almeno su tre processi alla volta per denunce contro di me”

“In fondo sto per compiere i sessant’anni. Belin, lo so che ne dimostro venti di meno, ma purtroppo è così.”

“Ho lavorato da quando ne avevo venti.”

“Potrei rimanere tranquillo e godermi la vita che mi rimane. Lo penso spesso”

“Poi guardo Ciro che ha solo 7 anni e capisco che non ho scelta. Non posso stare a guardare mentre il mio Paese sprofonda. Cosa direbbero domani i miei figli del loro padre?”

poi quest è fenomenale: “In cambio i politici e i media hanno cercato di distruggere la mia immagine.”

2. freccia - 28 giugno 2008

@ giacomo f

poi quest è fenomenale: “In cambio i politici e i media hanno cercato di distruggere la mia immagine.”

In questo Grillo è come un bambino
se gli dici “Cattivo Bambino”
lui si mette a piangere e corre dalla mamma a dirle “Mi ha chiamato Bambino Cattivo”

per quanto riguarda l’età…mi sembra un po troppo ottimista

3. Matteo Maratea - 28 giugno 2008

@ tutti

Mi spiace di cuore ma questo post è la conferma scientifica che siete solo degli adolescenti dentro.
Se non avete figli non potete capire il messaggio del post di Grillo e se ne avete e ragionate così può significare solo 2 cose:
1 – non ve ne frega un caxxo dell’avvenire dei vostri figli.
2 – hanno già il futuro assicurato.

4. Andrea Paolucci - 28 giugno 2008

Certo…certo ormai sono sicuro della vostra paura di persone come Grillo, Travaglio, Beha, Fini (Massimo), ecc… Non riuscite più a prendermi per il c..o con la vostra informazione (?????) alla Emilio Fido. Per le offese non mi lamento bastano soltanto quelle del pluripregiudicato Berlusconi e Banda Bassotti annessa. Invece di continuare a leggere solo gli articoli di Filippo Facci (sì Facci ride) sul Giornale (a proposito di chi è il Giornale? Non si sputa nel piatto dove si mangia vero?) sarebbe bene leggere qualcosa di più serio…sicuramente di più serio. Siete molto vicini alla fine delle vostre prese per il c..o. Saluti

5. Matteo Maratea - 28 giugno 2008

@Antigrillo

Hei antigrillo, dacci un’illuminazione anche su questi temi
altrimenti il tuo blog sembra solo un’ammasso di gossip!!
Dai, lo so che non posso pretendere tanto da te
https://antigrillo.wordpress.com/2008/06/11/beppe-grillo-ancora-una-volta-contro-le-forze-dellordine/#comment-3610
ma qui abbiamo toccato proprio il fondo.

– Ho fatto insieme a voi cento battaglie: dalla riapertura della birreria Pedavena, alla cacciata del Governatore della Banca d’Italia Antonio Fazio, dall’omicidio di Federico Aldrovandi all’aiuto di una mamma senza lavoro con una bimba disabile. Sono andato a Bruxelles per denunciare il nostro Parlamento pieno di condannati e una legge incostituzionale che non ci permette di scegliere il candidato. A Strasburgo ho chiesto alla Comunità Europea di non mandare più fondi alle mafie. Ho organizzato due V-day insieme a gente meravigliosa per un Parlamento senza condannati e una libera informazione in un libero Stato.
In cambio i politici e i media hanno cercato di distruggere la mia immagine. Grasso, ricco, becero, ignorante, populista, qualunquista, ma anche fascista o costola dell’estrema sinistra.
Guadagnerei dieci volte di più facendo la pubblicità a un formaggino. Non la serenità. Neppure gli affetti.
Potrei rimanere tranquillo e godermi la vita che mi rimane. Lo penso spesso. Poi guardo Ciro che ha solo 7 anni e capisco che non ho scelta. Non posso stare a guardare mentre il mio Paese sprofonda. Cosa direbbero domani i miei figli del loro padre? –

E pio per favore, per favore basta con la caxxata dei redditti, ti rendi patetico:
Berlusconi 28 MILIONI DI EURO – Quanti italiani ci hanno rimesso di tasca loro senza avere nulla in cambio?
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2007/04_Aprile/17/redditi_deputati_camera.shtml

Grillo 4,5 MILIONI DI EURO – Quanti italiani ci hanno rimesso di tasca loro senza avere nulla in cambio?

Facciomo i seri una volta tanto, ti pare???

6. antgri - 28 giugno 2008

mah… sono perplesso riguardo il contenuto di questo post….

7. Vittorio - 28 giugno 2008

@Antigrillo

Nel paese le cose vanno male

E tu perdi tempo a premere la lama contro uno sfogo, umano, di Beppe Grillo. come se lui non avesse il diritto di lagnarsi come tutte le persone umane.
A me questo post sembra una perdita di tempo. Se critiche devono essere, siano critiche serie, gravi, fondate.
Facci sapere che Beppe Grillo ci sta mentendo. Facci sapere che sta organizzando una truffa. Facci sapere… che ne so, facci sapere qualcosa di importante. Se a te Beppe Grillo che fa il lagnoso ti pare stucchevole, beh, a me può non interessare affatto.

E comunque per lo meno informati meglio: la dichiarazione dei redditi pubblicata sui giornali, risale a prima del V-Day di settembre. Ed è lì che Grillo dice di aver perso dei soldi.

Fai post seri… voglio che mi dici nefandezze di Grillo… voglio che mi fai cambiare idea… voglio che mi trovi qualcosa che puzzi sul serio!
Basta con questi articoletti, mi viene solo voglia di cambiare forum.

Con rispetto

Vittorio

8. antibeppegrillo - 28 giugno 2008

@ Vittorio,

personalmente ritengo che la lamentela sia uno dei difetti peggiori degli Italiani. Purtroppo in Italia quasi tutti si lamentano. Come giustamente fa notare Giacomo F, persino Berlusconi, che è indiscutibilmente l’ITALIANO PIU’ RICCO E PIU’ POTENTE, si lamenta!

La lamentela è distruttiva:

1) per chi la esprime, perché diminuisce la sua stessa capacità di reazione, lo fa sentire una specie di vittima dell’umanità e lo rende più a rischio di cadere in depressione.

2) per chi la sente che, o si annoia, o finisce per condividere la visione negativa di chi si lamenta alimentando un pessimismo generale, di cui i nostri nonni che hanno conosciuto la guerra, la sconfitta, la fame, la privazione della libertà, l’occupazione nazista, i campi di prigionia, sarebbero indignati.

Chi ha amici stranieri ci faccia caso. Loro si lamentano molto meno di noi Italiani anche se magari si trovano in situazioni oggettivamente più difficili.

Se la lamentala viene da uno che insulta pesantemente e riceve in cambio qualche epiteto negativo, io sono SORPRESO PER L’ASSURDA IPOCRISIA.

Quando poi la lamentela di tipo economico viene da uno con reddito annuale di parecchi milioni di Euro, in aumento, IO SONO DISGUSTATO.

9. Giacomo F. - 28 giugno 2008

@vittorio

questo blog si chiama “antigrillo: il populismo di beppe grillo e la mistificazione della realtà”

quindi a me pare che antigrillo stia facendo quello che si è prefisso di fare!

in questo post c’è tutto l’antigrillo:
1) populismo di beppe grillo: secondo te non c’è un atteggiamento politico di esaltazione velleitaria e demagogica dei ceti più poveri? ossia il populismo di grillo?
2) mistificazione della realtà: ti pare che grillo non deformi la realtà, ha annunciato la GITA A ROMA e adesso scalda gli animi…..

uno che dichiara quattro milioni e mezzo di euro, credi che abbia delle così grandi preocuppazioni per uno dei suoi figli????

se avesse un reddito annuo di 15 mila euro potrei capirlo!

“……..Fai post seri… voglio che mi dici nefandezze di Grillo… voglio che mi fai cambiare idea… voglio che mi trovi qualcosa che puzzi sul serio!
Basta con questi articoletti, mi viene solo voglia di cambiare forum.

Con rispetto

Vittorio ”

attenzione questo è il post più serio che io abbia mai letto in questo blog, se riuscirai a liberare la mente da ogni vincolo potrai capire anche i movimenti che grillo sta portando avanti con una diversa ottica e sensibilità.

per esempio io non mi sono commosso oppure ho detto oh povero beppe!!

ecco il tuo “con rispetto”, mi è piaciuto. questo atteggiamento di stima che mostri ti fa avere una marcia in più in confronto ad altri bloggers di grillo che partecipano attivamente.
bisogna avere sempre un occhio critico.

con rispetto

Giacomo F.

10. antibeppegrillo - 28 giugno 2008

@ Matteo Maratea 5.

Tu stesso citi Grillo “Ho fatto insieme a voi cento battaglie”.

La mia opinione è che chi fa battaglie si fa anche nemici. Lamentarsi è ridicolo.

Per quanto riguarda la questione dei redditi di Grillo, è lui che osa lamentarsi, pur guadagnando milioni di euro anche grazie alla sua attività di blogger e di capo popolo.

Non mi lamento io, che non guadagno ne mai guadagnerò nulla con la mia attività antigrillica. Qualche insultino lo becco anche io, eppure continuo a postare perché mi diverto, perché mi piace dialogare con te e con gli altri che scrivono qui e perché credo anche io di fare qualche volta qualcosa di utile, almeno stimolando il senso critico ed i commenti che seguono i miei modesti Post.

Credo che Beppe Grillo si diverta pure lui. Credo che ci guadagni bene. Credo che le sue lamentele siano stucchevoli, soprattutto considerando quello che passarono altri per difendere le proprie idee.

Ad esempio vi avrò già raccontato che mio nonno, per aver svolto attività antifascista, per la libertà del suo paese, per i suoi figli e per me che ancora dovevo nascere, conobbe il carcere fascista ed il confino. Per farlo parlare lo sottoposero a fucilazione simulata, con tanto di plotone d’esecuzione, di benda e di fuoco a salve.

Non ho mai sentito mio nonno lamentarsi di quello che aveva subito per difendere la libertà contro la dittatura.

Ma erano altri tempi…

… ed erano altri uomini.

11. antgri - 28 giugno 2008

caro…
ti consiglio ri rilegger eil mio commento… che non contiene URL quindi non contiene lo spam di cui tu parlavi nel mio post
ad ogno modo ripropongo qui.. il commento ch ehai lasciato sul mio BLOG, di modo che tutti possnao vederlo

———–
“Solo che ora non ci sei più in prima pagina sulla parola “seo siti web“.

Lo Spam ha le gambe corte. Porta solo risultati effimeri.

Postare commenti di spam come “mah… sono perplesso riguardo il contenuto di questo post…” in giro per la rete. E’ un trucco vecchio, superato che porta solo discredito a chi lo usa.”
————

complimenti 😉

12. Matteo Maratea - 29 giugno 2008

@ Chi legge

Io l’occhio critico c’è lo voglio pure avere, ma su cose concrete e non su stupidaggini!
Poi leggo i vari post e mi accorgo che è quasi impossibile avere mezzo occhio critico.
Si critica il vittimismo stucchevole di Grillo su i suoi ultimi anni di attività pubblica e su la sua vita privata senza soffermarsi sul suo operato e concludendo il tutto infilando la sua dichiarazione dei redditi milionaria.
Faccio notare che ci sarebbero altri temi da analizzare, ma il mio occhio è chiuso.
Faccio notare che ci sono altri personaggi pubblici che dichiarano moltomamolto di più di Grillo fottendo i soldi della gente a differenza sua, ma anche l’altro occhio si è chiuso.
Cerco di capire gli altri punti di vista aspettando cose costruttive che mi aiutano ad avere un quadro più ampio della situazione, ma ricevo poche informazioni e molto gossip.
Leggo l’ultimo commento dell’Antigrillo e mi cadono le braccia.
Leggo il commento n. 9 di Giacomo e mi vien criticamente da ridere:

in questo post c’è tutto l’antigrillo:
1) populismo di beppe grillo: secondo te non c’è un atteggiamento politico di esaltazione velleitaria e demagogica dei ceti più poveri? ossia il populismo di grillo?
2) mistificazione della realtà: ti pare che grillo non deformi la realtà, ha annunciato la GITA A ROMA e adesso scalda gli animi…..

Ho capito: noi non esistiamo e quello che stiamo vivendo è solo fantasia.

con rassegnazione

lettore

13. antibeppegrillo - 29 giugno 2008

@ Matteo,

“Faccio notare che ci sarebbero altri temi da analizzare, ma il mio occhio è chiuso.”

Ok, Beppe Grillo ha fatto grandi cose. Se oggi ci sono meno pregiudicati in Parlamento, è gran parte merito suo. Se il governo Prodi è caduto è in parte merito suo. Se Mastella oggi è quasi un privato cittadino, è gran parte merito di Grillo.

Quello che Grillo ha fatto all’assemblea Telecom è fantastico. Spero che Beppe riesca, come si proponeva, a rappresentare anche i piccoli azionisti nella prossima assemblea Telecom.

Il merito di far aprire gli occhi a chi, nella sinistra, credeva ancora nella presunta superiorità morale sei vari D’Alema Fassino e Prodi, è tutto di Grillo.

Però Grillo sta sprecando le grandi potenzialità sue e del suo movimento con errori macroscopici che hanno portato, come risultato misurabile del suo insuccesso, la misera figura delle sue liste civiche che, dove si sono presentate hanno ottenuto basse percentuali di voto.

Qualche mese fa’ Grillo era risultato leader più popolare in Italia da un sondaggio di Repubblica; aveva battuto Fini Berlusconi Veltroni e Prodi. In poco tempo è passato al 3% .

Mi dispiacerebbe aver troppo ragione su Grillo.

Mi dispiacerebbe che il Grillismo facesse la fine del movimento cui noi l’accostiamo, la fine della meteora scomparsa in pochi da cui la parola “qualunquismo” è nata:
il Fronte dell’Uomo Qualunque del commediografo Guglielmo Giannini.

14. antibeppegrillo - 29 giugno 2008

@ Matteo:

“Faccio notare che ci sono altri personaggi pubblici che dichiarano moltomamolto di più di Grillo fottendo i soldi della gente a differenza sua, ma anche l’altro occhio si è chiuso.”

” Berlusconi 28 MILIONI DI EURO – Quanti italiani ci hanno rimesso di tasca loro senza avere nulla in cambio?”

A me risulta che i soldi Berlusconi li faccia vendendo pubblicità e non prendendoli dalle tasche degli Italiani. Se tu hai delle prove del contrario, sono sicuro che troverai qualche PM disposto ad indagare.

La RAI invece prende 1504 MILIONI DI EURO come introiti da canone nel 2006, quelli sì direttamente dalle tasche degli italiani. Ma la RAI in cambio offre un servizio pubblico e la qualità delle trasmissioni è infinitamente superiore a quella delle TV private. Vero Matteo?

15. antgri - 29 giugno 2008

avendo scritto in modo poco pportuno sul mio blog, avendo fatto illazioni circa la mia professione, ed altre gravi affermazioni, non riconoscendo in te una personalità stabile atta ad essere ospitat sul mio blog….ti ho bannato dal mio blog.

16. antibeppegrillo - 29 giugno 2008

@ antgri,
peccato, hai cancellato i miei commenti e le tue risposte. Sul mio Blog sei sempre il benvenuto.

17. Vittorio - 29 giugno 2008

@Antigrillo 8

Secondo me questa discussone non andrà avanti, perchè sta diventando un discorso d’opinione.
Io ho un opinione, tu hai un opinione, e non ci sono dei modi seri e tangibili per stabilire chi ha ragione.

Tu dici che la lamentela è distruttiva.

1) abbassa la capacità di reazione e aumenta il rischio di cadere in depressione
Non sono d’accordo! la lamentela è solo una lamentela. Non so quale sia il bisogno di vederci tutti questi retroscena psicologici, non si può generalizzare in questa maniera. Uno potrebbe benissimo lamentarsi, e questa lamentela non deve essere per forza un segno di resa, ma anzi, un segnale di una presa di coscienza più profonda e di un impegno maggiore nei propri obbiettivi.
Opinione, opinione, opinione….

2) Per chi la sente che finisce per cedere ad un pessimismo generale. E i nostri nonni sarebbero indignati.
Non sono d’accordo! Non so perchè sei dell’idea che il pessimismo fa male alla gente. Sai, c’è una profonda diversità tra il Pessimismo e il Realismo. Ed in ogni caso, nessuno dei due stati emotivi deve per forza portare ad un immobilità fisica e mentale. Anzi. Ci sono tanti tipi di depressione, a seconda del caratterete dela gente, e credo proprio che i parigini prima di ribellarsi fossero fortemente depressi. Penso invece che più la gente ha una visione negativa del suo mondo, più è spinto a cambiarlo. e io penso che Questa Italia Debba essere cambiata.
Per quanto riguarda i nostri nonni… ma che ne sai? A me quelle righe sembravano pura retorica. Certo, loro stavano peggo di noi. Ma noi ancora non stiamo bene. E quindi? dobbiamo sorridiere, e ingoiare la merda che ci danno dicendo “è buonissima” solo perchè in passato le cose andavano ancora peggio? (scusa l’espressione colorita, ma rende l’idea.) E comunque, i nostri nonni non sarebbero indignati. il mio, almeno, una volta mi ha detto, negli ultimi anni della sua vita, che dopo aver combattuto in guerra, stava avendo l’impressone che tutto quello per cui avevano lottato loro in passato, stesse venendo distrutto dalla classe politica odierna. Ecco, se rimanessimo fermi a lasciar distruggere quello che loro hanno costruito, ecco così, credo che i nostri nonni sarebero indignati.
Ma anche qui una tua risposta vale probabilmente quanto la mia. Sono idee. Illazioni. Modi di vedere e pensare.

Per quanto riguarda gli insulti, Beppe Grillo ha ricevuto Un Intero Servizio di TG che lo caricava di insulti, e considerando che il compito del TG dovrebbe essere quello di informare e non di insultare, le lamentele sono leggittime.
Ad ogni modo, tutti hanno diritto a lamentarsi degli insulti ricevuti. Se è un ipocrisia, e minima, e risibile di fronte a tutti gli altri aspetti degni di menzione che circondano il fenomeno Grillo.

Per quanto riguarda i soldi… ma leggi lo stesso blog di grillo che leggo io? Non c’è nessuna lamentela riguardo i soldi.

Per questo dico e confermo che questo post non è serio. Si basa su opinioni e relativi punti di vista. Non è una critica solida, e non tiene conto di molti fattori.

Propongo di chiudere qui una discussione che non avrà mai fine.

18. Vittorio - 29 giugno 2008

@Giacomo F. 9

Apprezzo molto il tono cordiale della tua risposta, ma io non ho nessun merito. Semplicemente, sono dell’idea che chiunque deve portare rispetto e stima verso coloro con cui parla… Anche e soprattutto se la pensano in maniera diversa!

Detto questo, passiamo agli elementi del disaccordo:

1) il populismo
Sono d’accordo. il populismo è una connotazione molto forte del movimento Grillesco, che è presente in quasi tutti i suoi articoli. Ma ti faccio anche notare che il populismo è un termine che descrive una tendenza alla comunicazione con le masse in maniera forte e politica. Non è per forza una cosa negativa. Tutti i grandi leader hanno sempre mostrato caratteristiche di populismo. Con questo non voglio dire che Beppe sia un grande leader politico, voglio solo far notare che il populismo non è un concetto negativo in sé.

2) La mistificazione della realtà.
E qui veramente non capisco più di quale post stiamo parlando. Delle lamentele o della gita su roma? Se parliamo di entrambi, ti dico che la mistificazione della realtà non c’è stata. è solo comunicazione. Nessuno con un po’ di sale in zucca crederebbe che veramente Grillo si sta preparando a rovesciare il governo con un colpo di mano. Allora quando Grillo parla di Testa D’Asfalto, è una mistificazione della realtà, perchè la testa di Berlusconi non è veramente di asfalto. Dai ragazzi… siamo seri. La mistificazione è una cosa ben più grave. E comunque, Antigrillo non ha parlato di mistificazione, ma di Patetismi e Ipocrisie, che sono cose molto diverse.

“uno che dichiara quattro milioni e mezzo di euro, credi che abbia delle così grandi preocuppazioni per uno dei suoi figli????”
Perchè non dovrebbe?
Premetto che preoccuparsi per i figli è una caratteristica di ogni buon genitore, qualunque sia la sua posizione, e poi, se tuo figlio si becca un tumore per l’inquinamento e i rifiuti, tutti i soldi che hai non possono salvarlo. La povertà non è l’unico pericolo.

A questo punto potrei ripetere quanto prima detto ad Antigrillo, sul perchè questo post non mi sembra serio ma solo frutto di relativi punti di vista… Ma ho già scritto molto quindi ti rimando alle righe in alto…

Aspetto la tua risposta e spero che questo clima si mantenga… D’altro canto, è per questo che questo forum si distingue da tutti gli altri.

19. Giacomo F. - 30 giugno 2008

bravo Vittorio, é cosí che mi piace discutere!
e spero che questo clima sereno di confronto duri.

purtroppo non si puó dire lo stesso nel blog del grillo dove i bloggers sono scalmanati e io stesso sono stato piú volte insultato, schernito e censurato.

ritornando al post lamentoso di cicciobaciccio (permettimi un po’di ilaritá) e i commenti ragionati di questo post,
“……..Per questo dico e confermo che questo post non è serio. Si basa su opinioni e relativi punti di vista. Non è una critica solida, e non tiene conto di molti fattori………”
debbo dire che qui vige la serietá piú assoluta di blog anti-grillo!

serietá = qualità di chi agisce con responsabilità, con correttezza, con capacità e volontà di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti: comportarsi con s., s. di idee, ha agito con poca s.

introduco il “noi qui” perché in questo blog mi sento a casa e sono contento di parteciparvi con orgoglio e serietá.

noi qui, seriamente si prende spunto delle dichiarazione di grillo e dei suoi amici, e non, intervistati e seriamente si commenta sui testi di questi post. con responsabilitá si affermano le veritá che in altri posti invece vengono mistificate. qui vige la volontá di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti di anti-grillo.

noi qui ci comportiamo con serietá!
non gridiamo “BERLUSCONI FIGLIO DI PUTTANA!! DEVI MORIRE!!!”
o altre, irripetibili per decenza!!
noi qui commentiamo le idee e veritá di grillo diventando la sua antitesi, l’antigrillo appunto.

e come nei telefilm americani, cito questo: hai diritto di stare in silenzio tutto quello che dirai potrá esser usato contro dite……..

dato che grillo “é sceso in campo” e da comico é diventato un politico, o meglio un misto tra i due: un policomico!!, si é ovviamente schierato.
grillo é di sinistra, lo é sempre stato, basta ricordare il suo diverso comportamento nello sputtanare i vari politici.
grillo non identificandosi in Occhetto, Dalema, Rutelli, Prodi, Cossutta, Bertinotti, Luxuria, “panino al crudo” Fassino…..e la lista é veramente lunghissima! si é cercato una sua collocazione nella scena politica italiana. ed ecco che é diventato l”anti-berlusconi numero uno! perché il numero due é di pietro. non ho citato travaglio perché, ancora per poco, non é ufficialmente in politica, ma é chiaramente schierato. potrei considerare travaglio come l’anti-emiliofede. ma é troppo semplicistica, ci vorrebbe un blog anti-travaglio 🙂

grazie antigrillo per lo spazio che ci dai e per l’opportunitá che ci offri per ritrovarci qui a criticare e tante volte ad approvare le cose che grillo dice e fa.

un saluto festoso

Giacomo F.

20. freccia - 30 giugno 2008

@Giacomo

Travaglio, fino a prova contraria, è di destra
Berlusconi non è di destra
Berlusconi “è sceso in campo” per mettere a posto i suoi problemi
ha evitato il fallimento della fininvest nel 94 grazie alla scesa in campo
ed è sceso in campo perchè Craxi non poteva più aiutarlo.

Dal 2001 al 2006 ha fatto molte leggi Ad Personam
ha evitato di fare i controlli quando l’euro è entrato in vigore
ed oggi le famiglie faticano ad arrivare a fine mese

Oggi, grazie alla nuova legge Ad Personam, lui si salverà dal processo
e la sicurezza del cittadino tanto sbandierata verrà a mancare ancora di più di oggi.

Ma gli italiani sono degli idioti
hanno creduto alla favola di Berlsconi
pensando che avrebbe iniziato a risolvere i problemi del paese
iniziando con gli immigrati (perchè se alla televisione ti dice che c’è un problema immigrati, C’E’ UN PROBLEMA IMMIGRATI”)
non importa se l’europa ci bacchetta.
Ma con la legge Ad Personam verranno condannati questi immigrati illegali?

E la monnezza, che prima dell’elezioni aveva messo in ginocchi la campania? (sempre emergenze strillate in Tv)
C’erano le discariche che potevano venir usate, perchè non sono state usate? Perchè non lo hanno detto gli organi d’informazione? Chi è che decide di dare o non dare notizie?
Un governo è caduto perchè incolpato di essere il responsabile della monnezza di Napoli (lo diceva la tv e anche grillo)

Il governo Prodi non era il massimo per l’Italia
ma almeno faceva qualcosa per il paese
mentre questo governo fa solo gli interessi di una persona
ma siccome la televisione non lo dice
questa rimane un’opinione di pochi italiani
e di gran parte del resto del mondo civilizzato

Ps: Clinton è stato giudicato 8 volte, ma non ha mai attaccato i giudici
se lo avesse fatto, gli americani lo avrebbero mandato a casa in malo modo

21. Vittorio - 30 giugno 2008

Mi pare di aver spiegato sufficientemente il mio concetto di “serietà” riferito a questa circostanza: io intendo la serietà nell’accusare una persona, anche se una persona politica, basandosi su opinioni anziché fatti.
Se tu per serietà intendi un’altra cosa, possiamo cambiare il nome, ma il concetto non cambia. Credo che sia sempre opportuno basare le accuse su fatti concreti, anzichè relativi e opinabili.

Continui a dire che Beppe Grillo è di sinistra. Mi pare di averti sufficientemente smentito in un tuo precedente post. Quello sulla gita su Roma… ma a quanto pare non mi stavi ascoltando.

L’unico, a mio parere, che gode di un parziale sostegno di Beppe Grillo è Di Pietro, che perse il sostegno di Beppe proprio durante le elezioni, quando lui si schierò insieme a Veltroni, da sempre inviso al blog.
Adesso vedo dei segni di ricongiungimento (la lettera di Di Pietro recentemente apparsa sul blog) Ma da qui a dire che Beppe Grillo sia di sinistra, ce ne corre.
La prossima volta che dici “Beppe è di sinistra” ti invito caldamente ad allegarci fatti e prove sufficienti a convalidare la tua affermazione. Devi mostrarmi Grillo che dice “io sono a favore di tale partito”. Forse, tu fai il ragionamento che, siccome Grillo rivolge meno insulti a sinistra rispetto che a destra, allora deve essere per forza di sinistra. Non so su quali basi poni questo ragionamento, visto che le persone non devono essere per forza schierate da un lato o dall’altro.
Inoltre, mi pare di averti elencato un numero sufficiente di prove nel post sulla gita su Roma, dove appariva chiaro che Beppe se la prende con la sinistra come se la prende contro la destra.

Cerchiamo di non farci influenzare da facili luoghi comuni, e di esaminare la realtà con freddezza.

Vittorio

22. Matteo Maratea - 1 luglio 2008

@ Giacomo

Ho esaminato la realtà del tuo post con freddezza, come ci ha gentilmente suggerito Vittorio, però non ho trovato le cose che più cercavo, le risposte:
ma tutto questo anti-berlusconismo dei Grillo, dei Di Pietro, dei Travaglio, del mio amico al bar ha qualche fondamento?
Cioè, tutta questa attenzione nei confronti del Sig. Berlusconi ha una qualche giustificazione?
O son diventati tutti matti?
Fatemi capire per favore!!
Che caxxo vogliono questi???

Per quando riguarda i commenti inutili-idioti-offensivi-volgari-chenonciazzeccanouncaxxo-eccecc sul blog di Grillo avete in parte ragione e cioè solo quando dimenticate di aggiungere che arrivano in media 2000 commenti ad ogni post. Quanti sono quelli di sopra e quanti il contrario?
Il calcio diventa un bellissimo sport quando elimini i coglioni che tutto fanno tranne che lo spettatore. O possiamo affermare che tutto il mondo del calcio è una merda?

State parlando di serietà:
– serietá = qualità di chi agisce con responsabilità, con correttezza, con capacità e volontà di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti: comportarsi con s., s. di idee, ha agito con poca s. –
Ma a quale serietà vi appellate?
A quella di un dizionario o a quella della realtà?

Tutti abbiamo le nostre convinzioni ed io le rispetto tutte ma non posso condividere quelle che ritengo sbagliate.
Come questa:
– noi qui, seriamente si prende spunto delle dichiarazione di grillo e dei suoi amici, e non, intervistati e seriamente si commenta sui testi di questi post. con responsabilitá si affermano le veritá che in altri posti invece vengono mistificate. qui vige la volontá di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti di anti-grillo.-
Perché è falsa. I post in archivio e i relativi commenti lo dimostrano.
Ho preferisci una zona franca?

Mentre condivido questa:
– noi qui ci comportiamo con serietá!
non gridiamo “BERLUSCONI FIGLIO DI PUTTANA!! DEVI MORIRE!!!”
o altre, irripetibili per decenza!!
noi qui commentiamo le idee e veritá di grillo diventando la sua antitesi, l’antigrillo appunto.
Con un pò più di cose costruttive e meno gossip sarebbe l’ideale.

Questa invece non l’ho proprio capita:
– e come nei telefilm americani, cito questo: hai diritto di stare in silenzio tutto quello che dirai potrá esser usato contro dite……..-
Non sono una persona maliziosa.

L’ultimo periodo invece mi conferma che la strada intrapresa da Grillo e da tutti gli altri è la sola possibile. Se non ti identifichi in nessun politico che ha governato gli ultimi 20 anni l’italia e lo consideri un’inetto sul suo lavoro, quello di amministrare la cosa pubblica, mettendo alla berlina il suo comportamento menefreghista, e come te moltissime persone la pesano così, significa che qualcosa non va, significa che non ne è rimasto uno buono!
Significa che c’è bisogno di CAMBIAMENTO!!
Grillo vorrebbe diventare il combiamento fatto uomo?!
No!! Io credo proprio di no!
Altrimenti si sarebbe alleato con qualcuno che il gioco sporco lo conosce benissimo e sarebbe sceso in campo… e per favore non tirate in ballo Di Pietro.
Per favore!
Grillo il cambiamento lo vuole delle persone, perchè sono loro, siamo noi, la nazione Italia, quelli mettono in pretica le scelte scellerate di questi signori.

E poi, rileggendo sempre il tuo ultimo periodo, avevo la sensazione di qualcosa di familiare. Infatti mi sembra di averlo già ascoltato un giorno, passando davanti al Palazzo Della Camera del Lavoro della mia città;, era un gruppo di pensionati che parlavano e pianificavano un futuro che non avrebbero mai visto.
Questo il tuo ultimo periodo:
– dato che grillo “é sceso in campo” e da comico é diventato un politico, o meglio un misto tra i due: un policomico!!, si é ovviamente schierato.
grillo é di sinistra, lo é sempre stato, basta ricordare il suo diverso comportamento nello sputtanare i vari politici.
grillo non identificandosi in Occhetto, Dalema, Rutelli, Prodi, Cossutta, Bertinotti, Luxuria, “panino al crudo” Fassino…..e la lista é veramente lunghissima! si é cercato una sua collocazione nella scena politica italiana. ed ecco che é diventato l”anti-berlusconi numero uno! perché il numero due é di pietro. non ho citato travaglio perché, ancora per poco, non é ufficialmente in politica, ma é chiaramente schierato. potrei considerare travaglio come l’anti-emiliofede. –

Antigrillo, ti prego, esaudisci il mio desiderio: fai di questo blog un luogo dove regni l’anti-gossip.

Buona notte a Tutti.

P.S.: ma gli altri cosa pensano di questa situazione tutta Italiana?
http://italiadallestero.info/archives/361
http://chediconodinoi.blogspot.com/2008/06/silvio-berlusconi-continua-mettere-in.html

23. Matteo Maratea - 1 luglio 2008

@ Antigrillo

per cortesia:
Post n.22 Matteo Maratea bloccato dall’antispam alle 00:46 contenete testo + 2 link.

Grazie.

24. Giacomo F. - 1 luglio 2008

caro freccia,
“Travaglio, fino a prova contraria, è di destra
Berlusconi non è di destra”

sono d’accordo per la tua sintesi che riguarda testadasfalto, ma non lo sono per niente riguardo il travagliato.

fai una ricerchina storica su chi é il travagliato e cosa vuol dire esser di destra (wikipedia dá un aiuto), leggi bene e poi traine delle nuove conclusioni. se queste saranno uguali a quelle passate allora non c’é piú dialogo, cioé tu sei della tua idea e io della mia.

25. Giacomo F. - 1 luglio 2008

27 Giugno 2008
Tre anni (e qualche mese) dopo

28 Giugno 2008
Intervista a Gian Carlo Caselli

29 Giugno 2008
Mascalzone latino

30 Giugno 2008
Sua impunità

ecco il percorso mediatico di grillo mentre era in costa smeralda a prendere il sole e fare una bella nuotata rinfrescante!

a voi ogni riflessione.

26. freccia - 1 luglio 2008

@ Giacomo

Sinceramente, aiutami se c’è qualcosa di sbagliato in quello che c’è scritto qui:

fonte Wikipedia
Marco Travaglio
Nella sua famosa intervista rilasciata a Daniele Luttazzi, nella trasmissione Satyricon, ha dichiarato di essere un liberale (precisamente “un allievo di Montanelli”) che ha trovato “asilo” nell’area di sinistra, ma che non si dichiara appartenente a quest’area politica.

fonte DeMauro
liberale: 3a agg. TS stor., polit., ispirato al liberalismo economico e politico: dottrina, politica l. | agg., s.m. e f., fautore, seguace del liberalismo: politico, economista l., un l. tedesco

fonte wikipedia
Il liberismo è una teoria economica, filosofica e politica che prevede la libera iniziativa e il libero commercio (abolizione dei dazi) mentre l’intervento dello Stato nell’economia si limita al massimo alla costruzione di adeguate infrastrutture (strade, ferrovie ecc.) che possano favorire il commercio.

fonte wikipedia
Destra
Destra in Italia
La prima volta che in Italia fece capolino il termine “destra” fu in riferimento della Destra storica, cioè della classe dirigente liberale e conservatrice che governò il Paese dall’unità per trent’anni.

A me sembra che il liberismo sia una corrente di Destra.
Sinceramente non sono riuscito a capire da dove puoi dedurre che Travaglio è di sinistra.
“ha trovato “asilo” nell’area di sinistra” non significa essere di sinistra.

Grillo non è ne di destra ne di sinistra
Grillo è egocentrico

27. freccia - 1 luglio 2008

forse qualcuno ha dimenticato cosa diceva Grillo su Berlusconi nel 1994

http://it.youtube.com/watch?v=wqL8w1LZPTU

Grillo e la coerenza, non vanno d’accordo

28. freccia - 1 luglio 2008
29. freccia - 1 luglio 2008

attuazione del programma della P2

http://it.youtube.com/watch?v=8JOWL_IDlOY&feature=related

« Il vero potere risiede nelle mani dei detentori dei mass media »
(Licio Gelli)

30. Matteo Maratea - 1 luglio 2008

@ freccia

quel video è una puttanata.
io ho l’intera registrazione e il senso non è quello che ci vuol far credere il mistico undertour.
anche altri utenti se ne sono accorti.

Io ho tutta la serata registrata su vhs.dice proprio “votare” ma se avete il resto della registrazione capirete che per lui (e lo dice pure di altri personaggi)”votare” non e’ nel senso di “eleggere” ma nel senso di “metterci una croce sopra e non averci piu’ a che fare”.Basta vedere tutta la serata per capire il senso della parola “votare” di Grillo in quell’occasione che e’ completamente opposto a cio’ che si vuole far intendere qua.Questo e’ il quanto.

31. Matteo Maratea - 1 luglio 2008

@ Giacomo

Ho esaminato la realtà del tuo post con freddezza, come ci ha gentilmente suggerito Vittorio, però non ho trovato le cose che più cercavo, le risposte:
ma tutto questo anti-berlusconismo dei Grillo, dei Di Pietro, dei Travaglio, del mio amico al bar ha qualche fondamento?
Cioè, tutta questa attenzione nei confronti del Sig. Berlusconi ha una qualche giustificazione?
O son diventati tutti matti?
Fatemi capire per favore!!
Che caxxo vogliono questi???

Per quando riguarda i commenti inutili-idioti-offensivi-volgari-chenonciazzeccanouncaxxo-eccecc sul blog di Grillo avete in parte ragione e cioè solo quando dimenticate di aggiungere che arrivano in media 2000 commenti ad ogni post. Quanti sono quelli di sopra e quanti il contrario?
Il calcio diventa un bellissimo sport quando elimini i coglioni che tutto fanno tranne che lo spettatore. O possiamo affermare che tutto il mondo del calcio è una merda?

State parlando di serietà:
– serietá = qualità di chi agisce con responsabilità, con correttezza, con capacità e volontà di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti: comportarsi con s., s. di idee, ha agito con poca s. –
Ma a quale serietà vi appellate?
A quella di un dizionario o a quella della realtà?

Tutti abbiamo le nostre convinzioni ed io le rispetto tutte ma non posso condividere quelle che ritengo sbagliate.
Come questa:
– noi qui, seriamente si prende spunto delle dichiarazione di grillo e dei suoi amici, e non, intervistati e seriamente si commenta sui testi di questi post. con responsabilitá si affermano le veritá che in altri posti invece vengono mistificate. qui vige la volontá di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti di anti-grillo.-
Perché è falsa. I post in archivio e i relativi commenti lo dimostrano.
Ho preferisci una zona franca?

Mentre condivido questa:
– noi qui ci comportiamo con serietá!
non gridiamo “BERLUSCONI FIGLIO DI PUTTANA!! DEVI MORIRE!!!”
o altre, irripetibili per decenza!!
noi qui commentiamo le idee e veritá di grillo diventando la sua antitesi, l’antigrillo appunto.
Con un pò più di cose costruttive e meno gossip sarebbe l’ideale.

Questa invece non l’ho proprio capita:
– e come nei telefilm americani, cito questo: hai diritto di stare in silenzio tutto quello che dirai potrá esser usato contro dite……..-
Non sono una persona maliziosa.

L’ultimo periodo invece mi conferma che la strada intrapresa da Grillo e da tutti gli altri è la sola possibile. Se non ti identifichi in nessun politico che ha governato gli ultimi 20 anni l’italia e lo consideri un’inetto sul suo lavoro, quello di amministrare la cosa pubblica, mettendo alla berlina il suo comportamento menefreghista, e come te moltissime persone la pesano così, significa che qualcosa non va, significa che non ne è rimasto uno buono!
Significa che c’è bisogno di CAMBIAMENTO!!
Grillo vorrebbe diventare il combiamento fatto uomo?!
No!! Io credo proprio di no!
Altrimenti si sarebbe alleato con qualcuno che il gioco sporco lo conosce benissimo e sarebbe sceso in campo… e per favore non tirate in ballo Di Pietro.
Per favore!
Grillo il cambiamento lo vuole delle persone, perchè sono loro, siamo noi, la nazione Italia, quelli mettono in pretica le scelte scellerate di questi signori.

E poi, rileggendo sempre il tuo ultimo periodo, avevo la sensazione di qualcosa di familiare. Infatti mi sembra di averlo già ascoltato un giorno, passando davanti al Palazzo Della Camera del Lavoro della mia città;, era un gruppo di pensionati che parlavano e pianificavano un futuro che non avrebbero mai visto.
Questo il tuo ultimo periodo:
– dato che grillo “é sceso in campo” e da comico é diventato un politico, o meglio un misto tra i due: un policomico!!, si é ovviamente schierato.
grillo é di sinistra, lo é sempre stato, basta ricordare il suo diverso comportamento nello sputtanare i vari politici.
grillo non identificandosi in Occhetto, Dalema, Rutelli, Prodi, Cossutta, Bertinotti, Luxuria, “panino al crudo” Fassino…..e la lista é veramente lunghissima! si é cercato una sua collocazione nella scena politica italiana. ed ecco che é diventato l”anti-berlusconi numero uno! perché il numero due é di pietro. non ho citato travaglio perché, ancora per poco, non é ufficialmente in politica, ma é chiaramente schierato. potrei considerare travaglio come l’anti-emiliofede. –

Antigrillo, ti prego, esaudisci il mio desiderio: fai di questo blog un luogo dove regni l’anti-gossip.

Buona notte a Tutti.

P.S.: ma gli altri cosa pensano di questa situazione tutta Italiana?

Silvio Berlusconi rimane un imbarazzo per la democrazia
[The Obsever – Editorial]

Il grande paradosso della democrazia è che la libertà politica di cui ha bisogno per svilupparsi fornisce sostegno anche ai propri nemici. Una società democratica deve tollerare, fino ad un certo punto, l’attività di quei politici dagli istinti fondamentalmente antidemocratici.

Prova lampante è il fatto che Silvio Berlusconi sia stato liberamente eletto Presidente del Consiglio. Ha assunto l’incarico da 50 giorni, dopo un periodo all’opposizione, avendo precedentemente governato nei periodi 1994-95 e 2001-2006. Durante il primo mandato era stato denunciato di corruzione dai suoi avversari – ma mai condannato. E’ anche stato regolarmente accusato di nepotismo, cattiva gestione dell’economia e nazionalismo reazionario socialmente scissionista. Eppure, ha vinto ancora.

Berlusconi è stato eletto grazie a promesse di rinascita economica (l’Italia ha una delle economie dalla crescita più lenta nella zona Euro), gonfiata da l’ulteriore promessa di usare la mano pesante con la criminalità e l’immigrazione, che il partito Forza Italia presenta quotidianamente come un unico problema.

Al governo, egli ha proposto una severissima schedatura razziale, il rilevamento delle impronte digitali dei bambini Rom e la minaccia di allontanare dai propri genitori quelli che chiedono l’elemosina nelle strade italiane, una misura vista dai leader di altre minoranze come un ritorno al passato fascista dell’Italia.

Berlusconi è anche ritornato sul suo tema legislativo preferito: proteggere sè stesso dalle varie accuse di corruzione che si sono accumulate contro di lui negli anni. Vuole far passare una legge che renderebbe le più alte cariche dello Stato, inclusa ovviamente la propria, immuni da procedimenti penali. Quando ha tentato di introdurre il medesimo provvedimento nel 2004, la Corte Suprema lo giudicò anticostituzionale. Un’altra legge in via di approvazione sospenderebbe per un anno certi processi in cui il presunto crimine conduce ad una sentenza maggiore di 10 anni. Un processo del genere, che dovrebbe iniziare il prossimo mese, comprende accuse di corruzione nei confronti di Berlusconi.

Questo programma è una piccola parte della guerra spietata nei confronti della magistratura e di quei settori dei media determinati a costringerlo a rendere conto delle proprie azioni. (Il Presidente del Consiglio ha il controllo sostanziale della televisione privata e usa la propria posizione per influenzare l’emittente pubblica.) I giudici che lo perseguono, egli afferma, sono “il cancro nella nostra democrazia”.

Tutto ciò è stato condotto con le maniere spudorate ed appariscenti tipiche di Berlusconi che, se non fossero tanto inquietanti, ricorderebbero quelle del presentatore di un circo.

La guida di Berlusconi è una tragedia per gli italiani, anche se la scomoda verità a proposito di tale problema è che così tanti di loro lo hanno votato. Ciò dovrebbe servire da avvertimento per gli altri Paesi dell’Europa occidentale che ritengono che la loro cultura democratica sia così ben radicata da essere immune da minacce interne. Se questo è il grande paradosso della democrazia, il più grande cliché nella politica è che le nazioni ottengono i leader che meritano. Ma certamente l’Italia e l’Europa meritano qualcosa di meglio di Silvio Berlusconi.

P.P.S: commento postato il 01-07-08 alle 00:46 e bloccato dall’antispam.

32. freccia - 1 luglio 2008

@ matteo

rivedrò lo spettacolo (spero di ritrovarlo)

per quanto riguarda berlusconi, gli italiani lo hanno voluto, convinti di migliorare la loro situazione economica che è peggiorata dal 2001 in poi, dando pero tutta la colpa a Prodi.
Gli italiani hanno avuto paura di perdere il loro canale televisivo preferito “RETE4”.
Hanno visto in televisione che Prodi era responsabile dell’immondizia a Napoli (ma oggi l’immondizia per le strade di Napoli c’è ancora? e prima quanta ce n’era? ) , ma c’erano le discariche che potevano essere usate ma che non sono mai state aperte (se non sbaglio c’è stata un’inchiesta di Rainews24) .

Siamo diventati un popolo ignorante (nel senso che ignora)
hanno barattato il loro voto con delle bugie dette in TV
“Una bugia detta una volta è una bugia, detta cento volte diventa una verità” B.R.

Cmq non capisco perchè la gente pensa che Grillo sia un’antiberlusconiano.
Di solito questo lo dicono i berlusconiani.
Ma i berlusconiani non hanno capito che le persone che criticano Berlusconi, non lo criticano perchè è ricco o perchè è un politico, ma perchè è un truffatore, mafioso, pidduista, corruttore e molto altro.
Molte cose lui le ha fatte prima di entrare in politica, quindi non sono i magistrati che sono politicizzati, ma sono i ladri che sono diventati politici per scampare alla galera.

Chi era convinto che Berlusconi è sceso in politica per il bene dell’Italia, perchè come ha reso grandi le sue aziende, poteva rendere grande anche l’Italia, credo che forse aveva ragione.
Mi spiego meglio:
– Berlusconi è riuscito ad diventare un’imprenditore grazie al riciclaggio del denaro sporco proveniente dai profitti che la mafia faceva con la vendita della droga quindi anche con la morte di tanti ragazzi.
– Nel 94 la mafia decide di fondare un partito chiamato “forza italia” ( non scandalizzatevi, fate un po di ricerche)

– Negli anni Berlusconi ha dovuto subire il ricatto dei mafiosi finaziatori.
– Dal 94 Berlusconi, ricattato dai mafiosi, ha cercato di distogliere l’attenzione verso il problema mafia. Per chi se lo ricorda, dopo la morte di Borsellino e Falcone, l’Italia era pronta a fare la guerra alla mafia. L’omertà è tornata. I mafiosi diventano presidenti della regione sicilia.

– Nel 94 le aziende di Berlusconi erano praticamente sull’orlo del fallimento. In Francia e Spagna le sue aziende non hanno ottenuto il successo che ha ottenuto qua in Italia, perchè in Italia il suo compare Craxi ( scappato perchè un ladro che ha rubato e rovinato l’Italia ) che con (cito wikipedia) – il “decreto Berlusconi”, varato per consacrare il duopolio televisivo creatosi in via di fatto dopo la nascita e lo sviluppo dell’impresa mediatica dell’allora imprenditore Silvio Berlusconi.- gli ha facilitato le cose. Come dice la pubblicità “TI PIACE VINCERE FACILE”
– Oggi grazie ha Berlusconi e le sue continue bugie, l’Italia è sull’orlo del fallimento. Non si possono risolvere i problemi italiani se il presidente del consiglio è concentrato a fare le leggi che salvano il culo a lui e ai suoi compari.

Gli italiani hanno votato berlusconi sapendo che lui ha affermato che un mafioso è un’eroe.
O chi lo ha votato è stupido o approva la mafia.

PER BERLUSCONI LA LEGGE NON E’ UGUALE PER TUTTI

33. Giacomo F. - 2 luglio 2008

é inutile sparlare a vanvera su un cittadino italiano che poi é stato eletto dalla maggioranza degli italiani e che ora é diventato, di nuovo, il nostro presidente del consiglio dei ministri della repubblica italiana.

si sa che non piace alla minoranza della popolazione italica e che tanti voti li ha ricevuti perché, come dice grillo, “é la MERDA che puzza di meno”, ma é il nostro presidente del consiglio dei ministri della repubblica italiana.
con questo voglio solo sottolineare che bisogna avere piú rispetto verso coloro che hanno creduto e che credono in quest’uomo.
non bisogna sputtanare l’ITALIA in questo modo solo perché gli anti-berlusconi vedono in silvio berlusconi il MALE ASSOLUTO!!!

ricordo infine a tutti che questo blog é chiamato anti-grillo e non anti-berlusconi

34. Matteo Maratea - 2 luglio 2008

@ Giacomo f.

Giacomo non sa le risposte.
ripeto:
Giacomo non sa le risposte.

https://antigrillo.wordpress.com/2008/06/27/il-ridicolo-vittimismo-del-comico-grillo/#comment-3838

35. freccia - 2 luglio 2008

@ giacomo

questo è un blog anti-grillo
ma se tu vieni e sostieni che grillo è un anti-berlusconi, io, che critico spesso grillo, ti posso dire che non è vero perchè lui ce l’ha con tutta la classe politica.

Forse sei tu che sei un berlusconiano e siccome vedi solo gli attacchi che grillo fa a berlusconi non riesci ad essere obbiettivo.

Lo so che la maggioranza degli italiani a votato per berlusconi (lo fecero anche nel 2001 quando inizio il divario tra ricchi e poveri, ma i media non ne parlava e quindi il problema non esisteva) ma non per questo una persona puo migliorare solo perchè è stato votato.

Se gli italiani non conoscono la storia di berlusconi, non è colpa mia.
Prova a reperire un po di notizie dall’estero e vedrai cosa pensano de tuo caro presidente del consiglio dei ministri della repubblica italiana che odia le intercettazioni perchè è stato pizzicato al telefono con un leccaculo, tale Saccà che se non sbaglio attuo l’editto bulgaro.
E cosa chiedeva al telefono il tuo presidente del consiglio dei ministri della repubblica italiana? raccomandazione per una, chiamiamola, ragazza e cercava di conquistrare qualche senatore per avere la maggioranza al senato.
Non ti scandalizza una cosa del genere?
In altri paesi democratici, il popolo avrebbe chiesto le dimissioni del politico e la sua carriera sarebbe finita.

Se la maggioranza degli italiani ha scelto una persona che ha praticamente sputato sulle tombe di falcone e borsellino dichiarando che mangano è stato un’eroe,
la maggioranza degli italiani ha praticamente sputato sulle tombe di falcone e borsellino e dichiarato che i mafiosi sono eroi.

La frase che gli italiani sono tornati a dire è: “se voto loro so che mangiano ma che fanno mangià”
Solo che non hanno capito che, e si vede da quello che ha fatto in questi primi mesi, berlusconi sta al governo per farsi gli affari suoi.
In un paese come il nostro la priorità non sono le intercettazioni telefoniche (che a mio parere sono giuste, solo chi ha qualcosa da nascondere ha paura) ma sono ben altre.

Io sono del parere che se vuoi stare al servizio del paese, devi essere una persona limpida e quindi devi essere soggetto anche a intercettazioni, perchè stai gestendo i soldi di tutti gli italiani.

ripeto, Silvio Berlusconi in un democratico non sarebbe riuscito neanche a scendere in campo nel 94 e non avrebbe mai avuto il monopolio privato delle reti televisive.

ma siamo un paese che loda la mafia

BACIAMO LE MANI

36. Giacomo F. - 2 luglio 2008

@ Giacomo
Ho esaminato la realtà del tuo post con freddezza, come ci ha gentilmente suggerito Vittorio, però non ho trovato le cose che più cercavo, le risposte:
ma tutto questo anti-berlusconismo dei Grillo, dei Di Pietro, dei Travaglio, del mio amico al bar ha qualche fondamento?
Cioè, tutta questa attenzione nei confronti del Sig. Berlusconi ha una qualche giustificazione?
O son diventati tutti matti?
Fatemi capire per favore!!
Che caxxo vogliono questi???
Berlusconi Silvio è uno tra i piú ricchi d’Italia, è il piú popolare uomo politico dal ’94, è un uomo di successo, è un uomo attivo, di azione, non si imbosca e vuole essere il migliore, è un padre di non so quanti figli due mogli un cane un gatto un cavallo che glielo custodiva il mangano (provocazione).
Ha semplicemente potere. Potere di dire e fare tante cose, ha il potere di cambiare un intera nazione.
Chi l’ha votato spera in un cambiamento positivo ovviamente, e a quanto pare in soli 40-50 giorni di governo la sua popolaritá e il consense datogli è salito, e di molto. Questo prova che alla maggioranza degli italiani piace, e piace cosí com’è!!!
*************
Per quando riguarda i commenti inutili-idioti-offensivi-volgari-chenonciazzeccanouncaxxo-eccecc sul blog di Grillo avete in parte ragione e cioè solo quando dimenticate di aggiungere che arrivano in media 2000 commenti ad ogni post. Quanti sono quelli di sopra e quanti il contrario?
Come dice grillo, “sono andato a verificare” è stata dura! Non ce l’ho fatta! ovvie ragioni di tempo e perché è una rottura di scatole: leggendo commenti su commenti e commenti ai commenti ho dedotto che sono moltissimi quelli insultanti chi è oggi considerato il male assoluto e ovviamente tra bloggers.
Debbo dire che tutti i commenti pro sono applauditi e tutti i commenti contro sono smerdati! In piú i commenti pro sono sotto commentati con parole di lode e forza e consenso, mentre quelli contro sono derisi e volgarmente denigrati.
Ci sono molti post con dichiarazioni di aver subito censura…. E subito sotto commentati con volgari insulti.
*******
Il calcio diventa un bellissimo sport quando elimini i coglioni che tutto fanno tranne che lo spettatore. O possiamo affermare che tutto il mondo del calcio è una merda?
hai ragione, anche se a me non piace il calcio ne come sport ne cosa c’è dietro questo sport. Mi riferisco agli stipendi dei calciatori e allenatori e…. hai capito dai…
********
State parlando di serietà:
– serietá = qualità di chi agisce con responsabilità, con correttezza, con capacità e volontà di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti: comportarsi con s., s. di idee, ha agito con poca s. –
Ma a quale serietà vi appellate?
A quella di un dizionario o a quella della realtà?
Tutti abbiamo le nostre convinzioni ed io le rispetto tutte ma non posso condividere quelle che ritengo sbagliate.
Come questa:
– noi qui, seriamente si prende spunto delle dichiarazione di grillo e dei suoi amici, e non, intervistati e seriamente si commenta sui testi di questi post. con responsabilitá si affermano le veritá che in altri posti invece vengono mistificate. qui vige la volontá di assolvere i propri doveri e gli impegni assunti di anti-grillo.-
Perché è falsa. I post in archivio e i relativi commenti lo dimostrano.
Ho preferisci una zona franca?
Io sono nuovo di qui e non ho letto tutto l’archivio del blog di antigrillo.
A me pare che i post di antigrillo, il titolare del blog, e i miei, mi appaiono corretti nella forma e nella serietà dei contenuti.
**********
Mentre condivido questa:
– noi qui ci comportiamo con serietá!
non gridiamo “BERLUSCONI FIGLIO DI PUTTANA!! DEVI MORIRE!!!”
o altre, irripetibili per decenza!!
noi qui commentiamo le idee e veritá di grillo diventando la sua antitesi, l’antigrillo appunto.
Con un pò più di cose costruttive e meno gossip sarebbe l’ideale.
Approvo. Si cose costruttive e meno gossip, nella speranza che il buon grillo non ne faccia tanta dall’altra parte…..
***********
Questa invece non l’ho proprio capita:
– e come nei telefilm americani, cito questo: hai diritto di stare in silenzio tutto quello che dirai potrá esser usato contro dite……..-
Non sono una persona maliziosa.
Intendevo dire che se vuoi comunicare qualcosa a qualcuno allora ti devi prendere la responsabilità di quel che hai detto. E devi perciò accettare che qualcheduno possa fare delle repliche, critiche, osservazioni…. Tutto qui niente di che….
********
L’ultimo periodo invece mi conferma che la strada intrapresa da Grillo e da tutti gli altri è la sola possibile. Se non ti identifichi in nessun politico che ha governato gli ultimi 20 anni l’italia e lo consideri un’inetto sul suo lavoro, quello di amministrare la cosa pubblica, mettendo alla berlina il suo comportamento menefreghista, e come te moltissime persone la pesano così, significa che qualcosa non va, significa che non ne è rimasto uno buono!
Significa che c’è bisogno di CAMBIAMENTO!!
Grillo vorrebbe diventare il combiamento fatto uomo?!
No!! Io credo proprio di no!
Altrimenti si sarebbe alleato con qualcuno che il gioco sporco lo conosce benissimo e sarebbe sceso in campo… e per favore non tirate in ballo Di Pietro.
Per favore!
Grillo il cambiamento lo vuole delle persone, perchè sono loro, siamo noi, la nazione Italia, quelli mettono in pretica le scelte scellerate di questi signori.
Non sono totalmente convinto di questa tua visione perché grillo non è il messia. È un bravissimo comico, fa riflettere su punti di vista nuovi, ossia pone le solite questioni ma con una nuova alternativa di coscienza della problematica. la gente comune che non ha la voglia di informarsi (detta in modo semplice) lo accoglie a braccia apertissime e percepisce la sua verità come verità assoluta!
******
E poi, rileggendo sempre il tuo ultimo periodo, avevo la sensazione di qualcosa di familiare. Infatti mi sembra di averlo già ascoltato un giorno, passando davanti al Palazzo Della Camera del Lavoro della mia città;, era un gruppo di pensionati che parlavano e pianificavano un futuro che non avrebbero mai visto.
Questo il tuo ultimo periodo:
– dato che grillo “é sceso in campo” e da comico é diventato un politico, o meglio un misto tra i due: un policomico!!, si é ovviamente schierato.
grillo é di sinistra, lo é sempre stato, basta ricordare il suo diverso comportamento nello sputtanare i vari politici.
grillo non identificandosi in Occhetto, Dalema, Rutelli, Prodi, Cossutta, Bertinotti, Luxuria, “panino al crudo” Fassino…..e la lista é veramente lunghissima! si é cercato una sua collocazione nella scena politica italiana. ed ecco che é diventato l”anti-berlusconi numero uno! perché il numero due é di pietro. non ho citato travaglio perché, ancora per poco, non é ufficialmente in politica, ma é chiaramente schierato. potrei considerare travaglio come l’anti-emiliofede. –
Non sono d’accordo con grillo nel denigrare le persone anziane, i vecchi! Loro hanno vissuto più di noi e portano una cultura e una esperienza invidiabile.
*********
Antigrillo, ti prego, esaudisci il mio desiderio: fai di questo blog un luogo dove regni l’anti-gossip.
Buona notte a Tutti.
*************
P.S.: ma gli altri cosa pensano di questa situazione tutta Italiana?
Silvio Berlusconi rimane un imbarazzo per la democrazia
[The Obsever – Editorial]
Il grande paradosso della democrazia è che la libertà politica di cui ha bisogno per svilupparsi fornisce sostegno anche ai propri nemici. Una società democratica deve tollerare, fino ad un certo punto, l’attività di quei politici dagli istinti fondamentalmente antidemocratici.
Prova lampante è il fatto che Silvio Berlusconi sia stato liberamente eletto Presidente del Consiglio. Ha assunto l’incarico da 50 giorni, dopo un periodo all’opposizione, avendo precedentemente governato nei periodi 1994-95 e 2001-2006. Durante il primo mandato era stato denunciato di corruzione dai suoi avversari – ma mai condannato. E’ anche stato regolarmente accusato di nepotismo, cattiva gestione dell’economia e nazionalismo reazionario socialmente scissionista. Eppure, ha vinto ancora.
Berlusconi è stato eletto grazie a promesse di rinascita economica (l’Italia ha una delle economie dalla crescita più lenta nella zona Euro), gonfiata da l’ulteriore promessa di usare la mano pesante con la criminalità e l’immigrazione, che il partito Forza Italia presenta quotidianamente come un unico problema.
Al governo, egli ha proposto una severissima schedatura razziale, il rilevamento delle impronte digitali dei bambini Rom e la minaccia di allontanare dai propri genitori quelli che chiedono l’elemosina nelle strade italiane, una misura vista dai leader di altre minoranze come un ritorno al passato fascista dell’Italia.
Berlusconi è anche ritornato sul suo tema legislativo preferito: proteggere sè stesso dalle varie accuse di corruzione che si sono accumulate contro di lui negli anni. Vuole far passare una legge che renderebbe le più alte cariche dello Stato, inclusa ovviamente la propria, immuni da procedimenti penali. Quando ha tentato di introdurre il medesimo provvedimento nel 2004, la Corte Suprema lo giudicò anticostituzionale. Un’altra legge in via di approvazione sospenderebbe per un anno certi processi in cui il presunto crimine conduce ad una sentenza maggiore di 10 anni. Un processo del genere, che dovrebbe iniziare il prossimo mese, comprende accuse di corruzione nei confronti di Berlusconi.
Questo programma è una piccola parte della guerra spietata nei confronti della magistratura e di quei settori dei media determinati a costringerlo a rendere conto delle proprie azioni. (Il Presidente del Consiglio ha il controllo sostanziale della televisione privata e usa la propria posizione per influenzare l’emittente pubblica.) I giudici che lo perseguono, egli afferma, sono “il cancro nella nostra democrazia”.
Tutto ciò è stato condotto con le maniere spudorate ed appariscenti tipiche di Berlusconi che, se non fossero tanto inquietanti, ricorderebbero quelle del presentatore di un circo.
La guida di Berlusconi è una tragedia per gli italiani, anche se la scomoda verità a proposito di tale problema è che così tanti di loro lo hanno votato. Ciò dovrebbe servire da avvertimento per gli altri Paesi dell’Europa occidentale che ritengono che la loro cultura democratica sia così ben radicata da essere immune da minacce interne. Se questo è il grande paradosso della democrazia, il più grande cliché nella politica è che le nazioni ottengono i leader che meritano. Ma certamente l’Italia e l’Europa meritano qualcosa di meglio di Silvio Berlusconi.
No comment
***********
P.P.S: commento postato il 01-07-08 alle 00:46 e bloccato dall’antispam.
**************

saluti festosi, e vi esorto a rispettare i toni e i modi fin qui osservati. sono contento di partecipare ad arrichire questo blog di antigrillo con le mie opinioni ed osservazioni, e che sempre in modo educato tutti i bloggers commentano con serietà.

grazie antigrillo 🙂

37. Giacomo F. - 2 luglio 2008

scusa matteo, ma c’erano le tue parti commentate in corsivo che però non sono state riprodotte.
sorry, spero comunque che tu possa rivederti durante la lettura del mio post.

ciao

38. Matteo Maratea - 3 luglio 2008

@ tutti

dove sono le risposte?
scrivevo:
ma tutto questo anti-berlusconismo dei Grillo, dei Di Pietro, dei Travaglio, del mio amico al bar ha qualche fondamento?
Cioè, tutta questa attenzione nei confronti del Sig. Berlusconi ha una qualche giustificazione?
O son diventati tutti matti?

39. freccia - 3 luglio 2008

@ matteo

le giustificazioni ci sono e sono tante
chi non le vede, o è cieco o le ignora

non trovo giustificate le continue lemantele degli italiani che continuano a votare e dare fiducia a uomini che hanno molto interesse a stare in politica, non per vocazione ma per arricchirsi personalmente.

stasera Berlusconi andrà da Mentana a ipnotizzare gli italiani dicendoli che tutti ce l’hanno con lui e che il suo governo sta operando per il bene del paese.

P.s.: anche Borsellino nella sua ultima intervista parlava di Berlusconi.
Anche Borsellino era un magistrato comunista che ce l’aveva con Berlusconi solo per invidia?
perchè la gente pensa che tutte queste persone ce l’hanno con Berlusconi solo per invidia anche se nel 94 c’era poco da invidiare visto lo spettro del fallimento che aleggiava sopra le sue aziende

40. Giacomo F. - 3 luglio 2008

tipico andamento delle discussioni del blog del grillo quando un blogger va contro corrente:

L’avallo del Presidente della Repubblica a un DDL manifestamente incostituzionale (c’è già stata la pronuncia della Corte Costituzionale di INCOSTITUZIONALITA’ su un testo solo marginalmente diverso dall’attuale) è passibile di impeachment per attentato alla Costituzione Italiana ex art. 90 CI.

Il problema è che è lo stesso Parlamento in seduta comune a doverlo mettere sotto accusa… ipotesi impossibile.

alberto afflitto 02.07.08 18:17
==================================================

MA VI RENDETE CONTO DI QUANTO SONO PLAGIATI QUESTI TRAVAGLINI, DIPIETRINI E GRILLINI??

INCREDIBILE MA VERO!!!

ADESSO VOGLIONO CHIEDERE L’IMPEACHMENT DEL PRESIDENTE NAPOLITANO!!!

ALTRI DICONO CHE HA AVUTO PAURA.

TUTTO MENO CHE LA VERITA!!!!

PER CHI E’ DURO DI COMPRENDONIO OCCORRE CAPIRE CHE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA NON HA INTRAVISTO NULLA DI ANTICOSTITUZIONALE NELLA LEGGE.

CI PENSERA’ LA CORTE COSTITUZIONALE A STABILIRLO
DEFINITAMENTE.

SONO SICURO CHE SE I GIUDICI DELLA CORTE COSTITUZIONALE STABILIRANNO CHE LA LEGGE E’ COSTITUZIONALMENTE GIUSTA, CHIEDERETE (UDITE! UDITE!) L’IMPEACHMENT ANCHE PER LORO.

STATE RASENTANDO LA PAZZIA!!

MA QUANDO LO CAPIRETE CHE OCCORRE IL CONSENSO DEL POPOLO, CON LE VOTAZIONI PER GOVERNARE!!

NON POTETE FARE DEI COLPI DI STATO!!

INOLTRE, E’ OVVIO, CHE QUESTA LEGGE SARA’ VOTATA DA TUTTO IL PARLAMENTO, ESCLUSO DI PIETRO. (OVVIAMENTE, ESSENDO UN DESTROIDE BECERO)

PERSINO IL PD SI E’ STUFATO DI QUESTA GOGNA CONTINUA DI CERTI MAGISTRATI!!

MA NON AVETE VISTO COSA E’ SUCCESSO ALLA FORLEO??

E COSA STA SUCCEDENDO A DE MAGISTRIS??

POSSIBILE CHE SIATE COSI’ TRAVIATI DA QUESTI GURU:
CIOE’ TRAVAGLIO, DI PIETRO, GRILLO, CASALEGGIO ASSOCIATI, DA NON VOLER AMMETTERE L’EVIDENZA DEI FATTI!!

CHE ANDATE A FARE A ROMA:

DI PIETRO, TRAVAGLIO, GRILLO E CASALEGGIO ASSOCIATI:

SONO

DEI PERDENTI!!!!!

COSI’ HANNO STABILITO GLI ELETTORI!!!

PERCHE’ NON CHIEDETE L’IMPEACHMENT ANCHE PER LORO!

Stelvio R. 02.07.08 19:18 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently 3/5 1 2 3 4 5 (voti: 2)
| Segnala commento inappropriato

Chiudi discussione
Discussione

PERDENTE RITIRATI FALLITO!

luisa canton 03.07.08 01:57

Vedi i questi pseudo grillini post comunisti, non c’è differenza dai fascisti. Allora? Bisogna chiamarli: fascio-comunisti. Loro credono di avere l’assoluta verità in mano, ma no hanno un cazzo.

danieli g. 02.07.08 20:37

Senti Stelvio leccaculo di Silvio,

La senti questa voce??

VAFFANCULO tu, il Presidente ed il tuo Nano padrone…

Paolo u. 02.07.08 20:35

STELVIO, MA PERCHE NON VAI COMPERARTI UN TRONCHETTO DELLA FELICTA’ ALTO 3 METRI E TI IMPICCHI….COSI FINALMENTE SARAI FELICE DELLA TUA INDEGNA ESISTENZA…..

luciano guida 02.07.08 19:53

sei una faccia di cazzo , venduto da quattro soldi ,ai rotto i coglioni , vai affanculo , vai sul blog di cicchitto , tanto siete tutti uguali ,, merda

angelo c. 02.07.08 19:35

Chiudi discussione
Discussione

*****************************

sono tutti cosí!!!!

41. Matteo Maratea - 3 luglio 2008

@ Giacomo

Chi sarebbe il blogger contro corrente?

42. Vittorio - 5 luglio 2008

@Giacomo F. 40

Generalmente ti avrei dato ragione perchè non condivido come vanno le discussioni sul blog di Grillo, e infatti non vi ho mai preso parte. Però hai citato l’esempio sbagliato.

Qui, il commentatore ha dato il via per primo ad un linguaggio scorretto e ad uno sbagliato modo di confrontarsi. Certo gli insulti che seguono sono anche peggio, ma questo non toglie che io, un commento così, non lo credo degno di risposta. Troppe aggressioni, troppi insulti, poche argomentazioni. Da ignorare.

Cito una frase celebre:
“Non discutere mai con gli idioti: ti porteranno al loro livello per poi batterti con l’esperienza”

43. Giacomo F. - 7 luglio 2008

io ho detto questo: “tipico andamento delle discussioni del blog del grillo quando un blogger va contro corrente:…”

ho detto andamento, intendendo delle discussioni.

il “stelvio R.” va contro corrente perchè esordisce dicendo “MA VI RENDETE CONTO DI QUANTO SONO PLAGIATI QUESTI TRAVAGLINI, DIPIETRINI E GRILLINI??” in risposta ad “alberto afflitto”.

nel testo non ci sono parolaccie o insulti gravi a mio giudizio….

l’andamento delle discussioni nel blog di grillo assume toni sempre di più volgari e violenti. se un blogger va contro corrente, di grillo, viene schernito e sputtanato e tante volte censurato.

quello che non mi va giù è che da un lato si censurano commenti, e questo vuol dire che il blog è controllato, e dall’altro si lasciano agire indisturbati dei blogger che incitano la violenza e addirittura contro lo stato!

però alla fine penso che va bene così perchè l’indiganzione nei confronti di grillo che dei grillini ha fatto reagire tante persone, e non di meno la nascita di questo blog.

recentemente ho visto su youtube la puntata di annozero di santoro, con travaglio un’ altra giornalista che non ricordo il nome e un indignato sgarbi.
di quello che dice grillo molti lo prendono come ORO COLATO senza critica!!!
tante cose che propina grillo sono giuste e saggie, ma non tutte e indistintamente!

44. Marco - 2 ottobre 2008

Ma basta dir cagate! GRILLO è un grande e spesso fa aprire gli occhi con un linguaggio particolare perchè a volte è l’unica possibilità per far girare la gente a sentire. Non penso che tutta la gente che apre il suo Blog sia deficiente e al VDAY mi sembra che le piazze fossero ben piene.
Pensiamo invece a mostrare come il nostro IMMUNE e tanto amato presidente del consiglio stia facendo, tramite i suoi avvocati, a fare in modo che il suo nome scompaia dal processo Mills riuscendo a non far condannare lo stesso Mills!
Pensiamo anche alle tante battaglie di grillo sulla salute, sull’inquinamento dell’aria che del parlamento etc. con dati di fatto mostrati da collegamenti, interviste e prove!! In nostri politici parlano senza mostrare le fonti e non parlo nè di destra nè di sinistra! sono tutti uguali.

Apriamo gli occhi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Applaudiamo a gente come Travaglio o Grillo, se guadagnano tanto se lo meritano pure.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: