jump to navigation

Beppe Grillo, la legalità e la spazzatura 23 febbraio 2008

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo.
Tags: , , , , , , ,
trackback

Oggi Beppe Grillo dice che “Il Cile è vicino”, il che è falso, sia in senso geografico che figurato. L’Antigrillo risponde che Napoli è vicina, il che è ovvio in senso geografico e vero in senso figurato. Se consentiremo a chiunque di bloccare illegalmente qualsiasi opera pubblica, tutta l’Italia diventerà come Napoli.

Grillo, difendendo chi cerca di bloccare illegalmente l’apertura di discariche, la costruzione di inceneritori e la costruzione di linee ferroviarie ad alta velocità difende l’illegalità. Il risultato di questa illegalità è la spazzatura nelle strade di Napoli.

Gente come Beppe Grillo, Pecoraro Scanio ed i manifestanti che oggi Berppe Grillo difende, hanno potuto bloccare illegalmente l’attuazione di decisioni prese legalmente da un governo regionale eletto democraticamente.

Se Bassolino avesse imposto la legalità, ovvero la costruzione degli inceneritori previsti, Napoli non sarebbe stata sottoposta alla vergogna mondiale di essere sommersa dalla spazzatura.

Si possono fare tutte le manifestazioni di protesta, contro inceneritori, discariche, ferrovie ed altro, avvertendo la questura e concordando con essa luoghi e tempi delle manifestazioni, in maniera che siano forme di protesta e non di paralisi illegale della vita di persone che hanno il diritto di svolgere il loro lavoro.

Grillo mettiti in testa una cosa: protestare è un diritto democratico, bloccare è pura illegalità!

Commenti»

1. Il Sofista - 23 febbraio 2008

@antigrillo
queste tue affermazioni dimostrano per l’ennesima volta che NON sei informato sui fatti.
guardati la punta di Anno Zero intitolata “Tutta colpa dei Verdi”
http://www.annozero.rai.it/R2_HPprogramma/0,,1067115,00.html

2. antibeppegrillo - 23 febbraio 2008

Premesso che guardare Santoro non è certo il sistema migliore per informarsi, ho visto la puntata, dice soprattutto due cose:

1) hanno rubato un sacco di soldi con la scusa dell’immondizia.
2) non hanno né costruito l’inceneritore che serviva, né aperto le discariche necessarie.

Siccome l’argomento di questo post non sono le ruberie o i dissestati conti della regione Campania, per ora ci interessa il punto 2)

Anche vedendo questa trasmissione mi sono convinto che la colpa è:

1) sicuramente di Bassolino che non ha preteso il rispetto della legalità e l’esecuzione delle decisioni prese

2) sicuramente dei vari demagoghi come Grillo e Pecoraro Scanio che hanno aizzato le folle e

3) dei politici locali che le hanno assecondato le folle per ottenerne i voti, anche se, nel caso dei sindaci delle città coinvolte, si trattava di un modo, forse sbagliato, di svolgere il proprio lavoro di rappresentanti.

3) forse della polizia, che, esattamente al contrario di quando scrive oggi Grillo, non è mai stata sufficientemente decisa nel mantenere l’ordine pubblico e far vincere la legalità sull’illegalità.

3. Matteo Maratea - 23 febbraio 2008

L’Antigrillo mascotte del V2-Day!
ripeto:
L’Antigallo mascotte del V2-Day!

Matteo Maratea

4. Il Sofista - 23 febbraio 2008

@antigrillo
premesso che Anno Zero è uno dei pochi programmi alternativi (sarei curioso di sapere quali programmi guardi, personalmente cerco di seguirne il più possibile) perchè per il resto si sono tutti omologati, ti ricordo che:
1) se la polizia non è stata abbastanza decisa oltre a far sanguinare il volto di alcune persone per le manganellate la prossima volta cosa dovranno fare? spezzera qualche ossa?
2) il governo eletto democraticamente è quello commentato ad inizio trasmissione da Travaglio e spero che le manifestazioni continuino ad oltranza visti i disastri ambientali che hanno permesso
3) i manifestanti hanno cercato di bloccare che si riaprissero discariche rivelatesi inutilizzabili, quindi ILLEGALI e De Gennaro è stato il primo a dire che la gente aveva ragione.
4)le folle si aizzano da qualche anno senza l’aiuto di Grillo, forse solo tu hai colto l’argomento perchè ne parla mentre chi si informa queste cose le conosce da tempo
5) Pecoraro Scanio (che se hai ascoltato bene la puntata è quello che ha fatto aprire l’ultima discarica in Campania) e Grillo si stanno adoperando per evitare che tutto passi sotto il controllo dei soliti politici e “imprenditori” che in 13 anni non hanno mai risolto nulla e che improvvisamente avrebbero trovato la bacchetta magica
6) se vogliamo che il problema si risolva serve la massima attenzione da parte di tutti, io e te compresi, in modo che sotto lo stretto controllo della parte sana del paese questo disastro trovi una soluzione una volta per tutte.

la legalità tanto declamata nel tuo intervento se ancora non l’avessi intuito in Campania è quasi inesistente, non so dove vivi, ma se provassi a frequentarla come succede a me per motivi di lavoro capiresti molte più cose di quelle che la TV ti fa vedere.
con questa gente parlo quotidianamente e ti assicuro che sarebbero i primi a volerla risolvere, non solo a parole, ma anche investendo capitali, i problemi purtroppo sono ben altri

ricorda sempre che la spazzatura sono posti di lavoro, soldi, voti, metti tutte queste cose insieme, contestualizzale in quella realtà ed immagina a chi può interessare.

per stemperare gli animi ti lascio con una battuta, dopo il 3 viene il 4

5. Nicola - 23 febbraio 2008

Francamente, trovo la maniacale linea perseguita da Grillo negli ultimi tempi degna unicamente di disprezzo e riprovazione.
Mi duole ammetterlo, ma fino a poco tempo fa seguivo e sostenevo, seppur passivamente, le battaglie che il comico portava avanti con tanta determinazione e con quello che, al tempo, avevo interpretato come spirito di abnegazione. Oggi, pur continuando a condividere larga parte delle sue idee, non mi ritrovo più in un modo di fare politica fondato sull’insulto, l’invettiva e le sistematica demonizzazione di chiunque aderisca, sostenga o partecipi all’attivita politica di un partito.
Leggo proprio in questo momento le ultime uscite del comico-oratore, il quale arriva addirittura a dichiarare che “Umberto Veronesi è uno sponsor del cancro”, mentre tutti sappiamo quali siano i traguardi che lo scienziato ha conseguito in materia.
Insomma, la sua fondazione riceve finanziamenti da moltissime aziende, non tutte legate alla realizzazione di impianti di termovalorizzazione e questa fobia del complotto ordito dai “poteri forti” ai danni dei malati di cancro, ovvero di coloro che tale fondazione vuole tutelare, lo ritengo populismo di bassissima lega.
In un paio di occasioni ho tentato esternare la mie perplessità sul suo blog, ma i miei tentativi sono finiti nelle strette maglie della censura che, a quanto ho capito, i collaboratori di Grillo esercitano con spiccata disinvoltura.
Eppure, che io sappia, il confronto dialettico è uno dei pilastri della democrazia.

6. Grillo, chiedi scusa a Napoli per la tua demagogia! « Antigrillo: il populismo di Beppe Grillo e la mistificazione della Verità - 24 febbraio 2008

[…] In realtà Beppe Grillo dovrebbe chiedere scusa perché, avendo lottato contro la legittima costruzione degli inceneritori previsti, è uno dei primi responsabili per la crisi della spazzatura a Napoli. […]

7. Carlo - 24 febbraio 2008

@nicola
ho disprezzo e riprovazione ogni volta che personaggi condannati per tangenti e ruberie entrano in parlamento
ho disprezzo e riprovazione quando vedo persone che non arrivano a fine mese mentre in parlamento si aumentano lo stipendio di 1000€ quando ne guadagnano gia 18.000
ho disprezzo e riprovazionequando vedo che dopo miliardi di euro spesi per la Salerno Reggio Calabria non vedo risultati
ho disprezzo e riprovazione da chi si fa le leggi ad personam e poi si proclama innocente
ho disprezzo e riprovazione da chi spergiura che finito il mandato di sindaco andrà in Africa e poi si candida premier
ho disprezzo e riprovazione quando vedo gente pestata per non far aprire una discarica per poi sentire DeGennaro che dice “avevano ragione”
ho disprezzo e riprovazione quando mia figlia resta per 3 mesi senza l’insegnate delle materie principali ed il preside mi dice “non vorrà che mi metta ad insegnare” quando l’ha fatto per anni
ho disprezzo e riprovazione quando vado in ospedale e mi prendo l’epatite C per una trasfusione che mi accorcerà la vita di 20 anni
ho disprezzo e riprovazione quando devo prenotare una visita per un emicrania che mi massacra da 30 anni e mi dicono che c’è posto a gennaio 2009
ho disprezzo e riprovazione quando il 55% del mio fatturato va a finire in questi “servizi”

8. Un Inglese - 25 febbraio 2008

Su questo Antigrillo, sono più d’accordo con Grillo su due cose:

1) Dopo il G8 non si possono vedere nè accettare certe scene come Irpino. Che i manifestanti abbiano bloccato o meno la polizia non rientra nel discorso. Non puoi massacrare di botte la gente così. Questi poliziotti andrebbero sbattuti in galera per anni.

2) Capisco la preoccupazione per gli inceneritori, se c’è il dubbio anche minimo che possano essere nocivi per la salute non andrebbero fatti. Il problema in effetti è che non ci sono molte scelte.

9. ilsanta - 29 febbraio 2008

@Un inglese
Riprendo i tuoi punti:
1) Premesso che ormai da anni il dialogo sulle tematiche ambientali fra popolazione e enti/stato non esiste più, bisogna pur dire che non è possibile chiedere alla polizia di starsene buona buonina e prenderle. Il problema è che la popolazione, aizzata da capipopolo decisi a portare all’estremo ogni confronto, ritiene proprio diritto ribellarsi agli interventi ritenuti dannosi per la loro salute, al contempo ritengono un dovere morale che altri si occupino dei loro problemi, tanto chi se ne frega, le discariche e i termovalorizzaori del nord sono lontani …. Diversa e più comprensibile la situazione nel caso della riapertura delle discariche.

2) Non c’è il minimo dubbio che gli inceneritori sono nocivi, come non c’è dubbio che lo sono le discariche, i centri di reciclaggio, le automobili , gli impianti di riscaldamento, gli impianti di produzione di energia elettrica, le pale eoliche, le dighe ….quindi, per te, nemmeno queste opere andrebbero fatte, giusto? Il problema quindi non è se ci sono scelte possibili in alternativa o meno, ma individuare il giusto mix di scelte tale da minimizzare (come vedi non dico eliminare) gli impatti. Tutto ciò comporta due cose fondamentali:
1) chi prende le decisioni, e ormai sono riamsti in pochi, deve essere in grado di giustificarle su basi tecniche e di programmazione permettendo in tal modo il confronto su un progetto e non su un’ideologia;
2) la popolazione va informata, anche partendo dalla campagna elettorale, sul significato delle scelte che si intende prendere, fornendo gli strumenti per poterle comprendere e per comprenderne le conseguenze. I comitati “no inceneritori”, “no tav”, “no rigassificatori” sono accumunabili sotto un unico comitato “no cervello”. C’è una gran differenza fra dire di no ad una proposta e fare una proposta e questo Grillo lo sa bene, ecco perchè le sue proposte, nei rari casi in cui le fa, sono sempre utopistiche e campate in aria, in questo modo non dovrà render conto della lotro mancata applicazione (vedi la macchina ad idrogeno che le cattivissime case automobilistiche tenevano nei garage o i distributori di latte direttamente presso gli allevamenti verso i quali migliaia di persone dovrebbero migrare giornalemente per prendere il lattuccio quotidiano, naturalmente Grillo ci andrebbe con il SUV).

10. Un Inglese - 29 febbraio 2008

@IlSanta (c’entri mica con Pisa?)

1) Il punto non è se la gente si ribella o meno, se è giusto che si ribelli o meno. Il punto è che la polizia ha dei metodi che fanno schifo. Non ti metti a picchiare così dal nulla coi manganelli. Quelli erano vecchietti DISARMATI. Facessero una cosa del genere in Inghilterra oggi come oggi (in passato è successo pure di peggio), ci sarebbe uno scandalo generale. Le forze del disordine Italiane sono piene di violenti e fasci, e POCHE persone intenzionate ad aiutare gli italiani. Fanno schifo e se qualcuno qui non lo sa, significa che forse dovrebbe uscire dalla sua tana e vedere cosa succede davvero per strada e in giro.

2) Stavo semplicemente esprimendo i miei dubbi sui termovalorizzatori. Sul fatto che le proposte di Grillo siano spesso campate per aria sono abbastanza d’accordo.
Sull’antipaticissimo modo in cui hai etichettato la gente “no Tav” come gente senza cervello riservo dei dubbi. In quanto si vorrebbe capire meglio a sto punto a che serve la tav, e quanto servirà.
Io conosco la gente di montagna, ed oltre al fatto che capisco che vedere la propria valle rovinata deve essere una cosa dolorosa, allo stesso tempo mi chiedo se il paese ne ha davvero così bisogno? Un sacrificio si può chiedere ma a patto che questo sia una cosa necessaria, e non vagamente utile.
C’è un altro fatto, l’amianto e l’uranio. C’è o non c’è?

Questi sono i miei dubbi. In ogni caso bollare come “senza cervello” chi ha paura di perdere la natura della valle dove è cresciuto, e la paura dell’amianto/uranio, è piuttosto bruttino e posso solamente attruibuirlo ad una mancanza di sensibilità in certe aree. Le cose necessarie vanno fatte e non si può essere utopie viventi alla Grillo, MA ricordiamoci che ciò che rende la nostra vita preziosa sono il godere della natura e delle emozioni. Chi ha dimenticato questo è un po’ fottuto nell’anima temo.

Ciao

11. ilsanta - 29 febbraio 2008

@Un inglese
Spiacente con Pisa non ho nulla a che fare.
1) Non credo che il tuo modo di etichettare le varie categorie sia molto aderente alla realtà. I vecchietti disarmati, come li chiami tu, possono diventare alquanto incazzosi e poco rispettosi (anche questo succede per strada) per questo evito di “portare rispetto agli anziani” ma cerco di portare rispetto a tutte le persone che il rispetto lo meritano. Questo significa che anche la divisa non è di per se segno da rispettare, ma nemmeno può essere bersaglio da colpire al posto dei governanti che di quella divisa si fanno scudo.
2) Non avevo percepito il dubbio nella tua affermazione, ma se così è, benvenga! Sui dubbi si discute, sulle certezze ci si scontra. Sui comitati sono spiacente ma ripropongo la mia idea. Sono certo che sottoterra ci può essere qualcosa di “pericoloso”, se i no TAV sono convinti che questo, e non il modo in cui verrà realizzata l’opera, sia il vero ostacolo, allora me la sentirei di appoggiarli in pieno, ossia, visto che l’uranio e l’amianto di cui sono “piene” quelle montagne sarà stato sicuramente dilavato a valle dall’erosione e dalle piogge, provvederei ad uno sgombero forzoso di tutta la valle al fine di salvaguardare la salute dei poveri cittadini!!!
Lasciando da parte le fantasie e passando al concreto, nel mio comune sarà realizzata una discarica che servirà come deposito per l’amianto del triveneto almeno, circa 1 km da casa mia. Il sindaco ha affrontato il problema in modo bulgaro, ma malgrado sia contrario al modo in cui l’informazione è stata taciuta e a come la gestione della discarica è stata impostata, e su questo mi batterò, non posso che accettare una discarica che ripulirà il territorio e le case dove vivono altri bimbi dell’età di mia figlia dal sopravvalutato, ma presente, pericolo amianto.

12. Nicola - 1 marzo 2008

@Carlo
Dubito che al mondo possa esistere forma di vita dotata di intelletto che non convenga con quanto hai esposto e, se per te va bene, potrei anche ampliare la tua lista di dissensi aggiungendo il mio più totale sdegno per coloro che bloccano illegalmente l’apertura di una discarica, ma che, al tempo stesso, non battono ciglio quando si tratta di manifestare contro le discariche abusive.
Ma, evidentemente, la popolazione non le considera tali dal momento che la camorra, in quelle zone, si è sostituita alle istituzioni seppur sottraendosi a quelle che sono le regole della democrazia.

Comunque si può pensare che Begge Grillo incarni l’ideale del “Nuovo Rinascimento”, come lui stesso lo ha definito, mentre si erge dal suo balcone a paladino della giustizia e agitando i suoi sostenitori a colpi di “vaffanculo”, ma allo stesso tempo di può adottare anche un minimo di prudenza, perchè le stesse invettive gridate dal comico le ho già sentite qualche anno fa, pronunziate da una certa “Lega Nord” , la quale ostentava il proprio disgusto per le istituzioni.
Beh, guarda come è andata a finire…😉


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: