jump to navigation

Grillo cerca di far credere che la Germania non bruci i rifiuti italiani. Sarà la solita bufala alla Grillo? 28 maggio 2008

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, Ecologia, economia.
Tags: , , , , , ,
trackback

Grillo, nel post di oggi, cerca di far credere che la Germania non bruci i rifiuti italiani. Sarà la solita bufala alla Grillo?

Ormai piuttosto esperto nello scovare le bufale di Beppe mi sono subito posto qualche domandina…

Sapendo che la Germania ci sono 60 inceneritori, mi è sembrato alquanto singolare che i tedeschi fossero in grado di riciclare completamente i rifiuti campani.

Mi sono chiesto:

Se i tedeschi sanno riciclare tutto, che ci fanno in Germania con i loro 60 termovalorizzatori?

Se i tedeschi avessero spento tutti gli inceneritori, forse lo avremmo saputo. Forse Grillo questo lo avrebbe detto…

Forse i rifiuti campani sono così ben separati da consentire un riciclo perfetto? Strano… avevo sempre sentito che i rifiuti campani sono il peggio del peggio… la monnezza della spazzatura

Così ho provato a fare una piccola ricerchetta su Google. Ho usato le parole: italian trash germany . Potete immaginare la mia sorpresa nel trovare al secondo posto su Google un articolo di Aprile intitolato:

Germany to Burn 160,000 Tons of Italian Trash

Annunci

Commenti»

1. Alfiere - 28 maggio 2008

In effetti puzza di bufala pure a me… se hanno 60 inceneritori devono pur farli fruttare in qualche modo, e se loro hanno una buona raccolta differenziata il modo migliore è reperire rifiuti dall’estero, facendosi pagare un occhio della fronte.

2. Sergio - 28 maggio 2008

“230 euros per ton” mi aspettavo che il costo per lo smaltimento fosse più elevato.

3. Matteo Maratea - 28 maggio 2008

Caro Antigrillo ma la vuoi smettere o no di fare gossip?
Non c’è la faccio piùa starti dietro!
Ho una famiglia, un figlio, un lavoro, qualche hobby
e se mi mettessi a spulciare tutti i tuoi post quante bufale secondo te troverei??
Tu dici testualmente:
Ormai piuttosto esperto nello scovare le bufale di Beppe mi sono subito posto qualche domandina…

Il problema è che ti fai delle domande sbagliate!!
Accecato da non so cosa, leggi i post di Grillo a testa in giù.
Bastava verificare se la portavoce del ministero dell’Ambiente della Sassonia diceva il falso o meno.
Cercavi con Google “ministero dell’Ambiente della Sassonia” e ti appariva come per incanto questa notizia datata 21 MAGGIO 2008
http://www.comunedipignataro.it/modules.php?name=News&file=article&sid=9840
E se l’hai fatto e non l’hai postato sei proprio sulla strada sbagliata.

Quindi, ricapitolando, tu intitoli il post di oggi così:
Grillo cerca di far credere che la Germania non bruci i rifiuti italiani. Sarà la solita bufala alla Grillo?
quando invece, secondo il mio parere, il titolo doveva essere almeno così:
La portavoce del ministero dell’Ambiente della Sassonia cerca di far credere che la Germania non bruci i rifiuti italiani. Sarà una bufala della portavoce del ministero dell’Ambiente della Sassonia?

E se proprio ti volevi sforzare un pò di più, diciamo per la parcondicio, aggiungevi questo link:
http://www.lanuovaecologia.it/rifiuti/politiche/9571.php

Ecco, così avresti svolto un piccolo servizio di informazione per i tuoi utenti, e invece tu, testardamente, batti sempre su un solo tasto:
Dajièe Grillo, Dajièe!!!!!!!!

Matteo Maratea

P.S:Indovina indovinello quante bufale ha L’Antigrillo nel cappello??

4. antibeppegrillo - 28 maggio 2008

sono 36 milioni di Euro per le 160000 tonnellate. Più il costo del trasporto.

5. Matteo Maratea - 28 maggio 2008

@@@@@@@@@

6. antibeppegrillo - 29 maggio 2008

Matteo,

questa volta non sono d’accordo con te.

Per favore rileggi il post di Beppe Grillo e vedrai che Beppe Grillo ha veramente voluto far credere che i rifiuti campani non fossero bruciati. Ha pure spiegato per filo e per segno come questi miracoli di riciclo tornassero in Italia come export di lusso.

Tu credi alla favoletta di Beppe – Grillo – Cappuccetto – Rosso che è cascato nelle bugie della lupa Bavarese?

Ma dai…

Beppe Grillo sa benissimo, come lo so io e come lo sai tu, che in Germania i rifiuti campani e quelli non campani vengono in parte inceneriti. Solo che Grillo, siccome a lui i termovalorizzatori fanno schifo, cerca di far credere che siano inutili.

7. Matteo Maratea - 29 maggio 2008

Antigrillo se parli il tedesco puoi chiedere a greenpeace germania come stanno le cose, sai, per una maggiore informazione, non si sa mai.

Greenpeace e.V.
Große Elbstraße 39
22767 Hamburg
mail@greenpeace.de
http://www.greenpeace.de
Telefon: +49-(0)40-30618-0
Fax: +49-(0)40-30618-100
Greenpeace e.V. – Politische Vertretung Berlin
Marienstraße 19 – 20
10117 Berlin
Telefon: +49-(0)30-308899-0
Fax: +49-(0)30-308899-30

Matteo Maratea

8. popinga - 29 maggio 2008

@ sergio
mi sembra di aver letto che il costo totali sia di 330 euro a tonnellata (compreso tutto)

@ Matteo
anch’io condivido la maggior parte delle cose che dice grillo nei suoi post, ma non si può prendere per oro colato tutto quello che dice o fà. Qualche bischerata la può dire anche lui, non è infallibile.
Magari lo fà anche in buona fede, ma ogni tanto la spara troppo grossa, non verificando nemmeno le sue fonti……

ps io sono contrarissimo agli inceneritori.
bonaventura

9. Sergio - 29 maggio 2008

Mmm qualcosa non mi torna: non riesco a trovare sul sito dell’ANSA il lancio citato da Matteo, riportato dal sito del comune di Pignattaro.

L’unica altra fonte che ho trovato è un articolo di PeaceLink del 24.

Sulla Corriere del Mezzogiorno del 22 invece leggo questo

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/campania/cronache/articoli/2008/05_Maggio/22/assessore_tedesco.shtml

Che mi sembra un po’ diverso.

“TERMOVALORIZZATORI GERMANICI – I rifiuti campani, secondo quanto scrive il Rheinischen Post, verranno smaltiti in otto termovalorizzatori situati in quattro città del Land (Duesseldorf, Bonn, Leverkusen e Wuppertal). Le altre regioni tedesche che collaborano con l’Italia contro l’emergenza rifiuti sono Amburgo, la Baviera e la Sassonia Anhalt.”

A chi credere? al portavoce del ministro citato in un’ansa citata da peacelink o al Rheinischen Post? http://en.wikipedia.org/wiki/Rheinische_Post

Ditemelo: perché se la soluzione al problema rifiuti è così semplice allora non vedo perché dovrei preoccuparmi…

10. MrBraun - 29 maggio 2008

Ma tu, caro Antigrillo, ci abiteresti di fianco a un termovalorizzatore?

11. antibeppegrillo - 29 maggio 2008

Non hanno intenzione di costruirli accanto alle case, ma a qualche chilometro di distanza.

Io abiterei volentieri a Vienna, città pulita, ordinata e con un aria molto meno inquinata di Roma o Milano, anche se all’interno della città svetta l’inceneritore ritratto nella fotografia in questo post.

12. ilsanta - 29 maggio 2008

@MrBrown
La tua è una osservazione molto buona, peccato quel pizzico di qualunquismo …
Infatti manca l’alternativa, ossia meglio abitare vicino ad un inceneritore o in campagna, oppure meglio vicino ad un inceneritore o ad un sito di stoccaggio di rifiuti tossici. Sono due cose diverse.
Pertanto ti chiedo, preferisci abitare in campagna o:
– vicino ad un elettrodotto;
– vicino ad una industria chimica;
– una ditta che fa attività di verniciatura;
– un impianto di compostaggio;
– una centrale elettrica;
– un carcere;
– un maxi centro commerciale;
– a Napoli vicino a cassonetti periodicamente incendiati.
ecc. (mi fermo perchè penso si sia capito dove voglio andare a parare …..

13. Valerio - 29 maggio 2008

aggiungerei vicino un acciaieria (Taranto, follonica…)

14. denpulsante - 29 maggio 2008

a dirla tutta io non ho capito molto bene dove vuoi andare a parare….

15. Matteo Maratea - 29 maggio 2008

Idem con le patate!!!

16. Matteo Maratea - 29 maggio 2008

Hei dimenticavo!!!
Grillo ha pubblicato un post dove fa pubblicità al suo ultimo libro
La Settimana.
Non ti sembra una zozzeria???
7.90 euro, mortacci loro!!!
Mamma quanti libri venderranno se mi spengo!!!
Antigrillo, vai, ora tocca a te!!

17. frank - 29 maggio 2008

antigrillo, oggi il grillo ha postato un video tremendo su chernobyl in stile berlusconi. non dici nulla? le foto saranno relative come minimo ad hiroshima oppure sono fotomontaggi? ah no certo il nucleare di nuova generazione e’ tutta un’altra cosa.
Eh gia’.

18. Matteo Maratea - 30 maggio 2008

@Antigrillo

Ho riletto il post n.6 e credo che le favole te le racconti proprio tu:

“Beppe Grillo sa benissimo, come lo so io e come lo sai tu, che in Germania i rifiuti campani e quelli non campani vengono in parte inceneriti. Solo che Grillo, siccome a lui i termovalorizzatori fanno schifo, cerca di far credere che siano inutili.”

…siccome a LUI I TERMOVALORIZZATORI FANNO SCHIFO cerca di far credere di siano initili.

All’inizio non ci credevo, poi l’illuminazione.
L’Antigrillo pensa che tutto quel che sta succedendo a tante persone, la consapevollezza della loro situazione,
i perchè,
le risposte,
le alternative,
i responsabili e i colpevoli
sia solo un capriccio del ciccio BEPPE GRILLO??!!??
Accecato da non so cosa, fa sparire dalla sua mente centinaia di migliaia di persone, così, di colpo, e le fa rivivere in un unico corpo molliccio…
…che schifo!!!

E’ ovvio che siamo indietro di almeno 50 anni rispetto “agli altri”
Siamo sempre stati dei fantasmi.

Matteo Maratea

19. Alfiere - 30 maggio 2008

Trovato qualche altra prova che non si tratta di una bufala, e postato nel mio blog
http://latavernadiatlante.blogspot.com/2008/05/la-sassonia-non-getta-negli.html

20. max72 - 30 maggio 2008

@Frank
Mai sentito parlare di sensazionalismo!!! Hai ragione stile Berlusconi! Però leggiti la storia ed i dati di Chernobyl prima di sentenziare. Migliaia di morti??? Ma dove??? Se fosse vero il video (per vero intendo composto di immagini veramente legate a Chernobyl) mi chiedo che danni abbia fatto sulle malformazioni genetiche la bomba di Hiroshima!!! Populismo e ancora populismo. Ti riporto un elenco di incidenti avvenuti in centrali nucleari…chissà quante malformazioni e quanti morti…ma perchè parlare solo di Chernobyl??
1952 Chalk River (Canada) Errore umano semidistruzione del nocciolo del reattore;
1952 USA incidente al reattore 4 morti
1957 Windscale (GB) fusione del nocciolo (maggior incidente che può capitare in una centrale;
1957 Sellafield (GB) incendio al reattore nube radioattiva attraversa tutta Europa
1958 Oak Ridge (USA) incidente al reattore
1958 Urali (URSS) esplosione di un deposito di scorie (La più grande catastrofe nucleare della storia!!! Chi la conosce???
1961 Idaho esplosione del reattore 3 morti
1964 Wood River (USA) incidente al reattore 1 morto
1967 Trino Vercellese (ITA) Dopo un guasto la centrale perde acqua e trino radioattivo viene riversato nel Po per 3 anni
1968 Deng Haang (NDL) incidente si sprigiona nube tossica radioattività 100 volte superiore alla norma
1969 Rocky-Flats (USA) incendio al reattore
1973 Le Hague (FRA) Fuga di gas radioattivo (nessun morto)
1974 Savannah (USA) Nube radioattiva di trizio
1976 Tallin (URSS) esplode centrale atomica sotterranea
1977 El Ferrol (ESP) fuga radioattiva
1978 Caorso (ITA) varie fughe radioattive
1979 Three miles Isaland (USA) parziale fusione del nucleo (e’ dopo Chernobyl l’incidente più conosciuto)
1986 Chernobyl il disastro nucleare più conosciuto (dovuto ad errore umano per esperimenti) Muoiono 30 persone altre 2.500 muoiono negli anni successivi per malattie e cause tumorali in Ukraina, Russia, Bielorussia ecc. (cause tumorali non specificato se dovute alle radiazioni)
PS LA CENTRALE DI CHERNOBYL HA OPERATO SINO AL 2000 PERCHE’ ERA COMPOSTA DA 4 REATTORI NUCLEARI UNO SOLO E’ COLLASSATO GLI ALTRI HANNO CONTINUATO A FUNZIONARE. PER QUANTO RIGUARDA I BAMBINI QUELLI PIU’ ESPOSTI HANNO PURTROPPO CONTRATTO FORME TUMORALI PRINCIPALMENTE ALLA TIROIDE. BUONA PARTE DEI DECESSI DI CHI ERA STATO CONTAMINATO E’ DOVUTO A CIRROSI EPATICA CHE NON E’ PROPRIAMENTE UN PROBLEMA GENERATO DA RADIAZIONI.

21. max72 - 30 maggio 2008

@Alfiere
letto l’articolo (mi spiace non essermi fatto vivo prima ma lavori in corso in ufficio mi impedivano di commentare ed accedere ad internet) I’articolo “tradotto” dice che dai rifiuti campani i tedeschi della Sassonia, estraggono le cose riciclabili e le riciclano poi probabilmente una parte ce la rivendono, mandando il resto ad un impianto che lavora il “secco” e lo vende alle industrie che lo “BRUCIANO” per produrre energia. Avete ragione le TV ed i giornali dovrebbero parlare del fatto che i tedeschi non sono stupidi e non butterebbero nulla di quello che possono riciclare. Però la parte non riciclabile viene BRUCIATA negli inceneritori, che poi siano di aziende non è consolabile, anche in Italia i Cementifici hanno gli inceneritori sicuramente più inquinanti di quello di BS. Come dovrebbe normalmente avvenire in un paese civile. Sarebbe interessante sapere se lo stesso trattamento della Sassonia avviene anche nelle altre regioni tedesche dove vengono smaltiti i rifiuti campani.

22. Alfiere - 30 maggio 2008

>e fosse vero il video (per vero intendo composto di immagini veramente legate a Chernobyl) mi chiedo che danni abbia fatto sulle malformazioni genetiche la bomba di Hiroshima!!!

Spero che tu stia scherzando. Il tuo post è offensivo per la razza umana…

Sono stato al museo dell’olocausto nucleare a Nagasaki. Evito di descrivere ciò che ho visto.

Ancora oggi nascono bambini malformi per le radiazioni accumulate dai genitori.

Come puoi elencare un numero interminabile di incidenti e poi premere ancora per la tecnologia nucleare? Ma ti rendi conto che quei numeri erano PERSONE? Ti rendi conto dei morti per radiazioni non direttamente riconducibili agli eventi e che quindi non fanno testo? Ti rendi conto ognuna di quelle FUGHE RADIOATTIVE di cui parli ha conseguenze nel presente e nel futuro, anche se nella statistica non compaiono perchè non sono direttamente riconducibili?

MA siamo pazzi? Stiamo cercando di giustificare l’ingiustificabile? Solo per una questione di principio e solo per dimostrare che grillo ha sbagliato?

Pensateci tre volte prima di parlare di certe cose…

Mi auguro che tu ti faccia da solo un esame di coscienza. Scusa se mi sono permesso.

23. Antigrillo - 30 maggio 2008

@ Alfiere,

certo che si tratta di una bufala, costruita su dichiarazioni mal interpretate e confuse di un esponente politico locale tedesco di scarsissimo peso.

Chiunque si sia minimamente interessato alla questione dei rifiuti, capisce benissimo che è impossibile che i rifiuti Campani non differenziati siano completamente riciclati in Germania.

Secondo me pure Grillo lo capisce benissimo. Solo il bene che gli vogliono certi Grillini può portarli a credere che Beppe Grillo sia sbagliato quando ha inventato la favoletta dei rifiuti non bruciati ma integralmente riciclati per essere rivenduti, anche in in Italia, come materia prima.

24. popinga - 30 maggio 2008

Premetto che anche io ero un pò scettico su questa notizia, poi ho cominciato a pensarci un pò sù.
ora noi paghiamo 230 euro alla germania a tonnellata per i rifiuti campani, al netto della spese di trasporto.
Ma chi glielo fà fare di bruciare tutta quella immondizia?
Con sistemi di trattamento meccanici-bilogici possono differenziare il differenziabile. Tanto il costo per fare ciò glielo paghiamo noi, a loro che gliene frega, e poi ovviamente rivendono le materie secondarie, è un giochino dove noi paghiamo e loro guadagnano. Non gli conviene bruciare materiali come umido e plastica (per fare un esempio), perchè ricilandoli hanno un guadagno maggiore.
bonaventura

25. Matteo Maratea - 30 maggio 2008

@Antigrillo

-certo che si tratta di una bufala, costruita su dichiarazioni mal interpretate e confuse di un esponente politico locale tedesco di scarsissimo peso.-

Ti consiglio la carriera di politico! Ci riesci benissimo.

Qualche commento al mio post n. 18?
Grazie.

26. Alfiere - 30 maggio 2008

Antigrillo, perchè leggi solo quello che ti fa comodo?

Riporto quanto detto nell’articolo

I rifiuti che dalla Campania vengono inviati in Sassonia ( Germania ) non vengono bruciati nei “mitici” inceneritori ma selezionati, separati, riciclati, compostati e trattati con sistema meccanico-biologico e l’unica parte secca viene utilizzata come combustibile sostitutivo in impianti industriali comunque esistenti, anziché negli inceneritori.

Dove leggi ricicilaggio al 100%? Il non riciclabile viene bruciato come CdR…… la notizia è che NON VIENE BRUCIATO TUTTO IL RIFIUTO, ma solo lo scarto non riciclabile.

Mi sa che frequentando troppo Grillo sei stato contagiato dall’abitudine di rigirare le notizie come piacciono a te…

27. Alfiere - 30 maggio 2008

Scusa se continuo ma il tuo post è un esempio lampante di “tentativo di deviare l’opinione del lettore”.

>certo che si tratta di una bufala, costruita su dichiarazioni mal interpretate e confuse di un esponente politico locale tedesco di scarsissimo peso.

Hai farcito la frase con molti termini fuorvianti.

>”dichiarazioni mal interpretate”
Da chi? Da Grillo? Da tutti quelli che le hanno lette? Qualcuno le ha interpretate in maniera diversa forse? Davano luogo ad interpretazioni differenti?

>”e confuse”
Ah si?

>”un esponente politico locale tedesco di scarsissimo peso.”
Già il termine LOCALE intenderebbe un politico da quattro soldi; peccato che la germania sia fortemente decentrata come politica, ed i LANDER abbiano un peso rilevante. Di scarissimo peso… ma che, lo conosci? Sei diventato un esperto di politica tedesca?

>Chiunque si sia minimamente interessato alla questione dei rifiuti, capisce benissimo che è impossibile che i rifiuti Campani non differenziati siano completamente riciclati in Germania.

Traduzione: chi non lo capisce non si è interessato alla questione dei rifiuti, o è semplicemente stupido. Quindi chi non la pensa come te è stupido. Inoltre parli di riciclaggio completo, il che è falso e fuorviante perchè nell’articolo non se ne parla mai… quindi cerchi di pilotare il leggente a vedere il falso in un articolo là dove non c’è. Alla Grillo.

>”Secondo me pure Grillo lo capisce benissimo.”
Traduzione: ci prende per il culo

>” Solo il bene che gli vogliono certi Grillini può portarli a credere che Beppe Grillo sia sbagliato quando ha inventato la favoletta dei rifiuti non bruciati ma integralmente riciclati per essere rivenduti, anche in in Italia, come materia prima.”
1. i grillini sono stupidi ed accecati dall’amore per grillo
2. la favoletta dei rifiuti integralmente riciclati l’hai inventata tu e non lui

Insomma caro antigrillo, a furia di andare con lo zoppo hai imparato a zoppicare…

Prego tutti gli antigrilli e antigrillini di continuare a fare il loro lavoro di critica ma di non sacrificare ad esso l’evidenza. E di non andare contro i TEMI proposti da grillo (i TEMI non sono GRILLO) solo per cercare di contrastare il vostro nemico giurato anche quando non c’è motivo di appigliarsi a ciò che dice, pilotando i lettori in modo a dir poco truffaldino.

28. Matteo Maratea - 30 maggio 2008

@Alfiere

idem al limone.

29. Antigrillo - 30 maggio 2008

@ Alfiere

1) Bravo Alfiere, hai scoperto Grillo racconta cavolate: “usata come combustibile” = bruciata.

2) Il Post di Grillo comincia così: “I treni della monnezza vanno a nord. Come uccelli migratori in primavera. Verso l’accogliente Germania che separa i nostri rifiuti e li trasforma in materie prime secondarie e in composti organici per l’industria.”

Questà è una falsità, una bufala, una menzogna, perche i rifiuti vengono anche bruciati!

Ho trovato io stesso un articolo in cui si dice che 160000 tonnellate di rifiuti italiani saranno bruciati in Germania. E’ nel mio post, perché non lo avete letto? Perchè non avete fatto la ricerca su Google che suggerivo con le parole italian trash Germany? http://www.dw-world.de/dw/article/0,2144,3233572,00.html

3) dal post di Grillo “La portavoce del ministero dell’Ambiente della Sassonia”. Negare che un portavoce di un ministero regionale sia un politico di scarsissimo peso vuol dire negare l’evidenza. Il corrispondente italiano sarebbe il portavoce di un assessorato regionale all’ambiente. Manco l’assessore in persona, no il portavoce! Io scrivo che si tratta di un politico di scarsissimo piano, e voi dici che sto mentendo. Ma siamo seri!

4) Se si legge con senza pregiudizi tutto il Post di Grillo si ricava l’impressione che la Germania non incenerisca i rifiuti Campani. A suffragio di questa testi (FALSA) Grillo porta una dichiarazione di una tedesca che parla di ciò che viene fatto a livello locale in Sassonia, il che non dice nulla su ciò che viene fatto nel resto della Germania. La stessa politica di secondo piano della Sassonia nella sua dichiarazione cerca di non dire che i rifiuti Campani vengono inceneriti, probabilmente per non scontentare i suoi elettori Sassoni. Come ha abilmente scoperto Alfiere, e come era ovvio, alla fine si scopre che anche i rifiuti inviati in Sassonia finiscono in parte inceneriti!

30. max72 - 30 maggio 2008

@Alfiere,
Caro Alfiere, non offenderti, ma sei un po’ come tutti noi, ovvero strenuo difensore delle proprie idee e mai disposto a confrontarle, (come vedi ho detto tutti noi quindi non è personale) Ma come fai a sostenere che il video in questione non è sensazionalismo??? Proprio tu essendo stato al museo di Nagasaki dovresti capire cosa vuol dire sensazionalismo…la è ci hanno buttato una bomba che aveva una potenza doppia rispetto a quella di Hiroshima è normale che ci siano state delle conseguenze si trattava di un’esplosione nucleare. Se ti informassi anzichè voler apparire a tutti i costi un “tuttologo” ed andassi a vedere i rapporti ufficiali sul disastro di Chernobyl magari non cadresti anche tu nel sensazionalismo a tutti i costi. Per non farti fare fatica ti allego uno stralcio dei dati ufficiali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (ma tu mi dirai che nasconde dati perchè c’è un complotto, qualcosa da nascondere e così via fatto stà che OMS è riconosciuta i dati di migliaia di morti sono probabilmente molto più realistici se a dirli è un’ubriaco o un demente che attesta che OMS ha qualcosa da nascondere. “Allo scopo di stilare un bilancio scientifico delle vittime, dei danni alla salute e all’ambiente, l’ONU ha promosso un incontro istituzionale, denominato Chernobyl Forum, al quale hanno preso parte fra gli altri l’Organizzazione Mondiale della Sanità, gli istituti superiori di sanità di Russia, Bielorussia e Ucraina, l’UNSCEAR, la IAEA, la FAO etc. con l’assistenza di più di 100 esperti internazionali. Dopo vari incontri, il Chernobyl Forum ha fornito un bilancio[5] che risulta molto meno drammatico di quanto la sensazione collettiva si aspettasse. In particolare, il bilancio delle vittime risulta essere di 2+1+28+19+15 = 65 morti accertati con sicurezza, le cause della cui morte sono così stabilite: 2 lavoratori della centrale morti sul colpo a causa dell’esplosione; 1 per trombosi coronarica; fra i 1057 soccorritori di emergenza, 134 hanno contratto la sindrome acuta da radiazioni e di questi 28 sono morti nei mesi successivi; dei 134 altri 19 sono morti negli anni fra il 1987 e il 2005, ma per varie cause non necessariamente e direttamente imputabili all’esposizione alla radiazione, anzi in molti casi sicuramente no; fra la popolazione all’epoca di età 0-18 anni si sono registrati negli anni 1986-2005 4000 casi di tumore alla tiroide, 9 sono morti per degenerazione del tumore, e altri 6 sono morti ma per cause diverse non imputabili al tumore. A rigore dunque, anche fra i morti accertati come sicuramente dovuti al disastro, la cifra di 65 è da considerarsi in eccesso, essendo invece la cifra di 30 morti (i 2+28 riportati nel rapporto del 2000 dell’UNSCEAR) [6] una stima per difetto, e forse più aderente alla realtà.

L’azione di sorveglianza epidemiologica condotta dagli istituti superiori di sanità di Russia, Bielorussia e Ucraina, così come anche dall’OMS, su liquidatori, evacuati e popolazione residente (5 milioni) a lungo raggio, non ha evidenziato aumento rispetto alla situazione precedente al disastro né di leucemie, né di tumori solidi altri che il tumore alla tiroide, né infine di anomalie genetiche, malformazioni congenite alla nascita, aborti spontanei o riduzione della fertilità. Tuttavia sempre il Chernobyl Forum stima in aggiuntive 4000 morti presunte in eccesso per leucemie e tumori su un arco di 80 anni, morti che non è stato né sarà possibile rivelare epidemiologicamente, distinguere statisticamente rispetto a fluttuazioni casuali, evidenziare rispetto alle circa 1 000 000 di persone che comunque morirà per malattie oncologiche per cause non legate all’incidente. Tumori e leucemie infatti normalmente incidono in media per un 20~25% dei decessi naturali nella popolazione umana.” tutto questo lo puoi trovare anche in Wikipedia.
Prima di sentenziare il n. dei morti dovuti agli incidenti basterebbe vedere che dove ci sono stati morti è evidenziato quanti erano.
Poi, scusa lo sfogo, non essere ipocrita e giocare sui numeri “ma ti rendi conto che erano persone???” Ok smettiamo di girare in auto, visto che ogni anno muoiono solo in Italia 20.000 persone in questo caso continuiamo ad usare l’auto che oltretutto inquina e produce microparticelle cancerogene (sto giocando sul tuo terreno) chissa quindi quanti morti per tumore ai polmoni, smettiamo di lavorare visto che ogni anno nella sola Italia ci sono più di 2.000 morti bianche…Smettiamola di essere ipocriti ed evitare di far passare per mostri quelli che riportano dati ufficiali. A per la precisione a Chernobyl non è esplosa nessuna bomba atomica…Ma fammi il piacere non diventare come i giornali…Ho troppo rispetto per il genere umano per bermi le baggianate che si scrivono.
Ultimissima cosa ti garantisco che di esami di coscienza ne ho fatti molti a volte per sbagli non miei, fanne uno grosso anche tu, penso tu sia molto più giovane di me, non pensare di essere l’uomo più furbo del mondo perchè dici no a questo no a quest’altro , mentre in tutto il mondo si fa quello a cui tu dici no. Fra 10 anni non lamentarti se pagherai di più l’energia elettrica, se non potrai fare figli perchè costano, se non trovi un lavoro vicino a casa, se non potrai permetterti una casa, se …se…se sarà frutto di scelte che stai facendo adesso. Poi ti auguro un futuro eccellente ma ti prego prima di voler far passare per scemo qualcuno come dici tu pensaci almeno 3 volte.
Con simpatia, e rispetto.

31. Alfiere - 30 maggio 2008

@ Antigrillo

Caro antigrillo, come molti italiani purtroppo hai la memoria corta e dai molte cose per scontato. Ho infatti letto il tuo articolo, ho letto l’articolo che hai linkato ed ho fatto anche numerose ricerche su google news. Non ho trovato nulla, e ho dunque scritto, nel commento numero UNO a quest’articolo, che anche a me sembrava una bufala.

Invece, poi, ho trovato delle conferme e dunque le ho postate a favore di tutti.

1. Quando dici che il portavoce del ministero dell’ambiente della sassonia è un politico di scarso peso, forse non tieni conto delle differenze fra italia e germania. Là un “land” è ben diverso da una nostra regione. Sono realtà molto più importanti. Se poi credi che abbia detto balle, perchè non le mandi una mail e le dici “caro politico di scarso peso, hai detto delle balle perchè io ho trovato articoli in cui si dice che i rifiuti li incenerite”.

2. il post di grillo è scritto in modo fuorviante, e sono stato il primo ad ammetterlo. Ma per affermare questo non c’è bisogno di negare che la notizia aveva un fondamento e non era campata in aria. E’ poi stata ingigantita ed imbufalita a mò di grillo, ma questo non autorizza anche noi, più critici, a fare lo stesso. Resta il fatto che una parte (grossa o piccola non si è capito) dei rifiuti campani vengono RECUPERATI E CONVERTITI IN MATERIE PRIME SECONDARIE, DIGESTATO ORGANICO E BIOGAS. E questa, a me, sembra una grande notizia.

Come dice qualcuno, “bonaventura”.

Ora mi leggo il post di max e rispondo pure a lui…

32. max72 - 30 maggio 2008

Tornando al post, a conferma di quanto dice Antigrillo
>BERLINO, 21 MAG – I rifiuti campani già smaltiti in Sassonia non sono stati bruciati nei termovalorizzatori tedeschi, ma sono stati riciclati per ricavarne materie prime secondarie
è sufficiente verificare cosa sono le materie prime secondarie:
Definizione:Le Materie Prime Secondarie sono quei materiali o sostanze derivanti da cicli di recupero di rifiuti al momento in cui non siano necessarie ulteriori trattamenti perchè essi possano essere usati in cicli industriali o commercializzati per il consumo. In tale definizione entrano anche i combustibili.
Quindi in Sassonia (non è detto in tutta la Germania anche se sono convinto che lo faranno in tutta la Germania) hanno differenziato il riciclabile dal non riciclabile ed il non riciclabile è finito in inceneritori, che poi siano di Aziende private o Statali, che servano a produrre energia per l’azienda stessa o per i privati poco importa, comunque questa parte verrà bruciata. Che sia la parte minore dei rifiuti della Campania a venire bruciata è quello che dice un “Politico” quindi mi riallaccio a quanto detto da Antigrillo.

33. Alfiere - 30 maggio 2008

@Max

Allora, caro max, mi sono spiegato molto male.

rimediamo.

>e fosse vero il video (per vero intendo composto di immagini veramente legate a Chernobyl) mi chiedo che danni abbia fatto sulle malformazioni genetiche la bomba di Hiroshima!!!

Ti rendi conto che la frase è davvero un’offesa all’umanità?

andiamo avanti.

Il video non l’ho manco visto, non ne ho bisogno per sapere gli effetti che può avere l’esposizione alle radiazioni… quindi se la tua critica riguarda solo il video che può essere stato gonfiato, è una critica accettabilissima. Ma la critica non può diventare un modo per dire “ma si, alla fine non è successo niente”.

>65 morti accertati con sicurezza, le cause della cui morte sono così stabilite: 2 lavoratori della centrale morti sul colpo a causa dell’esplosione; 1 per trombosi coronarica; fra i 1057 soccorritori di emergenza, 134 hanno contratto la sindrome acuta da radiazioni e di questi 28 sono morti nei mesi successivi; dei 134 altri 19 sono morti negli anni fra il 1987 e il 2005, ma per varie cause non necessariamente e direttamente imputabili all’esposizione alla radiazione, anzi in molti casi sicuramente no; fra la popolazione all’epoca di età 0-18 anni si sono registrati negli anni 1986-2005 4000 casi di tumore alla tiroide, 9 sono morti per degenerazione del tumore, e altri 6 sono morti ma per cause diverse non imputabili al tumore.

Ti sembra poco? Cavolo, che ottimista!

>L’azione di sorveglianza epidemiologica condotta dagli istituti superiori di sanità di Russia, Bielorussia e Ucraina, così come anche dall’OMS, su liquidatori, evacuati e popolazione residente (5 milioni) a lungo raggio, non ha evidenziato aumento rispetto alla situazione precedente al disastro né di leucemie, né di tumori solidi altri che il tumore alla tiroide, né infine di anomalie genetiche, malformazioni congenite alla nascita, aborti spontanei o riduzione della fertilità.

Scusami ma questa mi sembra difficile da digerire… nessuna malformazione alla nascita? Scusami ma mi sembra davvero difficile da digerire….

>Poi, scusa lo sfogo, non essere ipocrita e giocare sui numeri “ma ti rendi conto che erano persone???” Ok smettiamo di girare in auto, visto che ogni anno muoiono solo in Italia 20.000 persone in questo caso continuiamo ad usare l’auto che oltretutto inquina e produce microparticelle cancerogene (sto giocando sul tuo terreno)

Infatti! Applichiamo un piano trasporti SERIO, iniziative di filiera corta, miglioriamo il trasporto su treni anzichè fare solo la TAV e lasciare l’italia nel medioevo… miglioriamo il trasporto merci fluviale e marittimo, e vedi che le auto ed i camion si usano di meno….

>chissa quindi quanti morti per tumore ai polmoni, smettiamo di lavorare visto che ogni anno nella sola Italia ci sono più di 2.000 morti bianche…

No, piuttosto miglioriamo le condizioni di sicurezza sul lavoro, che ne pensi?

>penso tu sia molto più giovane di me, non pensare di essere l’uomo più furbo del mondo perchè dici no a questo no a quest’altro , mentre in tutto il mondo si fa quello a cui tu dici no.

Un pò generalizzante. Innanzitutto se mi hai letto nei vari commenti in questo forum avrai notato che raramente dico no, mentre solitamente dico “preferirei di no, ma accetterei a patto che si facesse così e cosà”. Chi dice “no” a priori a qualcosa è solo un presuntuoso o è qualcuno che ama battibeccare per pura questione di principio. E non penso assolutamente di essere l’uomo più furbo del mondo, in quanto i miei errori li ammetto (quasi) sempre.

> Fra 10 anni non lamentarti se pagherai di più l’energia elettrica,

Perchè non mi dovrei lamentare? E’ colpa mia se aumenta l’energia elettrica? Mettendo i pannelli solari fra 10 anni io ci GUADAGNO sull’energia elettrica… non è colpa mia se il petrolio aumenta, mi spiace. Nè se il nucleare è una scelta anacronistica e poco realizzabile.. non è colpa mia, mi spiace

>se non potrai fare figli perchè costano,

Neanche questa è colpa mia

>se non trovi un lavoro vicino a casa, se non potrai permetterti una casa, se …se…se sarà frutto di scelte che stai facendo adesso.

Secondo me è frutto di ben altre scelte. Ma qui andiamo nelle opinioni…

Comunque vorrei chiederti: come mai ogni anno i bambini di chernobyl vengono mandati in vari posti del mondo, a chi li voglia ospitare, per disintossicarsi?

Mi spiace ma non vedo come si possa dire “ma dai, alla fine non è successo niente” … non vedo come si possa giustificare la frase

“e fosse vero il video (per vero intendo composto di immagini veramente legate a Chernobyl) mi chiedo che danni abbia fatto sulle malformazioni genetiche la bomba di Hiroshima!!!”

e non vedo come si possa fare con tanto candore un elenco di tutti quegli incidenti occorsi in centrali nucleari o simili come se si trattasse di un bagno che è straripato. Come non si possa capire che le radiazioni immesse nell’ambiente, le scorie radioattive presenti nelle acque, non spariscono nel nulla ma qualche effetto lo provocano! Effetti non sempre riconducibili all’evento, e che quindi non figurano nelle statistiche… ma questo non vuol dire che non esistono.

LA statistica è una brutta bestia. Siccome statisticamente non ci possono essere due bombe nello stesso aereo, basta portarsi dietro una bomba per volare sicuri?

Scusami ma il tuo post secondo me continua a essere offensivo per l’umanità. Dal basso dei miei 28 anni.

34. antibeppegrillo - 30 maggio 2008

@ Alfiere, @ Matteo

NOTIZIA STRAORDINARIA! LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NON SERVE PIU !

Beppe Grillo ha scoperto che la Germania riesce a riciclare completamente i rifiuti indifferenziati della Campania!

D’ora in avanti non sarà più necessario scocciare i cittadini di tutta Europa con la raccolta differenziata, basterà usare il metodo di Beppe Grillo e della “portavoce del ministero dell’Ambiente della Sassonia” per riciclare completamente tutti i rifiuti indifferenziati e guadagnarci pure.

Viva Grillo!
Viva la “portavoce del ministero dell’Ambiente della Sassonia”!

35. Alfiere - 30 maggio 2008

Caro antibeppegrillo, stai per caso finendo le cartucce?

Provi ad acquistare consensi in questo modo?

I rifiuti indifferenziati possono essere separati e riciclati, ma ovviamente ciò richiede un tempo maggiore ed implica un efficienza minore del sistema, in quanto la percentuale di riciclo purtroppo si riduce. La differenziata migliora il sistema di riciclo perchè lo rende più accurato e più rapido, perchè parte da materiale già preselezionato ed in condizioni migliori, che consentono ad esempio una ulteriore differenziazione a mano (vedasi centro di riciclo di vedelago che ho postato in smaltimento rifiuti)

>Beppe Grillo ha scoperto che la Germania riesce a riciclare completamente i rifiuti indifferenziati della Campania!

Aridaje. Abbiamo già detto che Grillo ha amplificato la notizia dandola in modo fuorviante e trasformandola in una bufala. Perchè lo rifai anche tu? Perchè ti abbassi agli stessi livelli di grillo?

Abbiamo già detto mille volte che non riciclano totalmente i rifiuti, in tutti i commenti precedenti.

E’ assurdo come si possa trasformare una notizia…. invece di dire “incredibile, e io che pensavo li bruciassero tutti” diventa “AAAA E’ UNA BUFALAAA IN PARTE LI BRUCIANO ANCORAAAA!!”

Uff….

36. Piero - 30 maggio 2008

Ma la sassonia non e’ la patria della fata turchina?
Dove le aziende aptrono la spazzatura indifferenziata e nonostante il tempo ed i costi riescono a separare tutti i rifiuti (ovviamente fallendo il giorno dopo).
Ma dove vivete?
Ma ringraziate che non inceneriscono anche i treni con cui trasportano quell’ammasso di rifiuti…

37. Alfiere - 30 maggio 2008

Finalmente il commento di un esperto! 😀

38. popinga - 30 maggio 2008

@ antibeppegrillo
non sò se quello che hai scritto era riferito anche a me,
comumque cerco di risponderti, sentendomi chiamato in causa.
Di sicuro i tedeschi non recuperano il 100% della materia dei rifiuti napoletani, anche perchè alcune cose sono di per sè indifferenziabili (vedi carta plastifica, tubetti di dentifrici, lamette ecc………). Tuttavia, non credi che possa essere accettabile l’idea che possano recuperare il differenziabile? Rispondimi a questo.
Paghiamo 230 euro a tonnellata: anche se assumono qualcuno apposta, per separare i rifiuti differenziabili, ci vanno sempre in attivo, tanto lo paghiamo noi il tizio. Danno lavoro e recuperano materia prima secondaria gratis, tutto a nostre spese.
Sul modo di comunicare di grillo: mi stupisco che tu ancora ti stupisca di beppe grillo. E’ un comico, non un politico, non un messia. Mette in evidenza problemi, tutto qui.
bonaventura

39. Alfiere - 30 maggio 2008

Caro esperto, se vuoi vedere come si differenziano dei rifiuti indifferenziati, prova a dare un’occhiata qui…

http://www.arrowbio.com/

c’è un video che dovrebbe essere abbastanza interessante…. usato in ISRAELE, giusto per rispondere a quelli che dicono che la soluzione “NO INCENERITORI” va bene solo in nazioni che hanno molto spazio tipo canada.

40. antibeppegrillo - 30 maggio 2008

1) Alfiere, un po’ scherzavo, un po’ usavo in maniera disinvolta un metodo di analisi matematica: la dimostrazione per assurdo. Per dimostrare la falsità di un’affermazione, si ipotizza che l’affermazione sia vera, si traggono da essa delle conseguenze logiche e si arriva ad un assurdo, ottenendo il mitico “c.v.d.”

2) proprio non riesco ad entusiasmarmi per una frase buttata lì, senza dettagli e senza numeri, da una politica di scarso peso della Sassonia, probabilmente per tranquillizzare i Sassoni giustamente preoccupati per l’arrivo dell’immondizia straniera.

Soprattutto non riesco ad entusiasmarmi quando, facendo un minimo di ricerche, scopro da altre fonti che in Germania sono bruciate decine di migliaia di tonnellate di rifiuti Campani.

Se il ministero dell’Ambiente tedesco pubblicasse un rapporto ufficiale in cui viene descritto nel dettaglio e soprattutto in maniera quantitativa che fine fanno i rifiuti Campani che arrivano in Germania, allora forse persino un Antigrillo scettico si potrebbe entusiasmare.

41. matteo maratea - 30 maggio 2008

L’Antigrillo incomincia a deragliare!
ripeto:
L’Antigrillo incomincia a deragliare!

P.S:Ricordi il post n.18?

42. antibeppegrillo - 30 maggio 2008

@ popinga,

scrivevo soprattutto a Matteo Maratea e ad Alfiere, perché la tua posizione mi era sembrata era più articolata.

Non so rispondere bene alla tua domanda, perché ci sono pochissimi elementi, solo una frase buttata lì.

L’unico numero che ho a disposizione sono i 230 Euro a tonnellata di costo per noi. Poi non ho la minima idea di quanto viene riciclato, di quanto costa il lavoro di riciclo, di quanto si può ricavare dalla vendita di materie prime, di quanta parte dei rifiuti venga bruciata e di quanta finisca in discarica.

I tedeschi si tengono questi dati ben stretti, perchè la loro pubblicazione potrebbe portare problemi di consenso per i politici tedeschi o per quelli italiani.

43. Piero - 30 maggio 2008

@ Alfiere

non ho tempo di cercare un video con la fata turchina e le mirabolanti magie che ti sconvolgerebbero….

44. Alfiere - 30 maggio 2008

Piero non devi cercare, te l’ho già postato

http://www.arrowbio.com/

basta cliccare play

45. antibeppegrillo - 30 maggio 2008

@ Matteo n.18

Io sono convinto che Beppe Grillo abbia grandi meriti. Non dimentico che senza di lui questo Blog e questa discussione appassionante non esisterebbero.

So benissimo che le centinaia di migliaia di persone che lo seguono hanno imparato molto da lui. Però credo che Beppe Grillo dovrebbe maggiore rispetto a tutti coloro che lo leggono regolarmente.

Confezionare queste bufale e propinarle a chi crede in lui, significa predisporre queste persone a credere anche alle bufale di altri.

Io, nel mio piccolo, anche se a volte non riesco ad essere obiettivo, almeno lascio ampio spazio a chi corregge i miei errori. Così chi ci legge oltre alle nostre idee, acquisisce anche il nostro metodo di dibatto, il nostro senso critico e la nostra capacità di confrontare punti di vista in molti casi opposti.

Di tutte queste cose io vi ringrazio. Scusate se ogni tanto, preso dalla foga della discussione, dimentico di ringraziarvi.

46. max72 - 30 maggio 2008

@Alfiere
Penso sia difficile un punto di incontro.
>e fosse vero il video (per vero intendo composto di immagini veramente legate a Chernobyl) mi chiedo che danni abbia fatto sulle malformazioni genetiche la bomba di Hiroshima!!!

E’ volutamente forte per far capire la gravità di un’esplosione nucleare rispetto ad un incidente nucleare.Spesso sono considerati uguali.E comunque guardalo non parlare per partito preso.
>65 morti accertati con sicurezza…ti sembra poco???Che ottimista???
Non sono ottimista e nemmeno ipocrita (penso) so solamente che 65 morti accertati per il disastro Chernobyl siano una “fortuna” rispetto alle decine di migliaia che la gente ha pensato e pensa siano perite a causa dell’incidente. 65 morti non avrebbero fatto quel clamore che 20 anni fa fece la notizia dell’incidente nucleare, 20 anni fa si parlava di ricadute su milioni di persone in 20 anni!!!! 20 anni fa con Chernobyl si fermo, solo in Italia, la corsa al nucleare, con danni che stiamo pagando ancor oggi e continueremo a pagare. 20 anni fa se avessero detto 65 morti Gorbachow non si sarebbe accorto che disastro avrebbe potuto comportare una guerra nucleare e, fortunatamente pensando che Chernobyl avrebbe fatto centinaia di migliaia di morti disarmò le testate nucleari Russe e fortunatamente iniziò a farlo anche l’America. 65 morti sono o no molti di meno di quanti tu pensavi???
Se ti sembra difficile da digerire il fatto che scienziati, non russi, certifichino che nei vent’anni successivi all’incidente non ci sono stati aumenti di malformazioni nei bambini è un problema tuo, manda gli scienziati che conosci tu a verificare o parla con chi a Chernobyl c’è stato.
>Infatti! Applichiamo un piano trasporti SERIO, iniziative di filiera corta, miglioriamo il trasporto su treni anzichè fare solo la TAV e lasciare l’italia nel medioevo… miglioriamo il trasporto merci fluviale e marittimo, e vedi che le auto ed i camion si usano di meno….

Certo e dove li troviamo i soldi per sviluppare un piano trasporti SERIO, e dove troviamo i consensi??? Miglioriamo il trasporto merci fluviale??? Il Po è il fiume più grande d’Italia e per lunghi tratti non è navigabile 9 mesi l’anno, prima per rischio piena poi per siccità. Renderlo navigabile costerebbe miliardi di Euro (Magistrato per il Po, vedi un po’ il suo bilancio) moltiplica il tutto per tutti i fiumi che vuoi rendere navigabili.

>chissà quindi quanti morti per tumore ai polmoni, smettiamo di lavorare visto che ogni anno nella sola Italia ci sono più di 2.000 morti bianche…
No, piuttosto miglioriamo le condizioni di sicurezza sul lavoro, che ne pensi?
Penso che tu sia uno studente…di leggi sulla sicurezza ce ne sono già tante, non dico di toglierle, ma andrebbero applicate quelle che ci sono (il tuo è il famoso populismo) Ci sono talmente tante norme che nemmeno gli addetti alla sicurezza le conoscono tutte, se sei un datore di lavoro che dici ai dipendenti di mettere il caschetto e loro non lo mettono non puoi licenziarli (art.18 lo si voleva cancellare ricordi??) se poi per disgrazia cade un mattone in testa al dipendente e questo muore ti fanno chiudere l’azienda, ti indagano, ti rovinano economicamente e se non ti va bene finisci anche in galera. Non sono le condizioni a dover migliorare ma la coscienza di chi lavora!

Dire “preferirei di no ma accetterei se si facesse così” equivale ad un no. Cosa vuol dire??? Che le centrali nucleari non le vuoi ma se fossero costruite quelle di quarta generazione si??? Bene la quarta generazione ci sarà forse fra 4 o 5 anni poi servono 4 o 5 anni a costruirla e nel frattempo continuiamo a produrre energia bruciando petrolio e eventualmente rifiuti intossicando il pianeta, e pagando l’energia più di oggi. Non tirarmi fuori “sviluppando energie alternative” una centrale di 3^ generazione produce un Gw, per ottenere 2 Kw con pannelli solari servono circa 20 mq…quindi per ottenere la stessa produzione di una centrale di 3^ generazione servono 10.000.000 di mq ovvero un appezzamento di terra largo e lungo più di 3 km!!! e dove ce lo mettiamo??? E la terra per costruirlo a chi la espropriamo, e chi ci vivrebbe vicino??? Senza contare fra 20 anni quando dovrà essere smaltito dove le mettiamo 400.000 tonnellate di silicio??? L’Italia ha bisogno ogni giorno di 56 GW di potenza utilizzando solo il solare servirebbero 560.000.000 di mq cioè 560 km quadrati di pannelli per un peso di 22.400.000 tonnellate di silicio (so che non useremmo solo il solare, fra 20 anni forse ma oggi non è possibile)
Sono d’accordo con te che queste tecnologie vanno sviluppate ma nel frattempo abbiamo bisogno di energia, per produrre anche quello che non ci serve, quindi dovremo risparmiare in energia ma ne avremo sempre comuque bisogno siamo già in ritardo di 20 anni su tutto aspettare lo sviluppo quindi altri 10 anni ci può costare molto caro. Oltretutto se in Italia non fosse possibile costruire le centrali l’Albania si è offerta per diventare il primo paese del mondo in concentrazione di Centrali Nucleari…proprio scemi…Attento l’Albania non è lontanissima dalla Puglia mi sa che ti devi trasferire…
Fra 10 anni ci guadagnerai con l’energia elettrica se installi i pannelli solari…Ecco i pannelli li ho e siccome ho fatto i conti è più conveniente installarli per riscaldare l’acqua comunque…A casa pagavo circa 150 € al mese all’Enel per energia poi ho installato i pannelli solari 26.000 €. 150X12X10 = 18.000 € ho speso di più che con Enel nei primi 10 anni arrivo in pari dopo circa 15 anni (se i prezzi rimangono questi, non valutando il rimborso sulle tasse) dopo 10 anni i pannelli hanno bisogno di manutenzione non più garantita, altri 1.200 Euro annui..hanno una dispersione di energia annua e dopo 20- 30 anni vanno cambiati…altri 27.000 € di fra 20 anni.Ergo: la scelta del pannello solare su casa tua non devi farlo per economicità ma per responsabilità verso il tuo futuro!!! (se si hanno 26.000 euro da destinare a questo scopo e tu mi dirai dovrebbe fornirli lo Stato, ma lo Stato non ce li ha i soldi per darteli!)
Per quanto riguarda i vari se, hai ragione ho parlato per esperienza personale…ovvero ho dovuto fare i conti con le scelte che hanno fatto i miei genitori, non è colpa tua certo, che sarà colpa tua lo dirà tuo figlio…
Come mai bambini di Chernobyl vengono mandati ogni anno in varie parti del mondo… Ti prego non parlare per luoghi comuni o cose che non conosci… qui a Mantova tante famiglie ospitano i famosi “Bambini di Chernobyl” e non li ospitano per disintossicarli dalle radiazioni ma per disintossicarli da una vita che gli ha dato genitori irresponsabili, spesso tossici o alcoolizzati, una società (Ex USSR) che se ne frega dei diritti dei bambini, spessissimo sono orfani, non perchè i genitori sono morti per le radiazioni, ma perchè i genitori sono poveri o incoscienti e li hanno abbandonati, tantissimi vengono infatti da istituti ed orfanotrofi (Ricordi la bambina bielorussa di Genova???) Se conosci qualche badante Ukraina prova a parlarle degli uomini, dei mariti, di quanto bevono e di come trattano mogli e figli…

“ma dai non è successo niente” io non l’ho mai detto…i dati sostengono che tutto è stato molto gonfiato per fare notizia.

>e non vedo come si possa fare con tanto candore un elenco di tutti quegli incidenti occorsi in centrali nucleari o simili come se si trattasse di un bagno che è straripato. Come non si possa capire che le radiazioni immesse nell’ambiente, le scorie radioattive presenti nelle acque, non spariscono nel nulla ma qualche effetto lo provocano! Effetti non sempre riconducibili all’evento, e che quindi non figurano nelle statistiche… ma questo non vuol dire che non esistono.

E’ inutile parlare di opinioni, le tue sono tali, non ci sono dati che attestano quello che dici, quando troverai dei dati sarò felice di sostenere le tue tesi. Non puoi dire “Come non si possa capire che le radiazioni immesse nell’ambiente…..” a sostegno di una tesi, io potrei nello stesso modo sostenere che tutte quelle radiazioni non hanno fatto male a nessuno visto che esclusi i morti citati nel primo post, non ci sono prove che dimostrano un aumento delle morti dovuto alle radiazioni.

La statistica è una brutta bestia solo quando non fa comodo…
>Siccome statisticamente non ci possono essere due bombe nello stesso aereo, basta portarsi dietro una bomba per volare sicuri?
No perchè se voli su un aereo diretto negli USA e ti trovano la bomba gli “Sceriffi dell’aria” hanno l’ordine di abbatterti!!!
E poi statisticamente è provato che ci sono più bombe su un aereo…pensa ai dirottatori…

Scusami ma i tuoi commenti continuano secondo me a dimostrare che non vuoi avere un punto di incontro. E se il mio post continua ad essere offessivo per l’umanità è perchè probabilmente quell’umanità preferisce sentirsi offesa che scoprire un’altra verità.
PS. Col fatto che sostenevo che sei più giovane di me non intendevo dimostrare che ne sai meno, anzi, ma che forse l’età ti fa vedere le cose anche sotto altri aspetti oltre all’etica.
Con rispetto.

47. max72 - 30 maggio 2008

@Alfiere…
Parlando per frasi fatte…Anche i Tedeschi quando venne loro imputato l’olocausto si sentivano offesi…Prova ad andare a Dachau e chiedere ad un tedesco la strada…vedrai la reazione. Però mi sembra che gli Ebrei li abbiano uccisi veramente o no??

48. Alfiere - 30 maggio 2008

>E’ volutamente forte per far capire la gravità di un’esplosione nucleare rspetto ad un incidente nucleare.Spesso sono considerati uguali.E comunque guardalo non parlare per partito preso.

chernobyl è ovviamente molto meno grave, peccato che non si tratti di un atto di guerra

>65 morti accertati con sicurezza…ti sembra poco???Che ottimista???
Non sono ottimista e nemmeno ipocrita (penso) so solamente che 65 morti accertati per il disastro Chernobyl siano una “fortuna” rispetto alle decine di migliaia che la gente ha pensato e pensa siano perite a causa dell’incidente.

Guarda che non mi riferivo solo ai morti, per me anche 4000 tumori (QUATTROMILA TUMORI ALLA TIROIDE) sono abbastanza “dannosi”, per usare un eufemismo. Ma forse i tumori contano solo se muori… che importa se uno si ammala solamente. Comunque 65 morti sono molti di meno di quelli che pensavo – e di quelli che PENSO, dato che purtroppo sono ancora convinto che sia impossibile certificare tutte le morti. Comunque se io mi becco un tumore alla tiroide non è che salto per la gioia….

Riguardo i bambini, mi chiedo allora perchè vengano proprio da chernobyl… coincidenza?

>Certo e dove li troviamo i soldi per sviluppare un piano trasporti SERIO, e dove troviamo i consensi??? Miglioriamo il trasporto merci fluviale??? Il Po è il fiume più grande d’Italia e per lunghi tratti non è navigabile 9 mesi l’anno, prima per rischio piena poi per siccità.

Ok molto probabilmente per il trasporto fluviale ho detto una minkiata… i soldi non li troveremo MAI (i consensi si), per un semplice motivo: guarda un pò il governo Berlusconi che tagli ha fatto per sostenere i suoi “cavalli di battaglia” di maggiore appeal e che fanno più audience… CONSIGLIO LA LETTURA A TUTTI
http://verraungiorno.blogspot.com/2008/05/thats-all-fake.html

Per quanto riguarda l’energia: mai sentito parlare del solare termico?
http://www.repubblica.it/2007/03/sezioni/ambiente/energie-pulite/rubbia-solare/rubbia-solare.html

A proposito, io non studio, lavoro, e sul mio posto di lavoro le normative le faccio accettare. Che lavoro faccio? sono un militare… e ti assicuro che vado di persona ad assicurarmi che i miei uomini indossino sempre i dispositivi di protezione individuale e non operino mai in modo pericoloso quando effettuano lavorazioni.
Ci vogliono sanzioni per i lavoratori che non rispettano le norme di sicurezza, che no nsiano il “licenziamento”. Noi abbiamo il vantaggio di avere sanzioni disciplinari, in ambito civile dovrebbero mettere sanzioni pecuniarie.

>a sostegno di una tesi, io potrei nello stesso modo sostenere che tutte quelle radiazioni non hanno fatto male a nessuno visto che esclusi i morti citati nel primo post, non ci sono prove che dimostrano un aumento delle morti dovuto alle radiazioni.

chissà come mai qunado mi devo fare l’RX al torace mi chiedono il consenso informato, spiegandomi quali danni fanno le radiazioni… chissà perchè l’amianto un tempo era normalmente utilizzato… ma perchè bisogna aspettare che qualcuno certifichi che qualcosa fa male prima di ammetterlo? Solo per questioni dip rincipio?

>Sono d’accordo con te che queste tecnologie vanno sviluppate ma nel frattempo abbiamo bisogno di energia, per produrre anche quello che non ci serve, quindi dovremo risparmiare in energia ma ne avremo sempre comuque bisogno siamo già in ritardo di 20 anni su tutto aspettare lo sviluppo quindi altri 10 anni ci può costare molto caro. Oltretutto se in Italia non fosse possibile costruire le centrali l’Albania si è offerta per diventare il primo paese del mondo in concentrazione di Centrali Nucleari…proprio scemi…Attento l’Albania non è lontanissima dalla Puglia mi sa che ti devi trasferire…

Dire “preferirei di no” significa che non mi fido di determinate tecnologie, ma sono comunque una scelta meno peggio.

Preferirei non avere inceneritori, ma se mi danno certezze che si situino dietro i processi di recupero e trattamento meccanico biologico potrei anche accettarli (in germania ad esempio fanno così).
Preferirei non avere centrali nucleari, ma sono meglio del petrolio. Di sicuro non sono meglio di uno sviluppo delle fonti rinnovative, di sicuro il loro sviluppo tanto decantato è abbastanza ipotetico, dato che per costruirle ci vorranno anni, di sicuro sono pericolose e non mi piacciono, ma se davvero arrivassimo ad uno scenario come quello prospettato da antigrillo, ovvero 40% nucleare, 45% rinnovabile e 11% idroelettrico ripeto che ci metterei la firma.
Dico no al nucleare perchè non voglio che si percepisca come un punto d’arrivo, e non come un tramite.
Dico no al nucleare perchè non mi fido dei nostri tecnici e delle nostre centrali… figuriamoci di quelli albanesi! Pensi che non stia SUDANDO FREDDO?
Dico no al nucleare perchè se gli stessi soldi lli investiamo nel rinnovabile è meglio.

Ma sono stufo di abituarmi al meno peggio, voglio pensare al meglio… il nucleare è il meno peggio. Gli inceneritori sono il meno peggio (rispetto alla discarica). Ma se c’è il meglio perchè mi dovrei accontentare?

Poi siete incontentabili, uno dice “NO” e vi secca, dice “SI MA” e vi secca… che ve devo dì?

Il tuo post è lungo quindi sicuramente mi son scordato qualcosa.

@antigrillo
Ti scrivo qualcosina della PICCOLA REGIONE della sassonia

Con una superficie di 18.400 km² e una popolazione di 4,6 milioni di abitanti, la Sassonia (in tedesco Sachsen, in sorabo Sakska) è il decimo per area, ma sesto per popolazione tra i sedici Bundesländer (stati federali) della Germania. Creato a seguito della riunificazione tedesca nel 1990, occupa all’incirca l’area dell’ex regno che portava lo stesso nome (1806-1918). La capitale è Dresda.
http://it.wikipedia.org/wiki/Sassonia
Sì, avete capito bene… è uno STATO federale. Altro che padania.

49. frank - 30 maggio 2008

@max 72
dunque cerco di andare con ordine.

Argomento: nucleare e sue possibili conseguenze.

Signori, io non sono ne’ uno scienziato atomico ne’ un medico ne’ un testimone oculare (per fortuna) degli avvenimenti. Pero’ ci sono alcune sensazioni (non chiamiamoli dati di fatto) da tenere presente.

Nessuno di noi sa, o ha elementi sufficienti a valutare tutta una serie di effetti, morti, conseguenze e cose varie.

A cosa ci dobbiamo appigliare per avere una idea di come stanno le cose? vediamo quali sono le cose sicure.

Dall’incidente di chernobil ne’ e’ venuta fuori una contaminazione cosi’ vasta da raggiungere addirittura localita’ ben distanti dalla centrale.
La densita’ di popolazione vivente nei pressi della centrale non era affatto trascurabile.
Gli interventi a caldo non erano tecnicamente preparati tanto che moltissimi dei soccorritori ci hanno rimesso la pelle, solo loro in numero ben superiore ai 69 di cui parli.
Sappiamo tutti quanto l’unione sovietica era trasparente all’epoca, e’ trapelato poco e di certo gli interessi economici erano e sono tutti contro la divulgazione delle vere conseguenze di un fatto del genere.
Sappiamo che le conseguenze di una contaminazione continuano a mietere vittime ogni anno in maniera diretta (gente che muore per diretta contaminazione) o indiretta (assunzione di alimenti contaminati etc)
Le immagini di fatti drammatici non vengono divulgate per non turbare l’opinione pubblica (molte persone che sostengono per esempio l’intervento in iraq cambierebbero idea se fossero costrette ogni giorno a vedere le conseguenze pratiche dell’utilizzo delle armi).
L’organizzazione mondiale della sanita’ e’ gia’ stata in passato al centro di diversi scandali e se vogliamo aprire questo filone sono interessatissimo. Verifichero’ se e’ vero cio che dici sui dati oms su cernobil e se veramente dovessi riscontrare che hanno avuto il coraggio di dire che a chernobil sono morte solo 69 persone comincio a ridere e non mi fermo piu’.

Non proseguo oltre su cernobil adesso, ma riprenderemo questo argomento nel momento in cui avro’ reperito qualche fonte piu’ attendibile dell’oms.

Prendo atto’ pero’ che c’e’ un sacco di gente che non ha minimamente capito la malafede che c’e’ dietro alcune organizzazioni che non sono costituite da filantropi ma sono a tutti gli effetti delle aziende pur se sulla carta non lo sono. Le decisioni/pareri di organizzazioni come l’oms hanno una influenza notevole sul business e innumerevoli pressioni arrivano da tutte le parti. Migliaia di persone in tutte il mondo sono regolarmente impiegate al fine di orientare questa o quella pronuncia da parte di questo o quell’organismo. Si chiama lobbysmo e negli stati uniti e’ addirittura legale, poiche’ si parte dal presupposto che non viviamo nelle favole e quindi e’ meglio regolamentare una cosa del genere anziche’ fare come gli italiani.

Si da il caso che quando sento qualcuno che ripete a macchinetta i dati forniti dall’oms al fine di corroborare una tesi, mi viene da sorridere.
Mi viene da sorridere perche’ mi chiedo come si fa ad essere cosi’ ingenui.
Ti faccio un esempio stupidissimo che ci riguarda tutti da vicino e riguarderebbe molto da vicino l’oms, se servisse a qualcosa.
L’acqua in bottiglia che tutti, beviamo. Pensiamo per esempio ad un padre di famiglia che va al supermercato e compra una bottiglia di acqua panna o ferrarelle o quella che ti pare.
L’allocco in questione ha dei bambini piccoli e pensa che l’acqua in bottiglia sia piu’ pure e controllata di quella del rubinetto.
Ora si da il caso che se l’acqua panna o ferrarelle uscisse dal rubinetto anziche’ dalla bottiglia sarebbe illegale. Poiche’ contiene percentuali tali di sostanze cancerogene da superare i limiti imposti dalla legge per le acque correnti.
Dunque l’allocco in questione ogni volta che da’ un bel bicchiere di acqua panna al proprio piccolo allocco in realta’ sta piano piano riempiendo il piccolo corpicino di sostanze alla lunga piuttosto pericolose.
CI sono degli accordi internazionali che faranno si’ che nel 2012 o simili le acque minerali dovranno adeguarsi ai limiti imposti per le acque normali.
Ora chi ha un po’ di immaginazione puo’ inquadrare il ruolo di molte istituzioni, o presunte tali, riguardo al tema della salute del cittadino.
La salute del cittadino non porta utili. la commercializzazione del nimesulide invece ne porta tanti, quindi se qualcuno muore cosa ci importa?
Poi ci sono gli attori principali.
Tutte queste corporation delle acque, del petrolio, dei telefoni cellulari, delle auto, delle industrie atomiche che stanno facendo secondo te caro max 72?
Sono solamente imprenditori che fanno il loro lavoro e pagano le tasse?
certo che lo sono, ma allo stesso tempo complottano contro i nostri interessi che sono spesso divergenti dai loro.
pagano giornalisti, politici, medici al fine di creare opinione.
Hai idea di quanti soldi hanno incassato vari giornalisti per affrontare in maniera edulcorate i temi dei telefoni cellulari oppure del ritalin?
Quando poi salta fuori qualcuno a fare le pulci a questi signori ecco che si muovono gli automi.
Gli automi sono coloro i quali pensano di pensare. coloro che danno per scontato che una asserzione dell’oms o dell’istituto superiore di sanita’ non possa che essere verita’. E bevono tutti contenti l’acqua panna.

In conclusione. io non mi fido di nessuno, e tantomeno di chi asserisce cose che vanno nella stessa direzione di tutta una serie di interessi economici.

L’esperienza mi ha insegnato che la realta’ e’ mille volte peggiore di quello che sembra. il problema e’ che uno ci deve sbattere il grugno da solo, senno’ non capisce.

Io non dico che un post e’ offensivo per l’umanita’, anche se potrei dirlo. Dico che e’ offensivo per l’umanita’ intera che non si riesca ad avere dei comitati di saggi che riescano ad essere indipendenti dai figli di puttana che ci venderebbero l’arsenico puro se fosse loro permesso.
Personalmente ritengo che l’unico modo sarebbe sottrarre completamente la medicina all’economia, farla diventare un mondo a parte nel quale non ci possano essere profitti per nessuno.
Oggi come oggi, se uno scoprisse una cura miracoloso per il cancro, il business delle chemioterapie e’ talmente grosso che probabilmente verrebbe intercettato e messo in condizioni di non nuocere.o almeno il rischio che cio’ accada e’ possibile.
siamo ridotti ad ascoltare un comico che ci parla di cose come queste. siamo ridotti a fare le pulci ad un comico su quello che risponde al vero oppure no.
I 69 morti non mi convincono affatto perche’ all’epoca avevo gia’ capacita’ di ragionare, ed ho visto diversi documentari negli anni successivi.
Vado a studiare e ci risentiamo su questi 69.

50. frank - 30 maggio 2008

non c’e’ nemmeno bisogno di grosse ricerche. la tua fonte e’ wikipedia, se pero’ di legge tutto l’articolo si desumono cose interessanti.

Migliaia di soccorritori, centinaia di migliaia di abitanti evacuati dopo due giorni.
Livello di radiazioni
Le radiazioni nei pressi del reattore misuravano ben 20 000 Röntgen/ora. Considerato che in una città europea la pietra misura circa 20 micro-Röntgen, ovvero 0,00002 Röntgen, il valore rilevato nei pressi della centrale era 1 miliardo di volte superiore a quello naturale. Sono sufficienti 500 Röntgen per uccidere un essere umano distribuiti in un lasso di 5 ore. Molti operatori furono esposti ad una dose mortale di radiazioni nell’arco di pochi minuti. Solo una piccola parte degli strumenti di rilevazione a disposizione erano in grado di effettuare misure fino a 360’000 Röntgen/ora (R/h); molti di quelli impiegati arrivavano ad un massimo di 3,6 R/h. In alcune zone, visto che la propagazione delle radiazioni è a macchia di leopardo, i valori stimati superavano di oltre 5000 volte il valore riportato dagli strumenti meno efficienti. A causa dei valori fuori scala riportati, il capo ingegnere Alexander Akimov suppose quindi che il reattore fosse ancora intatto. Nonostante questo rimase, senza alcun indumento protettivo, nel reattore n°4 della centrale assieme alla sua squadra. Morì assieme ad altri suoi colleghi a distanza di pochi giorni, nel maggio del 1986, per la prolungata esposizione alle radiazioni.

Ci sono immagini a iosa di migliaia di persone che circolano senza alcuna protezione.

Vogliamo dire che 2+2 non fa quattro?

Greenpeace ha contestato questo studio dei 69, fatto da tutta una serie di organizzazioni totalmente intattendibili. parla di 200.000 vittime globali.

Non so quale sia la verita’, me non credi che ci sia qualcosa che puzza gia’ incrociando questi pochi scarni dati?

la volonta’ sovietica di non rivelare ha ingigantito enormemente le conseguenze.

Il tutto si e’ saputo perche’ gli effetti hanno raggiunto la svezia e tutta l’europa.

Pensi che la verdura prodotta in ucraina in tutti questi anni sia stata buttata? Tutti i bovini dell’intera unione sovietica sono forse stati abbattuti?

io credo che il mondo faccia talmente schifo che non mi sorprenderebbe affatto, per assurdo, se il nostro ministero della difesa avesse acquistato migliaia di capi di questi bovini per farli congelare e mangiare ai nostri soldati. Non ci crederesti?

Adesso vado e cercare qualcosa di piu’ serio di wikipedia e greenpeace. ma gia’ basta a chi abbastanza neuroni liberi per capire.

Viva l’oms, viva la fao

51. frank - 30 maggio 2008

ringrazio max72 perche’ mi ha fatto un assist gigantesco. ho fatto un piccolo ripasso.
fonte bbc
http://search.bbc.co.uk/cgi-bin/search/results.pl?uri=%2Farchive%2Ftitanic%2F&go=toolbar&q=chernobyl

approfondimenti
http://news.bbc.co.uk/1/hi/in_depth/europe/2006/chernobyl/default.stm

UNA COSA MOLTO MOLTO INTERESSANTE
all’Organizzazione Mondiale per la Sanita’ (OMS) e’ legalmente vietato diffondere informazioni che possano danneggiare l’immagine dell’Associazione Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA). Come risultato, l’OMS puo’ solo sottoscrivere le posizioni dell’AIEA, che attribuisce l’aumento di numerose patologie tumorali (elencate nel libro) allo “stress”. Facendo qualche ricerca su Web, si trova presto una rete internazionale di associazioni impegnate a chiedere che questo divieto venga rimosso. In Italia, ce n’e’ una che si chiama Progetto Humus e in questo forum c’e’ il racconto aggiornato sulla petizione che sta portando avanti (sottoscrivibile fino al 5 Giugno 2008).

in questa vicenda ce n’e’ per tutti i gusti, cio’ che mi sembra certo e’ che non solo e’ stato un massacro di civili (76 villaggi morti), non solo c’e’ stato un massacro di soccorritori inviati da tutta l’urss e sfuggiti ad ogni statistica, ma c’e’ anche una strage che e’ continuata.

ALLA LUCE DI TUTTO CIO, E DI TUTTO CIO’ CHE CHIUNQUE PUO’ TROVARE IN RETE EVITANDO WIKIPEDIA, DOVRESTI VERGOGNARTI.

chiudo qui, ci sono fonti talmente vaste ed autorevoli che basta aver voglia di capire.

52. frank - 30 maggio 2008

http://www.repubblica.it/2006/c/sezioni/esteri/cherno/cherno/cherno.html fonte guardian

commemorazione commissione europea
http://www.eu2006.gv.at/fr/News/Statements_in_International_Organisations/UN/2804Chernobyl.html

„Chornobyl is a word we would all like to erase from our memory. It [opened] a Pandora’s box of invisible enemies and nameless anxieties in people’s minds, but which most of us probably now think of as safely relegated to the past. Yet there are two compelling reasons why this tragedy must not be forgotten. First, if we forget Chornobyl, we increase the risk of more such technological and environmental disasters in the future. Second, more than seven million of our fellow human beings do not have the luxury of forgetting. They are still suffering, every day, as a result of what happened 14 years ago. Indeed, the legacy of Chornobyl will be with us, and with our descendants, for generations to come.”

Kofi Annan, April 2000

TUTTO CIO’ E’ UN FANTASTICO ESEMPIO DI COSA E’ IL MONDO, LA RAGION DI STATO E LA MANIERA DI SOSTENERE DEGLI INTERESSI ECONOMICI IN CONTRASTO CON I VERI INTERESSI DEI CITTADINI.

MEDITATE GENTE MEDITATE SUL NUCLEARE A CASA NOSTRA RILEGGENDO QUESTI FATTI, COME SONO STATI TRATTATI E COME CI VENGONO PRESENTATI ADESSO DA OMS E COMPAGNIA CANTANTE.

E MEDITATE SUL FATTO CHE MENTRE VOI IGNARI SOSTENETE UNA TESI, ALCUNI DEI POLITICI DI RIFERIMENTO STANNO IN QUESTO ISTANTE ALLE MALDIVE A SPESE DELL’AIEA O DEGLI IMPRENDITORI CHE GUADAGNERANNO DALLA COSTRUZIONE DELLE CENTRALI.

UNA PER REGIONE HO SENTITO DIRE. OTTIMA IDEA. COMPLIMENTI.

53. frank - 30 maggio 2008
54. Ciro Malommo - 30 maggio 2008

io so solo che quando a Beppe mi ha detto di mettere l’olio di colza nella mia uno turbo benzina, mi si è fuso il motore. Quindi ha ragione antigrillo. Bel blog continui cosi

55. ilaria - 30 maggio 2008

Considerazione pratica:
quando penso a quanto noi italiani siamo bravi in manutenzione ordinaria (vedi i corsi d’acqua in questi giorni), a quanto siamo bravi a rispettare le normative in tema di sicurezza (vedi morti bianche),
e poi penso a nuove centrali nucleari in Italia, ed alla nostra capacità di mantenerle in perfetto stato e conformi alla normativa per tutto il periodo di attività, e anche dopo…

brrr, mi vengono i brividi.
E penso che vengano anche a tutti gli altri paesi europei.

buonanotte

56. Ennio - 30 maggio 2008

@ilaria

Infatti noi italiani non dovremmo far nulla… dovremmo tutti quanti tornare alle carrozze…
italinai pizza pasta mandolino.
Mi raccomando stacca anche il gas che chissà in che condizioni saranno le tubature…
Perche’ non cominci spegnendo il pc… okkio che anche quello è pericoloso….

57. Matteo Maratea - 30 maggio 2008

@Ciro Malommo

m’ hà ess proprij ‘ndin!!!

58. frank - 31 maggio 2008

totale condivisione di cio’ che ha detto ilaria.

59. popinga - 31 maggio 2008

Il nucleare è un’illusione. Non si farà mai ed è inutile anche parlarne.
una centrale costa 4/5miliardi di euro, abbiamo il terzo debito pubblico più grande al mondo, nessun privato investe o vuole investire nel nucleare. Ma di cosa stiamo parlando……il nucleare è come il ponte sullo stretto, un’illusione. Mamma mia come riesce a manipolare la gente l’unto dal signore.

fonte ilsole24ore, sicuramente non di parte antinucleare:

-Il rischio di aumentare il debito pubblico è messo in evidenza anche dal Wall Street Journal, in un commento di Henry Sokolski focalizzato sulla scelta nucleare. Il debito è già il terzo al mondo e il governo italiano sembra
ansioso di «scavare più a fondo». Gli impianti nucleari promessi da Berlusconi «non saranno mai costruiti».

Sokolski cita tre ragioni: i costi di costruzione astronomici, i tempi di costruzione da uno a due decenni, il fatto che nessuna comunità italiana voglia un reattore nucleare nelle vicinanze. I reattori di quarta generazione promessi – osserva l’esperto – non sono ancora stati pienamente progettati e ci vorranno 20-25 anni per costruirli. II reattori nucleari non risolveranno nessun problema energetico almeno per un decennio, mentre gli alti costi e l’opposizione politica sono significativi e immediati.

E allora perché fare un annuncio ora? Gli esperti di energia si legge sul quotidiano finanziario Usa sospettano che l’annuncio di Berlusconi faccia parte di uno sforzo a lungo termine delle maggiori aziende di servizi pubblici europee di far fuori i concorrenti minori, facendo in modo che ci siano massicci appoggi governativi per programmi nucleari grandi e costosi. «Gli italiani e gli europei possono solo sperare che questa congettura sia semplicemente sbagliata». Spezzando una lancia per la concorrenza nel settore energetico, Sokolski conclude dicendo che l’Italia e l’Europa «farebbero bene a stare lontane da investimenti energetici che nessuna banca privata farebbe senza il sostegno del governo. Per il momento, ciò deve comprendere il nucleare»-

bonaventura

60. frank - 31 maggio 2008

consiglio visione del documentario the battle of chernobyl di cui posto il link della prima parte. ci sono interviste interessantissime (tra cui numerosi interventi do gorbachov che da solo fa capire molte cose) e soprattutto una gran quantita’ di immagini dell’epoca.
Dalle quali si vedono chiaramente migliaia di individui che circolano come se niente fosse. con livelli di contaminazione altissimi.
Moltissimi di questi sono morti o moriranno in altre zone rispetto a quella del disastro.

@popinga
pensi che una cosa, in quanto irrazionale e non conveniente non verra’ fatta? qui basta che si ungono i meccanismi giusti e ce ne fanno 2 per regione da milano a roma e 4 per regione nel sud.

61. romebigbrother - 31 maggio 2008

cose meravigliose escono fuori, uno dei principali scienziati responsabili della ripulitura e’ stato espulso dall’unione sovietica per aver rivelato delle dimensioni del disastro piuttosto diverse da quelle ufficiali.
Il contingente inviato in zona che ha combattutto per giorni per evitare l’ingigantirsi del disastro era composto da 10.000 uomini.
Ci e’ voluta una settimana per riuscire a spegnere l’incendio del reattore.
Ci vorrebbero far credere che sono morti solo in 34 tra i soccorritori. parliamo di gente che, come vedete nelle immagini, correva perche’ gli era stato detto che dovevano terminare le operazioni entro un certo numero di secondi altrimenti sarebbero stati contaminati.senza protezione alcuna. Gli altri 9970 stanno na favola. sicuro.

62. Alfiere - 31 maggio 2008

@ popinga

E’ tutto ieri che cerco quell’articolo per postarlo, meno male che l’hai trovato tu!! Thanks!

63. antibeppegrillo - 31 maggio 2008

Siamo seri, Chernobyl era una scassata centrale nucleare di un paese comunista che nemmeno era in grado di dare da mangiare ai propri cittadini senza costringerli a file di ore.

Le centrali che è necessario costruire in Italia saranno quelle di terza generazione, uguali alle più moderne centrali francesi.
Le centrali nucleari danno oggi alla Francia l’80% della sua elettricità e l’indipendenza dal quel petrolio che preso costerà più del Dom Perignon.

64. Alfiere - 31 maggio 2008

” Quando è stato costruito l’ultimo reattore in America? Nel 1979, trent’anni fa! Quanto conta il nucleare nella produzione energetica francese? Circa il 20 per cento. Ma i costi altissimi dei loro 59 reattori sono stati sostenuti di fatto dallo Stato per mantenere l’arsenale atomico. Ricordiamoci che per costruire una centrale nucleare occorrono 8-10 anni di lavoro che la tecnologia proposta si basa su un combustibile, l’uranio appunto, di durata limitata. Poi resta, in tutto il mondo, il problema delle scorie”.
“Non esiste un nucleare sicuro. O a bassa produzione di scorie. Esiste un calcolo delle probabilità, per cui ogni cento anni un incidente nucleare è possibile: e questo evidentemente aumenta con il numero delle centrali.”

Carlo Rubbia, premio Nobel per la fisica.

Volete vedervi un pò di altri incidenti nucleri poco noti? Andate qui…
http://www.fisicamente.net/index-1065.htm
Ma dopotutto se le statistiche dicono che le radiazioni noon fanno male non c’è da preoccuparsi vero?

65. popinga - 31 maggio 2008

@ frank
“pensi che una cosa, in quanto irrazionale e non conveniente non verra’ fatta? qui basta che si ungono i meccanismi giusti e ce ne fanno 2 per regione da milano a roma e 4 per regione nel sud.”

penso che senza i soldi necessari le promesse non si mantegono, ma restano tali. Noi quei soldi non li abbiamo. Un privato, senza interventi pesanti dello stato, non si sognerebbe mai di investire nel nucleare ( o nuculare, come dice homer simpson).

@antibeppegrillo
Il petrolio è molto più impoertante del dom perignon, è normale quindi che sia destinato, prima o poi, a costare di più.
Le mie soluzioni: risparmio energetico e fonti rinnovabili.
Chi saprà sfruttare meglio l’energia (lo sai che in media una casa italiana consuma 20 metri cubi di metano il metro quadroall’anno , mentre in germania consumano al massimo 7 metri cubi di metano al metro quadro, fino ad arrivare a case che ne consumano 1,5…….ed in germania fà più freddo che in italia) e metterà i pannelli solari risentirà poco del prezzo del petrolio e del gas.
Poi ci sono interventi che dovrebbero spettare alla pubblica amministrazione locale come parchi eolici, idroelettrico, geotermico.
Specializiamoci nella produzione di macchine ad alta efficenza energetica.

PS una domanda sui pannelli solari, per chi ce l’ha:
è vero che l’enel ti paga l’energia prodotta dai tuoi panneli solari la metà di quella che l’enel vende a te?

66. frank - 31 maggio 2008

caro antigrillo, forse non ci siamo capiti.

qui non stiamo parlando di cosa sia conveniente e cosa non lo sia, materia perlaltro anch’essa piuttosto controversa.

qui stiamo palrlando di rischi connessi ad un programma del genere, stiamo parlando del fatto che le necessita’ dei business tavolta o molto spesso comandano sulla pelle dei cittadini.

Anche nelle cosidette centrali di nuova generazione ci sono diversi problemini come si puo’ constatare leggendo l’articolo marchetta del corriere della sera di oggi a pagina 8. La ditta costruttrice appalta il coperchio a una ditta polacca, purtroppo essi sbagliano, anni di ritardi e rischi. Pero’ il giornalista ci informa del fatto che l’autorita’ ci ha regolarmente informato tutte le volte che si cono stati dei problemi cosidetti critici. che gentili.

Caro antigrillo, a me non me ne frega nulla se anche il nucleare dovesse essere la cosa piu’ conveniente del mondo.
Chi ragiona in questo modo e’ tipicamente abituato a osservare le cose dal punto di vista del profitto e della convenienza economica.

Peccato che la convivenza umana (o supposta tale) si dovrebbe fondare sul benessere dei cittadini e non sul guadagno di imprese possedute da alcuni.

Non ho la benche’ minima internzione di vivere nei pressi di una centrale nucleare.

Non ho la benche’ minima fiducia in amministratori corrotti, assenteisti e quant’altro.

Non ritengo che un governo in carica 4 anni abbia la facolta’ di decidere un programma che ne dura 20, con il rischio piu’ che concreto che al primo ribaltone si mandi tutto a puttane.

La paura di noi cittadini, paura tutt’altro che irrazionale visti i precedenti, va rispettata.

Questa paura nasce fondamentalmente da un assunto, il fatto che la questione nucleare sia un busineess.

Se, per assurdo, lo stato investisse interamente in proprio per dotarsi di una fonte di energia sarebbe diverso.
Qui chi ci incula sistematicamente sono le imprese, italiane o straniere, che per aumentare i loro profitti ne combinano di tutti i colori. E gli amministratori corrotti completano l’opera.
L’unico modo e’ sottrarre queste attivita’ alle imprese, fare in modo che nessuno abbia da guadagnarci se il coperchio della centrale e’ fatto a cazzo.

Poi c’e’ l’argomento terrorismo. Grazie ai casini combinati in questi ultimi anni non mi pare proprio il caso.

In ultimo ma dovrebbe essere per primo. il benessere dei cittadini.

Ma ci rendiamo conto della follia dei nostri investimenti? Abbiamo i tribunali senza cancellieri ne’ carta, mancano i fondi ufficialmente ah ah ah ah ah ah
Abbiamo polizia senza benzina, abbiamo scuole che fanno schifo rispetto a quelle tedesche, abbiamo aule universitarie che fanno pieta’. Nella ricerca siamo tornati all’eta della pietra.
I nostri ospedali fanno schifo, la gente muore a mazzi per malasanita.
Insomma, possibile che con tutti i casini che abbiamo ci sia qualcuno che ha il coraggio (perche’ ci vuole coraggio) di proporre investimenti biblici per il ponte di messina, il nucleare, stadi e controstadi e chi piu’ ne inventa si faccia avanti.

Ci sara’ un giorno in cui vorrete guardare in faccia la vergogna di un ospedale italiano rispetto ad uno tedesco o finlandese?
Ci sara’ un giorno in cui ci renderemo conto che prima di cercare di avvicinarci alla francia o alla finlandia dobbiamo prima staccarci dagli standard africani?

Nella vita’ ci dovrebbero essere delle priorita’ importanti. il diritto alla salute viene prima del diritto delle imprese. Quando avremo sistemato le cose in maniera tale da poterci dire un paese civile, allora forse se ne potra’ parlare.

Nel frattempo, e ci vorrano molti anni prima di riuscirci, abbiate la compiacenza di non ritenere la convenienza un valore, prima viene la vita ed il benessere dei cittadini.

Qui, ora, siamo al malessere dei cittadini, come evidente a tutti. tranne a quelli che pensano solo agli affari loro.

Chi non se ne accorge e’ perche’ non ha problemi di soldi, salute, casa o giustizia.

Se poi tutto cio’ non sembrasse convenicente, basta vedere come ancora oggi ci nascondono la verita’ su quello che e’ successo a chernobyl e le vere conseguenze per tutti.

Per avere un consenso si arriva a riscrivere una storia che non e’ riscrivibile. Hanno gioco facile a dirci che cristo e’ morto in croce, oppure che l’unita’ d’italia e’ stata una cosa stupenda.

Purtroppo non c’erano telecamere quindi non si puo’ avere altre fonti.

Per sfortuna dell’aiea, dell’oms e dell’antigrillo le telecamere non sono morte a chernobyl come coloro che le tenevano in spalla.

Ci raccontano ancora oggi di un genocidio, di un gruppo di eroi forzati alla morte per salvare il resto d’europa, perche’ se fossero scoppiati anche gli altri 3 reattori sarebbe stata praticamente la fine del mondo.
Oltre alle telecamere , alcuni dei protagonisti sono sopravvissuti quanti basta per cercare di informare il mondo.

Mentre ancora oggi la gente muore e soffre, mentre moltissimi si sono suicidati, i capi del mondo ci raccontano una favoletta talmente ridicola che ritengo essere la bufala piu’ grossa che abbia mai sentito.

Rigrazio ancora max72 che ripetendo queste cazzate mi ha fatto scoprire il caso piu’ clamorosamente evidente della sporcizia della razza umana.

In tanti altri casi non possiamo sapere come realmente stanno le cose. questo invece e’ clamorosamente lampante.

Basta fare un po’ di ragionamenti su che fine avranno fatto i 100.000 soldati, i 140.000 residenti, e tutti quelli che dopo quel giorno sono nati da quelle parti, hanno mangiato verdure prodotte da quelle parti?

Un genocidio. gli affaristi vogliono che questa storia sia minimizzata, e gli scienziati si prestano.

bella gente tutti quanti.

67. frank - 31 maggio 2008

@alfiere
mi e’ venuta la pelle d’oca leggendo quell’elenco. credo proprio che faro’ qualche ricerchetta anche su questi altri.
Interessante che tra tutto quell’elenco l’unico caso in cui non si nulla di nulla e’ relativo alla casaccia.
s’e’ rotto un vasetto di plutonio, magari lo hanno buttato nel lago di martignano………dove andavo a fare il bagno.

68. antibeppegrillo - 1 giugno 2008

@ Alfiere:

“Quanto conta il nucleare nella produzione energetica francese? Circa il 20 per cento”.
Hai la fonte di questa sorprendente citazione di Rubbia?

https://antigrillo.wordpress.com/energie-rinnovabili/#comment-3271

Secono l’International Energy Agency la Francia produce:

77% della propria elettricità dal Nucleare,
13% dal fossile,
9% dall’idroelettrico,
1% dalla somma di solare, eolico geotermico.

69. Alfiere - 1 giugno 2008

@popinga
qui c’è un video molto carino che parla di solare e di finanziamenti statali
http://it.youtube.com/watch?v=gi3vfcARBEg

@antigrillo
Guarda, sarò franco, anche a me sembra assolutamente sottostimato il 20%…. però l’ho riportato perchè forse è calcolato in modo diverso, magari parla del fabbisogno energetico totale (anche i trasporti ad esempio) e non della produzione elettrica…. non ho trovato nemmeno io fonti, la produzione elettrica è molto più verosimile nelle percentuali che hai postato tu.

@frank
mi hai fatto venire in mente una cosa… Max72 parlava di cirrosi epatica, ed in effetti non riuscivo ad incastrare questo tassello. Poi ho capito… in una situazione mortale e terribile come quella di chernobyl, povertà, radiazioni, freddo glaciale, morti, malattie, tumori, bambini con tumori ovunque (ma tanto non sono mortali quindi non fanno statistica), CI CREDO che la gente si ubriachi….

70. Ciro - 1 giugno 2008

Compa, io ci vivo a CHiaiano e tu non hai idea di quello che succede, chi ti paga Berlusconi? Veltroni? Ma ti rendi conto? Richiamo di ammalarci di tumori, noi i nostri figli le nostre mogli e devo leggere cazzate scritte da uno come te?Perche non vieni a vivere a CHiaiano? Forza veni a vivere proprio di fronte la discarica, vieni a vivere in mezzo la monnezza, le scorie, e tutti i materiali che possano aumentare le possibilita di ammalrs di tumore, sai che la percentuale di ammalati di tumore in queste zone e aumentata di sproposito, per puro caso?
Sto male a leggere di persone che solo per avere un poco di notorieta scrivono cazate su un blog o un sito, dovreste vergognarvi e vuoi anche fare l’inteliggente a parlarne quando tutti gli esperti del mondo ci hanno avvertito dei pericoli, ti auguro con tutto il cuore di vivere quello che stiamo vivendo noi cosi forse invece di scaricare cazzate sui siti capirete.
Magari la prossima volta dirai che l’amianto fa bene alla salute.
TI aspettiamo a Chiaiano, magari vieni e spiegaci,guardandoci in faccia, perche dobbiamo prenderci tumori e morire per aiutare il vostri governanti del cazzo, perche io ai miei figli non lo so spiegare, l’unica soluzione che ho trovato e stat quella di lasciare la citta e andare in un altra, sperando di poterlo fare.
Ti auguro di vivere in una casa di amianto e diossine e altre cazzate varie.ciao

71. frank - 1 giugno 2008

e venendo ai rifiuti, ma questa discarica fantasma che se fosse stata usata non ci sarebbe stato questo casino? qualcuno ne sa qualcosa?

72. grillosologrillo - 2 giugno 2008

http://it.youtube.com/watch?v=syJzVR9uzzU
guardate questo video sul riciclo dei rifiuti.
Leggete anche il post di Grillo a riguardo
informatevi!!!! voi antigrillini

73. grillosologrillo - 2 giugno 2008

e questo è anche molto interessante http://it.youtube.com/watch?v=VJ7ZWkSPqOM anzi illuminante direi

74. Matteo Maratea - 2 giugno 2008

ANTIGRILLOOOO!!!!!!

“Come è possibile che nessuno si sia posto il tema di usare questa discarica, che da sola, è in grado di contenere tutti i rifiuti della Campania per 6 mesi, e dunque, USANDOLA, NON CI SAREBBE MAI STATA L’EMERGENZA. Naturalmente bisogna fare tutto quello che stiamo facendo per risolvere globalmente il problema, ma quella discarica, da sola, ELIMINAVA L’EMERGENZA e di danni devastanti che il paese e la Campania hanno subito”
Assessore tecnico all’ambiente della Regione Campania
Walter Ganapini

ANTIGRILLOOOO!!!!

CORRIERE DELLA SERA – 15 FEBBRAIO 2008
C’è un piano sepolto dal 2003 in un cassetto
di Gian Antonio Stella

Se fosse un furbo matricolato, il nuovo assessore campano all’ambiente (e all’immondizia) Walter Ganapini avrebbe potuto farselo pagare un’altra volta, il piano per la raccolta differenziata. E
potete scommettere che nel casino avrebbe pure trovato chi gli scuciva i soldi. Ma siccome un furbone non è, il tecnico chiamato al capezzale (meglio: al cassonetto) di Napoli oggi dirà in giunta:
«Il piano per salvare la città è questo». Miracolo! Due giorni dopo la nomina! Che svelto! Che genio! «No: il piano era in un cassetto. Già pronto. L’avevate dimenticato lì dal 2003».
Da non credere. Ma come: sono quindici anni che viene prorogata l’emergenza, quindici anni che si chiudono e si riaprono discariche, quindici anni che vescovi e camorristi e ambientalisti duri
e puri marciano insieme sia contro le discariche sia contro gli inceneritori sia contro gli impianti di compostaggio, quindici anni che tutti si riempiono la bocca con le parole magiche raccolta
differenziata» e allargano le braccia imponenti davanti all’ineluttabilità del destino e cosa salta fuori? Che avevano già tutto per partire. Tutto. In ogni dettaglio. E non partirono mai.
Lo studio particolareggiato per avviare operativamente la raccolta differenziata sotto il Vesuvio era stato commissionato nel 2002 dal Conai (il Consorzio nazionale imballaggi delegato dal decreto Ronchi a seguire il passaggio dal sistema delle discariche a un sistema integrato basato sul recupero e sul riciclo dei rifiuti) al milanese Fortunato Gallico. Il quale, ai tempi in cui era ai vertici dell’Amsa, la municipalizzata ambrosiana, aveva già affrontato con Walter Ganapini, allora assessore ambientalista della giunta comunale del leghista Marco Formentini, la grande crisi del 1995. Quando la capitale lombarda era stata messa in ginocchio dalla chiusura della discarica di Cerro Maggiore e i suoi abitanti, costretti a farsi carico del problema, si erano rapidamente adeguati alle nuove regole. Passando in quattro settimane, fiore all’occhiello di Ganapini e della giuntamilanese, dal 12 al 33%.
Insomma: tra tante follie e tanti sprechi incredibili, il Commissariato partenopeo quella volta si era mosso bene. Andando a scegliere uno che «quella cosa lì» l’aveva già fatta con successo.
Gallico aveva accettato l’incarico, aveva messo insieme una squadra di persone di cui si fidava e insieme erano scesi a Napoli battendola per mesi e mesi, strada per strada. Fino a trarne un piano
chiaro e preciso sul «come» passare dall’emergenza perenne con le montagne di spazzatura alla raccolta differenziata. Quella che, in caso di successo, avrebbe non solo tolto «’a munnezza» dalle
strade ma avrebbe spezzato la diffidenza secolare della gente permettendo di fare anche gli impianti del Cdr e i termovalorizzatori.
Le fasi operative erano tre. Una prima, sperimentale e immediata, su un pezzetto soltanto della città.
Una seconda, di avviamento, che doveva coinvolgere 300 mila abitanti di Fuorigrotta, Chiaia e Bagnoli.
Una terza, l’allargamento della raccolta «porta a porta», quella che funziona meglio, a tutta la metropoli campana.
Belle parole, chiacchiere, pensamenti? Ma niente affatto.
Tutto operativo. Vicolo per vicolo, condominio per condominio, numero civico per numero civico, scala per scala. Con la segnalazione di ogni punto in cui andavano messi i bidoni. La nota se in
quella palazzina c’era o non c’era il portiere. Il percorso che via via avrebbe dovuto fare ogni camioncino. I giorni e gli orari del passaggio. Tutto ma proprio tutto, nei minimi particolari. Così
che Napoli potesse immediatamente partire con il nuovo sistema svelenendo finalmente anni di risse, crisi e tensioni. Soddisfatto del lavoro, Fortunato Gallico consegnò il pesante malloppo di 400
pagine all’inizio del 2003. Fu pagato, ringraziato, elogiato: «Bravi, complimenti! Buon rientro a Milano. Venite a trovarci…».
Da quel momento, pluff! Il piano sparì nel nulla. E per anni, mentre
periodicamente si accumulavano cataste di pattume e si scatenavano rivolte di piazza, ogni tanto qualcuno sospirava: «Ah, se facessimo la raccolta differenziata…». Oppure: «Ah, se avessimo un
piano…». O ancora: «Bisognerebbe far fare un piano operativo ». Cinque anni sono passati, da allora. Cinque anni d’inferno, sul fronte della spazzatura prima che Ganapini scoprisse quel progetto
già bello e fatto che vuole avviare subito, immediatamente, dal primo marzo. E fa sorridere, a distanza di tanto tempo e dopo questa ennesima sorpresa del tormentone, rileggere cosa diceva
Antonio Bassolino alla fine di gennaio di quel 2003: «Auguro a chi parla di fallimenti nella vicenda dei rifiuti in Campania di “fallire” come abbiamo “fallito” noi. Sarebbe un bene per il Paese. Visto
che noi, in appena due anni, abbiamo fatto un lavoro enorme che non ha precedenti in Italia».
Chissà se lo direbbe ancora.

75. Matteo Maratea - 2 giugno 2008

Vi prego di rileggere questi post scritti dall’Antigrillo e di postare in merito una vostra opinione sulla reale conoscenza del problema spazzatura che ha l’autore.
Grazie

– I bambini non si usano come scudi umani. Mai Dicembre 25, 2007
– Un paese in cui un magistrato arrogante… Gennaio 15, 2008
– Beppe Grillo sulla spazzatura a Napoli: non ci resta che piangere
Maggio 26, 2008
– Grillo e gli inceneritori Gennaio 8, 2008
– Beppe Grillo, la legalità e la spazzatura Febbraio 23, 2008
– Grillo, chiedi scusa a Napoli per la tua demagogia! Febbraio 24,
2008
– Grillo cerca di far credere che la Germania non bruci i rifiuti italiani.
Sarà la solita bufala alla Grillo? Maggio 28, 2008

Questa frase è illuminante:
In realtà Beppe Grillo dovrebbe chiedere scusa perché, avendo lottato contro la legittima costruzione degli inceneritori previsti, è uno dei primi responsabili per la crisi della spazzatura a Napoli.

76. popinga - 2 giugno 2008

@grillosologrillo

“e questo è anche molto interessante http://it.youtube.com/watch?v=VJ7ZWkSPqOM anzi illuminante direi”

E’ un pacco questo video…..
Il 99% di recupero dei rifiuti avviene sulla raccolta differenziata e non su rifiuti indifferenziati, quindi, prima si devono differenziare e poi si riesce a recuperare il 99% dei materiali. Per piacere non cadiamo nel ridicolo, se esistesse davvero una soluzione così semplice sarebbe inutile fare la raccolta differenziata.

@ matteo
Il sito dell’antigrillo è una campana importante perchè, come si evince dal suo nome, cerca di trovare delle falle nei ragionamenti di grillo. Al di là dei suoi post, è un luogo di discussione molto ma molto più interessante del sito di beppe grillo poichè ci sono punti di vista differenti e si può avere un confronto con chi non la pensa come te.
Non puoi pensare che tu o grillo abbiate sempre ragione a prescindere da tutto. Quelli che cercano soluzioni alternative a quelle proposte da grillo non sono spinti dall’odio verso BG, cercano solo di pensare con la propria testa, ben sapendo che un comico può mettere in evidenza i problemi, ma raramente saprà trovare soluzioni efficaci a tali problemi.
bonaventura

77. frank - 2 giugno 2008

pensano con la propria testa? mah, tutto da dimostrare.
io sarei molto interessato a capire se e’ vero o no che esiste questa discarica fantasma.
Se fosse vero, credo che qualcuno dovra spiegare parecchie cose.
Che fenomeni da baraccone che siamo

78. popinga - 2 giugno 2008

@ frank
“pensano con la propria testa? mah, tutto da dimostrare.”

Devo dire che i personaggi che frequentano questo sito, in genere, lo fanno. Sia i grillini che gli antigrillini.
A difesa di griilo, và detto che c’è libertà di espressione anche sul suo blog. Infatti, come ricorderete, quando c’è stata la famosa vicenda dei redditi online, molti frequentatori di quel blog hanno preso posizione contraria rispetto al comico.
Ritornando alla tua domanda: ognuno ha le sue convinzioni, non puoi dire che chi non la pensa come te, lo faccia solo perchè non ragiona con la propria testa. Sicuramente ci sono i pecoroni sia da una parte che dall’altra.

“io sarei molto interessato a capire se e’ vero o no che esiste questa discarica fantasma.
Se fosse vero, credo che qualcuno dovra spiegare parecchie cose.
Che fenomeni da baraccone che siamo”

Io credo che, anche se non esistesse questa discarica fantasma, qualcuno dovrà dare parecchie spiegazioni. Se fosse per me, prenderei tutti i sindaci di napoli degli ultimi 15 anni, tutti i commissari straordinari per i rifiuti, tutti gli assessori all’ambiente del comune di napoli e li sbatterei dentro per due o tre anni almeno.
Ma sicuramente non accadrà perchè in questo paese manca totalmente il senso di responsabilità, nessuno è mai responsabile di qualcosa,

79. romebigbrother - 2 giugno 2008

bella idea, sai come cantano. basta ingabbiare seriamente due usignoli, bassolino e jervolino, dopo 30 giorni di isolamento ci fanno tutta la lista delle compravendite……

80. Matteo Maratea - 2 giugno 2008

@ popinga

-Il sito dell’antigrillo è una campana importante perchè, come si evince dal suo nome, cerca di trovare delle falle nei ragionamenti di grillo. Al di là dei suoi post, è un luogo di discussione molto ma molto più interessante del sito di beppe grillo poichè ci sono punti di vista differenti e si può avere un confronto con chi non la pensa come te.
Non puoi pensare che tu o grillo abbiate sempre ragione a prescindere da tutto. Quelli che cercano soluzioni alternative a quelle proposte da grillo non sono spinti dall’odio verso BG, cercano solo di pensare con la propria testa, ben sapendo che un comico può mettere in evidenza i problemi, ma raramente saprà trovare soluzioni efficaci a tali problemi.-
bonaventura

Ti ringrazio per questa specie di difesa all’Antigrillo, so che lui non ne ha bisogno, ma purtroppo sei fuori strada. Tu tralasci la parte più importante e cioè i post scritti dall’autore che da il nome a questo blog.
Non c’è dubbio che i commenti che lasciamo noi utenti sono costruttivi per un confronto di idee e opinioni, ma dimentichi che i post che ci propone l’Antigrillo partono sempre da una sua interpretazione dei post di grillo e, sempre senza dimenticare, li scrive in questo modo:
In realtà Beppe Grillo dovrebbe chiedere scusa perché, avendo lottato contro la legittima costruzione degli inceneritori previsti, è uno dei primi responsabili per la crisi della spazzatura a Napoli.
https://antigrillo.wordpress.com/2008/02/24/grillo-chiedi-scusa-a-napoli-per-la-tua-demagogia/
Adesso, alla luce dei nuovi sviluppi della situazione Spazzatura-Campania ti sembra una riflessione oggettiva?
O, come sto scrivendo ironicamente da un pò, su questo blog si continua a fare gossip?
A mio avviso, se questo luogo virtuale deve essere “un luogo di discussione molto ma molto più interessante del sito di beppe grillo poichè ci sono punti di vista differenti e si può avere un confronto con chi non la pensa come te” lo deve essere dalla base, cioè dall’imput che il nostro caro Antigrillo ci da alla stesura dei suoi post.

Antigrillo tu cosa ne pensi?

81. grillosologrillo - 2 giugno 2008

POPINGA come fai a dire che è un pacco il filamto inserito da me …..ma allora vi manda qualcuono…si non avevamo dubbi
siete sfacciatamente comandati da qualcuno
by by

82. frank - 2 giugno 2008


UN GRUPPETTO DI SAGGI, parafrasandoli oggi
you can blame the youth, you theach them in school
you teach in school about cristoforo colombo, and you say it was a very good man,
you teach in school about garibaldi, and you say it was a very good man,
you teach in school about almirante, and you say it was a very good man,
you teach in school about andreotti, and you say it was a very good man
you can blame the youth, not at all

83. denpulsante - 2 giugno 2008

@81. grillosologrillo
Mi pare che di quel filmato ne avessimo già discusso da qualche parte…. Non mi ricordo… mi pare che Alfiere avesse segnalto un comune che riciclasse il 90% dei riufiuti, ma poi avevate capito che si riferiva un’altra cosa. Qualcuno si ricorda qualcosa?

@76. popinga
Comunque io non ho capito, cosa vuol dire che “avviene sulla raccolta differenziata e non su rifiuti indifferenziati”? Cioè che il 99% dei rifiuti differenziati viene riciclato? oppure che i cittadini riescono a riciclare il 99% dei rifiuti totali? Mi sembrano comunque dei risultati eccellenti in entrambi i casi. (certo nel primo caso sarebbe meno ecclatante)

@81. grillosologrillo
E dai su, smettila di dire che “ci manda qualcuno”, primo perchè questo blog non riuscirai MAI a screditare o fermare Beppe Grillo, secondo perchè come puoi vedere da questi commenti è frequentato più da supporter di Grillo che non Grillini, terzo perchè se qui qualcuno è pagato da qualcun’altro avrebbe dovuto farmelo sapere!!! Ma non è che sono l’unico pollo a scrivere gratis :-))))))) ???

Per quanto riguarda la discussione sull’antigrillo: io non mitezzerei nè questo blog, nè il blog di beppe grillo. Io credo che questo sia solo un blog di una persona che aveva voglia di manifestare il suo dissenso nei confronti del blog di beppe grillo, delle sue contraddizioni,dei suoi difetti. E’ un blog personale, senza nessuna pretesa (credo). L’argomento di discussione dovrebbe essere “Il blog di Beppe Grillo”, ma poi alla fine le discussioni risultano sempre essere “i temi” affrontati da Grillo. Non è frequentato da nessun integralista (alzi la mano chi in questo blog non ha mai ammesso almeno una volta di aver detto una cazzata). Antigrillo ha sempre lasciato discutere la gente senza censure e senza fondamentalismi.

E’ vero, i post partono sempre da posizioni critiche nei confronti di ciò che ha affermato Beppe Grillo…. e….. talvolta….forse…. vengono fatti errori di argomentazioni simili a quelli fatti da Beppe Grillo.

Ora: io scrivo in questo blogo come co-autore e sono TROPPO di parte per prendere posizione…. dal mio punto di vista sono errori perdonabilissimi…. ma mi rendo conto che così cado in contraddizione. Quindi dite la vostra che vi leggerò con attenzione.

84. antibeppegrillo - 2 giugno 2008

@ Matteo,

questo Blog ha un grosso limite: dipende troppo da Beppe Grillo.

I miei post sono solo un commento ai Post di Beppe Grillo. Un commento che non pretende in alcun modo di essere più importante degli altri 81 che lo seguono.

Purtroppo Beppe Grillo sta diventando ripetitivo, ossessivo e poco originale. Sembra aver perso la capacità di trovare nuove vie, perciò anche noi rischiamo di essere risucchiati in discussioni ripetitive.

Stasera sono un po’ pessimista. Scusatemi.

85. antibeppegrillo - 2 giugno 2008

@ frank 71,

non so se questa discarica sia veramente disponibile e così capiente. L’unica cosa che mi viene in mente è che potrebbero esserci problemi di conflitti tra provincie, visto che è in provincia di Caserta.

Bisognerebbe chiederlo a Bertolaso, a Pecoraro Scanio ( se ancora esiste) e a Bassolino.

86. romebigbrother - 3 giugno 2008

mi sembra che, se la notizia fosse vera, ci sarebbe da fare un bell’accordo con la siberia per riattivare qualche gulag staliniano.
davvero qualcuno ha notizie ulteriori?

87. popinga - 3 giugno 2008

@grillosologrillo e @denpulsante
il video si riferisce ad un impianto che tratta SOLO i rifiuti già differenziati. Facciamo un esempio:
mettiamo che il tuo comune produca 1000 tonnellate di rifiuti, di queste 1000, i cittadini riescono a differenziare il 10%, quindi 100 tonnellate. A questo punto, le 100 tonnellate dei cassonetti gialli verdi e blu (nel mio comune sono di questi colori i cassonetti della raccolta differenziata) vengono portate all’impianto proposto nel video. L’impianto recupera 99 tonnellate mentre 1 ne manda all’inceneritore. Il video è illusorio perchè cerca di far credere che un impianto possa, da solo, dividere e differenziare tutti i rifiuti che vanno nell’indiferenziato.
Morale della favolo: non esistono impianti che differenziano al posto vostro.

bonaventura

88. grillosologrillo - 3 giugno 2008

POPINGA.
Il morale della favola è che gli inceneritori costano e fanno guadagnare tantissimo chi li vende, la diffeerenziata si può migliorare ma non conviene a chi vende inceneritori.
Quando decideremo di star tutti dalla stessa parte allora forse si vedrà qualcosa di buono, fintanto che si cerca di screditare gente come Travaglio e Grillo vuol dire che siamo ancora nella merda(scusa non lo metto puntato scrivere m… o merda fa poca differenza)
Io un mondo perfetto non riesco nemmeno a sognarlo bisogna essere realisti ma oggi in italia siamo proprio ridotti malissimo ormai i “signori” delle corruzzioni e delle varie mafie la fanno da padroni siamo in piena dittatura mediatica e voi di questo sito senza alcun problema invece di schierarvi con la gente che ha la spazzatura sotto casa(problema causato dai governati corrotti sia dx che sx) fate la crociata contro grillo MASCHERANDOVI dietro i ….GRILLO dice tante cose giuste ma…ecc ecc. Qualcuno, non ricordo chi tra voi “antigrillo” dice che Beppe è ripetitivo ….si ha capito che per far breccia nelle teste chiuse bisogna ripetere le stesse cose più volte ma se le teste son chiuse c’è poco da fare.

89. denpulsante - 3 giugno 2008

@88. grillosologrillo
>Quando decideremo di star tutti dalla stessa parte

Questo è proprio il problema: il pensare che per risolvere le cose bisogna stare tutti dalla stessa parte.

La gente è diversa, lo era all’inizio del tempo e lo sarà per sempre, si hanno opinioni diverse, si crede in cose diverse. Per questo hanno inventato la democrazia. Se tutti pensassero allo stesso modo non servirebbe chiedere nulla ai cittadini.

Se continui ad insultare creerai divisioni, mai unioni, non esiste una persona sulla faccia della terra che è disposta a passare dalla tua parte se la insulti.

Anche io credo nella legalità, ma non credo nella forca. Anche io credo nel diritto di esprimero le proprie opinioni, ma non credo che vadano urlate. Anche io voglio un paese moderno, ma penso che io abbia un ruola da protagonista in questo. Anche io voglio un amministrazione pubblica efficiente, ma credo che questo comporterà TANTISSIMI sacrifici. Anche io voglio un economia forte, ma credo che questo comporterà altrettanti sacrifici.

Credo inoltre che qualsiasi movimento che funziona solo se TUTTI aderiranno al movimento è destinato a fallire. Credo che la gente sia diversa tra loro e la diversità è una ricchezza, non posso tollerare chi cerca l’omologazione.

Io penso che il mondo futuro sarà simile a questo:
http://www.dotsub.com/films/didyouknow20/index.php?autostart=true&language_setting=it_1180
Un futuro complesso che richiederà moltissimi sacrifici.

Chiedo quindi perdono se non sempre mi trovo d’accordo con te, ma chiedo anche rispetto, perchè sarebbe da ingenui pensare che io sono diverso da te perchè stupido o disinformato.

90. denpulsante - 3 giugno 2008

e una volta per tutte: è altrettanto ingenuo pensare che io nella mia vita sto solo qui a scrivere su questo blog… Faccio un bel di cose, ve lo posso assicurare, sfortunamente dentro la mia testa ho delle opinioni non sempre idilliache nei confronti di Beppe Grillo (poi certo, non generalizzo) e queste opinioni le voglio esprimere…. che fare allora se non buttare 5-10 minuti al giorno su questo blog?

91. pinolo - 6 giugno 2008

con gli inceneritori la merda puzza di piu’

92. alessia - 12 giugno 2008

ma è possibile che esistano persone come te, che anzichè essere sconvolte per la gravità di ciò che sta accadendo in italia, dedicano la propria vita a scovare le correttezza delle informazioni di beppe grillo. Puoi dire ciò che vuoi, ma è innegabile che è stato l’unico in grado di mobilitare qualcuno in questo paese in fin di vita…

93. antibeppegrillo - 12 giugno 2008

Grillo ha delle potenzialità enormi.

Se Beppe avesse l’umiltà dell’autocritica, la capacità di ascoltare chi la pensa diversamente da lui e l’onestà intellettuale di riportare anche fatti che non confermano le sue tesi precostituite, egli sarebbe un’immensa risorsa per il paese e potrebbe avere ben più del misero 3% dei voti che ha raccolto con le sue liste civiche alle ultime elezioni regionali.

Secondo me Beppe Grillo dovrebbe leggere questo Blog 🙂

94. giorgio - 15 giugno 2008

Blogs about: Termovalirizzatori (….)
impara prima a scrivere e poi magari quando hai acquisito cognizione di causa ne parli…..

95. antibeppegrillo - 16 giugno 2008

Bravo Giorgio, hai beccato un errore d’ortografia nei Tags!

Ovviamente non lo toglierò, perché sarebbe vile sottrarmi allo scherno da me meritato per aver scritto Termovalirizzatori. Il fatto che la i e la o sono vicine nelle tastiere non sarà accettato come scusa valida…

Forse ho sbagliato perché il mio inconscio sapeva che stavo scrivendo una parola proibita da Grillo: per Beppe si devono chiamare inceneritori a basta!

Certo, dovendo proprio sbagliare, sarebbe stato più divertente Termovirilizzatori…

96. ecosole - 12 agosto 2009

” pannelli solari, informazioni pannelli solari, moduli fotovoltaici…visita il sito ”

http://www.modulefotovoltaice.com

http://ecosole.wordpress.com

“pannelli fotovoltaici, impianti fotovoltaici, moduli fotovoltaici, pannelli solari fotovoltaici, pannelli solari, celle fotovoltaiche,moduli fotovoltaici, produttori, produzione energia elettrica, produzione, distribuzione , vendita, installazione, fotovoltaico Italia , Napoli , Salerno , Caserta , Avellino , Benevento ,Campania, Abruzzo , Basilicata , Calabria , Emilia Romagna , Friuli Venezia Giulia , Lazio , Liguria , Lombardia , Marche, Molise , Piemonte , Puglia , Sardegna , Sicilia , Toscana , Trentino Alto Adige , Umbria , Valle D’aosta , Veneto , Europa “


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: