jump to navigation

A me la storia della multa da EUR 350.000 al giorno raccontata da Grillo sembra una bufala 16 maggio 2008

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo.
Tags: , , , , , , ,
trackback

un altra Bufala di Grillo?

Scrive Beppe Grillo: ” La Corte di Giustizia Europea ha condannato l’Italia a una multa di circa 130 milioni di euro all’anno se Rete 4 non cederà a Europa 7 le frequenze che Testa d’Asfalto ha in concessione dallo Stato.”

Peccato che Beppe Grillo “dimentichi” di citare le fonti. L’unica cosa che ho trovato io è la Sentenza della Corte di Giustizia Europea, (Quarta Sezione) del 31 gennaio 2008 relativa alla Causa C-380/05: testo integrale

La sentenza dà certamente ragione ad Europa 7 contro il ministero delle Comunicazioni Italiano, ma non menziona assolutamente nessun tipo di multa.

Entrando nello specifico, la sentenza dice semplicemente che una serie di norme comunitarie “devono essere interpretate nel senso che esse ostano, in materia di trasmissione televisiva, ad una normativa nazionale la cui applicazione conduca a che un operatore titolare di una concessione si trovi nell’impossibilità di trasmettere in mancanza di frequenze di trasmissione assegnate sulla base di criteri obiettivi, trasparenti, non discriminatori e proporzionati.”

Sono curioso di sapere dove Beppe Grillo abbia trovato quelle multe e cifre atte a terrorizzare me e gli altri suoi lettori.

Annunci

Commenti»

1. Alfiere - 16 maggio 2008

Molto interessante… spero che qualcuno trovi le fonti per rispondere. Io comunque ho visto un intervista a Gasparri in cui lui stesso confermava la possibilità di questa sanzione

http://it.youtube.com/watch?v=iTXrmA349vc

2. silvia - 16 maggio 2008

Che la verità sia molto più complicata della falsità è molto opinabile mio caro, cmq il blog di Grillo non è solo tra i primi a livello europeo, bensì a livello mondiale.. Se a te piace credere che tutto il popolo umano usi la menzogna per vivere, bè fai pure. Non sono d’accordo per il semplice fatto che il mio esistere e vivere nell’onestà e sincerità (sempre e ad ogni costo!) smentisce nettamente il tuo pensiero negativo.. Poi che anche Grillo a volte esageri o se ne esca con delle affermazioni che necessitano approfondimenti, fa parte del gioco e del suo obiettivo, cioè risvegliare le menti: noi cittadini non dobbiamo diventare burattini nelle mani dei media, ma cercare DA SOLI la verità, informarci DA SOLI, lui ci dà lo spunto.. Noi dobbiamo agire. Io la vedo così. Ovviamente ci sarebbe molto altro da dire a difesa di Grillo, per ora preferisco finirla qui.
Saluti
ps: cmq sia non è malaccio cm blog, c’è un bel dialogo tra le parti 😉

3. Tamara C. - 16 maggio 2008

non è difficle trovare le fonti:

http://www.rsf.org/article.php3?id_article=8670 => FRANCIA

http://www.rsf.org/article.php3?id_article=6393 => INGLESE

del 31 gennaio 2008 relativa alla Causa C-380/05: è la TERZA a favore di Europa 7.

Anche l’Economist ne parla, il New York Times ed altri giornal internazionali come Le Monde, Le Courrier International, Le Figaro…basta cercare su google ed avrai le fonti.
Ah consiglio anche come parola di ricerca “Riforma Gasparri”, ne avrai piedi gli occhi.

Forse in Italia può sembrare un “complotto comunista” nonostante il proprietario(nel vero senzo della parola) dei media è il Presidente del Consiglio, stà di fatto che Berlusconi paga Rete 4 con il finanziamento pubblico.

E risaputo in TUTTO IL MONDO.( purtroppo per la nostra faccia 😥 e per i nostri soldi :@ )

4. Ennio - 16 maggio 2008

Continuo a non capire questa continua equazione “blog di grillo primo in europa = blog di beppe grillo fonte di verità”.
Il blog di beppe grillo è primo in europa perchè cavalca unicamente un sentimento comune si insofferenza verso le istituzioni.
Mai sentiti i 2 detti “piove governo ladro” e “l’erba del vicino è sempre la più verde” ?
Grillo non ha fatto altro che sfruttare economicamente i due sucitati detti.
Il blog di beppe grillo non è altro che una specie di indagine di mercato.
Scrive un post vede il consenso che ha avuto e continua su quella linea se il consenso è elevato.
Ricordo che mesi orsono grillo provò a denunciare la mancanza di sicurezza nel paese e come l’estensione dei confini europei aveva portato all’invasione rumena ( http://www.beppegrillo.it/2007/10/i_confini_scons.html ) : apriti cielo, il popolo di Grillo si rivoltò e da allora l’argomento fu abbandonato, nonostante sia di grande attualità.
Ogni tanto Grillo ci riprova a trattare argomenti diversi dall’ anti-berlusconismo, anti-politica o ambientogrillismo (ambientalismo secondo grillo), ma il successo è scarso e, come il suo amico Travaglio insegna, si ritorna su i soliti argomenti riempiti di mezze-verità a favore di ciò che i seguaci vogliono e preferiscono sentire a prescindere della verità della notizia.
Perchè? perche’ grillo dei grillini interessa solamente il portafoglio e non quello che pensano.
Ma qualcuno ha mai visto una risposta di Grillo a qualche domanda di un Grillino?
Grillo ha mai partecipato a qualche contraddittorio?
Possibile che nessuno dei grillini abbia notato come il rapporto con Grillo sia univoco?
Io personalmente non critico Grillo che fa perfettamente il suo lavoro ed i suoi 4 milioni di euro secondo me se li è ampiamente guadagnati, critico i seguaci che continuano a seguire ogni mezza-verità, ogni piccola parola del grillopensiero senza un minimo si senso critico.

stefano Perini - 10 giugno 2010

Hai mai sentito uno che ha invitato grillo ad un dibattito ? Lo hanno censurato e escluso da ogni trasmissione ..

mistofritto - 12 giugno 2010

hahahahahaha
io mi ricordo quando è scappato dalla d’amico dopo aver sbrodolato le sue solite accuse,oppure di quando aveva mandato a cagare Gilioli ,che gli aveva fatto domande “scomode”

5. Luca Venturini - 16 maggio 2008

Anche io ho visto un’intervista a Gasparri che confermava l’esistenza della multa.

6. antibeppegrillo - 16 maggio 2008

Silvia,

prima di tutto ti ringrazio molto, a nome di coloro che dialogano su questo Blog… Sono davvero bravi 🙂

Per quanto riguarda le mie personali opinioni, la cui principale utilità è quella di innescare ciò che conta di più, ovvero il dialogo che ne segue, ti rispondo volentieri:

“Che la verità sia molto più complicata della falsità è molto opinabile mio caro”
Penso che in un mondo complesso ed avanzato la verità sia spesso complessa. Ad esempio, non basta più la Teoria della Gravitazione Universale per descrivere il cosmo. Servono le ben più complesse Teorie della Relatività Generale e della Meccanica Quantistica.

“Se a te piace credere che tutto il popolo umano usi la menzogna per vivere”
Non credo affatto che il popolo umano usi la menzogna per vivere. Credo però che le persone siano orientate a preferire le spiegazioni più facili a quelle che richiedono fatica, approfondimento, verifica, discussione e studio. In questo modo finiscono per cadere nelle trappole del semplicismo di Grillo.

“noi cittadini non dobbiamo diventare burattini nelle mani dei media, ma cercare DA SOLI la verità”
Sono d’accordo con te. Però aggiungerei anche che:

non dobbiamo diventare burattini nelle mani di Beppe Grillo!

7. antibeppegrillo - 16 maggio 2008

@ Tamara,

ho letto le fonti che hai linkato, ma non c’era nulla sulle né sulle multe né sugli importi indicati da Grillo.

@ Alfiere

ho visto l’intervista a Gasparri. Sorprendentemente mi pareva molto confuso su un argomento che invece dovrebbe conoscere bene: si tratta della legge che porta il suo nome. In ogni caso Gasparri sembra ritenere che, se inserirà una piccola modifica alla sua legge entro il 2009, non ci sarà nessuna multa.

Continuo a non trovare fonti attendibili relative alla multa paventata da Grillo.

8. Cecco - 16 maggio 2008

noi cittadini non dobbiamo diventare burattini nelle mani dei media, ma cercare DA SOLI la verità, informarci DA SOLI, lui ci dà lo spunto..
——————————–
allora come mai molti grillini non aspettano altro che le sue indicazioni su cosa fare/votare/pensare????

9. Alfiere - 16 maggio 2008

“In ogni caso Gasparri sembra ritenere che, se inserirà una piccola modifica alla sua legge entro il 2009, non ci sarà nessuna multa.”

In effetti la multa (ipotetica, ma leggo molte fonti che concordano anche se non trovo la fonte ORIGINARIA) scatterebbe al 2009 e sarebbe retroattiva al gennaio 2006.

In questo momento non stiamo pagando niente, ma c’è (?) questa spada di damocle che incombe.

10. Paolo - 16 maggio 2008

Anche non esistesse la sanzione, perchè rete 4 deve usare una frequenza non sua?

11. Feonte90 - 16 maggio 2008

NO! Non toccatemi rete 4 e il tg 4! Io senza Fede non vivo! Mi fa sempre talmente ridere quando guardo il suo tg, da quanto “non” è ostentato il suo credo politico, e quando striscia mostra i suoi fuori onda! Io lo guardo perchè è uno spettacolo esilarante (alcuni direbbero che si ride per non piangere) 🙂 🙂 :)……………….Comunque “se” davvero il silvio occupa le linee abusivamente, allora deve lasciarle, o perchè no, mettersi in regola, e Grillo, come sempre, ha gonfiato la “notizia” per fare scena………………

Riccardo - 16 aprile 2010

Sei messo male

12. Alfiere - 16 maggio 2008

Certo…. dopotutto è una notiziola da nulla che il presidente del consiglio occupa abusivamente delle frequenze….

Feonte… c’è poco da gonfiare.

13. Feonte90 - 16 maggio 2008

Invece sì che c’è da gonfiare, se dici che multe fioccano a destra e sinistra perchè “Lui osò occupare abusivamente!!!” (perchè invece delle multe grillo non ha detto che silvio per questo “reato” sarebbe stato condannato alla gogna allora?) senza fonti attendibili, o con fonti sospette, stai effettivamente gonfiando una notizia (tanto sappiamo bene che le sue televisioni non le tocca nessuno, ci hanno provato in milioni di modi, e tu lo sai, e hanno sempre fallito), comunque berlusconi supererà anche questa……………….

14. Alfiere - 16 maggio 2008

Un attimo Feonte: siamo chiari:

Che Rete 4 occupi abusivamente le frequenze è un fatto NOTO.

Che Europa 7 abbia diritto ad occupare quelle stesse frequenze e si veda negato questo diritto è un fatto NOTO. Ha vinto numerose cause e la Unione Europea ha per questo avviato una procedura d’infrazione nei confronti di rete 4.

Tutti questi sono fatti NOTI.

Che tu difenda Berlusconi a quanto pare è un fatto NOTO 😀

Ciò che stiamo cercando di capire è dove è riportato l’ammontare di questa multa.

Non confondere le acque… Berlusconi è indifendibile su questi argomenti, mi spiace.

15. Max72 - 16 maggio 2008
16. Feonte90 - 16 maggio 2008

Infatti non lo sto difendendo, stò dicendo che anche nel torto riesce a difendersi egregiamente…….Poi il punto era se grillo gonfiasse o meno la notizia, io ritengo di sì, tu a quanto pare no………………

17. Max72 - 16 maggio 2008

http://curia.europa.eu/jurisp/cgi-bin/form.pl?lang=it chiedo scusa questo è il link basta inserire europa 7 nello spazio riservato al nome delle parti…come avrete capito non sono proprio un perito informatico..

18. Alfiere - 16 maggio 2008

Per MAX:

è la stessa ricerca che ho fatto io e non ho trovato niente… perchè a quanto ho capito la sanzione ORA non c’è.

E’ stato avviato un procedimento di infrazione per aver violato le norme comunitarie sul pluralismo dell’informazione, e nel 2009 SCATTERA’ la sanzione (retroattiva).

Quindi ciò che dobbiamo riuscire a trovare è questo “procedimento di infrazione”…. ma io non ci sono ancora riuscito. LA presenza di più fonti che lo confermano, anche di parti diverse, è comunque abbastanza significativa…

19. Max72 - 16 maggio 2008

chiedo scusa il link è questo e basta inserire europa 7 nello spazio riservato al nome delle parti…http://curia.europa.eu/jurisp/cgi-bin/form.pl?lang=it

20. Max72 - 16 maggio 2008

Ho trovato qualcosa su key4biz.it, probabilmente lo avevate già letto…”Il commissario Ue alla Concorrenza, nella sua risposta scritta a un’interrogazione degli europarlamentari del Prc Giusto Catania, Roberto Musacchio e Vittorio Agnolotto, ha dichiarato il Consiglio di Stato deve riconoscere il danno subito dall’emittente Europa 7 per la mancata assegnazione delle frequenze analogiche che le spettavano con il conseguente risarcimento.
In ballo c’è un rimborso da parte dello Stato di 800 mila euro più gli interessi, se a Europa 7 venissero attribuite le frequenze Tv, e di oltre 3 miliardi di euro, se invece la magistratura amministrativa riconoscesse solo l’indennizzo del danno subito.”
Sul sito c’è un’interessante cronologia dei fatti.
Da quanto letto sembrerebbe però che l’UE ha rimandato tutto al consiglio di stato (il quale aveva chiesto l’opinione della corte di giustizia europea) dando segnali (ragione) a Europa7, da nessuna parte si parla di indennizzo sanzionato da parte della UE ma di una richiesta di risarcimento danni… Questo penso sia fondamentale in quanto una richiesta di risarcimento danni di 5 miliardi di euro si potrebbe trasformare in un indennizzo di dimensioni molto ma molto minori, e che non farebbe notizia. Es. il caso del presunto malato di AIDS di Bologna che ha chiesto un risarcimento danni di 2 milioni di €, riconosciuto poi in 200.000 euro quindi un decimo…
Quello di cui parla Grillo è secondo me la richiesta di indennizzo fatta da Europa 7 e non commissionata dall’Unione Europea.

21. Alfiere - 16 maggio 2008

Uhm, io credo invece che siano cose separate…. altrimenti dovrebbe essere rete4 a pagare e non lo Stato italiano.

Da ciò che sembra, invece, stiamo parlando di una procedura di infrazione della UE contro l’Italia per contravvenire alle norme che regolano la pluralità dell’informazione.

22. Max72 - 16 maggio 2008

Prima di rispondere vai a leggere…(Scherzo) tutta la procedura della Corte Europea vede le 2 controparti Europa7 e il consiglio di stato italiano, da nessuna parte si parla di rete4. La procedura di infrazione riguarda una cosa diversa che è legata alla posizione dominante del duopolio RAI-MEDIASET che verrebbe rafforzata dalla legge Gasparri… è quella che è retroattiva ma non c’entra nulla con la richiesta di indennizzo di Europa7 quindi con le cifre scritte da Grillo e riguardanti rete4.

23. Alfiere - 16 maggio 2008

Le sentenze le ho guardate (vedi commento 17) e mi sono accorto anche io che non c’è mai riportata rete4.

MA è fuor di dubbio che la contesa europa7-consiglio di stato italiano è strettamente legata al fatto che le frequenze assegnate ad europa 7 sono occupate da rete4.

E dunque si ricollega anche la procedura di infrazione. Bisogna vedere se la multa è effettivamente derivante dal processo di infrazione come sembra da numerose fonti (basta fare una ricerchina) o se invece è come sospetti tu, ovvero legata all’indennizzo di europa 7.

24. Fac - 16 maggio 2008

ma Beppe Grillo fa fonte a se, no?! se lo dice Beppe Grillo, ao, “l’ha detto Beppe Grillo”!
che tristezza i suoi seguaci!

complimenti per il post, ti quoto tutto

25. frank - 16 maggio 2008

dispiace deludervi ma ci sono due problemi, il primo e’ il risarcimento che lo stato italiano dovra’ pagare ad italia7, il secondo e’ quanto l’italia sara’ costretta a pagare se non si adeguera’ entro una certa data. Il fatto e’ risaputissimo, non e’ certo una scoperta di grillo dell’altro ieri.su you tube ci sono diversi video dei mesi scorsi.

26. Alfiere - 16 maggio 2008

Frank, riesci a trovarci delle fonti che parlino della multa? Per fonti intendo “alla fonte” 😉

27. Den Pulsante - 17 maggio 2008

@ 25. frank
> ieri.su you tube ci sono diversi video dei mesi scorsi

Una fonte è una cosa più complessa di un video di youtube. Banalmente ti potrei dire: “e a quelli che hanno fatto il video chi glielo ha detto”? Tu mi dici: “Beppe Grillo”! “E a Beppe Grillo chi glielo ha detto?”! Glielo ha detto “Travaglio”…. e così via.

Alla fine si arriva alla fonte, un documento firmato da un tipo che lavora a Bruxelles che dice che noi ci prendiamo una multa. Noi stiamo cercando questo documento.

28. frank - 17 maggio 2008

devono essere segrete, ho ricercato a lungo ma non ho trovato tracce scritte (solo video). comunque direi che basta attendere e la nostra curiosita’ sara’ soddisfatta. dalla multa o dalla bufala.

29. Max72 - 17 maggio 2008

@Frank
Permettimi una cosa…una sanzione o una infrazione comminate da una corte, specialmente quelle europee non possono essere segrete in quanto pubbliche!!!

30. frank - 17 maggio 2008

e’ un dato di fatto che alcuni tipi di informazioni non sono di facile reperibilita’ sulla rete mentre altre letteralmente ti piovono addosso.
ho provato per esempio in passato a cercare le regole comunitarie sul trasporto aereo e non e’ stato affatto facile come pensavo.

31. Gokikko - 19 maggio 2008

News dall’Italia
Noi non abbiamo bisogno della commissione antimafia,
abbiamo bisogno della commissione antistato.

Le fragole sono mature…
La cocorita non canta più…
___
News from Italy
We did not need the antimafia commission,
we need the antistate commission.

The strawberries are ripe …
The cocorita not sing more …

32. Davi - 19 maggio 2008

Provo a spiegarvi:

NON ESISTE NESSUNA MULTA.
La procedura d’infrazione di cui si parla non ha a che vedere con Rete4, né con Europa7.

Il problema è che da tempo in Italia non c’è alcuna possibilità di entrare nel settore televisivo se non acquisendo altre tv o frequenze da tv esistenti. Quando con la Gasparri si è aperto un nuovo mercato anche in Italia, cioè il mercato del Digitale Terrestre, c’è stato il problema di decidere come far entrare nuovi competitor su quel mercato.
Siccome le frequenze della tv analogica e della tv digitale terrestre sono le stesse, chi già ha frequenze analogiche (rai, mediaset, telecom italia, espresso…+ le centinaia di tv locali) è facilitato, mentre chi è fuori è semplicemente fuori.
Il problema è grave non tanto e non solo per il pluralismo, ma perché il Trattato dell’Ue richiede che ogni mercato sia contendibile, cioè che sia possibile entrare nel mercato. Sul dtt questo non è tecnicamente possibile, dato che tutte le frequenze sono già occupate da 600 tv locali e alcune tv nazionali, per questo motivo la Gasparri, oltre a continuare a permettere il trading delle frequenze (cosa che già avveniva prima della riforma), impone agli operatori esistenti di cedere il 40% dei loro canali dtt ad operatori terzi.

Con la Gasparri sul digitale terrestre sono entrati nuovi competitor, a partire da Telecom Italia che ha 3 canali free e una paytv, proseguendo col gruppo l’espresso che ha 2 tv free (AllMusic e RepubblicaTv) e continuando con i vari canali “minori” tipo class news, bbc world, cooming soong, facile tv…

Nonostante questi risultati, questo sistema non è stato ritenuto dall’Ue sufficiente per garantire la possibilità di ingresso a nuovi operatori: la procedura di infrazione è su questo.

33. Max72 - 20 maggio 2008

Grazie Davi per la chiarificazione..

34. sierra08 - 21 maggio 2008

Bravo Davi,

aggiungo qualcosa:
l’Italia ha oggi 185 procedure di infrazione – potete vederle tutte su questo link http://eurinfra.politichecomunitarie.it/ElencoAreaLibera.aspx

nel 2006 erano 275.
gli articoli 226 – 227 – 228 del trattato prevedono la possibilità che una procedura di infrazione si concluda con una multa a carico dello stato inadempiente. Non mi risulta che qualcuno si sia mai adoperato tanto per l’adeguamento alle altre 184!!!

La storia dei 300.000 euro al giorno è invece una ipotesi più o meno personale della penalità che potrebbe (mooolto eventualmente) essere applicata, in quanto alla fine della procedura è la Corte di Giustizia che ne decide allafine l’applicazione, se lo Stato non si adegua.

Per la procedura riguardo la legge Gasparri siamo ancora alla fase del parere motivato, per cui manca ancora tutta la fase contenziosa.

Per fare un esempio la Francia è stata condannata nel 2005 per una procedura iniziata nel 1991 http://curia.europa.eu/it/actu/communiques/cp05/aff/cp050068it.pdf

Direi quindi a Grillo e Travaglio di non preoccuparsi per il momento, visto che la procedura di infrazione è iniziata appena nel 2006, e di godersi tranquillamente Emilio Fede .

Ultima osservazione: Grillo dice qualche sciocchezza ma almeno è divertente. Travaglio dice molte sciocchezze e non è nemmeno divertente!

35. manuel - 23 maggio 2008

sanzione o non sanzione…..rete quattro occupa abusivamente le frequenze destinate a Europa 7 ???….. SI !!! E allora non deve rompere con questi decreti che prolungano una decisione che dovrà, prima o poi, essere presa in modo definitivo.

36. Xun1L - 23 maggio 2008

http://www.europa7.it/
“….Il 19 luglio 2006 la Commissione Europea DG Concorrenza mette in mora l’Italia per la legge Gasparri, poiché non rispetta le direttive Europee…”

http://it.wikipedia.org/wiki/Europa_7#cite_note-ordinanza2005-2

bye

37. Leo78 - 23 maggio 2008

Scusate il ritardo, non ho trovato le fonti originarie, ma almeno ne posso citare una molto più “autorevole” (sempre che il giornale “La Reubblica” possa essere considerato tale e non una fonte di informazione bolscevica pro-grillini…) di Beppe Grillo ed antecedente, anche se non di molto al V2 day (articolo del 31/1/08).
http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/economia/ue-boccia-frequenze/nemesi-cavaliere/nemesi-cavaliere.html
C’è da dire che, a mio avviso, la multa non dovrà essere pagata all’unione europea, ma a Europa 7 come risarcimento danni. E’ chiaro comunque che la multa la dovrà pagare lo stato (noi stupidi cittadini quindi), in quanto le varie decisioni e leggi sono state approvate dal “nostro” parlamento.
Aggiungo anche una intervista interessante al proprietario di Europa 7 che potrebbe in parte spiegare come stanno le cose.
http://www.metaforum.it/forum/showthread.php?p=99820
Ciao a tutti.
Povera patria….

38. raul - 23 maggio 2008

io ho sentito che se ne parlava ieri alla “Zanzara” su Radio24 sul sito potete scaricare la trasmissione oppure andare direttamente al link

http://marcomele.blog.ilsole24ore.com/

39. antibeppegrillo - 23 maggio 2008

grazie Raul, il link che hai postato fa chiarezza.

Quoto i punti più importanti:

“Non è vero che la Corte di Giustizia europea ha affibbiato all’Italia una sanzione di 350mila euro al giorno, addirittura retroattiva dal primo gennaio 2006.”

“Non vi è ancora stato, ma è vicino, il rinvio a giudizio dell’Italia davanti alla Corte di giustizia e, se la Corte si pronuncerà affermativamente, qui arriverà la sanzione da 300mila euro al giorno. Attenzione: una modifica della legge Gasparri può far decadere la procedura, se la Ue la riterrà sufficiente.”

Il Post di Grillo era una bufala, in quanto spacciava per realtà quella che è solo una possibilità.

40. denpulsante - 23 maggio 2008

ma ‘ste fonti?

41. vitaliano - 23 maggio 2008

ieri sera al programma serale di radio24 “la zanzara” è intervenuto un giornalista del sole e ha chiarito che sentenze alla mano la multa è assolutamente inventata, sia nella sua esistenza che (peggio per chi se l’è inventata) nell’ammontare.
che probabilmente (cioè è possibile ma non è ancora accaduto) ci sarà la multa è pacifico, ma darlo per cosa fatta è falso, dare delle cifre assurde è malafede.
questo uno degli effetti della disinformazione spararla grossa e aspettare che i pesci abbocchino!
vitaliano
http://yellowcar.wordpress.com

42. antibeppegrillo - 23 maggio 2008

@ denpulsante,

in parte mi hai pizzicato… Davo per certo quanto quotato dal Sole24ore… anche se pure lì mancano le fonti.

In realtà però non possono esistere fonti dirette di una cosa che non esiste. Se Grillo si è inventato la multa, allora nessuno potrà mai trovare una sentenza che ne parla. Ergo… niente fonte diretta.

43. antibeppegrillo - 23 maggio 2008

@Vitaliano,

mi convinco sempre di più che sull’ipotesi della bufala grillesca ci ho azzeccato.

Potrei oggi dire:

“A me la storia della multa da EUR 350.000 al giorno raccontata da Grillo sembra di più un’autentica bufala “

44. Alfiere - 23 maggio 2008

Avrebbe dovuto dire “La legge Gasparri può costarci 300.000 euro al giorno”…. è come una spada di Damocle.

Comunque continuo a sorprendermi che al posto della trave nell’occhio vediate la pagliuzza…

Grillo avrà anche detto una minkiata, ma un conto è una balla sparata da un comico senza alcun incarico politico, un conto è una truffa (una delle?) perpetrata da anni dal presidente del consiglio.. che fra l’altro ha recentemente proposto un ALTRO decreto salva rete 4. Ma forse nella foga antigrillesca tutto il resto.. svanisce

45. Vittorio - 24 maggio 2008

Cito antibeppegrillo che cita a sua volta Raul:

“Non vi è ancora stato, ma è vicino, il rinvio a giudizio dell’Italia davanti alla Corte di giustizia e, se la Corte si pronuncerà affermativamente, qui arriverà la sanzione da 300mila euro al giorno. Attenzione: una modifica della legge Gasparri può far decadere la procedura, se la Ue la riterrà sufficiente.”

Questo mi pare sufficiente per affermare che la faccenda della multa NON è una bufala.
Certo, possiamo fare i precisi dicendo che per ora non stiamo ancora pagando, ma la possibilità di pagare è molto concreta. troppo.
Infatti difficilmente la legge Gasparri verrà modificata sufficientemente da garantire una libertà nella proprietà delle frequenze italiane. E se questa modifica verrà fatta allora, teoricamente, Beppe Grillo avrebbe raggiunto il suo scopo.

Mentre invece il fatto che la legge non venga modificata mi sembra l’opzione più probabile. non credo proprio che l’attuale governo, con a capo berlusconi, faccia una cosa del genere. Credo possibile che cerchino dei cavilli per evitare il multone, ma non so quando l’unione europea sia abbastanza fessa da farsi aggirare.

Per il resto, io credo che se le cose vanno avanti lungo questo binario, la multa sarà molto di più di una mera bufala.
Sarà la realtà.

Dico, per Fede, ne vale la pena?

46. Leo78 - 24 maggio 2008

cito Vittorio nel post precedente

“E se questa modifica verrà fatta allora, teoricamente, Beppe Grillo avrebbe raggiunto il suo scopo.”

Ci tengo a precisare una cosa, sono totalmente daccordo con Vittorio, ma vorrei puntualizzare una cosa; lo scopo di Grillo è far si che lo stato italiano, quindi tutti noi cittadini, non debba pagare la multa. Quindi lo scopo di Grillo non è a favore di Grillo, ma a favore dell’Italia.

Quindi, che quello che dice Grillo sia del tutto corretto o meno (non del tutto falso o meno), ci tengo a sottolineare quale sia il fine delle sue parole. In ogni caso la legge Gasparri è uno schifo ed eliminarla dalla faccia della terra mi sembra il minimo che si possa fare in una democrazia anche lontanamente degna di questo nome.

Un saluto a tutti, che siate daccordo o meno, con me.

47. _p - 26 maggio 2008

Segnalo questo articolo interessante sull’argomento

http://marcomele.blog.ilsole24ore.com/2008/05/europa-7-beppe.html

48. antibeppegrillo - 26 maggio 2008

@ Vittorio

La notizia sulla multa è una bufala. Come dice il giornalista, Grillo da i numeri sull’importo della multa, facendo passare per realtà una sua supposizione. Questo la dice molto sull’onestà intellettuale di Beppe Grillo.

Forse, ma speriamo di no, la multa smetterà di essere una bufala. Questo non migliora la posizione di Grillo che con il suo articolo ha dimostrato di essere un falsario di notizie.

49. Alfiere - 27 maggio 2008
50. denpulsante - 27 maggio 2008

Alfiere, non si capisce se ti riferisci all’iposcrisa del PDL che fa finta di modificare la legge per salvare rete4, se ti riferisci al PD perchè ora fa ostruzionismo quando poteva fare qualcosa prima o se ti riferisci all’antigrillo perchè l’articolo che citi dimostra come la multa c’era….

Ok, secondo me ti riferisci al PDL… ma era ambiguo 😀

51. andrea - 4 dicembre 2008

siamo vicini al 2009

…ora scatterà la multa…. o no?

52. Paolo - 16 dicembre 2008

Ciao a tutti, sono contento di essere arrivato a questo post, questa sera ho imparato qualcosa e comincerò a seguire questo blog, ho sempre sostenuto la tesi di beppegrillo per quanto non condivida il suo pensiero generale, devo farvi i complimenti comunque, questo è vero giornalismo, ho colto l’occasione anche io per ricercare e confermo quanto detto esiste la sentenza ma non l’ammontare dell’eventuale multa… non sono d’accordo pero sul fatto che il caso è stato montato ad arte oppure ingigantito: il fatto è comunque grave e al di là dell’Unione Europea già 2 tribunali italiani avevano dato ragione ad Europa 7, e il governo è sottoposto alla legge e come tale deve rispettarla.
Per chiarezza: il caso analizzato dalla corte di giustizia europea comunque riguarda in modo traverso rete 4, anche se mai citata…

53. Rocco - 11 gennaio 2009

…mi intristisce pensare che tanti italiani, si spremono per smontare le tesi di Grillo, riuscendo a trovare tutti i pretesti per negarle, andando a sindacare e dare giudizi sul “merito”, ma tralasciando, ahimè, di soffermarsi sul “metodo”.
Un “metodo” poco democratico di occupazione dell’etere,
di abuso di potere, un metodo antico, arrogante,
e deprimente per il sistema Italia.

Amen

54. Viola Nicodano - 16 febbraio 2009

Credo però che dimentichi una cosa. La Corte di Giustizia condanna non per il caso specifico, sul quale si è pronunciata nell’ambito di una domanda pregiudiziale. Infatti, la Corte non può essere adita che per chiarimenti necessari al giudice nazionale per dirimere un caso nazionale. La multa è stata inflitta all’Italia per il ritardo nel recepimento delle norme comunitarie che renderebbero Rete4 illegale all’interno del nostro ordinamento. In altre parole, finchè la direttiva che regola il mercato delle frequenze non sarà trasposta nel nostro ordinamento, rete4 potrà continuare a trasmettere, e noi a pagare la multa per poterla vedere.

Viola Nicodano
Giurista laureata in diritto europeo presso la Sorbonne e l’Università degli Studi di Firenze.

55. antibeppegrillo - 19 febbraio 2009

Viola,

Sei una giurista. Hai qualche fonte per quello che affermi? Un link da cui risulta che questa multa sia da pagare? Qualche fonte sulla cifra?

Non solo io non ho trovato nessuna fonte quando ho fatto la mia ricerca, ma questo post è attivo da quasi un anno e nessuno ha mai trovato nulla su questa presunta multa.

56. lucass - 1 marzo 2009

Vediamo di fare un po’ di chiarezza in questa storia:
La sentenza sancisce un pagamento di 350.000 euro al giorno a partire dal primo gennaio 2006.
Tuttavia la multa non dovrà essere pagata se le analogiche attualmente utilizzate da rete4 saranno “liberate” entro la fine del mandato elettorale attuale (entro fine legislatura).
Le fonti da un po’di tempo a questa parte non risultano più un problema grazie al web, ricordo a tutti cittadini europei che tutte le sentenze ed altre info sono reperibili sul portale del consiglio europeo: http://www.coe.int

57. antibeppegrillo - 3 marzo 2009

@ lucas,

nel sito http://www.coe.int non c’è nessun accenno alla cifra di 350.000 euro al giorno.

Mi sto stufando di perdere tempo a verificare fonti inesistenti.

Prego chiunque ritenga di aver trovato una fonte specifica, di indicare il link esatto alla sentenza CONTENENTE LA CIFRA di 350.000 Euro al giorno.

Mandare un link alla homepage di un sito enorme, non vuol dire trovare una fonte VUOL DIRE SOLO CONFASSARE DI NON ESSERE STATI CAPACI DI TROVARE NESSUNA FONTE

58. Informato - 28 marzo 2009

difatti non esiste.
vi svelo l’arcano.
i ladri di Mediaset hanno fatto quel che hanno fatto.vabbene.la legge Gasparri è stata oggetto di procedura di infrazione.
il problema però è che se andate sul sito delle politiche comunitarie,andate su Procedura d’infrazione.informatevi su cos’è.poi guardate sempre lì il numero di infrazione e la lista di infrazioni.
digitando Gasparri nel box Cerca della lista delle infrazioni
potete vedere che l’infrazione è in fase di parere motivato.
questa fase viene un bel pò prima del contenzioso,in cui la corte europea dovrà decidere l’entità della multa (fra 22000 e 700000 euro al giorno).
quindi la multa non esiste.
notate che tutte le pagine web che ne parlano,sono come una catena di sant’antonio che alla fine conduce ad un articolo di Travaglio in cui lui non cita mai le fonti…
bufala colossale?si

59. ivano - 20 aprile 2009

Non resta che attendere!! Da mite cittadino, posso dire che a mio avviso un premier che possiede reti TV e gran parte dell’editoria se si lamenta che tutti i giornalisti dicono male di lui bè le cose sono due:
o è davvero “inefficiente”
o sono tutti gli altri ad attendersi del “Buono” che non arriva MAI
=> Thailandia Docet..
PS il nostro ilvio sta cercando di pilotare anche la stampa estera per la gioia di noi tutti!! e della comicità universale!! hehhee è si dare dell’abbrozato ad Obama un vero tocco di classe…

60. NATALINO - 21 giugno 2009

forse sara’ tardi x intervenire… MA UN REFERENDUM SULLE TV DEL CAVALIERE.. C’è STATO! certo capisco che certe cose LE SI DIMENTICHINO.. ma è un fatto CERTO gli italiani VOGLIONO MEDIASET! E il referendum è un PRINCIPIO BASILARE DELLA NOSTRA COSTITUZIONE!!!

61. antibeppegrillo - 21 giugno 2009

Il problema ormai è risolto. Con il digitale terrestre ci sono frequenze per tutti. Chi saprà fare una TV che piacerà ai telespettatori sarà scelto tra le decine di frequenze nazionali disponibilie , come era ovvio, L’Italia non pagherà nemmeno un Euro di multa.

62. Eledril - 8 agosto 2010

Era una balla. dopo 1 anno non si puo’ che confermare… vedo tantissimi canali ma europa 7 si è rivelata una bella invenzione di Travaglio e Grillo… complimenti per la fantasia e la sceneggiata..

pasquale - 14 gennaio 2013

cerca europa 7 su wikipedia e trovi tutto, grillo e travaglio non hanno detto una bufala siete voi che non avete capito una ceppa.

63. PrincipePoldo - 8 agosto 2010

Il discorso della multa l’ho sentito fare anche a gente di sinistra con ruoli istituzionali. Se davvero è una balla di sana pianta fanno una pessima figura non tanto i grillini, ma soprattuto politici e intellighenzie più importanti che evidentemente non conoscono l’importanza della verifica delle fonti.

64. LatrinLover - 20 ottobre 2010

@PrincipePoldo

La pessima figura non mi pare una novita`!
C`e` gente come Di Pietro che ha fatto un`interrogazione al governo sulle scie chimiche e parlava ai comizi di complotto sul signoraggio!!!
🙂

65. aldo - 22 gennaio 2011
66. pasquale - 14 gennaio 2013

Trovate tutto su wikipedia. Grillo è un comico e riporta le cose in maniera alle volte troppo semplici, quando invece sono più complesse. a quanto ho capito io, la multa retroattiva al 2006, sarebbe scattata se alcuni passaggi della legge gasparri non fossero stati corretti. infatti grillo non sostiene che la stiamo pagando, ma che c’è stato un avvertimento e c’è stato. Alla fine “La Corte europea dei diritti umani ha condannato lo Stato italiano per aver ostruito la concessione di frequenze televisive alla sua emittente televisiva (europa 7). La Corte ha stabilito il risarcimento per danni morali e materiali dove l’Italia pagherà all’imprenditore 10 milioni di euro contro una richiesta di 2 miliardi di euro”. Questa è la conseguenza della legge gasparri, legge che è stata creata a doc per favorire mediaset, anche questo lo trovate su wikipedia. Il sunto è. lo stato italiano (cioè voi) paga 10milioni di euro di danni a europa 7 perchè il governo ha legiferato in favore di berlusconi, per dirla alla grillo. L’italia sono circa 30 anni che ha una situazione politica fatta da puttane, condannati, mafiosi, ladri e berlusconi. Ma l’italia ha anche un movimento fatto di gente onesta e che vuol fare politica non per soldi ma per ideali, che per dimostrare la propria onesta si auto riduce gli stipendi da 15mila a 2500, che restituisce milioni di rimborsi elettorali. tutto questo senza aspettare che sia votata una legge che in parlamento non passerà mai. E quindi io mi chiedo con che faccia mo cercate di fare apparire grillo come un problema, quando vi siete sorbiti pali in culo ben più grossi? il movimento 5 stelle è unico al mondo, nessuno ha mai fatto queste cose, abbiamo la possibilità di cambiare e di essere un esempio per tutto il mondo, invece di farlo ridere come è stato per tutti gli anni del governo berlusconi. Chi dice il contrario o è molto ignorante o ha di che lucrare dalla disonestà di chi ci governa. Quindi puoi anche chiudere la discussione, scrivendo “non era una bufala ma sono io che ho capito male perchè sono prevenuto nei confronti di grillo”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: