jump to navigation

… invece Beppe Grillo è stato condannato ad un anno e tre mesi con la condizionale 20 aprile 2008

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, Pregiudicato.
Tags:
trackback

Beppe Grillo dovrebbe essere l’ultimo ad indignarsi per la vergognosa levità delle pene comminate in Italia per il reato di omicidio colposo. Ma forse per Grillo la giustizia panale deve essere severa solo con gli imputati antipatici.

Scrive oggi Grillo : “Otto mesi con la condizionale per la morte di un ragazzo. Mi ha scritto la mamma di Andrea morto a 23 anni sul posto di lavoro con il cranio schiacciato. Fa accuse gravi. E’ stato celebrato un processo per omicidio colposo. I casi sono due: gli amministratori sotto accusa sono innocenti o colpevoli. Nel primo caso vanno assolti, nel secondo la condanna a otto mesi rappresenta il fallimento della giustizia in Italia. Sono curioso di leggere la sentenza.”

Scrive invece wikipedia alla voce Beppe Grillo : ” Nel 1988 la Cassazione lo condannò definitivamente per omicidio colposo a un anno e tre mesi di carcere, poiché giudicato responsabile della morte di due adulti e del loro bambino di 8 anni a seguito di un incidente d’auto, avvenuto il 7 dicembre del 1981, nel quale lui era alla guida. […]”

Anche io sarei curioso di leggere la sentanza. Magari Travaglio, così bravo nella ricerca di sentenze passate in giudicato, potrebbe trovare anche quella di condanna di Beppe Grillo.

Annunci

Commenti»

1. PIRRO - 20 aprile 2008

il fallimento della giustizia sta nel fatto che in Italia ci sono troppi incidenti sul lavoro.
Le sentenze, anche se fossero giuste, non fanno tornare in vita i morti.

Non mi sento neanche di condannare Grillo perchè non so come sono andate le cose.
Forse Grillo, ancora oggi, ne sente il peso ed il peso è peggio di qualsiasi sentenza.

2. antibeppegrillo - 21 aprile 2008

Pirro,

sarebbe Grillo a non doversi sentire di condannare altre persone colpevoli del suo stesso reato. Anche per loro, forse, il peso della colpa è peggio di qualsiasi sentenza.

3. Anomalia Italiana - 21 aprile 2008

Grillo = incidente = fatto casuale … fatto inatteso … su una strada di montagna ghiacciata e non asfaltata? Dopodiché uno dei passeggeri era addirittura sceso?

Non ci piove, Grillo ha spento per imprudenza tre vite umane.

4. Il Sofista - 21 aprile 2008

@antigrillo

PER CHI NON SA APRIRE UN LINK

Altre critiche gli sono state rivolte per la presunta demagogia delle sue iniziative, e il fatto che egli stesso, condannato in via definitiva per omicidio colposo in seguito a un incidente stradale, [28] voglia che siano esclusi dal Parlamento i condannati «in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale».[31] A tal proposito, tuttavia, va notato come lo stesso comico abbia pubblicamente ammesso il suo status giuridico di pregiudicato[28] nonché precisato in più occasioni che mai si candiderà in prima persona alle elezioni politiche.

5. Il Sofista - 21 aprile 2008

@antigrillo

e se invece avesse condannato qualcuno proprio perchè consapevole del proprio errore?
quante volte abbiamo commesso sbagli e rimproveriamo altri di essersi comportati nello stesso modo?
da ragazzo avevo l’abitudine di andare velocissimo in moto, ho fatto un incidente e mi sono rovinato una gamba, oggi quando vedo qualcuno fare le stesse cose la prima cosa che mi viene da fare è rimproverarlo…
oppure mi è vietato?

@Anomalia Italiana

qualcuno ha mai detto che Grillo è innocente?

6. Ennio - 21 aprile 2008

Scusa ma perche’ secondo te quello morto nella macchina tampografica è stato premeditato?
Anche quello è stato un incidente, evitabile, ma sempre di incidente si tratta. Come l’incidente di Grillo, anche quello evitabile.
Ora non per criticare ma che ci faceva la testa di quello nella macchina? posso capire le mani, ma per mettere la testa li’ sotto che ne vuole (certo magari con i sistemi di sicurezza non sarebbe successo, ma non lo escludo)…..
Con queste morti bianche ci stanno calcando un po’ troppo la mano secondo me .
La stragrande maggioranza sono causate dalla pigrizia sia del lavoratore che del datore di lavoro.
Il datore di lavoro deve si garantire la sicurezza dei propri dipendenti ma fino ad un limite. Faccio un esempio che è accaduto dalle mie parti circa 2 anni fa.
Un giovane muratore è caduto dall’impalcatura di un palazzo. Il datore di lavoro aveva assicurato tutte le norme di sicurezza, ma nonostante cio’ ha passato mesi e mesi di guai. Alla fine si è venuto a sapere che il giovane la sera prima era stato fino all’alba in discoteca.
Cosa doveva fare il datore di lavoro?

7. Ardashir - 21 aprile 2008

Non c’è nulla di più populista che attaccare una persona su un fatto personale invece che su quello che dice.

A me Beppe Grillo spaventa, e così il suo movimento, ma se punta i riflettori sulle morti bianche e sull’inadeguatezza delle istituzioni nel proteggere e garantire la sicurezza ai lavoratori, allora ben venga. Parliamo di questo, non del fatto che B.G. si sia reso colpevole di un duplice omicidio vent’anni fa.

Per dire cose serie, bisogna essere seri. E questo post non lo è, è in puro stile “grilliano”.

8. Antigrillo - 22 aprile 2008

@ Ardashir

La tua critica coglie nel segno:

Beppe Grillo avrebbe dovuto ricordare il fatto di aver egli stesso usufruito dell’eccessiva clemenza che oggi critica.

Io avrei dovuto mettere maggiormente in evidenza il fatto che sono perfettamente d’accordo con Grillo quando critica giustamente la giustizia italiana per l’assurda levità delle pene comminate per reati molto gravi.

9. Il Sofista - 22 aprile 2008

Poesia per il meno peggio

Se po’ fa’…
7
commenti

“Se po’ fa’…”, non era vero,
ci hanno fatto un culo nero
e così Pd e Veltroni
ci han ridato Berlusconi.

“Se po’ fa’…”, non s’è potuto
e la Lega ci ha fottuto.
Grazie al magico Pd
or ci ritroviamo qui

con Berlusca, Bossi e Fini
trionfatori agli scrutini.
Non possiam che ringraziare
il messia del “Si può fare”

che ne ha fatte proprio tante:
dal programma strabiliante
al comizio in ogni dove,
dal linguaggio che commuove

alle cene populiste,
dagli abbagli nelle liste
a promesse esagerate,
morte prima d’esser nate.

Con bandiera, patria ed inno
ci ha ammannito Colaninno,
con sadismo invero raro
ci ha ammannito Calearo,

col suo far da pifferaio
il superstite operaio
ha inserito nelle liste,
la precaria, le stagiste,

la ricercatrice bella
e il prefetto sentinella.
Al suon di “Di te mi fido!”
ha promesso asili nido,

doposcuola, le dentiere,
come fece il Cavaliere,
ai vecchietti senza denti,
bonus libri agli studenti,

il pacchetto sicurezza
e la lotta alla monnezza,
Sanità non lottizzata
e Giustizia accelerata,

più quattrin per i precari,
men per i parlamentari,
cinquemila leggi in meno,
per i pendolari il treno,

ferrovie nel meridione
ed aumenti alla pensione,
casalinghe assicurate
e pigioni dimezzate,

meno attese in ospedale
e minor pression fiscale,
buoni spesa agli indigenti
e per strada assai più agenti,

malavita organizzata
combattuta ed annientata.
Ci fu pur qualche amnesia,
si scordò Walter messia

il conflitto d’interessi,
la tivù e i problemi annessi,
qualche legge da cassare
ed i pacs da riesumare.

Non citò mai Berlusconi,
niente demonizzazioni…
Si scordò la laicità,
quella no, nun se po’ fa’!

Per lucrare qualche voto
si mostrò molto devoto
corteggiando i moderati,
ma poi i voti li ha fregati

ai compagni comunisti,
come sempre masochisti
e aiutò la cosa rossa
a scavar la propria fossa.

Annunciando la rimonta
ogni dì fece la conta
del divario cha calava
nella piazza che aumentava

e applaudiva con affetto.
Si scordò di un vecchio detto:
“Piazze piene ed urne vuote”.
Le urne ci han lasciato in dote

una botta eccezionale
e il Berlusca al Quirinale
in fin di legislatura.
Dall’union contro natura

che chiamarono Pd
siamo giunti fino a qui.
Ora che possiamo fare?
Non ci resta che sperare

che sincer fosse Veltroni
nel dir: “Per le buone azioni
me ne andrò in Africa nera”.
Walter, la sinistra spera

che quel dì non sia lontan.
Corri in Africa, you can!
Noi vorremmo cambiar cast…
Corri in Africa, you must!

10. giosby - 22 aprile 2008

Ho scritto un racconto sul mio percorso nel meetup di Beppe Grillo, un’esperienza che mi ha lasciato molto perplesso, che mi ha molto cambiato, che mi ha permesso di evidenziare una realtà a me del tutto sconosciuta, dove ho scoperto che inganno e menzogna regnano nella nostra società al di sopra dell’immaginabile.

Censure, manipolazioni, sotterfugi e lati oscuri nel mondo inquieto ed inquietante di Beppe Grillo …

http://mondogrillo.net/meetup/la-ragnatela-del-grillo/

11. Mirko - 22 aprile 2008

Antibeppegrillo questo tuo ultimo post è quanto di più vergognoso potessi leggere…Pur di attaccare Grillo sei disposto a sorvolare l’evidente differenza che c’è tra una morte per incidente stradale (per capirci , una disgrazia non voluta e “forse imprevedibile”) e quelle che si consumano ogni giorno nelle aziende a causa della totale mancanza del rispetto delle norme antiinfortunistiche…
Io sono un’operaio FIAT e so molto bene di quello di cui sto parlando poichè lo vivo sulla mia pelle ogni giorno…
Se grillo ha fatto un’incidente che ha causato delle morti sicuramente ha commesso delle imprudenze, ma prima di giudicare forse dovremmo sapere come si sono svolti i fatti, magari c’era un concorso di colpa, o forse no… non lo sappiamo…
Sappiamo invece che nessun operaio si priva delle dotazioni di sicurezza volontariamente, ma spesso devono farlo perchè il padrone VUOLE PIU’ PEZZI.
Ed ecco che pur di portare il pane a casa ogni giorno si rischia qualche grave lesione se tutto va bene, la vita nei casi peggiori…
Non vedo come si possa paragonare la sentenza data a un mostro che mette la produttività al di sopra della vita umana con quella data a un’uomo che ha guidato male…
Davvero questa volta sono inorridito….

12. Il Sofista - 23 aprile 2008

@giosby

puoi farci un riassunto? non volermene…. grazie

13. Anomalia Italiana - 23 aprile 2008

@ Il Sofista – Aprile 23, 2008

Ciao

Intervengo io visto che l’ho messo sul mio sito:

Sinossi del racconto “La Ragnatela del Grillo”

http://new-italy.net/i-falsi-profeti/la-ragnatela-del-grillo/

14. Nicola - 23 aprile 2008

@Sofista
Scusami Sofista, ma devo chiederti perchè senti il bisogno di attribuire al PD la responsabilità per il nuovo insediamento di Berlusconi.
Io sono il primo a sentirmi avvilito per questo nefasto ritorno, ma credo che si debba prendere atto che i cittadini sono andati a votare e che hanno affidato il loro voto al candidato del PDL.
In Italia l’opposizione non viene repressa come in Cina e hai tutto il diritto di scendere in piazza e manifestare.
Che ci vuoi fare, è la democrazia, baby… :-;

15. Grillista - 23 aprile 2008

Scusate voi del blog credete che in italia l’informazione sia libera??…. in caso afffermativo siete in grado di fornire documentazione attendibile??… è giusto che in un libero mercato ci siano finanziamenti pubblici ai giornali??… è giusto che ci sia un duopolio informativo che come hanno dimostrato le intercettazioni è un monopolio??.. Grazie

16. Il Sofista - 23 aprile 2008

@Nicola

la mia intenzione era solo di postare una poesia trovata sul blog di Travaglio, mi sembrava carina…
se vuoi una mia opinione sulle responsabilità del PD purtroppo le ritengo evidenti visto il lavoro fatto dal governo da cui deriva…
se gestisci la cosa pubblica in quel modo poi non devi stupirti se la gente vota il tuo avversario e non raccontiamoci la scusa delle frange estreme perchè sono tutti derivati dal PC, Veltroni compreso…
sono anni che mi trovo davanti al dilemma se votare un centrodestra con 48 condannati in parlamento oppure un centrosinistra con solo 13 ma con l’aggravante dell’incapacità a governare…
l’unico voto utile è il non voto, se non sei legittimato non puoi governare…
purtroppo fino a quando questi riceveranno voti, anche se pochi, la presa per il c..o è certa…..

17. PIRRO - 23 aprile 2008

@ 16. Il Sofista – Aprile 23, 2008
“sono anni che mi trovo davanti al dilemma se votare un centrodestra con 48 condannati in parlamento oppure un centrosinistra con solo 13 ma con l’aggravante dell’incapacità a governare…”

quindi pensi che il centrodestra, ma chiamiamolo con il suo vero nome, Berlusconi è capace di governare?

18. antibeppegrillo - 23 aprile 2008

@ Mirko,

l’omicidio colposo è un reato serio. Come tutti i reati, anche l’omicidio colposo può avere aggravanti.

A Grillo è stata inflitta una pena meno lieve di quella inflitta al datore di lavoro ucciso sul posto di lavoro. I

ll giudice che ha giudicato Grillo ha ritenuto il suo omicidio colposo meritevole di una condanna a un anno e tre mesi.

Il giudice che ha giudicato l’imprenditore ha ritenuto il suo omicidio colposo meritevole di una condanna ad otto mesi.

Mirko, ne io ne te possiamo sostituirci ai giudici. I rispettivi giudici hanno ritenuto più grave l’omicidio colposo di Grillo.

Mirko, le sentenze si possono criticare, ma non mi pare che tu abbia studiato i due omicidi colposi in maniera sufficientemente approfondita da poter affermare che i rispettivi giudici abbiamo svagliato a valutarne la gravità.

19. Cecco - 23 aprile 2008

Io sono un’operaio FIAT e so molto bene di quello di cui sto parlando poichè lo vivo sulla mia pelle ogni giorno…
——————————————-
perdona ma…..se non denunciate (anche anonimamente) questo fatto all’autorità competente siete anche complici di questa situazione. Capisco che il lavoro è sempre lavoro ed è indubbiamente irrinunciabile per vivere però non si può solo chiudere gli occhi e, a tragedia avvenuta, puntare il dito e fare i paladini della legalità.

E comunque, mi spiegheresti in cosa differisce l’omicidio colposo di grillo con l’omicidio colposo dei due condannati? Sempre di omicidio colposo si tratta, no?

20. Cecco - 23 aprile 2008

quindi pensi che il centrodestra, ma chiamiamolo con il suo vero nome, Berlusconi è capace di governare?
————————————-
i numeri per farlo, a differenza di Prodi che si è coalizzato con 1000 partiti nel vecchio governo, li ha. Vedremo se riuscirà a farlo o meno.

21. Cecco - 23 aprile 2008

Scusate voi del blog credete che in italia l’informazione sia libera??….
————————————–
e tu credi che l’informazione fatta da grillo o travaglio sia libera? come quella del libro contenenti i condannati, salvo poi scoprire che travaglio si è preso la libertà di decidere per tutti quali reati fossero gravi e quali no e, quindi, includere o meno certi personaggi…..

22. PIRRO - 23 aprile 2008

@ 20. Cecco – Aprile 23, 2008

“i numeri per farlo, a differenza di Prodi che si è coalizzato con 1000 partiti nel vecchio governo, li ha. Vedremo se riuscirà a farlo o meno.”

IO NON PARLO DI NUMERI, MA DI CAPACITA’

23. Cecco - 23 aprile 2008

IO NON PARLO DI NUMERI, MA DI CAPACITA’
—————————–
e tu chi saresti per stabilire con certezza se ha le capacità o meno? del resto se siamo riusciti a mandar su prodi, dopo la disastrosa figura come presidente ue……
i numeri per poter governare li ha, ora si vedrà se sarà capace di farlo o meno

24. Nicola - 23 aprile 2008

@sofista
> se vuoi una mia opinione sulle responsabilità del PD purtroppo
> le ritengo evidenti visto il lavoro fatto dal governo da cui deriva…
C’è qualcosa che non mi quadra in quello che dici e il problema è a monte. Il fatto che tu crei allarmismo sul ritorno di Berlusconi significa che ritieni quest’ultimo il soggetto meno adeguato a guidare l’Italia.
Ora, puoi attribuire al partito democratico tutte le responsabilità che vuoi, ma lo puoi fare solo nel momento in cui ritieni che alle forze in campo esista una valida alternativa.
Tu dici “Dannazione, avete fatto tornare Berlusconi, il peggiore di tutti!”, ma chi ti aspettavi che governasse questo paese?
Insomma, se proprio ritenevi che Berlusconi fosse il male assoluto, potevi “ripiegare” su altri soggetti politici e bada bene che non voglio entare nella logica del “meno peggio”, ma di fronte ad una prospettiva così deviante perchè una persona dotata di buon senso non dovrebbe porsi il problema del “contenimento dei danni”?
E’ bene parlarsi chiaro, Grillo sta preparando la sua discesa in campo nella politica nazionale, indirettamente, si intende, ma, come ho avuto modo di sottolineare precedentemente, sa bene qual’è il bacino di voti dal quale può attingere.
Ultimamente ha dovuto mandare giù diversi bocconi amari, dalle bufale alle quali ha abboccato come il più sprovveduto degli allocchi, al tradimento di Di Pietro che ha sostenuto il partito guidato dal nemico pubblico numero uno, fino al fallimento della campagna a favore dell’astensionismo con la quale ha conseguito risultati decisamente imbarazzanti. A tal proposito ti ricordo che ha votato circa l’80% degli italiani e costoro hanno mandato al governo proprio colui che disprezzi così apertamente; in America vota appena il 50% degli aventi diritto, in Cina sostanzialmente non si vota.
Certo, l’informazione in Italia è un problema serio e personalmente trovo giusto lottare per riqualificarla, ma da lì a dire che non c’è democrazia ce ne corre…

> l’unico voto utile è il non voto, se non sei legittimato non puoi
> governare…
Non ho capito cosa intendi in questo frangente con l’essere “legittimati a governare”. A me sembra che la popolazione abbia palesemente legittimato il caro Silvio a guidare questo strano paese!
O forse ho frainteso quello che intendevi dire?

Un’ultima cosa, poi finisco di tediarti.
Trovo assolutamente riprovevole indire una manifestazione come il V-DAY in una data che dovrebbe essere la giornata della memoria e dei valori quali libertà e uguaglianza e del prezzo che molte persone hanno pagato per consegnare a noi questa pesante eredità.
Per fugare ogni tuo dubbio vai a chiedre a coloro che hanno combattuto cosa pensano del VDAY del 25 aprile…

25. PIRRO - 24 aprile 2008

@ 23. Cecco – Aprile 23, 2008

CON IL SOFISTA SI PARLAVA DI CAPACITA’
TU HAI CACCIATO I NUMERI E MI STA BENE
MA SE PERMETTI POSSO PENSARE CHE BERLUSCONI NON HA LA CAPACITA’ DI POTER GOVERNARE?

E NON SONO SOLO IO CHE DICE CHE BERLUSCONI NON HA LE CAPCITA’ PER POTER GOVERNARE

26. PIRRO - 24 aprile 2008

24. Nicola – Aprile 23, 2008

“Trovo assolutamente riprovevole indire una manifestazione come il V-DAY in una data che dovrebbe essere la giornata della memoria e dei valori quali libertà e uguaglianza e del prezzo che molte persone hanno pagato per consegnare a noi questa pesante eredità.
Per fugare ogni tuo dubbio vai a chiedre a coloro che hanno combattuto cosa pensano del VDAY del 25 aprile…”

è stata una scelta strategica.
poniamo l’ipotesi che poca gente si presenta al vday2
(ipotesi molto veritiera visto i risultati dell’elezioni
e forse molti si vergogneranno nel mostrarsi il 25 aprile)

quando vedono che sono pochi, potranno approfittare di tutti i manifestanti che si sono persi del vero 25 aprile.

skerzo

anche se mi da fastidio l’idea di trasformare un giorno importante per l’italia in un vaffaday
sembra quasi di mandare affanculo il 25 aprile

27. Mirko - 24 aprile 2008

@Cecco e Antigrillo…
Suppongo che voi non lavoriate nelle fabriche e che non abbiate mai avuto a che fare con le multinazionali….
Alla ThyssenKrupp molti operai sono morti , ed altri sono stati feriti, per un incendio questo lo sappiamo tutti…
Lo sapete che avevano gli estintori vuoti e le manichette antincendio talmente vecchie che si erano strappate? Non vi siete chiesti come hanno fatto fino ad allora a superare i controlli annuali che ogni azienda deve sostenere? Non vi siete chiesti , come anno ottenuto tutte le certificazioni di conformità?
Vedete… questo non succede solo alla ThyssenKrupp ma anche in molte altre aziende, SPERO (perchè non ci metterei la mano sul fuoco…) in maniera non così sciagurata, ma anche nelle altre aziende le certificazioni si danno così…
Per me un’operaio morto in fabbrica è si omicidio colposo, ma spesso la colpa non è la distrazione o l’imprudenza, ma IL METTERE LA PRODUTTIVITA’ AL DI SOPRA DELLA VITA UMANA.
La condanna di Grillo è stata più alta di quella dell’imprenditore?Non mi stupisce…
In Italia il potente la fa sempre franca.
CHI di voi non ha mai avuto un’incidente d’auto?Io per fortuna solo uno, e non grave, ho danneggiato solo l’auto ma nessuno si è fatto male….
Ma se invece di un’auto avessi preso una moto?Forse per un’imprudenza sarei ancora in galera IO, mentre cosa accade al direttore di una multinazionale che mette VOLONTARIAMENTE a rischio centinaia di vite in nome della produttività?NULLA o quasi…

28. Ennio - 24 aprile 2008
29. Nicola - 24 aprile 2008

@Ennio
«…nella dichiarazione dei redditi presentata nel 2006, hanno raggiunto i 4.272.591 euro…»
Pensa te! 🙂
E pensare che recentemente si è lamentato di 80.000 euro da lui “rimessi” per l’organizzazione del primo V-DAY.
Ci vuole veramente del pelo sullo stomaco…

30. Cecco - 24 aprile 2008

Per me un’operaio morto in fabbrica è si omicidio colposo, ma spesso la colpa non è la distrazione o l’imprudenza, ma IL METTERE LA PRODUTTIVITA’ AL DI SOPRA DELLA VITA UMANA.
—————
se personalmente la ritieni così bene, purtroppo bisogna anche vedere come lo ritiene la legge. un omicidio colposo con più o meno aggravanti rimane sempre omicidio colposo.

ma poi scusa, se un dipendente che tiene alla propria vita e sa di queste malfunzioni può sempre denunciare la cosa all’ispettorato del lavoro in maniera anonima (almeno credo si possa fare anonimamente).

31. Anomalia Italiana - 24 aprile 2008

Ragazzi

Questa fa quasi male:

Grillo raddoppia i redditi attaccando la casta…

http://www.sabinaguzzanti.it/?q=node/582#comment-17841

32. antibeppegrillo - 24 aprile 2008

@ Ennio e Nicola

Grazie. Ci vuole un Post dell’Antigrillo su questo “extra-gettito” del Grillo…

33. antibeppegrillo - 24 aprile 2008

@ Cecco,

non è il caso di Grillo, che non conosco, ma in generale ritengo che alcuni automobilisti mettano la loro voglia di velocità o la loro fretta, o la loro voglia di sfidare il pericolo, o la loro voglia di cosiddetto “sballo” al disopra della vita umana.

34. stefomec - 25 aprile 2008

Complimenti per questo post, ma in generale per tutto il blog, che mi sta confermando, per la mia gioia, la nascita di un sentimento di rifiuto verso la persona di Beppe Grillo, quest’uomo che si fa grande non sapendo e arringando folle di idioti. Anche io, nel mio piccolo, sto scrivendo e invitando i lettori a finirla con questo fenomeno da circo, e vorrei che passassi, tu e i tuoi lettori, ad esprimere un’altra opinione su quello che anche io ho detto. Grazie ancora per essere un anti-grillino 😉

35. Crocchi Cricchi - 26 aprile 2008

Beh, è interessante leggere questi post, in cui la parola più ricorrente è “grillo”.
Se dici che grillo ha ragione sei un “grillino”, molto facile!
Così chiunque possa criticare questo blog diventa uno di loro, un grillino, questa tecnica l’hanno sempre usata anche i soldati americani, infatti i vietnamiti li chiamavano “charlie” e i prigionieri iracheni ora li chiamano “alì babà”… così tutto diventa possibile, anche le torture!
Ok, puoi parlare male quanto vuoi di Beppe Grillo, e vorrei anche leggere quello che scrivi, perchè è questo il bello della rete: ascoltare per bene le argomentazioni di coloro che hanno idee diverse, cercarvi le verità che gli altri negano.
Ma gradirei leggere FATTI, non variazioni sul tema della semplice frase “perchè grillo è stronzo”.
Francamente continuare a citare la solita storiella della “condanna per omicidio colposo” non aiuta, da l’idea che non si riesca a trovare altre argomentazioni negative su Grillo, oltre al fatto che è ricco (non capisco dove sia la colpa) e che ha fatto un incidente con la macchina tanti anni fa, in cui tra l’altro ha rischiato anche la vita.

Sai perchè dico questo? Perchè, se anche io fossi un’uomo pubblico, non mi piacerebbe essere criticato per il semplice fatto di aver commesso decine di anni prima un crimine, per l’appunto, COLPOSO, nemmeno doloso.
Non mi piacerebbe di vedere nullificate le mie affermazioni, i miei progetti, il mio lavoro, in base a semplici illazioni, e credo che non piacerebbe nemmeno a te che scrivi.
Non credo che saresti contento se qualcun’altro ti criticasse in base al fatto che magari anni prima ti fosse accaduta una tragica fatalità, e che questa ti venisse imputata ogni volta che parli.

Penso che il dialogo e il confronto debbano basarsi su ben altro…

36. Anomalia Italiana - 26 aprile 2008

Caro Crocchi Cricchi

Informare correttamente vuol già dire cambiare.

Di fatti ce ne sono su questo sito, adesso occorre però anche sviluppare la dovuta volontà per accedere a questi fatti.

Uno in primis, quello di Grillo non è stato un incidente, bensì pura follia:

… Il tardo 1981 e non il 1980, come erroneamente riferito nel suo blog, è l’anno in cui il comico diviene protagonista di un episodio destinato a segnalarlo per sempre. Il 7 dicembre, da Limone Piemonte, decide di partirsene con alcuni amici alla volta di Col di Tenda, un’antica via romana tra la Francia e la Costa ligure: in pratica sono delle strade sterrate militari in alta quota che portano a delle antiche fortificazioni belliche. Con lui ci sono i coniugi Renzo Giberti e Rossana Guastapelle, 45 e 33 anni, col figlio Francesco di 8, oltre a un altro amico che si chiama Alberto Mambretti. Per farla breve: quel viaggio, d’inverno, è una follia. È una strada d’alta quota non asfaltata, e un altro gruppo di amici, nonché un’opportuna segnaletica, sconsigliano vivamente: a esser precisi, la strada è tecnicamente chiusa. Fa niente: Grillo ha uno Chevrolet Blazer, un costoso ed enorme fuoristrada rivestito esternamente di legno e peraltro inquinantissimo. Un quinto amico, Carlo Stanisci, forse si avvede del pericolo e decide di scendere assieme alla fidanzata e al cane. Finisce malissimo: all’altezza di Bec Rouge, alpi francesi, l’auto sbanda su un ruscelletto ghiacciato e scivola verso una scarpata; Grillo riesce a scaraventarsi fuori dall’abitacolo, ma gli altri no, e l’auto rotola nella scarpata per un’ottantina di metri. Mambretti sopravvive non si sa come. I due coniugi muoiono, e ciò che resta del figlio viene trovato sotto la fiancata dell’auto …

tratto da
La vita spericolata di Beppe
di Filippo Facci
da ilGiornale.it – 26 aprile 2008

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=257383

37. Lorenzo - 14 maggio 2008

in questo resoconto si è dimenticato il dinosauro che li inseguiva, l’astronave che ha cercato di recuperare i feriti, le squadre dell’ONU che hanno cercato in tutti i modi di fermare il satanico Grillo con la bava alla bocca e una donna stuprata nel portabagagli dell’abitacolo e le lingue di fuoco sulla strada lasciate dalla “folle” velocità dell’autorimorchio che Grillo guidava bendato con le mani legate al cambio…..ma per favore…
Facci è un completo incompetente e non bisognerebbe nemmeno scriverle certe cose su un’incidente stradale….

38. djdavisx - 23 maggio 2008

Ragazzi, la verità è ke prima di tutto bisogna dare la colpa A NOI STESSI!!! E POI AGLI ALTRI!!! Prima di tutto guardiamo dentro noi stessi, ragazzi!!!

39. Leo78 - 24 maggio 2008

x anomalia italiana post 36

Scusami tanto, ma se citi Facci perdi ogni tipo di credibilità!
Penso che, se si vuole, si possano trovare fonti ben più attendibili ed oggettive di qualcuno pagato (e si sa bene da chi) appositamente x screditare Grillo.

Sulla questione incidente, sono allibito dal confronto Grillo-morti sul lavoro. Sono totalmente daccordo con quello che dice Mirko post 11 e 27 e mi stupisco come si faccia a contestare quello che dice.
In più Grillo alla guida della sua auto ha rischiato la vita esattamente come gli altri passeggeri e per sua fortuna ne è uscito vivo. Invece nelle aziende chi non rispetta le leggi di sicurezza non si trova di certo in prima linea, in pericolo (anche di morte), visto che si trova, al sicuro, dietro una scrivania. Come diceva una tale “è facile fare il frocio con il culo degli altri” (chiedo scusa agli omosessuali se si dovessero sentire chiamati ingiustamente in causa)
Quindi il paragone mi sembra piuttosto forzato.

Trovo deprecabile il comportamento di Grillo nel caso del suo incidente stradale, ma ben venga comunque il Grillo che si batte x la sicurezza sul lavoro e su tutte le altre cose. Come direi ben venga a Facci se facesse il lavoro serio di giornalista e a Berlusconi se facesse il bene degli italiani.
Ammetto che sul Berlusca l’ho sparata grossa visto il suo enorme conflitto di interessi e i motivi (risaputi) che lo hanno portanto in politica… ma questo è un altro discorso.

40. davide - 5 agosto 2008

perché salti volutamente l´ultima frase riguardo all´incidente???
beppe grillo guidava la macchina che ha sbandato ed é caduta nel burrone, e le persone morte erano passeggeri della sua vettura. é facile far apparire diverse determinate circostanze tagliando un pó di qua, un pó di lá…. non é una cosa bella, ma tu provi a farla apparire ben diversa dalla realtá… riporta tutto ció che c´é scritto in wikipedia sul fatto dell´incidente….

41. antibeppegrillo - 5 agosto 2008

@ davide,

nessuna volontà di far apparire diversa la realtà. Infatti ho inserito il link proprio per consentire a chi volesse documentarsi meglio sulla dinamica dell’incidente.

I giudici hanno dichiarato Beppe Grillo colpevole per la morte di quelle povere persone innocenti. Io non sono un giudice, perciò non so se il fatto che fossero nella sua macchina rende il reato di omicidio colposo più o meno grave.

Un omicidio colposo è un reato pesante, per il quale in Italia si ricevono pene lievi. I rispettivi giudici hanno ritenuto la colpa di Beppe Grillo più grave di quella dell’imprenditore che Beppe Grillo ha voluto mettere alla gogna.

42. Genoa - 3 gennaio 2009

Mirko,
tu sei operaio e di certo non hai studiato legge. L’articolo che riguarda Grillo e lo condanna l’ha visto colpevole -bada bene- della morte di 3 persone. Capisci? Una famiglia è morta. Qui non parliamo di un operaio che lavora e rischia per le condizioni di lavoro, parliamo di persone, tra cui un bambino, che non si aspettavano che qualcuno (e non qualcosa) di lì a poco li avrebbe mandati in paradiso. E a Grillo non è stato dato il massimo della pena. Davvero, ti pregherei di una cosa. Non far passare la cosa come semplice ”incidente” perchè le esimenti o giustificanti cadono in altri illeciti penali. Qui il reato ti vede colpevole o per negligenza o imprudenza o imperizia o per inosservanza di leggi, regolamenti, ordini e discipline. Se lui non fosse stato alla guida, oggi quelle persone sarebbero probabilmente ancora vive.

Mirko - 15 luglio 2009

Per Genoa 42…
Beh…diciamo che non sono un avvocato ma non che non ho nozioni di legge, faccio l’operaio perchè non ho trovato di meglio (per ora) ed è meglio stare su una catena di montaggio che disoccupati….ma cambiamo discorso….
Tornando a noi…cito “L’articolo che riguarda Grillo e lo condanna l’ha visto colpevole -bada bene- della morte di 3 persone. Capisci? Una famiglia è morta. Qui non parliamo di un operaio che lavora e rischia per le condizioni di lavoro, parliamo di persone, tra cui un bambino, che non si aspettavano che qualcuno (e non qualcosa) di lì a poco li avrebbe mandati in paradiso”
Ok…3 persone sono morte…mi spiace molto ma è stato un’INCIDENTE non un assassinio come lo vuoi far apparire tu “parliamo di persone, tra cui un bambino, che non si aspettavano che qualcuno (e non qualcosa) di lì a poco li avrebbe mandati in paradiso”
Grillo ha rischiato di finirci pure lui in paradiso, è stato imprudente ed ha causato una disgrazia da cui è uscito vivo per miracolo.
E’ stato condannato per la sua imprudenza punto.
Tu non hai mai commesso imprudenze al volante per nessun motivo?
SE la risposta è no perdonami ma NON TI CREDO.
Se si…beh…è normale almeno una volta nella vita…a te è andata bene (come alcune volte a me ecc) grillo non è stato altrettanto fortunato.
Detto ciò…ti faccio notare…”Qui non parliamo di un operaio che lavora e rischia per le condizioni di lavoro” ma dico io…secondo te gli operai che sono soldati mandati in missioni di guerra che se muore dovrebbe avere le attenuanti del conoscere i risci del suo mestiere??
Ti do una notizia…per legge gli operai NON DOVREBBERO CORRERE ALCUN RISCHIO PER LA LORO SALUTE, ANZI IL DATORE DI LAVORO DOVREBBE ADOPERARSI PER PRESERVARLE IN OGNI MODO!!
Ma sei così folle da paragonare il VOLONTARIO MANCATO RISPETTO DI TUTTE LE ELEMENTARI NORME DI SICUREZZA e la morte DI DECINE DI OPERAI CON MOGLI E FIGLI A CARICO con un’incidente stradale che ha causato 3 morti?
Alla ThyssenKrupp c’è stata una STRAGE con DECINE di morti e moltissimi feriti anche gravi…il dirigente ha fatto ciò che ha fatto per risparmiare sui costi, quindi VOLONTARIAMENTE tanto in caso di incidente MICA ERA LA SUA PELLE AD ANDARCI DI MEZZO, non vedo con che coraggio si possa paragonare ad un incidente stradale dovuto a imprudenza dove Grillo non intendeva certo rischiare ne la sua vita ne quella dei passeggeri…
Ecco il succo del discorso…il dirigente SAPEVA che metteva a rischio l’incolumità dei suoi dipendenti e ha VOLUTO FARLO in nome del RITORNO ECONOMICO tanto lui personalmente non rischiava nulla…
Grillo NON SAPEVA che stava rischiando la vita…avrebbe dovuto essere più prudente, più assennato…ha fatto una cazzata diciamocelo chiaro e gli è costata cara…ma di certo NON AVEVA INTENZIONE di mettere a rischio NE LA SUA VITA (a meno che non fosse matto) NE QUELLA DEI PASSEGGERI

antibeppegrillo - 15 luglio 2009

Un omicidio colposo non è solo un incidente. Questo vale sia per uno che guida una macchina che per uno che guida un’azienda.

Esistono due tipi d’incidenti sul lavoro o di incidenti di macchina:
quelli che sono solo incidenti,
e quelli che invece avvengono per colpa di qualcuno. I secondi sono omicidi colposi.

Capisco che, siccome tu sei un lavoratore e non sei un bambino portato in giro da un adulto con la macchina, sei più sensibile al secondo tipo di omicidio colposo. Forse sarebbe diversa l’opinione del bambino per la cui morte è stato condannato per omicidio colposo Beppe Grillo.

43. STIK - 22 gennaio 2009

SEI UN COGLIONE AD ATTACCARTI A QUESTE COSE. FARE UN’INCIDENTE CON MORTI E’ UN DOLORE CHE TI PORTI PER TUTTA LA VITA..
COGLIONE COGLIONE COGLIONE…. BERLUSCONIANO

44. teo - 9 giugno 2009

Grillo mangia nello stesso piatto dello scarso scrittore Travaglio… ad entrambi nn fa comodo di parlare dello loro vicende processuali, ma attaccando gli altri diffamandoli…. Sono brave persone ma io mi incazzo con la gente che gli da retta… Complimenti per il sito che trovo molto interessante. Per fortuna ci siete voi che date spazio alla verità…

45. antibeppegrillo - 10 giugno 2009

Grazie Teo, nonostante la mia nota pigrizia, faccio del mio meglio soprattutto nel dare spazio a tutte le opinioni diverse da quelle di Grillo… e dalle mie… come quella di STICK…

46. giosby - 3 luglio 2009

Vedo adesso che tra i commenti si presentava La Ragnatela del Grillo, ma l’indirizzo, anche della sinossi, è sbagliato visto che “Anomalia Italiana” ha chiuso i siti relativi.
Adesso il racconto e anche la sinossi sono a questo indirizzo:

http://www.giosby.it/la-ragnatela-del-grillo/

Saluti

47. Luca - 13 luglio 2009

Per “19. Cecco”

Si può anche denunciare ma, ti assicuro, che se l’industriale di turno è ben ammanicato, rischi pure di trovarti a spasso se hai colleghi poco compiacenti.

Lavoravo in una fabbrica dove diciamo di “termovalorizzazione”, il forno aveva temperature di esercizio attorno ai 1200 gradi, noi dovevamo cambiare regolarmente sonde di temperatura senza adeguati mezzi protettivi.

In seguito a denuncia è arrivato l’ispettorato del lavoro, gli incaricati sono andati nella zona incriminata, hanno letteralmente FUSO lo strumento di rilevamento, ci hanno detto che non era possibile lavorare in quelle condizioni.

Vuoi sapere cosa è cambiato da quel giorno?
Prova a indovinare: assolutamente NULLA.

48. Lucio - 26 settembre 2009

Tempo addietro ero anche io un “grillista”, senza dubbio posso aver
condiviso alcuni punti di vista ma ora, dopo attento rimuginare mi
dissocio dalla sua attività di continua demolizione del consorzio civile.
non so perchè ma adesso a ben vedere mi appare come uno che dopo
un indigestione di cioccolata si mette a urlare a quattro venti che la
cioccolata fa male ed è veleno…è facile, troppo facile, giungere agli
anta con un nome conosciuto e vestire gli abiti del paladino senza ne
macchia ne paura. circa il suo incidente so poco, un amico mi ha detto
che gli è successo alla guida di una Land Rover.

49. Stefano - 26 settembre 2009

Il giorno più nero. Il tardo 1981 e non il 1980, come erroneamente riferito nel suo blog, è l’anno in cui il comico diviene protagonista di un episodio destinato a segnalarlo per sempre. Il 7 dicembre, da Limone Piemonte, decide di partirsene con alcuni amici alla volta di Col di Tenda, un’antica via romana tra la Francia e la Costa ligure: in pratica sono delle strade sterrate militari in alta quota che portano a delle antiche fortificazioni belliche. Con lui ci sono i coniugi Renzo Giberti e Rossana Guastapelle, 45 e 33 anni, col figlio Francesco di 8, oltre a un altro amico che si chiama Alberto Mambretti. Per farla breve: quel viaggio, d’inverno, è una follia. È una strada d’alta quota non asfaltata, e un altro gruppo di amici, nonché un’opportuna segnaletica, sconsigliano vivamente: a esser precisi, la strada è tecnicamente chiusa. Fa niente: Grillo ha uno Chevrolet Blazer, un costoso ed enorme fuoristrada rivestito esternamente di legno e peraltro inquinantissimo. Un quinto amico, Carlo Stanisci, forse si avvede del pericolo e decide di scendere assieme alla fidanzata e al cane. Finisce malissimo: all’altezza di Bec Rouge, alpi francesi, l’auto sbanda su un ruscelletto ghiacciato e scivola verso una scarpata; Grillo riesce a scaraventarsi fuori dall’abitacolo, ma gli altri no, e l’auto rotola nella scarpata per un’ottantina di metri. Mambretti sopravvive non si sa come. I due coniugi muoiono, e ciò che resta del figlio viene trovato sotto la fiancata dell’auto.

Sconvolto, Grillo si rifugia nella casa di Savignone che divide col fratello. Aspettando il processo, non si ferma: ha appena ultimato «Te la do io l’America», nel 1982 è protagonista di «Cercasi Gesù» diretto da Luigi Comencini e nel 1984 l’attende «Te lo do io il Brasile». E qui c’è un episodio, pure raggelante, raccontato in parte dall’Unità del 21 settembre scorso. Grillo accetta di partecipare alla Festa dell’Unità di Dicomano (nel fiorentino) per un cachet di 35 milioni. La sera dello spettacolo però diluvia, gente pochina e di milioni se ne incassano 15. Flop. I compagni di provincia cercano di ricontrattare il compenso, niente da fare: neppure una lira di sconto. Della segreteria comunista, tutta giovanile, l’unico che ha una busta paga si chiama Franco Innocenti, un 26enne: deve stipulare un mutuo ventennale nonostante abbia la madre invalida al cento per cento.

Poi i citati film. Nell’84 c’è il processo per l’omicidio colposo. Emblematico l’interrogatorio in aula: «Quando si è accorto di essere finito su un lastrone di ghiaccio con la macchina?»; «Ho avuto la sensazione di esserci finito sopra prima ancora di vederlo»; «Allora non guardava la strada». Il 21 marzo, dopo una lunga camera di consiglio, Grillo venne assolto dal tribunale di Cuneo con formula dubitativa, la vecchia insufficienza di prove: questo dopo aver pagato 600 milioni alla piccola Cristina di 9 anni, unica superstite della famiglia Giberti. La metà dei soldi furono pagati dall’assicurazione: «La stampa locale, favorevolissima al comico, gestì con particolare attenzione la fase del risarcimento» racconta il collega Vittorio Sirianni. Il Secolo XIX, quotidiano di Genova, s’infiammò con un lungo editoriale a favore dei giudici e dell’avvocato Pasquale Tonolo, ma l’entusiasmo fu di breve durata: l’accusa propose Appello e venne fuori la verità, ossia le prove: il pericolo era stato prospettato, oltretutto, da una segnaletica che nessun giornalista frattanto era andato a verificare. La strada era chiusa al traffico, fine.

La Corte d’appello di Torino, il 13 marzo 1985, lo condannò a un anno e quattro mesi col beneficio della condizionale, ma col ritiro della patente: «Si può dire dimostrato, al di là di ogni possibile dubbio, che l’imputato risalendo la strada da valle, poteva percepire tempestivamente la presenza del manto di ghiaccio (…). L’esistenza del pericolo era evidente e percepibile da parecchi metri, almeno quattro o cinque, e così non è sostenibile che l’imputato non potesse evitare di finirci sopra», sicché l’imputato «disponeva di tutto lo spazio necessario per arrestarsi senza difficoltà», ma non lo fece, anzi decise «consapevolmente di affrontare il pericolo e di compiere il tentativo di superare il manto ghiacciato. Farlo con quel veicolo costituisce una macroscopica imprudenza che non costituisce oggetto di discussione».

Non andrà meglio in Cassazione, l’8 aprile 1988: pena confermata nonostante gli sforzi dell’avvocato Alfredo Biondi, che nel settembre scorso è stato peraltro inserito da Grillo nella lista dei parlamentari condannati e dunque da epurare: il reato fiscale di Biondi in realtà è stato depenalizzato e sostituito da un’ammenda, tanto che non figura nemmeno del casellario giudiziario, diversamente dal reato di Grillo che perciò, secondo la sua proposta di non candidatura dei condannati, non potrebbe candidare se medesimo.

50. Mirko - 2 ottobre 2009

Stefano personalmente ti ringrazio per l’esauriente raccolta di informazioni.
Tuttavia…potresti citare le fonti dalle quali hai tratto le suddette??
Sai…ci sono fonti e fonti…

51. giosby - 2 ottobre 2009

Chi cerca trova …

La fonte è Il giornale

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=257383

La fonte è alquanto triste, ma d’altra parte non è stata mai smentita …

Ciao

52. Io - 2 ottobre 2009

la differenza sta tutto nel fatto che beppe non siede nel parlamento!!

53. giosby - 2 ottobre 2009

Attenzione, non siede in parlamento ma si propone come moralizzatore e leader dei moralizzatori che espellono dal parlamento tutti coloro che avendo commesso reati anche di minore entità siedono in parlamento.

E’ facile trincerarsi dietro la solfa che lui in parlamento non c’è.

Ma se tu Grillo (che sei indegno) accusi un altro di essere indegno (per le stesse ragioni tue) dove sta la tua dignità?

Pura logica!

Che torni a far ridere, se ne è capace!

(il che non significa che apprezzo i delinquenti che girano in politica, solo che occorre riconoscere che Grillo è uno tra i tanti …)

54. gep - 4 ottobre 2009

ma come si fa a condannare una persona coinvolta in un incidente dove miracolosamente rimane illeso?
anche se può aver fatto la cazzata piu grossa della sua vita magari rischiando di guidare in una strada inpraticabile..
ha rischiato la sua vita come gli altri più sfortunati…e proprio il colmo della bastardaggine certe gente che vuole paragonarlo ai delinquenti che combatte nelle sue battaglie.
ma andate affanculo ….va con gente in giro che ha creato centinaia di migliaia di morti… vedi iraq..ecc…
vergognatevi.

55. giosby - 4 ottobre 2009

Caro gep,

non c’è forse nulla che guarisce dal fanatismo, ma nonostante questo vorrei proporti una riflessione.

Prendiamo un esempio.

Tra gli accusati del “parlamento pulito” di Grillo c’è, tra gli altri, tal Senatore Antonio Tomassini.
Nell’elenco si può testualmente leggere:

“Medico chirurgo, condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3 anni per falso: durante un parto, una bambina sua paziente nacque cerebrolesa. Forza Italia l’ha subito nominato
responsabile per la Sanità del partito e presidente commissione Sanità del Senato.”

http://digilander.libero.it/kefas10/dossier/Parlamentari%20Condannati.pdf

Io non conosco minimamente l’operato politico di Tomassini, che fa parte di un partito politico che NON CONDIVIDO MINIMAMENTE.

Tuttavia devo riconoscere che riguardo a questa storia che risale al 1978 quantomeno Tomassini fornisce spiegazioni dettagliate nel suo sito e la storia è alquanto controversa.

http://www.antoniotomassini.it/perfarechiarezza.htm

Egli scrive, tra l’altro:

“Nel 2001 diedi anche le dimissioni da presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul Ssn, e per il rumore che si fece sulla vicenda fui scartato come possibile ministro della Sanità. Conservo con grande cura una lettera che allora mi scrisse il vicepresidente diessino della Commissione di inchiesta del Senato, Ferdinando Di Orio: “Mi sono sempre dichiarato contrario ad un uso strumentale politico della drammatica vicenda che ti ha coinvolto…Trovo ingiusto e non etico confondere i piani: da quello professionale si passa a quello politico e poi a quello personale, travolgendo in un unico giudizio la dignità e l’umanità della persona…”

Prima di condannare una persona ad un’esecuzione di piazza, come se fosse un mostro, io voglio conoscere bene i fatti e vedere il bilancio della sua vita. Ho sempre vissuto nel rispetto delle leggi e credo che chi abbia pagato il suo debito debba avere i diritti civili. ”

Tornando al nostro caso:

Grillo è libero di fare politica come e quanto gli pare (e nessuno gli vuole negare questo diritto).

Ma se lo è lui anche Tomassini ha gli stessi diritti suoi !!!

Altrimenti due pesi e due misure.

Qui sta la presa in giro. Qui sta la profonda falsità di Grillo che cerca di mobilitare la gente su temi di poco conto e di grande effetto.

I diritti civili anche per chi ha commesso un crimine e ha pagato il suo debito alla giustizia sono sacri e inviolabili.

Io non vado in giro con chi provoca centinaia di migliaia di morti, come dici tu, e dove andare preferirei deciderlo da solo rinunciando volentieri ai tuoi preziosi consigli …

🙂

56. Mirko - 6 ottobre 2009

Proporrei una piccola riflessione, mi scuserete se non accompagno le mie poche righe a fonti e articoli, ma non ho la voglia (sopratutto) ne il tempo di ricercare qualcosa che avvalli le mie tesi…
Grillo ha fatto una cazzata e fin qui non ci piove.
Grillo è stato condannato e non ci piove neanche qui.
Grillo ne ha fatta un’altra proponendosi come (improbabile) leader del PD non perchè lui stesso ha sempre criticato il partito, tutti fin ora gli hanno sempre contestato che “è facile parlare, si candidi e faccia i fatti” e lui pare che dalle parole sia passato ai fatti, ma perchè lui stesso nega a tutti i condannati la possibilità di siedere in parlamento senza distinzioni.
Ora tutte le (goffe) argomentazioni contro Grillo ruotano tutte su questo punto, cioè che Grillo ha detto no ai condannati poi lui sio candida essendo lui stesso un condannato.
Usando una frase cara all’Antigrillo direi che “quando ad uno stolto indichi la luna lui guarderà il dito”.
Nessuno si sofferma su cosa cerca di fare Grillo, nessuo vuole guardare cosa sta diventando il nostro paese e nessuno si sforza di immaginare che cosa diventerebbe se passassero le idee rivoluzionarie di Grillo…
Nessuno dei cosiddetti Grillini (tranne qualche sciocco) afferma che le proposte di Grillo siano perfette, prive di difetti e non migliorabili.
Personalmente ho mosso critiche, anche dure, a Grillo per le sue contraddizioni.
Tuttavia inutile fissarsi su tali inezie, in Italia Governano delinquenti e mafiosi, sia di destra che di sinistra, è un paese che si trova completamente allo sfascio, e le proposte di Grillo, se pur migliorabili, sono al momento le uniche che mirano DAVVERO al ritorno alla legalità ed alla sovranità popolare.
Il resto sono solo chiacchiere.
I più acerrimi contestatori gli hanno sempre rimproverato che se voleva cambiare le cose scendesse lui in politica, e adesso che ci prova neanche va bene.
Grillo va criticato, ma che siano critiche costruttive, molte che leggo qui invece sono solo una ricerca continua di cavilli per dimostrare la sua malafede(per cosa poi??boh) mentre mafiosi e criminali VERI di ogni genere stanno in parlamento a prenderci per il culo.

57. giosby - 6 ottobre 2009

E no caro Mirko!
Grillo si può criticare per molte ragioni e molti lo fanno.
Per esempio, come leggi tra le righe anche sopra, io critico l’impegno per il Parlamento Pulito perché mi sembra fuorviante dei reali interessi degli italiani!
Chissà quanti sono i parlamentari incensurati ma reali delinquenti, solo più bravi degli altri perché non si sono mai fatti beccare …

Ma i problemi sono altri.

Ma è una cosa tipica non poter AFFRONTARE 1 PROBLEMA alla volta con Grillo e i suoi amici.

Magari Grillo fa un partito e magari lo voto anche, considerando lo schifo presente nella concorrenza, ma ciò non toglie che occorre AMMETTERE che in questo caso (LIMITIAMO IL DISCORSO, ALTRIMENTI NON SE NE ESCE FUORI MAI) usa 2 pesi e 2 misure, una per sé e un’altra per gli altri.

Questo comportamento è una prova della sua MALA FEDE.

PUNTO!

Questo aspetto non è un cavillo!
Poi ripeto, dubito si guarisca dal fanatismo. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire!

58. Mirko - 8 ottobre 2009

Se pensi che avere in parlamento mafiosi e delinquenti di vario genere ACCERTATI non sia un problema allora non ho di che discutere con te…
Abbi pazienza ma di certo non sono io il fanatico!!
Cioè secondo te i deliquenti accertati in parlamento non sono un problema solo perchè FORSE ce ne è qualcun’altro che non si è fatto scoprire??
MA CHE RAZZA DI DISCORSI SONO!!
Allora io mi metto ad ammazzare quelli che mi stanno sulle scatole e dico ai giudici “eh no cari miei, non sono mica io il problema, chissà quanti assassini ci sono in giro che ancora non sono stati scoperti, perchè io dovrei andare in galera e loro no?”
Ti rendi conto che la cosa non sta in piedi?
Magari lui usa 2 pesi e 2 misure perchè in evidente conflitto di interessi (dal tuo punto di vista) MA SONO ALTRI I CONFLITTI DI INTERESI DI CUI CI DOVREMMO PREOCCUPARE, COSI’ COME CI SI DOVREBBE PREOCCUPARE DELLA MALAFEDE DEI BRUTTI CEFFI CHE CI GOVERNANO E CI HANNO GOVERNATO NEGLI ULTIMI 20ANNI (a dir poco).
Non vedere quale schifo c’è intorno a noi, e cercare il pelo nell’uovo a grillo…chi sarebbe il fanatico??
P.s. grillo non ha ancora fondato nessun partito, ma pare voglia fondare una sorta di lista civica nazionale senza tessere ne segretari, insomma senza una gerarchia definita…indi per cui non è ancora detto che sia lui in persona a candidarsi.
P.s.2 personalmente non trovo grillo un’uomo eccezionale, un grande comico ma nulla di più…ho semplicemente voluto spezzare una lancia a suo favore perchè è meglio un pirata della strada che un mafioso in parlamento….(meglio ancora sarebbe un’incensurato, ma in mancanza d’aqltro scelgo il male minore)

59. giosby - 8 ottobre 2009

Scusa Mirko,

non sarai grillino ma ti comporti come loro, tale e quale, ovvero eludi e calunni.

Mi spiego meglio:
su Tomassini non dici nulla, lasci che l’argomento venga dimenticato. Premetto che non conosco affatto Tomassini, magari a parte questo episodio è un capo mafia di prima specie, ma di questo nulla sappiamo e pertanto non possiamo discuterne.

Però l’uscita di quest’uomo dal parlamento è uno degli obiettivi PRIORITARI di Grillo assieme ad altri 17 che non sono mica tutti condannati per mafia …

Vedi che in questo caso è Grillo che vede il DITO e non la LUNA …

Inoltre mi attribuisci pensieri e convinzioni che io non ho mai espresso e che sono lontani da me anni luce, tipo che io sono favorevole a berlusconi e al suo conflitto di interessi. Ma dove l’ho scritto?

Il tema di questo post è quello che è ed in questa sede mi esprimo su questo. Su questo argomento tu sei ormai K.O. ma ti arrampichi sui vetri per cercare di venirne fuori.

Se pensi che sia un berlusconiano vai a verificarlo sul mio blog http://www.giosby.it

Ma che c’entra?

Mi spiace Mirko, ma il tuo modo di argomentare non sta in piedi.

Ciao

60. Mirko - 10 ottobre 2009

Nella mia risposta NON HO MAI NOMINATO BERLUSCONI ne fatto riferimenti a lui.
Infatti ho detto che ci si dovrebbe preoccupare dei brutti ceffi che ci governano da oltre 20 anni (Berlusconi per intenderci non è l’unico).
Dunque mi accusi di calunniarti senza leggere o sforzarti di capire cosa scrivo.
Allora sarò sintetico: le soluzioni di Grillo non sono perfette, hanno delle parti migliorabili, ma anche lasciandole così come sono, rendono giustizia molto meglio delle leggi attuali!!
Di Tommasini non dico nulla perchè come dici tu stesso “di questo nulla sappiamo e non possiamo discuterne”.
Nota bene che se la legge passasse Grillo sarebbe auto-escluso come Tommasini.
è possibile che Grillo sia poco informato (o male informato) sul suo conto, ma non è del singolo caso di cui mi preoccupo.
Per ora abbiamo in parlamento mafiosi, evasori bancarottieri e delinquenti di ogni tipo…intanto discutiamo la legge, eppoi miglioriamola per evitare i casi in cui venga escluso chi non lo merita…
Invece tu che fai?Bocci a priori la legge poichè potrebbe colpire qualcuno che FORSE non se lo merita…
La legge è stata firmata da 300.000 cittadini e va DISCUSSA in parlamento, non dico approvata (decide in ogni caso il parlamento magari MOTIVANDO) ma almeno discussa e se qualche punto è troppo “rigido” di può modificare…
Detto ciò non credo ci sia altro da dire, ho spiegato i motivi per il quale la legge “parlamento pulito” deve essere discussa, ho specificato che Grillo non è la perfezione ma rispetto alla feccia attuale è la primissima scelta,quindi non eludo alcunchè ne calunnio nessuno (leggi bene la prox volta).
Quando il saggio indica la Luna(in questo caso Grillo propone soluzioni concrete per evitare i continui atti delinquenziali e le truffe che i potenti fanno ai nostri danni) lo stolto guarda il dito(cercando imperfezioni, cavilli e contraddizioni che dimostrino la sua “malafede”)

61. giosby - 10 ottobre 2009

Che noia Mirko!
Non hai mai nominato Berlusconi, ma quando scrivi di conflitti d’interessi l’allusione è evidente. Non mi dai del “berlusconiano” ma AFFERMI che

“SONO ALTRI I CONFLITTI DI INTERESI DI CUI CI DOVREMMO PREOCCUPARE, COSI’ COME CI SI DOVREBBE PREOCCUPARE DELLA MALAFEDE DEI BRUTTI CEFFI CHE CI GOVERNANO E CI HANNO GOVERNATO NEGLI ULTIMI 20ANNI (a dir poco).
Non vedere quale schifo c’è intorno a noi, e cercare il pelo nell’uovo a grillo…chi sarebbe il fanatico??”

Allora sei TU CHE NON LEGGI che io non ho MAI scritto che non mi frega niente dei problemi da te posti …

Siamo d’accordo sul fatto che la proposta di legge andrebbe discussa, visto il numero di firme raccolte. E’ una regola della nostra democrazia e va rispettata.

Ma che basti eliminare una ventina di persone dal parlamento per eliminare dalla nostra società truffatori e malandrini altolocati mi sembra una grande banalità, senza alcun appiglio con la realtà.

Detto questo mi sembra che a ben vedere sono molte le cose su cui andiamo d’accordo e continuare a polemizzare mi sembra un po’ un vizio tutto italiano di cui soffriamo entrambi.

Mi permetto di suggerire a questo proposito la mia nota
“La stessa idea per Prodi, Paolo Guzzanti e Paolo Barnard. Con la benedizione di Giacomo Leopardi …” che trovi qui:

http://www.giosby.it/2009/09/20/la-stessa-idea-per-prodi-paolo-guzzanti-e-paolo-barnard-con-la-benedizione-di-giacomo-leopardi/

dove si fa appunto riferimento a Leopardi che ben descriveva quasi due secoli fa il nostro atteggiamento …

O no?

🙂

62. DIEGO - 20 ottobre 2009

ho letto circa la metà dei commenti…ma qualcuno con la testa c’è? ci sono scritte certe cose su Grillo…che confermano quello che penso..e cioè che se in parlamento oggi c’è lo schifo è per colpa degli italiani…
ma cosa dite.. state paragonando un incidente stradale con 2 vittime (quello di grillo intendo). avrà sbagliato sicuramente ma grillo non si incazza perchè ci sono parlamentari che hanno avuto un incidente.
si incazza perchè che fa le leggi è stato condannato per i seguenti reati:
CORRUZIONE
USURA
ECCETERA ECCETERA.
VOGLIO RIORDARVI CHE NOI CON I NOSTRI SOLDI PAGIAMO LO STIPENDIO DI UN CERTO ANDREOTTIIIII CHE è STATO UN MANDANTE DI UNO (O PIù) OMICIDI.
e veramente avete il coraggio di paragonare il reato di grillo con questi reati?????????????
FORZA GRILLOOOOOOOOOOO

63. Antigrillo - 22 ottobre 2009

Non capisco perchè voi Grillini sottovalutate Il reato di omicidio colposo. E’ un reato molto grave. All’estero un omicidio colposo può comportare molti anni di prigione. Giustamente.

Per verificare basta cercare su Google parole come: drive killed sentence

A questo Canadese hanno dato l’ergastolo:

A questo Statunitense hanno dato 10 anni:

64. DIEGO - 28 ottobre 2009

caro antigrillo nessuno sminuisce il reato di omicidio colposo… ma adesso spiegami tu come è andato l’incidente di grillo… perchè se era al volante ubriaco o drogato ed è andato a sbattere condivido la tua idea… ma se è stato un incidente cn il conducente sobrio che si è distratto un attimo è un’altro discorso caro mio.
poi meglio essere grillino che sostenere un qualsiasi politico che oggi è al governo.
preferirei un premier che ha avuto un incidente che un premier che va a cena con toto riina e company…. aspetto risposta

65. Antigrillo - 30 ottobre 2009

Nel commento 49 l’omicidio colposo è descritto molto bene da Stefano.
https://antigrillo.wordpress.com/2008/04/20/invece-beppe-grillo-e-stato-condannato-ad-un-anno-e-tre-mesi-con-la-condizionale/#comment-4672

Non mi risulta che qualche premier italiano abbia cenato con Totò Riina. Se hai notizie in proposito ti suggerisco di fornirle alla Procura Della Repubblica, così ci saranno indagini che potrebbero portare ad una condanna definitiva per associazione mafiosa. Se lo hai sentito da Travaglio però non serve a molto. Non credo che nessun magistrato antimafia abbia voglia di perdere tempo ad indagare sulle solite illazioni prive fondamento del compare di Grillo

66. giosby - 30 ottobre 2009

Ad onor del vero la fonte originale dell’incidente di Grillo è Il Giornale

http://www.ilgiornale.it/interni/jeep_ville_e_guai_giudiziari_la_vita_spericolata_beppe/26-04-2008/articolo-id=257383-page=0-comments=1

Che non è una gran bella fonte, ma comunque penso che sia andata proprio così … (anche perché smentite non se ne sono mai viste …)

Ad ogni modo perder tempo a ragionare con chi accecato dal fanatismo perde il lume della ragione è appunto tempo perso …

Ciao

67. antibeppegrillo - 30 ottobre 2009

Grazie Giosby!

68. DIEGO - 30 ottobre 2009

la mia frase era una battuta…per dire che berlusconi è implicato nella mafia fino al collo. Non lo dico io, non lo dice solo travalio, non lo dice solo grillo, ma lo dice un certo paolo borsellino in un intervista che è presente su youtube.
premetto che non lo afferma perchè non era lui a condurre le indagini ma fa capire che è cosi.
poi se voi siete contenti dei politici di oggi…. beati voi….e poveri noi…
Però dovrebbero farvi riflettere le cose che dice ma sopratutto le cose che fa il vostro amato berlusconi…

69. DIEGO - 30 ottobre 2009

per rispondere a giosby…. se la tua frase era riferita a me…io non sono ne accecato dal fanatismo e ne ho perso il lume della ragione e non permetterti di dire certe cose…
mi sa che quelli che sono accecati dal fanatismo siete voi… che credete a quello che vi dice canale 5… bravi poi vedremo chi ha ragione…

70. giosby - 30 ottobre 2009

Senti Diego, prima di scrivere PENSA!

Per favore cita una sola frase dove io difendo Berlusconi, dove credo a canale 5 e dove appoggio la politica che abbiamo ai giorni nostri!

Che cavolo c’entra?
Se uno non apprezza Grillo vuol dire che appoggia Berlusconi?
E se fosse vero proprio il contrario?

Veramente adesso BASTA!

Grazie
Ciao

71. Antigrillo - 2 novembre 2009

@ DIEGO,

Io penso che Berlusconi non sia mafioso, come penso che tu non sia mafioso. In entrambi i casi “fino a condanna contraria”.

io penso che Berlusconi stia governando piuttosto male. Questo è il problema per me.

Io penso che tutti coloro che sperano di cacciarlo per via giudiziaria o scandalistica si stiano danneggiando da soli. Questo per 3 motivi:

1) sono 15 anni che impostate il dibattito a livello giudiziario – scandalistico e non capite che su questo terreno riuscite a fargli vincere le elezioni ed a screditare agli occhi delle maggioranza degli italiani l’indipendenza di parte della magistratura. Quando poi appoggiate il magistrato divenuto politico che ha costruito la sua carriera su indagini contro Berlusconi, non fate altro che rinforzare tali sospetti.

2) spostando il dibattito sul terreno dello scontro giudiziario – scandalistico spingete Berlusconi a concentrarsi sulla propria autodifesa e pertanto a governare ancora peggio di quanto farebbe. Questo danneggia tutti i cittadini, anche chi spera di sovvertire i risultati elettorali.

3) Come sempre avviene, anche chi governa piuttosto male, fa alcune cose buone. Attaccando il governo su tutto per partito preso, non aiutate il nostro governo (anche vostro) a portare avanti le cose buone, ripensando quelle fatte male, ma lo spingete ad andare avanti su tutto accusandovi di conservatorismo. In questo modo fate vincere Berlusconi per mancanza di alternative (nessuno vuole conservare una situazione insoddisfacente) e perdurate la situazione di malgoverno che danneggia tutti.

72. diego - 5 novembre 2009

scusate è nata una discussione su grillo non grillo che non volevo accendere. io voglio solo chiedervi se secondo voi,
avere un parlamento di persone incensurate, dopo 2 legislature a casa, e una lotta più concreta alla criminalità, sono cose sbagliate?
(scusate la punteggiatura non corretta ma sono stanco 🙂 )
fate finta che non le ha proposte grillo… sono cose sbagliate????

73. giosby - 5 novembre 2009

incensurati in parlamento?
No, secondo me non è giusto perché si stabilisce in questo modo il principio che chi sbaglia non possa più redimersi.
Lo so che in moltissimi casi NESSUNO pone rimedio alle proprie malefatte, ma allora non ha neanche senso la pena del carcere con un senso rieducativo etc etc.
Ovvio che sono soltanto principi, però come tali sono obiettivi che si possono raggiungere.
Invece nel caso del parlamento si sancisce che chi ha sbagliato una volta è condannato per sempre. NON MI SEMBRA GIUSTO.

2 legislature a casa?
No Non mi sembra giusto.
Se uno fa bene un mestiere perché dovrebbe smetterla?
Pensa se questa regola la mettessimo per qualunque mestiere!
Architetto, avvocato, ingegnere, pilota di aereo, camionista etc etc
10 anni e poi a casa … Che senso ha?
Poi uno come Di Pietro che sostiene questa cosa in realtà è sempre lì, ma questo non c’entra …

Lotta alla criminalità? Certo, sono d’accordo!

Mi piacerebbe una iniziative più condivisibile, anche se apparentemente di poco conto. Ma secondo me dobbiamo cominciare dalle piccole cose …

Test Antidroga Obbligatorio in Parlamento. Pretendiamolo!!!

http://oknotizie.virgilio.it/info/7540609e9c321c/test_antidroga_obbligatorio_in_parlamento._pretendiamolo_.html

Un semplice ragionamento:

guidare un auto in stato di ebbrezza o sotto l’effetto della droga è un reato, oltre ad essere inaccettabile poiché si mette a rischio la vita delle altre persone.

Vi sembra che per guidare un Paese, come l’Italia, occorra meno responsabilità? In Parlamento bisogna spesso prendere decisioni IMPORTANTI, dalle quali dipende la vita (o la morte) di tutti noi! Possiamo tollerare che le persone chiamate a decidere della nostra esistenza lo facciano senza la necessaria lucidità mentale?

Pretendiamo che chi è in parlamento sia almeno in condizione di ragionare.

Iniziamo a iscriverci al gruppo per poi elaborare una proposta di legge e cercare alleanze e sostegni, raccolte di firme etc etc

Un gruppo in Facebook:

http://www.facebook.com/group.php?gid=168289645673

Una brutta idea?

74. diego - 5 novembre 2009

daccordissimo con te sul test antidroga in parlamento è il minimo…
perfettamente ragione…
l’unica cosa è che dici cose che secondo me non stanno ne in cielo ne in terra.
n°1: il politico NON è un MESTIERE. è questo che non ci ricordiamo.
il problema è che il mondo cambia e ci vogliono idee nuove, se uno sta al goerno 20 anni le sue idee esauriscono e cresce sempre di piu la smania di potere…seconda cosa chi governa deve essere l’esempio della legalità e della moralià…non si puo accettare un bancarottiere in un parlamento, o un evasore fiscale … ma stiamo ragionando o no???
il politico è quello che fa le leggi…. se lui stesso è uno che le ha violate, possiamo avere fiducia in lui???? la risposta è ASSOLUTAMENTE NO
il ragionamento che hai fatto tu calza fino a un certo punto…
hai sbagliato io ti reintegro e ti do le possibilità di rifarti una vita normale, ma non di governare…ma staimo sherzando????

75. diego - 9 novembre 2009

giosby non rispondi piu

76. giosby - 9 novembre 2009

mi sono annoiato diego, tanto…

ma tanto per mettere una piccola nota, mi sembra che grillo giri ancora in auto, non gli hanno stracciato la patente a vita …

ed è giusto così.

però 2 pesi e 2 misure … è un po’ meno giusto.

ciao

77. christian corda - 3 gennaio 2010

Grillo da del ladro a Craxi, ma lui è un assassino, vedi http://www.0574news.it/notizia.asp?idn=5474

78. Ilio - 3 marzo 2010

Per tutti coloro che pensano solo all’incidente casuato da Grillo: non è detto che dobbiam dormire e lasciar sbagliare tanti altri, specie se sono a governarci.

79. daisy - 25 marzo 2010

all’asilo si guardano gli errori degli altri per giustificare i nostri. anzi, i loro. una cosa non cancella l’altra, fatevene una ragione!

80. diego - 26 marzo 2010

Giosby tu stai paragonando guidare un auto dopo un incidente e governare un paese dopo aver violato le leggi che tu stesso hai fatto o comunque che dovresti far rispettare???
complimenti sei il chiaro esempio del perchè l’italia sta andando a rotoli….non hai un cervello funzionante mi sa…

81. diego - 26 marzo 2010

christian corda taci fai più bella figura

82. giosby - 26 marzo 2010

Visto che la Costituzione ci piace tanto, forse sarebbe il caso di conoscerla !

Art. 22.

Nessuno può essere privato, per motivi politici, della capacità giuridica, della cittadinanza, del nome.

Art. 27.

La responsabilità penale è personale.

L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva.

Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.

http://www.governo.it/Governo/Costituzione/1_titolo1.html

Se si ritiene possibile la rieducazione questo principio vale per TUTTI, non soltanto quando fa comodo a qualcuno …

O no?

🙂

83. antibeppegrillo - 26 marzo 2010

Giosbi, ma non è ancora passato “l’emendamento Travaglio”?

“L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva, oppure alla prescrizione, che, ai fini della colpevolezza, vale come se fosse una condanna definitiva”

84. Luigi - 6 febbraio 2012

L’incidente di Grillo sarebbe stato evitato solo se Grillo fosse stato meno arrogante e presuntuoso, infatti gli fu vietato di salire dalle FdO e da chi conosceva bene quel sentiero. Grillo non volle saperne di restare al confine, e nonostante i suoi amici (si proprio quelli morti nell’incidente!) volessero restare lì e non salire, Grillo sfacciatamente li ha incoraggiati perchè doveva provare il fuoristrada nuovo di zecca.
La strada era ghiacciata, e chi conosce quelle strade, sa che sono poco più larghe di mulattiere (sono state fatte dai militari nel corso delle guerre, quindi sono a “misura d’uomo”.
Per intenderci sulla larghezza dell’auto, guardate qui () la strada che ha fatto, tenendo conto che le immagini di ora sono estive e quindi senza neve o ghiaccio… Si vede, ancora (mi viene difficile farvela vedere tramite google) la macchina di Grillo volata giù dalla strada in un crepaccio… il mezzo, incendiato nell’incidente è ancora lì.
Grillo pochi giorni dopo l’incidente creato per la sua presunzione, era a fare uno spettacolo in piazza come se nulla fosse accaduto… e anzi lanciò un forse disperato bisogno di affetto dicendo “giorni fa ho avuto un’incidente, sono morti dei miei cari amici”, ma per come lo disse e nel contesto in cui lo disse, il pubblico pensò ad una battuta e risero applaudendolo….
Questa è l’Italia.

85. Luigi - 6 febbraio 2012

aggiungo solo più 2 cose: per vedere la strada cercate Limone Panice Soprana e da lì seguite in google la strada che porta fino a dove è arrivato il Giro d’Italia nel 2005 (Grillo andò oltre, verso sinistra al bivio “finale”, bivio dove google maps e la loro macchina, neppure d’estate si è avventurata dove Grillo con neve e ghiaccio ha osato tanto)..
Grillo se voleva provare la macchina nuova, nessuno glielo impediva (se non chi conoscendo le strade sapeva che non erano percorribili in quella stagione)… poteva lasciare gli amici a terra ed andarci solo lui, mettendo la sua vita in pericolo e non quella di chi, seduto dietro non è riuscito (a differenza di lui: l’unico seduto davanti) a saltare giù dal mezzo che scivolava nel crepaccio.

Molte ore dopo, non vedendolo più arrivare alle base delle piste si capì che era successo qualcosa: stava calando la sera e non c’era nessun mezzo in vista.

antibeppegrillo - 22 febbraio 2012

Grazie Luigi,

potresti per favore darci le coordinate google del posto?

(istruzioni per ricavare coordinate Google)

Faz - 20 maggio 2012

Caro Luigi ti dovresti solo vergognare per quello che dici perchè corrisponde solo alla falsità,alla menzogna, solo esclusivamente per screditare beppe grillo,se è vero quello che dici perchè nn posti qualche link con interviste o etc.etc.che verificano che quello che dici è vero?

giosby (@giosby) - 20 maggio 2012

La storia l’ho sentita anch’io esattamente così, come raccontata da Luigi, caro (?!?) Faz.
Riporto un’altra testimonianza:
“La strada in questione è una sterrata ex militare che parte da Monesi (IM), percorre credo una ventina di km tagliando più volte il confine di stato tra la Francia e il comune di Briga Alta, e arriva al Colle di Tenda per poi scendere a Limone Piemonte (CN). Il percorso è un saliscendi seguendo lo spartiacque tra il versante ligure e poi francese, e quello piemontese delle Alpi Marittime, a una quota tra 1800 e 2000 m.

Peccato che la strada allora fosse priva di manutenzione dai tempi della guerra, in pessime condizioni e sopratutto chiusa al traffico con tanto di divieto e sbarra a entrambe le estremità. Questo sia per ragioni di sicurezza, ovvie, sia perchè serpeggiando a cavallo della linea di confine, in tempi pre-Shengen non era possibile stabilire adeguati punti di controllo di frontiera. Questa situazione si era creata con lo spostamento del confine nel 1945 con l’annessione di Tenda e Briga Marittima alla Francia.

A quella quota c’è un altro problema: adesso mentre scrivo, ad esempio, i punti meno soleggiati di quella strada sono ancora coperti da due metri di neve, e così era quando il nostro Nobel della scaltrezza cercò di stupire i suoi amici col fuoristrada, finendo in una scarpata dove morirono tutti e tre i suoi passeggeri mentre lui restava illeso.

La magistratura che oggi lui incita a perseguire i politici ladri, cioè Berlusconi, Berlusconi e infine Berlusconi, lo condannò a un anno e tre mesi che ovviamente non furono mai scontati e tutto finì sotto la polvere del tempo. Provate a vedere come risponde simpaticamente la nostra “vittima di un caso imprevedibile” quando qualcuno torna, sul blog, a citare l’episodio.”

http://blo-gazzo.blogspot.it/2006/06/beppe-grillo-assassino-la-vera-storia.html#221769463957608860

Menzogne e bugie vero?
Guardarsi allo specchio, magari?

86. franco - 19 settembre 2012

e nell’incidente lui non è morto? peccato.. l’erba cattiva….


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: