jump to navigation

Grillo ha cambiato strategia di comunicazione? 21 maggio 2008

Posted by denpulsante in Beppe Grillo, Uncategorized.
Tags:
trackback

Nel post del 20 maggio del blog di Beppe Grillo incredibilmente è stata data voce ad un personaggio da mesi presente nella lista nera del Grillo-pensiero: Umberto Veronesi.

Grillo ha addirittura accettato un confronto. Un confronto!!! Grillo!!! Il monologhista, come lui stesso si è definito durante un triste episodio.

Cosa è successo? Cosa è cambiato nel Grillo-pensiero? Gli ultimi post sembravano anche meno aggressivi. Da giorni non si vedono attacchi contro gli italiani stupidi (quelli che non ragionano con il Grillo-pensiero), ma solo contro i più facili bersagli (politici e altri personaggi mediatici).

Inoltre avete presente quel palcoscenico in cui giornalmente viene messo in atto una caotica orgia di insulti? Quasi svanito. Ovviamente sto parlando dei commenti della gente lasciati sul suo blog che ieri sembravano pacati, tranquilli, riflessivi (oddio, potrebbero fare di meglio), non possiamo sapere se è stata l’ennesima virata dell’opinione pubblica virtuale guidata da Grillo, o se sono stati censurati i commenti aggressivi. Chissà.

Caro Grillo, non so stai pensando di cambiare il tuo stile, non so se è qualcosa di passeggero, non so neanche se è solo una mia impressione, ma lasciami ancora una volta spiegarti perchè dobbiamo evitare con tutte le nostre forze un linguaggio fatto di insulti e di drammatizzazioni inappropriate.

PREMESSA UNO. Ogni comunicazione è in qualche modo un atto educativo. Ogni conversazione ci educa mostrandoci nuovi modi di osservare il mondo con cui possiamo confrontarci e che possiamo addirittura fare nostri.

Grillo tu comunichi a migliaia di Italiani, educandoli.
Devi renderti conto del numero imprecisato di giovanissimi che apprendono da te un certo modo di giudicare l’Italia, un certo modo di esprimersi.

Basta fare un giro tra i blog. Si possono ritrovare ovunque pezzi di Grillo-pensiero. Talvolta le stesse parole, lo stesso modo di formulare i concetti.

PREMESSA DUE. Numerosi studi mostrano come la fiducia nel futuro, la fiducia nei propri concittadini e la fiducia nelle istituzioni sono dei capisaldi della democrazia e dell’economia. Benessere e fiducia sono pappa e ciccia, uno ha bisogno dell’altro e viceversa.

La sfiducia ha un costo in termini economici e in termini di stabilità della democrazia.

PREMESSA TRE. Un fatto negativo genera in noi una sfiducia proporzionale al fatto: fatto lieve = debole sfiducia, fatto grave = forte sfiducia.

CONCLUSIONE: Un fatto negativo descritto con termini inappropriati può generare una sfiducia sproporzionata al fatto. Una sfiducia che è un costo, è un danno, è qualcosa che può essere evitato. Se si vuole cambiare il mondo lo si faccia dando modelli positivi a cui ispirarsi, non usando facili semplificazioni che sono disinformative e generano solo una pericolosa sfiducia. Utili solo per puntare il dito verso i cattivi.

Comunicare è educare, sopratutto se stai comunicando a migliaia di ragazzi. Le parole hanno un peso e la sfiducia sproporzionata dovuta ad un cattivo uso delle parole è un costo evitabile.

Leggendo alcuni commenti qua e là su internet mi viene un morso alla bocca dello stomaco osservando la delusione di tanti ragazzi creativi, affidabili, delle future promesse italiane che solo con un po’ di incoraggiamento potrebbero darci tantissimo.

Odio, rabbia, divisioni. Qualcosa che rischia di avere conseguenze negli anni futuri. Qualcosa che può essere benissimo evitato. Ripeto: un costo evitabile. Una comunicazione inefficiente.

Ci aspettano anni difficili, a noi e a tutto l’occidente, anni difficili inevitabili anche con il contributo della migliore classe dirigente: per la prima volta dopo il dopoguerra in occidente ci sarà una generazione di ragazzi che avrà una vita meno agiata dei loro padri. Io, personalmente, dalla storia ho imparato che momenti difficili come questi bisogna affrontarli con speranza, con fiducia, con dignità, con le maniche tirate su. Per quanto sia difficile c’è da rimanere uniti. L’odio è un lusso che non ci possiamo permettere.

con rispetto
Den Pulsante
(io non sono l’autore principale di questo blog, ho scritto solo tre-quattro post. Purtroppo sono lunghi e poco frizzanti rispetto a quelli dell’antigrillo. Per questo ho deciso che scriverò su questo blog solo settimanalmente. Vi lascio soli con le taglienti provocazione dell’antigrillo. Non scannatevi. L’immagine è mia)

Annunci

Commenti»

1. Alfiere - 21 maggio 2008

Ho notato anche io questa strana inversione di tendenza.. Veronesi ha senz’altro dato prova di signorilità, e se Grillo avesse risposto con violenza sarebbe passato dalla parte del torto senza più possibilità di scampo.

Speriamo che da tutto ciò nasca qualcosa di interessante e di positivo…

2. Antigrillo - 21 maggio 2008

Secondo me Beppe Grillo ha incominciato a leggere il nostro Blog. Resosi conto dell’importanza del dialogo, ci sta copiando.

Questa ricostruzione obiettiva dei fatti vi convince?

🙂

3. Fabio A. - 21 maggio 2008

Senza parole… Ma il mondo è bello perché vario: anche voi avete diritto d’esistere. 🙂

Non è la prima volta che Grillo propone un confronto: tra gli altri, anche ad Ichino l’ha proposto, ma – oops! – Ichino non ha mai accettato. Il blog fa fede.

E questa cosa, poi, per cui Grillo avrebbe stranamente influenza sui post di chi commenta… ma ci credete veramente? 🙂

4. Alfiere - 21 maggio 2008

Fabio… premetto che chi ti scrive in questo momento, fa parte del meetup di Grillo di Lecce 😉

1. se Grillo propone confronti alle “sue regole”, è difficile che altri accettino. Lui stesso rifiuta ogni confronto che sia alle regole altrui…
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Beppe-Grillo-e-la-strategia-del-monologo/1972448&ref=hpsp

2. Grillo ha influenza nei post di chi commenta… è abbastanza evidente; molte persone non sono come te o me, ovvero non sanno ragionare con la loro testa: si lasciano trascinare dall’onda….

A questo somma che nel Blog di beppe c’è un complesso meccanismo di “autocensura”; se non erro, dopo 4 segnalazioni di “commento inappropriato” da parte di utenti “autenticati”, questo viene automaticamente cancellato. Considerando il numero di lettori, quanto tempo pensi che possa passare dalla scrittura di un post “contrario” a quanto a afferma Grillo al momento in cui 4 persone lo segnalano?

C’è anche da dire che coi numeri di cui parliamo questo era l’unico modo per garantire che nei commenti non ci fosse roba inappropriata come frasi razziste, xenofobe, offensive eccetera. Ricordo che Grillo fu anche “accusato” dai media perchè c’erano commenti xenofobil sul suo blog. Ridicolo… come se un commento xenofobo sulle migliaia giornaliere potesse fare testo.

E’ per questo che non mi sono mai messo a commentare nel blog (anche perchè su 2000 commenti cosa vuoi che conti il mio) ma mi sono iscritto al meetup, dove posso parlare ed ascoltare in modo costruttivo.

5. Alfiere - 21 maggio 2008
6. denpulsante - 21 maggio 2008

sì, quella pagina era linkata con la parola “triste episodio”.

Ma nessuno mi fa i complimenti per l’immagine? A me sembra una perla. E su, datemi qualche soddisfazione

7. Alfiere - 21 maggio 2008

Sì, non è male, anche se un pò criptica 😉

8. denpulsante - 21 maggio 2008

Beh, a scanso di equivoci spiego l’immagine.

Tipicamente, quando si parla del linguaggio di Grillo si tira fuori il proverbio “se il saggio punta la luna, lo stolto guarda il dito”, come a dire “vabbè, Grillo userà un linguaggio volgare, ma dice cose giuste”. Bhe, bisogna vedere con quale dito punta questa luna, mi sono detto…da qui l’immagine.

9. Feonte90 - 21 maggio 2008

E’ normale, Grillo dopo tanto tempo che persevera a scassare i maroni, senza approdare a risultati grandiosi (escluso per le sue tasche), sente finalmente il peso della stanchezza, si avvicineranno le vacanze anche per lui? No, io non credo, piuttosto penso che abbia capito che se proprio deve dire la sua, affinchè non trasformi, mediante il suo modo di esprimersi, quello che dice in un’accozaglia di battute, verità scomode, ironie, bugie, esagerazioni, tutto misto a insulti, vaffa e sputacchi vari; infine grillo ha capito che l’aggressività non paga, e che il confronto è molto meglio del monologo…….Secondo me ha visto questo blog e forse ha compreso i suoi infiniti errori (ma nessuno è perfetto no?)

@Alfiere 1) Grillo non ha alcun diritto di proporre le “sue” nei confronti, ma deve accettare le regole, normalmente condivise, di tutti i confronti (questo significa parità di confronto tanto per grillo quanto per qualunque altro politico, e non significa che debba accettare regole fatte dai giornalisti apposta per lui)

2) non so se avvenga davvero così la censura sul blog di grillo, ma ti dico che se bastano 4 utenti a cancellare un commento possiamo dire addio ai commenti scomodi oltre che a quelli inappropriati, poi chi vuoi che si iscriva sul blog di grillo se non una maggioranza degli stessi grillini? Con qualche sparuto “antigrillo” che con commenti vuoti fa solo la parte di colui che puntualmente viene confutato?

10. Alfiere - 21 maggio 2008

Feonte forse eri così ansioso di contraddirmi che non ti sei accorto che è esattamente ciò che ho scritto io 🙂

11. Feonte90 - 21 maggio 2008

Davvero? non sembrava…….mi sono lasciato prendere dalla foga…………mi capita spesso, sarà che sono “leggermente giovane”….comunque non avevo allora proprio compreso il significato completo e profondo del tuo post…………chiunque può sbagliare, l’importnte è non perseverare nell’errore 😉

12. Oscar - 21 maggio 2008
13. Oscar - 21 maggio 2008

@antigrillo
che fine hanno fatto le proposte dei tuoi lettori?

14. denpulsante - 21 maggio 2008

@Oscar?
Di quale proposte parli?

15. antibeppegrillo - 22 maggio 2008

@Den,
si tratta di tre pagine dedicate alla discussione dei tre referendum di Grillo, più una eventualmente dedicata ai “politici galantuomini”.

@Oscar,
le tre pagine non le ho ancora create perché non riesco a farle entrare bene nel tema grafico del Blog… e perché sono pigro 😦

16. Vale996 - 22 maggio 2008

Bella gente…..

17. Marco - 22 maggio 2008

Confermo: Beppe Grillo cancella da Youtube molti dei commenti non graditi. Ha ragione Eugenio Scalfari: Grillo è L’ARCITALIANO DEL PEGGIO!

18. popinga - 23 maggio 2008

@ marco
spiegati meglio:
come fà beppe grillo a cancellare i commenti non graditi?
non è che i commenti non graditi vengono segnalati negativamente dagli utenti e quindi resi visibili solo quando ci clicchi sopra?

@ antigrillo
Ti sembrerà strano, dato che sono un convinto “grillino”, ma l’ultimo post di beppe grillo non mi è piaciuto neanche un pò. un giornalista freelance dice che in italia ci sono 49 installazioni+40 installazioni minori. Tuttavia leggendo bene la fonte citata ho scoperto che in realtà le località dove queste installazioni si trovano sono solo 17, te le elenco: camp darby, vicenza, coltano, livorno, pisa, catania, Napoli, gaeta, la maddalena, sigonella, roveredo in piano, pordenone, ghedi, maniago, brindisi, conrdenons, vigonovo.
Il disguido nasce qui: gli americani, nel loro dossier, indicano come installazioni separate anche parti distinte di una unica base militare, mentre il giornalista definisce come installazioni tutte le unità riportate nel dossier, senza specificare che spesso e volentieri si trovano 7 o 8 installazioni si trovano sulla stessa base us.
beppe ti voglio ancora bene, perdonami per quello che ho fatto 🙂
Bonavventura

19. denpulsante - 23 maggio 2008

@18. popinga
>come fà beppe grillo a cancellare i commenti non graditi?

Penso che Marco volesse dire che lo Staff di Grillo cancella i commenti negativi lasciati ai video del canale StaffGrillo. In effetti ognuno che mette dei video su YT può cancellare i commenti lasciati ai propri video. Io adesso non so dire se lo staff cancella o meno i commenti negativi, di sicuro non lo fa Beppe Grillo.

>n giornalista freelance dice che in italia ci sono 49 installazioni+40 >installazioni minor

Azz! Avrei voluta scoprirla io questa disattenzione!

20. popinga - 23 maggio 2008

http://kromeblog.kromeboy.net/index.php/2008/05/23/le-basi-americane-e-grillo-la-sottile-differenza-tra-base-e-struttura/

su questo link si fà molta più chiarezza di me, per quanto riguarda le basi militari.
bonavventura

21. Gara di stupidi attacchi a vuoto tra Grillo e Mentana. « Antigrillo: il populismo di Beppe Grillo e la mistificazione della Verità - 23 maggio 2008

[…] ogni caso, la precisazione di Popinga sul numero di basi è molto […]

22. denpulsante - 25 maggio 2008
23. Alfiere - 25 maggio 2008

Ah quindi era un bluff la sua lettera di “amicizia”… bene….

Vi riporto un ragionamento che ho fatto su una frase del veronesi:

“.. La mia posizione risale ai tempi in cui ero Ministro della Sanità. Nelle discussioni con gli esperti circa il problema dei rifiuti, essi mi informarono che i termovalorizzatori di ultima generazione sono una necessità per il Paese e i rischi per la salute sono trascurabili. …”

Come sempre ci vendono il passato spacciandocelo per futuro.

Veronesi è convinto che gli inceneritori siano la soluzione all’avanguardia… portando avanti idee che ha sviluppato nel 1993 e nel 2001 (anni in cui è stato ministro). In una sola frase dice cose da far rizzare i capelli.

“la mia posizione risale ai tempi”…. bravo, invece di aggiornarla in base alle ultime scoperte scientifiche resta della sua posizione di 7 anni fa (a meno che noin sia quella di 15 anni fa). Questo sì che è un ricercatore! Ma lo sapete quante nuove scoperte sono state fatte dopo il 2001?????????

GIUSTO PER DIRNE UNA:
2001, 4 gennaio – Italia: viene aperta un’inchiesta sui decessi di alcuni soldati. Si sospetta che la morte sia causata dall’uso di armi all’uranio impoverito nei Balcani

Se Veronesi è fermo al 2001, quando non si sapeva nemmeno che l’uranio impoverito facesse male, che peso possono avere le sue affermazioni?

“Nelle discussioni con gli esperti circa il problema dei rifiuti, essi mi informarono che i termovalorizzatori di ultima generazione sono una necessità per il Paese”

Ah quindi hai chiamato degli esperti di inceneritori (quelli che ti finanziano), gli hai chiesto “qual è la soluzione migliore?”… loro ti hanno risposto “i termovalorizzatori” (incredibile!) e tu cosa hai detto? “ah ok grazie” ?

Ma che cavolo di metodo scientifico è questo? Che cavolo vuol dire “mi informarono che”? Allora ammetti di essere totalmente ignorante in materia? Allora ammetti di parlare di cose che non sai? Allora ammetti di essere rimasto indietro di anni e anni in campo scientifico?

24. denpulsante - 25 maggio 2008

@23. Alfiere
>Ah quindi era un bluff la sua lettera di “amicizia”… bene….

cioè… uno non fa in tempo a stimare una persona… ma era Grillo o Veronesi che aveva proposto il dialogo?

> invece di aggiornarla in base alle ultime scoperte scientifiche resta >della sua posizione di 7 anni fa

ottima osservazione.

Veronesi avrebbe dovuto accettare un dibattito con gli esperti che ruotano attorno a Beppe Grillo. Non si rende conto del seguito di Grillo o forse lo sottovaluta o forse non è interessato a dibattiti pubblici o forse non crede che Grillo sia la folla che lo segue…. fatto sta che poteva benissimo accetare. Deve avere una pessima reputazione di BG al contrario di quello che ha scritto nella lettera. (ps. certo che anche essere stato chiamato cancronesi non deve avergli fatto piacere)

25. Alfiere - 25 maggio 2008

Veronesi aveva scritto “cerchiamo di ripristinare un clima di dibattito civile” e dunque grillo l’ha invitato al confronto.

L’unica cosa certa è che tutti recitano la parte di quelli “aperti al dialogo” (frase classica dei capiufficio: “la mia porta è sempre aperta”) e poi quando il dialogo rischia di esserci davvero, tutti si tirano indietro. Nessuno è disposto ad un confronto, perchè come sempre siamo convinti che da un confronto debba uscire un vincitore ed un perdente…

Se solo si riuscisse a capire che da un dialogo si può uscire entrambi vincitori, forse vivremmo in un mondo diverso.

26. Ancora con questa storia della legge elettorale incostituzionale? « Antigrillo: il populismo di Beppe Grillo e la mistificazione della Verità - 25 maggio 2008

[…] E la solita discussione sul linguaggio di Grillo (no, non è una questione di forma), mi sono già espresso a proposito… e sappiamo tutti quanto diverse siano le opinioni a riguardo, […]

27. denpulsante - 8 giugno 2008
28. Hugo - 2 novembre 2009

Mi piace…uno intelligente,Dove abito (in Uruguay) quello che probabilmente sará il prssimo Presidente è uno che non conosce nemmeno Grillo ma che ha capito come Grillo quantotredito politico e mediatico abbia parlare con quel sottolinguaggio carico d´insulti ,Anche quella overdose di sfiducia che capitalizza il disagio dei cittadini a volt non solo economico ma culturale saturato dal mainstream. Complimenti

29. antibeppegrillo - 2 novembre 2009

Hugo,

mi dispiacerebbe davvero per l’Uruguay. Un Beppe Grillo come presidente mi sembrerebbe una prospettiva disastrosa.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: