jump to navigation

Commenti»

1. Tommy David - 8 febbraio 2008

Hai perfettamente ragione. Anch’io come te sento di condividere molte battaglie di Grillo, ma non ne apprezzo le modalità, la testardaggine e il travisamento che mette in atto di parecchi fatti pretendendo di offrire la Verità Indiscutibile. Del resto l’episodio dell’intervista negata ha messo ampiamente in luce i limiti del personaggio (perché di questo, in fondo, si tratta).

2. canespinone - 8 febbraio 2008

Per la serie “l’italiano questo sconosciuto”, faccio notare che nella nostra lingua bisogna usare la congiunzione “ed” solo quando la parola successiva comincia con la vocale “e”.

3. SciPiozZo - 8 febbraio 2008

Mi pari un po’ confuso… QUALUNQUISTA!

4. Alessandro S. - 9 febbraio 2008

Adesso va di moda l’equazione : critica al grillo-pensiero = qualunquismo. Senza sapere cosa significhi e sopratutto perchè…
Sinceramente trovo più qualunquista un Grillo che su una mappa della presenza del Pm10 in Italia e dei suoi effetti sulla salute, applichi i siti degli inceneritori, come se quelli fossero i soli produttori di pm10.
Perche’ non pubblica uno studio su quali sono in percentuale le cause della produzione di pm10?
C accorgeremo che gli inceneritori ne producono solamente una minima parte.
Le maggiori cause sono i cementifici, acciaierie, aerei e automobili.
Ma perche’ parlarne?? In fondo sono tutte cose insispensabili, mentre gli inceneritori a che servono??? Guarda a Napoli come stanno bene…

5. Il Sofista - 9 febbraio 2008

Voglio essere Antigrillo quando non dice delle opinioni di Veronesi sullo SMOG
Voglio essere Antigrillo quando non dice delle opinioni di Veronesi sugli OGM
Voglio essere Antigrillo quando non dice che l’Ing. Massimo Majowiecki è una persona molto preparata e riconosciuta per il suo lavoro in tutto il mondo
Voglio essere Antigrillo quando dice che Grillo non critica il Cavaliere mentre lo fa da anni e solo lui non se ne accorge
Voglio essere Antigrillo quando attribuisce a Grillo la caduta del governo quando nemmeno Santoro con molta più visibilità e critica feroce verso Mastella se ne prende il merito (i politici presenti a questa affermazione non hanno contestato)
Voglio essere Antigrillo quando preferisce il voto ai parassiti della politica piuttosto che delegittimarli non votando… dalla ns parte almeno c’è una proposta di legge popolare dalla TUA?
VOGLIO ESSERE UN LETTORE E COMMENTATORE ASSIDUO DEL TUO BLOG PERCHE’ SCREDITARE UN DISINFORMATO è COME RUBARE LE CARAMELLE A UN BAMBINO

6. Il Sofista - 9 febbraio 2008

@Alessandro
LA MAPPA è PER I PM2,5 E NON PM10, MANCO I NUMERI SAI LEGGERE E PARLI DI QUALUNQUISMO

7. fuffa - 9 febbraio 2008

@canespinone: no, non c’è una regola grammaticale ben precisa. Maurizio Pistone riporta esempi di diverse grammatiche sull’argomento: http://www.mauriziopistone.it/testi/discussioni/gramm01_d_eufonica.html

8. Il Sofista - 9 febbraio 2008

Quando criticate Grillo per la mancata intervista chiedetevi se per caso non avesse già dato risposta a quelle domande in varie occasioni… informarsi per credere…
Meglio votare un politico che quando viene intervistato vuole sapere prima le domande e se per caso non sono di suo gradimento vengono cambiate e cucite su misura (vedi Vespa – Fini)….
Come mai quando vanno da Santoro si alterano tanto se trovano domande non previste?
Correte a votare questi personaggi vedrete che l’Italia dalle prossime elezioni avrà una svolta epocale….

9. Il Sofista - 9 febbraio 2008
10. Alessandro S. - 9 febbraio 2008

@il Sofista
Scusa ho scritto male ma se leggi l’articolo dove è stata presa la mappa noterai che non è indicato da nessuna parte come causa principale inceneritori o termovalorizzatori. bensi’ (e cito testualmente) “della presenza di impianti di riscaldamento e raffreddamento negli edifici e delle emissioni da trasporto e da processi industriali”
potremmo mettere i termovalorizzatori fra i processi industriali, ma ti assicuro che occupano uno degli ultimi posti.
Il mio concetto non cambia , il tuo “qualunquismo” pure…

11. Il Sofista - 9 febbraio 2008
12. Francesco R. - 9 febbraio 2008

E’ indiscutibile che certi atteggiamenti di Grillo non siano condivisibili, come è anche vero che certe agromentazioni siano zoppe per la mancanza di analisi complessive dei temi affrontati. Detto questo non possiamo negare che la sua iniziativa, piaccia o meno, ha il merito di destabilizzare questa politica autoreferenziale non più accettabile se vogliamo davvero costruire un futuro civile per questa insopportabile Italia
Grillo è un po’ come un inceneritore per chi non prende neppure in considerazione la raccolta differenziata: vogliamo la sitazione napoletana o pulizia nelle strade e un po’ di fumo? Io scelgo Grillo !

13. Il Sofista - 9 febbraio 2008

@Alessandro
in base a quale statistica i termovalorizzatori occupano uno degli ultimi posti? se non specifichi e non documenti sei un qualunquista eccome

14. Ermes - 9 febbraio 2008

Alessandro sei ridicolo, Grillo almeno uno straccio di documentazione la porta, su quali basi asserisci che gli inceneritori sono il male minore? quali vantaggi portano?

http://it.youtube.com/watch?v=dEMI8yY_cbY&feature=related
http://it.youtube.com/watch?v=exYiYabLtEw
http://it.youtube.com/watch?v=f-VnwIzmn9w
http://it.youtube.com/watch?v=avImrmtSE-U&feature=related

15. Nicoletta - 9 febbraio 2008
16. Nicoletta - 9 febbraio 2008
17. Nicoletta - 9 febbraio 2008
18. Ornella - 9 febbraio 2008
19. Ornella - 9 febbraio 2008

SE NON SAPETE DA CHI VOTARE 2
http://it.youtube.com/watch?v=4BZj1JO3SjU

20. Ornella - 9 febbraio 2008

OPSSSS IL DA è DI TROPPO

21. FORZA GRILLO!!! - 9 febbraio 2008

VIVA BEPPE GRILLO

22. Alessandro S. - 9 febbraio 2008

@Ermes
Vantaggi??? chiedi ai Napoletani….

Intanto invece di postare video di professoroni di dubbia sanità mentale (non ho capito l’attacco sul carbone che dovrebbe sprigionare una sorta di rodioattività….) leggi http://en.wikipedia.org/wiki/Incinerator
Da questo llink si evince che uno dei più grandi paesi che ha inceneritori oltre la germania sono la danimarca e la svezia….
Se prendi la cartina dell’illuminato beppe grillo :
http://ec.europa.eu/environment/news/efe/20/article_2434_it.htm
noterai come soprattutto la seconda gli inceneritori non sembrano influire sulla “Riduzione dell’aspettativa di vita media ”
Ripeto le cause sono ben altre ma perche’ dirle…
Tanto per dirne una il limite di legge di emissione delle acciaierie di pm 2,5 Nox, Co2 e 4 volte superiore a quella concessa agli inceneritori.

23. Il Sofista - 10 febbraio 2008

PER NAPOLI L’80% DEI LORO PROBLEMI POTREBBE SPARIRE CON LA DIFFERENZIATA

Ti annuncio che Stati Uniti e Germania stanno abbandonando gli inceneritori
http://www.unmondopossibile.net/articolo/art0778.htm
http://www.reggionelweb.it/articolo.asp?file=a186fedvalerio.xml
http://news.provincia.parma.it/page.asp?IDCategoria=209&IDSezione=0&ID=83517

Il fatto che le acciaierie inquinino quanto e più di un inceneritore non tolgono il problema, anzi, se costruiamo ancora inceneritori la situazione non fa altro che peggiorare…

SENZA I CIP6 GLI INCENERITORI SONO ANTIECONOMICI
http://www.noinceneritori.org/index.php?option=com_content&task=view&id=565&Itemid=2

I tempi per costruire un impianto per la raccolra differenziata è lo stesso che serve per costruire un inceneritore, quale dei due è meglio scegliere?

24. Il Sofista - 10 febbraio 2008

http://it.wikipedia.org/wiki/Inceneritore

provate a leggere il paragrafi

Abbattimento dei microinquinanti
Incentivi CIP 6
Studi epidemiologici

25. Il Sofista - 10 febbraio 2008
26. Il Sofista - 10 febbraio 2008

PS è OVVIAMENTE UNA BATTUTA PER RISPONDERE AD ALESSANDRO

27. G. Mazzei - 10 febbraio 2008

RGAZZI GRILLO HA PIENAMENTE RAGIONE SUL CONTENUTO DELLA SUA BATTAGLIA! NON CONDIVIDO IL METODO DI PRENDERSELA CON TUTTO T TUTTI. COSÌ FACENDO TOGLIERA’ VOTI ALL’UNICA COMPONENTE CHE E’ FORSE IN GRADO DI CONTRASTARE LA VINCITA DI BERLUSKA.
IL CENTRO SINISTRA PERDE VOTI E GRILLO GLIENE TOGLI ANCORA, QUINDI SILVIO PURTROPPO VINCERA’. QUESTO E’ IL RISULTATO, A MENO CHE NON VOGLIAMO LA LOTTA RMATA! MA IL 68 HA INSEGNATO PARECCHIO!

28. priedavat - 10 febbraio 2008

ma ormai basta che AG faccia un post per far partire le critichette?

wow.

29. Socrathe - 11 febbraio 2008

L’impero del male colpisce ancora. Non c’è differenza tra gli uomini ed i partiti che animano la scena della nostra politica. Sono ispirati tutti da buonissime intenzioni ed a parole vogliono tutti le medesime cose: riforme, governabilità, onestà, competenza, meno tasse, salari più alti.Tuttavia esiste qualcosa che puntualmente vanifica queste nobili intenzioni. Qualcosa di oscuro, che illumina le crisi di governo e punta il braccio dell’elettore dritto al voto. Leggi tuttoSocrathe

Un saluto ad antigrillo ed a tutti voi.

30. Max Bruschi - 11 febbraio 2008

Gogne mediatiche. Sabato pomeriggio, un sms avverte mia moglie. “Guarda che Max è sul sito di Beppe Grillo, lo stanno massacrando”. In effetti, il signor Beppe Grillo (leggere dal blog di Alessandro Gilioli di che bel tipo si tratta) o meglio il suo staff, hanno deciso di allestire una sorta di “gogna mediatica” sbattendo in homepage del frequentatissimo blog non un post, non uno dei video antisprechi, ma un rimando a un mio video di Youtube vecchio di un anno dove, di ritorno da Napoli e prima che la monnezza conquistasse le prime pagine, denunciavo la scomparsa del termovalorizzatore dal piano rifiuti della Provincia di Milano (ora in procinto di ricomparire: i dati farlocchi sono stati precipitosamente corretti). Apriti cielo. Quasi 18.000 visite al video, più di trecento commenti, molti dei quali di insulti. Si sa come la pensi Grillo Beppe sui termovalorizzatori. Mi piacerebbe molto fargli fare l’assessore all’ambiente da qualche parte, tanto per vedere come se la cava.
Più di duecento sono state le poste elettroniche. Alcune di insulti, altre invece di opinioni diverse. Ho risposto a quasi tutte (tranne le minacce di morte). Parecchi hanno a loro volta ri-risposto, con un certo stupore per il fatto di esser stati presi in considerazione. Alcuni mi hanno dato buone idee, anche, che conto di approfondire. Insomma, Grillo Beppe: grazie. Ti neghi al confronto, ma il tuo pubblico è più intelligente di te.

31. Il Sofista - 11 febbraio 2008

Scusi sig. Bruschi, Lei sicuramente fa il politico di professione perchè è riuscito non dire nulla in 20 righe.
Quale sarebbe la colpa di Grillo? aver fatto sapere a migliaia di italiani la sua opinione sugli INCENERITORI? si INCENERITORI perchè solo in italia li chiamiamo TERMOVALORIZZATORI.
Visto che Grillo si negherebbe al confronto, perchè non dice come e quando è successo oltre al solito caso dell’Espresso?
Se è così convinto della sua posizione perchè non si presenta con un bel cartello PRO INCENERITORI in Piazza San Babila. Forse si vergognerebbe?
Nel suo video asserisce che producono energia a costi bassissimi e sono ecocompatibili, provi a leggere i paragrafi
http://it.wikipedia.org/wiki/Inceneritore

Abbattimento dei microinquinanti
Incentivi CIP 6
Studi epidemiologici

Provi a pensare perchè l’ordine dei medici francese è contro questa meraviglia della tecnologia
http://campibisenzio.wordpress.com/2008/01/22/ordine-dei-medici-in-francia-chiede-una-moratoria-contro-gli-inceneritori/

Siamo tutti in attesa di leggere le sue riflessioni su quello che leggerà nei link che le ho indicato.
Se solo qualche volta avesse frequentato il blog di Grillo saprebbe da molto tempo che l’alternativa esiste e che forse anche senza INCENERITORI si può evitare di diventare come dice lei “LA CITTA’ DELLA MERDA E DEI RIFIUTI”.
PS mannaggia anche lei è un qualunquista, non poteva usare dei termini diversi?

32. Il Sofista - 11 febbraio 2008

DIMENTICAVO
per chi fa politica esporsi alla GOGNA MEDIATICA fa parte del gioco.
Se ha messo quel video su youtube e Grillo l’ha ripreso, sulla GOGNA MEDIATICA è salito con le proprie gambe.
Oppure lei può esprimere opinioni perchè politico e noi non possiamo dire nulla?

33. ilsanta - 12 febbraio 2008

Qualche breve considerazione sulla “appa degli inceneritori” del Beppe (oltre al fatto già rilevato che mancano tutte le altre fonti di PM 2,5):
1) Come può il Nobel Grillo stimare gli affetti locali degli inceneritori su una mappa dove il Friuli Venezia Giulia (ad esempio) è rappresentato da soli 3,5 “pixel”?
2) Come mai l’inecenritore di Trieste e quello Trentino non hanno attorno “l’alone nero della morte”? Sono termovalorizzatori a statuto speciale?
3) Come fa quel santone di Grillo a sapere che sono gli inceneritori a produrre il PM 2,5 e quindi il cancro? Non potrebbe essere che proprio nelle aree più industrializzate e popolate siano soggette a maggiore produzione di PM 2,5 indipendentemente dagli inceneritori? (in sostanta ha confuso causa ed effetto?)
4) Le condizioni che determinano il ristagno d’aria in Val Padana (le stesse che favoriscono le nebbie) non potrebbero essere la causa principale dell’accumulo delle polveri? (Vedi in confronto proprio la ventosa Trieste).
5) Infine Beppe Grillo ed i suoi fiancheggiatori sanno leggere? Tratto dal link postato da Grillo dal quale ha ricavato la mappa dell’aspetattiva di vita (non dell’aumento di tumori come LUI vuol far credere): “Non sorprende affatto che la concentrazione di inquinamento sia maggiore nella città e nelle zone industrializzate, a causa, tra l’altro, della presenza di impianti di riscaldamento e raffreddamento negli edifici e delle emissioni da trasporto e da processi industriali.” Nel sito dal quale Grillo prende spunto non si parla di inceneritori …. proprio per nulla …. saranno i soliti venduti …

34. ilsanta - 12 febbraio 2008

Se il moderatore lo consente vorrei commentare quanto riportato nel documento che, secondo Grillo, ci salverà dagli inceneritori. Rispondo punto per punto senza riportare quanto scritto nel documento che potete vedere da voi al seguente link:http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/Le_alternative_agli_inceneritori.pdf
INCENERITORI PERCHE’ SI:
1 – gli ineceneritori trasformano i rifiuti in CO2 e acqua lasciando ceneri ed emettendo polveri (poche) e composti organici in tracce.
2 – anche il reciclaggio della carta necessita di acqua. E allora? Quello che conta sono il volume (in primis) e la massa FINALE del rifiuto.
3A – nelle ceneri che si generano si ritrovano le stesse sostanze di partenza (non è un reattore nucleare) solo che più concentrate (ovvio visto che il volume si è molto ridotto).
3B – ???? studia Beppe studia, quel dato non significa nulla. 30 kg di ceneri al minuto, al giorno, all’anno ed in quale volume d’aria?
3C – come sopra. se fossero 650 litri al giorno sarebbero il consumo giornaliero di 3 persone…
4 – Prove?
5 – Senza INALARE si muore, di buono c’è che Beppe prenderà il Nobel per aver scoperto le cause del Parkinson e dell’Alzheimer!!!
6 – Anche gli ospedali sono “in perdita”, come tutti i servizi mi pare …
7 – Negli inceneritori sono GIA’ installate apparecchiature per il controllo in continuo …
8 – Certo Beppe non produce rifiuti solo acqua di rose e panzane.

35. ilsanta - 12 febbraio 2008

continua da sopra …
COSA FA GRILLO DEI RIFIUTI?
1 – Ridotto del 50% cosa? La produzione, lo smaltimento … non era Grillo che prendeva per il c…lo i detersivi che lavavano più bianco?
2 e 3 – Finalmente qualcosa di sensato!
4 – a casa mia differenziare significa separare anche l’umido, di ciò che rimane non c’è nulla da BIOESSICCARE (e figurati se non era bio anche questo ….)
5A – mi pare che nelle nostre case il leno da recliclare non sia poi molto, le aziende del settore legno già se lo bruciano per riscaldamento.
5B e C – può essere.
6 – Si era già detto che la raccolta differenziata prevede anche la separazione dell’umido, pertanto il 20 – 30% che rimane non si riduce ulteriormente a meno che … non si utilizzi un inceneritore per ridurne il volume.
Infine ricordo che l’incenerimento in Europa, che include anche stati da cui Grillo vorrebbe prendere esempio, non è affatto superato.
Scusate la prolissità!!

36. tonix - 12 febbraio 2008

Arguta ed audace l’idea dell’ antigrillo. Ecco il mio contributo.
Leggendo questi i commenti ho percepito che molti, fra quelli che frequentano il Blog, cominciano ad accusare una certa insofferenza ed anche ad avere (notevoli?) incertezze. Parlare di quello che non va’ e’ utile, se dall’altra parte c’e’ una proposta alternativa.Informare di eventi e situazioni umane che stimolano il senso di solidarieta’ e’ positivo.Parlare delle malefatte di questo o di quello, beh…all’inizio e’stato anche divertente, poi e’ diventato scocciante e perfino frustrante, anche perchè la maggior parte degli sputtanati e’ ancora lì dov’era prima a fare quello che ha sempre fatto e qualcuno addirittura dallo sputtanamento ne ha ricavato anche un beneficio, se non altro in termini di visibilità e di notorietà: della serie ” non e’ importante cio’ che dicono di me , purche’ parlino di me”
Credevo che Grillo si facesse interprete di un esigenza largamente condivisa di cambiamento, amplificando e dando voce a queste idee. Quello che vedo adesso, invece, e’ solo una esaltazione, pericolosamente negativa, dell’ego del povero Grillo. Cosa vuol dire Beppe Grillo friends, unisciti ai Beppe Grillo fans etc.etc?
Cosi’come molti altri, anche io non mi sento percio’ di attivarmi e di partecipare in nome di Beppe Grillo. Se questo e’ un vero movimento, deve avere un nome che ne esprima l’identita’ e le intenzioni, e questo nome non puo’ essere, per motivi pratici, Beppe Grillo ( e neppure fiori, frutta, animali e verdura)
E a Beppe vorro’ bene e lo stimerò comunque.
E poi bisogna creare uno spazio dove sia possibile portare all’attenzione di tutti i fatti positivi e concreti che ogni giorno e ad ogni livello, vengono realizzati al fine di migliorare la vita, l’ambiente, il risparmio energetico,ecc.qualunque cosa.Anche perche’ senza spazio la magior parte delle cose finisce per morire o per essere fagocitata dalle solite Major che pensano solo al profitto e nulla cambia davvero. Questo spazio e’ davvero fondamentale, essenziale, imprescindibile.

37. IL SOFISTA - 12 febbraio 2008

@Il Santa
come ho già detto in altre occasione dovresti aggiungere uno straccio di documentazione, altrimenti potremmo anche dire che gli asini volano e pensare di essere dalla parte della ragione.
PER QUANTO RIGUARDA IL SAPER LEGGERE FORSE TI SONO SFUGGITI I POST 23 – 24 -25

38. ilsanta - 13 febbraio 2008

@IL SOFISTA
Scusa ma a meno che la logica non sia cambiata in questi ultimi due mesi, spetta a chi fa una affermazione o sostiene una tesi portare tutte le prove/argomentazioni necessarie a sostenerla.
Grillo sostiene che le previsioni di aumento dei tumori sono dovute principalmente agli inceneritori? Lo provi, non per nulla il mio primo post è interrogativo, se hai delle risposte in merito dalle tu …
Degli altri due post non vedo cosa ci sia da capire o dimostrare.
Devo essere io a dimostrare che Parkinson e Alzheimer sono provocati dalle nanopolveri o deve farlo Grillo o forse tu?
Devo per caso dimostrare che da un punto di vista tecnico (e di comprensione) postare dei dati adimensionali non ha senso o meglio dimostra che li pubblica non ha capito …..?
Tu fai la raccolta differenziata dell’umido, come in provincia di treviso, o no?
Smaltisci tonnellate di legno all’anno? Riesci a BIOESSICCARE il materiale inorganico?
Suvvia, non cadiamo anche noi in discussioni da osteria in puro stile Grillo. Cerchiamo di essere propositivi e non sosteniamo per partito preso delle tesi solo perchè sono tanto “belline” o SEMBRANO “ecocompatibili.
PS: ho letto tutti gli interventi, la domanda è se Grillo legge i riferimenti che poi pubblica o se si ritiene più competente di chi cita.

39. Il Sofista - 13 febbraio 2008

@ilsanta
è evidente che non ti sei letto i post ed i link che ti ho suggerito altrimenti queste ultime domande non le avresti fatte.
aggiungo che l’unico a fare chiacchiere da osteria sei proprio tu che fai una seria di affermazioni SENZA UNO STRACCIO DI DOCUMENTAZIONE.
Se poi vuoi dirmi che su wikipedia scrivono solo storie fantasiose, che l’ordine dei medici francese e dell’emilia romagna sono un gruppo di mentecatti, che Montanari e la Gentilini ne sanno meno di te e che gli stati uniti e la germania sbagliano se smettono di costruire inceneritori, a quel punto non so più cosa dirti…. W GLI INCENERITORI
ti auguro solo di non vivere a meno di 3 km da uno di questi splendidi prodigi della tecnologia
http://it.youtube.com/watch?v=dEMI8yY_cbY&feature=related

40. ilsanta - 14 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Visto che non riesci (non è mancanza di volontà la tua.. ) a capire nemmeno ciò che posti, ti ripeto con paziente rassegnazione che ne TU ne Grillo avete portato quello straccio di prova che lega la cartina con l’aumento previsto del cancro agli inceneritori. Attendo quindi insieme agli altri una risposta specifica, non serve cambiare argomento postando materiale a caso.
Se poi le tue fonti principali di informazione sono wikipedia, il prezzolato Montanari ed il web in genere e non hai mai visto e studiato un impianto di compostaggio sono problemi tuoi, la figuraccia la stai facendo tu.
Per evitare le chiacchere da bar ti rispondo che la bioessiccazione viene fatta solo in presenza di materiale organico (tra virgolette brani tratti dai link che TU hai postato) “Un ulteriore vantaggio delle tecniche di trattamento biologico è che nei rifiuti urbani, circa il 60% degli scarti tal quali è biodegradabile.” quindi si tratta il materiale biodegradabile che, dalle mie parti, viene separato all’origine ed inviato al compostaggio (che non è bioessicazione ma esattamente il processo desritto qui http://www.reggionelweb.it/articolo.asp?file=a186fedvalerio.xml e che non è per niente una novità).
Inoltre “La frazione non biodegradabile dei rifiuti urbani ….. è solo su questa frazione residuale che è il caso di fare valutazioni per un possibile recupero energetico ….” guarda guarda, anche lui, è una congiura ai tuoi danni ….
Infine tentiamo di applicare la logica … perchè Germania e Stati Uniti dovrebbero smettere di costruire gli inceneritori perchè sono dannosi, ma non dismettono quelli già attivi? Potrebbe essere che sono arrivati a reciclare gran parte dei rifiuti e quindi non c’è altro materiale da bruciare? In tal caso non si tratterebbe di una marcia indietro (gli inceneritori sono ancora attivi) ma semplicemente sarebbe inutile costruirne di nuovi.
PS: sempre meglio vicino ad un inceneritore che ad una discarica.

41. Il Sofista - 14 febbraio 2008

se per te quello è postare materiale a caso sono dispiaciuto per te…. se non riesci ad associare quello che dice la Gentilini e l’ordine dei medici francese a quello che hai visti pazienza…
la risposta te la sei data da solo, se fossero così utili non ricilerebbero e invece di bruciarne solo una parte brucerebbero tutto.
purtroppo anche bruciandone il 100% sono antieconominci e inquinanti e quindi hanno smesso di costruirli….
pensi che non siano inquinanti? facci sapere dove abiti e se riesci a convincere qualche migliaio di persone saremo tutti felici di portare i rifiuti di napoli per produrre energia in perdita e “per nulla inquinante”…. attendiamo con ansia una tua risposta

42. ilsanta - 15 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Visto che non hai risposto alla mia SPECIFICA domanda sul post di Grillo, mi pare evidente il tentativo di svicolare (a parte che per te, quello che l’ordine dei medici francesi afferma, non è la una spiegazione a quanto riportato nel post di Grillo).
Non ho ulteriori modi per spiegarti che la combustione dei rifuti tal quale non ha senso, mentre ha senso bruciare e recuperare l’energia del residuo post differenziata (come stà scritto in uno degli articoli DA TE linkati), penso di scrivere in italiano (magari con uno stile da schifo ma comprensibile).
Non ho nemmeno modo di farti capire che anche le discariche sono in perdita, si paga la tassa sui rifiuti per avere un servizio, tra l’altro, di smaltimento, si pagano le tasse per avere assistenza sanitaria, la cassa integrazione è pagata da tutti i lavoratori e via dicendo. Fra questi “servizi” ne vedi uno che produca un reddito da redistribuire fra i cittadini, oppure sono tutti in perdita ma ugualmente indispensabili?
Infine è inutile dire che non ha mai affermato che gli inceneritori NON sono inquinanti, affermo che sono una alternativa MENO inquinante del semplice seppellimento che per vari motivi (carenza di aree adatte, ostilità della popolazione, difficoltà di gestione e controllo a lungo termine, ampliamento delle zone residenziali, inqunamento delle falde, ecc.) risultano essere una soluzione suicida.
In merito a Napoli ti ricordo quanto siano contenti gli abitanti di Pianura di vedersi riaprire la loro bella discarica, vai da loro e con una bella pacca sulla spalla digli che sei con loro, poi vai ad Acerra e dici anche a quei cittadini che sei daccordo con loro, poi vai a Napoli e manifesti la tua solidarità per l’insostenibile situazione che vivono, fatto tutto ciò sarai un perfetto populista alla Grillo.

43. Il Sofista - 15 febbraio 2008

il post di grillo associava dell’aspettativa di vita e la presenza degli inceneritori visto che è una battaglia che porta avanti da anni… l’ordine dei medici francese è attinente in quanto loro ritengono che gli inceneritori siano causa di tumori…
paragonare lo smaltimento dei rifiuti alla sanità e la cassa integrazione perdonami ma continuo a non capirne l’attinenza se non quella che sono servizi in perdita, da lì a stabilire che tutti siano assolutamente necessari ne passa…
Bruciare i rifiuti costa 3 volte:
la prima con la tassa per la raccolta (che cmq ci sarebbe)
la seconda con i CIP6 delle bollette sulle energie rinnovabili
la terza con l’energia elettrica o il teleriscaldamento che pagherò per farmi spargere sulla testa nanoparticelle ( se sono fortunato mi faranno venire la bronchite caricando i costi per le cure sulla sanità, un altro dei motivi per i quali sono antieconomici)
Per farti capire l’utilità dei CIP6 pari al 7% delle bollette, se oggi avessero utilizzato veramente quei soldi per le energie rinnovabili oggi il problema dell’energia forse non l’avremmo.
Negli stati uniti sta tornando di moda il nucleare per produrre energia (vedi BARACK OBAMA) perchè non bruciare i rifiuti invece di fare raccolta differenziata?
I rischi ai quali andremo incontro seppellendo il 10/20% dei rifiuti senza i dovuti accorgimenti (perchè anche per quel tipo di soluzione ci sono possibili precauzioni da prendere) sono gli stessi che avremmo bruciando senza i dovuti accorgimenti (sembra che incenerendo i rifiuti non esistano filtri efficineti al 100%)
Se le cose non vengono fatte a dovere producono danni sempre e comunque…
per finire ripeto, tu che non sei popolista facci sapere dove abiti in modo tale che l’area per gli inceneritori che servirebbero a Napoli li costruiamo da te

44. framomo86 - 17 febbraio 2008

Condivido molte cose di questo blog. Però il popolo dell’antipolitica si può unire con DI Pietro e fare qualcosa di serio insieme. Nel mio blog ho fatto un calcolo elettoale. http://www.nonvoglioemigrare.blogspot.com

45. ilsanta - 18 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Lo so cosa dice il post di Grillo, caro Sofista, ciò che contesto è che questo legame non solo non è provato, ma la fonte da cui lui stesso attinge cita come responsabili ben altre e più consistenti fonti rispetto agli inceneritori.
In merito ai medici francesi, se volessi usare il tuo metodo di discussione, potrei dire che proprio perchè SOLO i medici francesi sono contrari vuol dire che nel resto del mondo i medici sono favorevoli agli inceneritori. Non è possibile quindi, fare una discussione seria andando sul web a piluccare solo le notizie che suffragano le nostre idee (parlo al plurale come vedi) senza confrontare tutti gli studi ed i punti di vista.
In merito ai costi mi sono già espresso, Grillo (e credo pure tu) vede gli inceneritori come un’impresa in perdita, io li vedo come un servizio, e a casa mia i servizi si pagano.
Non ho ben capito il tuo intervento sul nucleare. Se ciò che intendi è: meglio bruciare rifiuti che avviarsi al nucleare, la mia risposta può essere solo che il nucleare è incommensurabilemnte più pulito della combustione di qualsivoglia materiale (ma ripeto, non ho capito bene cosa volevi dire).
Sull’equivalenza seppellire/bruciare posso affermare che in entrambi i casi non esistono sistemi sicuri o efficienti al 100% per eliminare l’inquinamento prodotto ne esisteranno mai (lo dice la fisica, non io). Tuttavia ritengo più logico avere una sola discarica, magari x più regioni, che accolga le ceneri dei termovalorizzatori (che comunque attuano il recupero energetico) che avere una discarica in ogni comune (parlo sempre di combustione o smaltimento di materiale post differenziata).
Mi dispiace per la tua ultima frase che denota, rispetto al resto del post, un ritorno al qualunquismo, ma ti rispondo …
Premetto PER LA TERZA VOLTA che so benissimo che i termovalorizzatori inquinano comunque, spero quindi di non dover ripetere il concetto in futuro. Alla luce di questo non capisco per quale motivo dovremmo accollarci i problemi di altre regioni che, spalleggiate anche dai vari Grillo e Pecoraro, non hanno la VOLONTA’ di risolvere i loto problemi, pertanto voglio costruire termovalorizzatori e impianti di selezione per i “miei” rifiuti non per chi vuole solo il bello della solidarietà ma non vuol pagare il prezzo della vita che conduce.
Abito in Friuli Vnezia Giulia, abbiamo un termovalorizzatore a Trieste e si stà valutando la possibilità di costruirne uno in provincia di Pordenone, facciamo la raccolta differnziata (migliorabile di molto), in passato abbiamo già accolto i rifiuti campani e nel mio comune c’è già una discarica per l’amianto.

46. ilsanta - 18 febbraio 2008

PS: nella prima frase del post precedente intendo dire che non è provato il legame fra inceneritori e quello specifico andamento dell’incremento dei tumori. In sostanza non si può affermare che i tumori aumenteranno in QUEL modo a causa degli inceneritori.

47. Il Sofista - 18 febbraio 2008

non so tu ma personalmente sul web ho cercato sia notizie pro che contro e dal mio punto di vista condivido maggiormante le argomentazioni che ti ho linkato… saranno opinioni discutibili ma sono quelle che condivido… se tu invece cerchi solo articoli che portano avanti le tue idee parla pure al singolare…
per quanto riguarda il ragionamento sull’ordine dei medici francese putroppo devo ancora trovarne uno che si schiera a favore, piuttosto ho notato che solo raramente singoli come Veronesi riescono a dire che bruciare non ha nessun impatto sull’ambiente e le persone.. per non parlare delle sue opinioni sullo smog e gli omg…
come avrai notato dalle tue ricerche si fa sempre più fatica a trovare notizie che appoggiano certe posizioni e qualcosa vorrà dire..
vuoi convincerci che bruciare è solo una piccola parte del problema? è una tua opinione e la rispetto, personalmente se posso li evito e preferisco seppellire quel 20% di cui parliamo che spargere nanoparticelle che nessun filtro allo stato attuale può trattenere (ma questo lo dice Montanari e quindi è una fesseria)..
sul fatto che alcune regioni non abbiano la volontà di risolvere i problemi dei rifiuti starei bene attento a fare certe affermazioni diffamando persone e situazioni che probabilmente non conosci…
per lavoro spesso ho occasioni per confrontarmi con persone della campania e ti assicuro che nonostante la buona volontà da quelle parti ci sono altri poteri a decidere cosa, come e quando si possono fare alcune scelte, non a caso mandano l’esercito (questo purtroppo non è qualunquismo)… sono convinto che anche tu se abitassi da quelle parti e sapessi come vengono gestite le discariche e soprattutto da chi probabilmente andresti a protestare… come tu ben sai anche quando sono state individuate discariche abusive non è stato fatto praticamente nulla per risanarle..
per quanto riguarda il costo del servizio per incenerire preferisco pagare per avere un SERVIZIO diverso e secondo il mio parere meno nocivo…
se poi vogliamo dirci che non c’è nessun collegamento tra inceneritori e tumori ti posso dire che dicevano le stesse cose dell’amianto, delle sigarette ecc.ecc… preferisco prevenire che curare… che poi il nucleare sia incommesurabilmente più pulito della combustione di qualsiasi materiale forse dimentichi che per esaurire le scorie servono 10.000 anni…
in ultimo nessuno ti ha chiesto di accollarti problemi di altri, era semplicemente una provocazione per farti capire che gli inceneritori non sono semplicemente il male minore, altrimenti nessuno si lamenterebbe e tu non avresti problemi a bruciare i rifiuti degli altri..

48. ilsanta - 19 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Da quello che ho postato finora risulta chiaro che ho letto sia i tuoi articoli contro, sia altro materiale pro incenerimento, quello che spesso tu non hai voluto evidenziare è che in mezzo al materiale da te postato si fa riferimento a tecniche di recupero energetico mediante combustione (ti ho portato due citazioni tratte dai tuoi link), non credo quindi di dover aggiungere altro…
Sull’ordine dei medici continui a “ciurlare nel manico”, quindi con la stessa moneta ti ricambio dicendo che solo uno fra tutti gli ordini si è dimostrato contrario, quindi per gli altri ordini nazionali o rimane un problema non ancora chiarito o sono a favore dell’incenerimento.
In merito a Veronesi ti ricordo che trattandosi di oncologo ha tutta la competenza per esprimersi sul problema dei tumori (a meno che Grillo non si sia di recente laureato in medicina) e visto che inceneritori e OGM sono diffusi e presenti in Europa e nel resto del mondo non credo si possa definirlo un mero parere personale.
In merito a Montanari non so cosa dire, è un imprenditore, propaganda le sue idee, sulla cui correttezza si può discutere, utilizzando la facile sponda populistica anti-inceneritore-discarica-ecc.
Anche il fatto che si preferisca seppellire invece che bruciare è questione personale, soggettiva, il modo in cui si giunge a tale conclusione, ossia divulgando false notizie su inceneritori e nanoparticelle, è l’argomento della discussione.
In merito alla situazione campana noto come le piazze si riempiano ora che nessuno vuole accettare i rifiuti, ma non si siano mai riempite quando i rifiuti venivano stoccati o inviati in Germania. Non è pensabile che altre regioni o lo Stato risolvano il problema nell’emergenza e che la popolazione poi se ne freghi quando la paura è passata. Ritengo che i napolatani abbiano tutta la capacità di uscirne da soli, il loro futuro se lo devono decidere da soli e più aspettano più sarà grande il sacrficio e la fatica che dovranno fare.
Chiudo con la tua provocazione dicendoti che c’è qualcuno che si lamenta per il bidone dei rifiuti davanti alla propria casa, perchè puzza. Cosa faresti se fossi un amministratore? Dovresti decidere se spostare il bidone di fronte ad altre abitazioni, fronteggiare chi si lamenta o … non fare più la raccolta. Attualmente in Italia stiamo sciegliendo la terza opzione, fino a quando si potrà tirare avanti?

49. Il Sofista - 20 febbraio 2008

@il santa
cercarsi le informazioni come faccio io abitualmente o leggerle solo perchè qualcuno te le fa notare forse non è la stessa cosa, del resto la frase “andando sul web a piluccare solo le notizie che suffragano le nostre idee” non è mia….
se poi i link che ho postato suggeriscono di incenerire il restante 20% invece che seppellire posso tranquillamente dire che non li condivido, come non condivido al 100% quelle che dice Grillo, posso avere una mia opinione? non siamo una massa di pecoroni e se qualche volta leggessi argomenti postati dai meet-up forse cambiaresti idea…
per quanto riguarda l’ordine dei medici francese non ciurlo assolutamente nel manico e posso assicurarti che anche tra i medici francesi ci sono ottimi oncologi, oppure solo Veronesi è un oncologo e gli altri sono dei ciarlatani?
per rispondere alla scelta della comunità europea sugli inceneritori ti annuncio che Montanari collabora con l’università di Cambridge incaricata proprio dall’unione europea di verificare i danni causati dalle nanoparticelle..
in merito alle false notizie diffuse sull’argomento spero per te che sia tutta una bufala e che mi stia preoccupando per nulla… in caso contrario verrò a chiederti se non ti senti in parte responsabile di aver diffuso notizie molto gravi… al contrario se sarò io ad aver torto per aver seppellito i rifiuti con le dovute precauzioni potrò cambiare opinione, mentre i tumori causati dagli inceneritori rimarrebbero.
Grillo non è laureato in medicina, ma questo non significa che possa diffondere notizie sull’argomento altrimenti ne io ne te potremmo affrontare questa discussione, a che titolo lo faremmo?
sulla questione campana è evidente che la soluzione è solo nelle loro mani visto che ormai sia i gorverni nazionali che locali ed i vari commissari straordinari non sono riusciti ad arrivare ad una soluzione… quello che volevo farti notare è che la soluzione non così semplice e non è facile da cittadini combattere per avere un servizio quando le istituzioni non ti aiutano e come se non bastasse devi combattere contro la malavita che ha interessi a non risolvere il problema.. a quel punto come libero cittadino cosa puoi fare? protesti e ti mandano l’esercito che ti riempie di manganellate per poi scoprire che De Gennaro dice “la gente aveva ragione”…
i rifiuti venivano mandati in Germania perchè purtroppo le soluzioni mostrate fino a oggi non erano sufficienti… che poi la gente passata l’emergenza se ne fragasse è un opinione che non condivido affatto, il problema spazzatura è sempre stato all’attenzione di tutti e se le Tv non ne parlano non significa che la gente se ne fraga…
cominciamo a far sparire l’80% del problema con la raccolta differenziata.. proponiamo questo ai campani e forse ci accorgeremo che a seguito di questo sforzo forse accetteranno anche qualche “abuso” concordato per risolvere il problema una volta per tutte…
sull’ultima provocazione la risposta è sempre la raccolta differenziata porta a porta che essendo fatta giornalmente risolve ogni tua perplessità… come hanno imposto la legge sul casco, come hanno imposto che nei locali pubblici non si può fumare ecc… basterebbe imporre anche questo… immagino che non ci sarebbe nessuna sommossa popolare

50. Il Sofista - 20 febbraio 2008

ho dimenticato un NON in questa frase

Grillo non è laureato in medicina, ma questo non significa che NON possa diffondere notizie sull’argomento altrimenti ne io ne te potremmo affrontare questa discussione, a che titolo lo faremmo?

51. ilsanta - 21 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Scusa se ti ricordo che cercare informazioni non significa affatto che le informazioni trovate siano corrette, non so quali testi tecnici tu utilizzi o quale documentazione ti sia letto oltre a quello che hai trovato nel web. A scanso di equivoci tuttavia, ti comunico che il mio lavoro quotidiano riguarda proprio le emisssioni in atmosfera, ho a che fare con aziende di tutti i tipi (inceneritori compresi) e che se ti servono notizie o riferimenti su testi specifici, tecnici, sulla materia ti posso inondare di materiale. Ho preferito non dirlo prima per evitare di passare per lo “sborone” di turno, ma visto che hai iniziato tu …
Il fatto che tu non condivida l’opinione di chi dice di incenerire anzichè seppellire è di certo legittima, tuttavia per coerenza non si può pensare che gli esperti, da te citati, siano tali solo fino a quando suffragano le tue convinzioni e smettano di esserlo negli altri casi.
Su Veronesi ti ho ricambiato con la tua stessa moneta, se non ti piace … amen. Il punto che sembri non voler accettare è che non esiste nessuna attività umana o animale (sul divino non mi esprimo) ad impatto zero. Accertato questo si tratta di valutare quali attività abbiano gli impatti maggiori e su queste intervenire prioritariamente. A me non frega niente di bloccare un termovalorizzatore e continuare a bruciare olio combustibile o carbone, i vantaggi sarebbero irrisori e buoni solo a far propaganda, come nei fatti avviene.
Di Montanari ho già parlato, non chiedo certo all’oste se il suo vino è buono …
La notizia veramente grave è che ti stai accanendo su un argomento solo perchè di facile presa sul pubblico; spero per te che tumori causati dall’inquinamento delle falde a causa delle discariche (Napoli docet) siano più curabili rispetto a quelli causati dalle polveri.
Grillo non è laureato in medicina malgrado ciò può parlare di quel che vuole (come mi pare già faccia), la cosa grave è che entri nel merito di valutazioni mediche sulle quali può non concordare, ma che non ha certo la capacità di contestare nello specifico.
Su quello che può fare un libero cittadino, ammesso e non concesso che la colpa ricada sempre sullo “stato”, c’è molto da dire. I cittadini potrebbero iniziare la raccolta differenziata dimostrando di essere capaci di farla anche se lo Stato non li aiuta, i genitori dei bambini potrebbero liberare l’ingresso delle scuole invece che chiederne la chiusura, i cittadini potrebbero smetterla di dar fuoco all’immondizia come facevano i loro nonni (con ben altri materiali) …
La mia provocazione finale non è stata recepita. Anche se fai la differenziata avrai sempre un cassonetto dove mettere il materiale, una campana per il vetro o comunque contenitori per ciascuna famiglia da piazzare. Avrai quindi sempre cittadini che si lamentano per un disagio (l’odore, difficoltà di transitare in macchina, deturpazione del “panorama”) che non è eliminabile. Sono convinto che arriveremo un giorno a fare a meno degli inceneritori, tuttavia ricordo che “il meglio è nemico del buono”, se rimaniamo in attesa di applicare sempre le tecniche migliori, che sono le migliori solo per un certo lasso di tempo, non riusciamo ad applicare mai nemmeno le buone (non innoque) tecniche che abbiamo a disposizione oggi.

52. Il Sofista - 21 febbraio 2008

@il santa
e chi ha mai detto che le informazioni trovate su internet sono la verità assoluta? ho persino detto che speravo avessi ragione…
se controlli le emissioni in atmosfera, è vero o non è vero che non esistono filtri in gradi di trattenere le nanoparticelle?
gli esperti da me citati non suffragano a pieno le miei idee e con questo? se voti un partito lo voti solo se appoggia al 100% le tue opinioni oppure segli quello che ne condivide la maggior parte?
sul fatto che nessuna attività umana o animale sia ad impatto zero ne sono assolutamente convinto, ho mai scritto qualcosa in contrario?
per quanto riguarda Montanari il cliente “Unione Europea” ha chiesto all’oste se il vino è buono… o sbaglio?
per quanto riguarda il seppellire i rifiuti ho fatto un esempio sul massimo risultato ottenibile, quindi metto il 20% di rifiuti in una discarica con le dovute precauzioni quindi nelle falde acquifere non dovrebbe entrare nulla (vedi scorie nucleari) se invece incenerisco, visto che non esistono filtri che trattengono le nanoparticelle i tumori protrebbero cmq propagarsi….
sulla questione Grillo ribadisco che può prendere tutte le posizioni che vuole come stiamo facendo noi, io dico che possono portare tumori e sono tra le cause maggiori, tu dici che non è provato, qual’è la differenza? chi dei due ha ragione? nessuno di noi può dirlo (anche se scienziati a favore ne ho trovati veramente pochi)….
se poi vogliamo parlare dei cittadini che danno le maggiori responsabilità alle istituzioni non lo dico solo io ma lo dicono anche i politi stessi che rimbalzano responsabilità l’un con l’altro e solitamente sono i primi a cercare scuse per non prendersele…
sulla raccolta che potrebbero fare autonomamente i cittadini forse non hai letto che il servizio deve essere fatto porta a porta è quotidiano proprio per evitare i cassonetti maleodoranti…
poi certo che invece di chiudere le scuole potrebbero spostare i rifiuti, ma la domanda è DOVE? li mettiamo in un posto non idoneo senza le protezioni dovute dove i liquami finirebbero nelle falde?
bruciarli sicuramente è l’errore più grosso che possano fare e che non condivido per nulla…
per la questione del panorama credo che sia il male minore e cmq è sempre meglio di quello che hanno oggi, forse come dicevo nel precendente intervento accetterebbero qualche “abuso” concordato per risolvere il problema una volta per tutte….
per finire ad Acerra l’inceneritore non se lo vuole accollare nessuno imprenditori compresi, l’attività è fallimentare ed il problema territoriale “istituzioni” solo di nome e criminalità organizzata impediscono qualsiasi iniziativa…
ribadisco, solo loro possono risolvere il problema ma purtroppo lo vogliono risolvere le istituzioni, è questo il guaio, sono 13 anni che ci provano senza successo…

53. ilsanta - 22 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Filtri in grado di trattenere nanoparticelle ce ne sono, in grado di trattenerle tutte no. La produzione delle nanoparticelle dipende moltissimo dalla tipologia di impianto impiegato (prova a cercare qui le BREF x gli inceneritori: http://eippcb.jrc.es/pages/FActivities.htm) ecco perchè rinunciare a priori a questa tecnologia è sbagliato, l’evoluzione è continua.
Su Montanari ripeto che lui, per partito preso, pensa che tutte le nanoparticelle siano cancerogene indipendentemente da cosa contengono, questo dovrebbe essere provato anche se avesse ricevuto un incarico da Dio. (non critico la sua preparazione, critico l’allarmismo che stà creando senza prove alla mano, PS: se cerchi di pubblicazioni sue ne trovi poche, è la moglie quella che conta)
Sul seppellimento mi pare che il caso Napoli insegni qualcosa, il confronto con le scorie nucleari è fuori luogo sia per le quantità in gioco, sia perchè le scorie non vengono sepolte 10 metri sotto terra, i depositi attuali delle scorie sono incommensurabilmente più sicuri.
Il fatto che tu e Grillo pensiate che gli inceneritori siano fra le cause maggiori dei tumori è qualcosa che lo stesso Montanari smentisce, questo è un FATTO non un’opinione, tu puoi ritenere che la Terra sia piatta ma le prove lo smentiscono. Ecco quindi che la cartina pubblicata da Grillo è un falso ideologico, a meno che Grillo non smentisca lo stesso Montanari per il quale ha fatto la colletta http://files.meetup.com/715137/Montanari-disinformatico-testo-integrale.pdf
Il fatto poi che la raccolta differenziata fatta porta a porta sia la migliore non significa che questo sia l’unico modo di farla, raccogliere plastica, carta e alluminio sarebbe già un bel inizio.
I rifiuti davanti alle scuole possono essere spostati almeno lontano dagli ingressi e dalle finestre, personalemnte accetterei qualche sacchetto in più davanti a casa mia pur di permettere a mia figlia di frequentare la scuola in sicurezza.
L’inceneritore di Acerra non lo vuole nessuno ed in primis gli abitanti, Parroco in testa, preferiscono la diossina e le polveri dei rifiuti che bruciano nelle campagne a quelli, almeno controllabili, degli inceneritori. Putroppo la mer… puzza quando la rimesti, ma perlomeno te la sei tolta da davnti casa. Nulla vieta che l’inceneritore di Acerra rimanga l’unico in regione, in particolare se i campani si dimostreranno più recicloni dei veneti, e magari a fine ciclo di vita potrebbe non essere nemmeno necessario sostituirlo, tuttavia, come dicevo anche nel post precedente, in attesa che questa situazione idilliaca si avveri, adottiamo quanto di buono (e ci vuol poco a migliorare la situazione campana purtroppo) la tecnologia ci offre.
PS: ho capito che tu saresti propenso al seppellimento, purtroppo colà bisognerebbe seppellire il 100% del rifiuto con tutti i problemi che tu stesso puoi già vedere.

54. Il Sofista - 22 febbraio 2008

http://it.youtube.com/watch?v=I12FwO1XqsU

spero che ieri sera ti sia guradato Anno Zero per capire come stanno esattamente le cose in Campania, nel caso te la fossi persa

http://www.annozero.rai.it/R2_HPprogramma/0,,1067115,00.html

55. ilsanta - 22 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Scusa ma siamo alle solite allora!
Quando mai ho detto di essere contrario al reciclaggio, anzi son un propugnatore del reciclaggio fatto alla fonte, nelle case, non in centri di raccolta diversi. Questo perchè la mentalità della gente deve essere cambiata e non solo assecondata lasciando che comunque si butti tutto in un unico mucchio tanto poi qualcuno separerà.
Se il pallante nel filmato è questo: http://it.wikipedia.org/wiki/Maurizio_Pallante
non posso che essere felice che il destino dell’ambiente italico\scaniano sia in mano ad un bravo laureato in lettere … adesso avanti con le otturazioni fatte dai carrozzieri e facciamo operare le ernie alle manicure!!!
Che piaccia o no, la ricerca deve esere fatta da ricercatori, anche se ammetto che i proclami sono molto più semplici da divulgare. Come disse goering: “a forza di raccontare una bugia, questa diventa verita’” … e lui di balle ….
PS su annozero: toh guarda … le discariche fanno male?? E tu che pensavi …

56. Il Sofista - 23 febbraio 2008

@ilsanta
hai ragione siamo alle solite, Leonardo da Vinci è un cretino, con che diritto ha fatto tutti quei progetti senza uno straccio di laurea?
per quanto riguarda Anno Zero evidentemente della trasmissione hai visto ben poco, non si è detto solo che le discariche fanno male, ma sono stati evidenziati ben altri problemi di carattere politico, ambientale e delinquenziale…
sul confronto che ho fatto sul seppellimento e l’incenerimento evidentemente non vuoi rispondere visto che la questione che ti ho posto è un’altra e la ripeto, seppellire i rifiuti in sicurezza è possibile trattenere tutte le nanoparticelle NO.
che la quantità di produzione delle nanopoparticelle dipende dal tipo di inceneritore è un ovvietà, peccato che di inceneritori di ultima tecnologia in Italia e nel mondo ce ne siano ben pochi e anche se fosse le nanoparticelle comunque uscirebbero e dubito che quelli esistenti vengano rifatti a breve visto che a Brescia quello degli anni 80 ancora viene utilizzato.
Sul fatto che le nano particelle siano cancerogene non lo dice solo Montanari dal link che hai postato leggo:
Oggi la scienza non si interroga più sul fatto se queste polveri facciano male o no, la scienza lo sa perfettamente che questi polveri fanno male, fanno venire il cancro, fanno venire le malformazioni fetali, eccetera. Oggi la scienza si interroga su quale sia il meccanismo con cui queste polveri entrano nell’organismo e fanno male. Cioè: noi sappiamo che fanno male, vogliamo sapere come fanno a fare male, tutto lì.
l’Unione Europea ci ha sempre favorito su questo. Chi ci ha sfavorito, anzi, chi sta cercando di bloccare questa ricerca, e lo sta facendo con tutte le sue forze, che ormai sono allo stremo, sono alcune università italiane, sono alcuni personaggi italiani che lucrano sulla… sugli inceneritori… che lucrano su certe forme di inquinamento da cui ricavano illegalmente del denaro, quindi cercano di toglierci questo mezzo, questo sistema di ricerca.
sula FATTO che Montanari smentisca che gli inceneritori non siano la causa maggiore d’inquinamento e di tumori sempre dal link leggo:
Poi quando si dice che queste, che queste, questi inquinanti derivano dagli inceneritori o dai termovalorizzatori è vero in parte, cioè è vero che questi termovalorizzatori – cosiddetti termovalorizzatori – sono degli inquinanti terribili, perché buttano nell’aria migliaia e migliaia di tonnellate di, di polveri sottilissime che sono terribilmente patogeniche, cioè fanno venire le malattie, ma è altrettanto vero che polveri di questo genere vengono dal traffico, vengono dalle fonderie, vengono dai cementifici, che poi spesso vengono utilizzati come, come inceneritori, vengono da tantissime altre fonti, di inquinamento.gli inceneritori sono una tecnologia in perdita e l’unica fonte inquinante che non ha nessun razionale.
e deduco che se gli inceneritori “buttano nell’aria migliaia e migliaia di tonnellate di, di polveri sottilissime che sono terribilmente patogeniche e che le nanoparticelle possano venire anche dai cementifici, che poi spesso vengono utilizzati come inceneritori” fatico a credere non che non siano la causa maggiore vissto che è conclamato che facciano venire tumori, quindi il FATTO francamente non riesco ad individuarlo… certamente non sono l’unico ma questo già lo sapevamo.
Se Montanari non ha fatto pubblicazioni e racconta le scoperte della moglie la sostanza non cambia http://ec.europa.eu/health/ph_risk/committees/scmp/documents/cv_gatti_en.pdf
Per il discorso di accettare più rifiuti davanti a casa pur di aver le scuole libere ti ricordo che tua figlia frequenta molte più ore la casa, anche solo per dormire.
Che poi i campani preferiscono la diossina e le polveri dei rifiuti che bruciano nelle campagne invece dell’inceneritore è solo ed unicamente una tua opinione, la realtà è che l’inceneritore di Acerra non è stato completato perché ne l’azienda incaricata ne le forze di governo sono riuscite a completarlo e non per i cittadini ma per ben altri motivi che se avessi visto Anno Zero in toto avresti perlomeno intuito.
Oggi il problema è dove mettere la spazzatura e nessuno è in grado di dirlo perché le proposte avanzate fino ad oggi si sono rivelate per la stessa ammissione di Di Gennaro fallimentari.
La tecnologia che tu proponi necessità dello stesso tempo di applicazione della raccolta differenziata quale delle due vogliamo scegliere?
In più c’è il problema che anche se l’inceneritore iniziasse a funzionare dovremmo ancora creare tutta la rete per il teleriscaldamento.
Per finire se posto come soluzione il riciclaggio non dico che tu sei contro cerco solo trovare la soluzione che io ritengo migliore.
Sulla frase di Goering mi permetto di farti notare che l’annotazione può essere posta sia per le mie affermazioni che per le tue

57. ilsanta - 24 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Hai ragione tu invece, dopo Pecoraro diamo il minestero dell’ambiente a Topolino.
Che i problemi ci siano è indubbio, che qualcuno, a parte i meridinali stessi, possa andare a togliere loro le castagne dal fuoco diventa sempre più improbabile, la mafia è una mentalità, un modo di vivere evidentemente codiviso da una minoranza e tollerato dalla maggioranza. Liberarsi dalla mafia non è facile; se dovessi sciegliere se morire di tumore in silenzio a causa della mafia o morire per un proiettile sparato per farmi stare zitto, preferirei la seconda opzione.
Seppellire i rifiuti in totale sicurezza per i tempi richiestio alla loro scomparsa non è possibile, di trattenere tutte le nanoparticell non mi interessa, sono una frazione minima rispetto alle altre fonti.
Montanari DICE che è accertato che le nanoparticelle (RIPETO: tal quali indipendentemente da ciò che contengono) fanno male, ma non ha MAI PUBBLICATO niente che confermi questa sua TESI. Dire di aver trovato queste particelle nei tumori e dire che ne sono la causa sono due cose diverse. Voglio le pubblicazioni non storielle, se impiegasse più tempo x la ricerca e meno alla propaganda …
Che le scoperte siano della moglie cambia eccome, lui porta a casa i soldini lucrando sulle sue tesi e la mogie rimane, dal punto di vista accademico, illibata.
Se mia figlia stà più tempo a casa che a scuola perchè chiederne la chiusura? I napoletani lo hanno fatto, vuoi provare a spiegarmelo tu?
I campani bruciano i rifiuti o sono i lombardi con le fiaccole ed i cappucci bianchi che scendono ad appiccare il fuoco? Ti garantisco che se becco uno davanti a casa mia che tenta di dar fuoco ad un cassonetto gli faccio passare la voglia con le dovute maniere.
Su Acerra quindi niente manifestazioni se l’inceneritore tarda, in piazza quando si tenta di farlo procedere?
Tu della mia proposta non hai capito un accidente, Un inceneritore in grado di bruciare il rifiuto tal quale è perfettamente in grado di bruciare anche il CDR o i residui post differenziazione, se il problema è l’interferenza della mafia questa interferenza ci sarà sia sull’inceneritore sia sulla raccolta differenziata. Per un inceneritore si può passare dalla fase di progetto al suo avvio in due anni, VIA inclusa ovviamente.
Chiudo con la frase sulle migliaia e migliaia di tonnellate di polveri buttate in aria dagli inceneritori. Quante migliaia di tonnellate derivano dalle altre fonti, in sostanza qual’è l’incidenza in percentuale degli inceneritori?

58. Il Sofista - 24 febbraio 2008

@il santa
ti annuncio che Pecoraro Scanio non piace nemmeno a me ed aggiungo che se ci fosse Topolino al suo posto probabilmente non se ne accorgerebbe nessuno

per quanto riguarda le pubblicazioni che provano che le nanoparticelle provocano il cancro se è per questo non ne ho mai vista nessuna che dice il contrario, piuttosto spiegami perchè l’unione europea è così interessata

la dott.ssa Gatti ha delegato pubblicamente il marito semplicemente perchè sostiene sia in grado di esporsi meglio (anche se ogni tanto si è esposta anche lei), inoltre se solo avessi ascoltato qualche loro intervento sapresti che spesso e volentieri lui la nomina e dice che è lei la mente..
sulla questione di tua figlia e la spazzatura sei stato tu a fare un esempio privo di senso, te lo solo fatto notare

sul tuo coraggio di fronte alla malavita sarei veramente curioso di vederti all’opera… con le chiacchiere siamo tutti Superman

per quanto riguarda la tua proposta fammi una qualsiasi domanda e vedrai che avrò modo di dimostrarti ampiamente che l’ho capita in ogni suo dettaglio

i tempi per avviare un inceneritore li conosco bene e ti posso dire che Impregilo che aveva vinto l’appalto per costruire quello di Acerra aveva stabilito 300 giorni mentre Enel 390 o giu di lì

chiudo con la risposta più logica alla tua domanda, probabilmente quante migliaia di tonnellate vengono prodotte da altre fonti non potrà essere dimostrato, ma quante ne producono gli inceneritori lo sappiamo per certo….

59. ilsanta - 25 febbraio 2008

@ILSOFISTA
Almeno una cosa ci accomuna, ne sono contento, parlo dell’avversione a Pecoraro.
Il tuo commento sulle pubblicazioni mi fa supporre che tu non hai fatto studi scientifici o comunque non ti sei mai interessato in maniera approfondita a certi argomenti (il mio non vuole essere un commento provocatorio ne denigratorio, ma non riesco a trovare parole diverse, scusami). Se così non fosse sapresti che è chi fa una affermazione a doverne portare le prove, in caso contrario potrei affermare che l’acqua è cancerogena visto che non ci sono studi che ne provino l’innoquità.
L’Unione Europea è interessata a tutto o quasi, il fatto di fare ricerca in un settore non significa aver già i risultati a priori, altrimenti a che pro spendere i soldi? Comunque ecco cosa ne pensa l’Europa in merito: http://www.sicurweb.it/download/4922_2573-10564.pdf
In merito al problema scuola/rifiuti ti dovresti rivolgere ai napoletani che hanno chiesto di chiudere le scuole a causa dei rifiuti e dei pericoli sanitari connessi. Io ti ho detto come avrei fatto a risolvere il problema, sull’illogità della richiesta partenopea non mi esprimo.
Non sono certo supermen, ma se la criminalità organizzata è molto più ramificata in certe aree che in altre un motivo ci sarà, e non credo che sia il clima o la dieta.
Scusa ma in merito alla proposta le domande dovresti farle tu; per te ultimare l’inceneritore di Acerra e avviare, anche come mentalità, la raccolta differenziata richiedono gli stessi tempi …. (non venire fuori con la mafia che blocca i lavori del termovalorizzatore, perchè quella bloccherebbe anche la differenziata).
Veramente sulle quantità prodotte da altre fonti, i dati ci sono eccome, intanto qualche anticipazione, come approccio non mi pare male:
http://it.wikipedia.org/wiki/Particolato_atmosferico (da notare nel grafico la fonte incenerimento rifiuti 1%)
http://it.wikipedia.org/wiki/Particolato
http://ec.europa.eu/health/ph_risk/committees/04_scenihr/docs/scenihr_o_003b.pdf
http://ec.europa.eu/health/ph_risk/committees/04_scher/docs/scher_o_009.pdf
ecc. ecc. da qui hai molti link interessanti dai quali trarre le tue conclusioni.

60. Bufalino - 23 luglio 2008

Arrivo tardi a questa discussione.

Ho aperto un blog (isoladikodiak.blogspot.com) in cui affronto la questione inceneritori riportando entrambi i punti di vista. Sembra che si parli più degli argomenti pro-inceneritori, per il semplice fatto che Grillo, Montanari e Gentilini (3 nomi rappresentativi del movimento contro gli inceneritori) omettono o tralasciano diverso materiale che non sposa le loro tesi.

A corredo della discussione, mi sembra (ma devo verificare) che la questione dell’ordine dei medici francesi sia mal posta: lo stesso articolo di Le Monde riportato dal blog di Montanari parla di una richiesta sottoscritta da 527 medici appartenenti all’Ordine, ma non di una presa di posizione dell’Ordine stesso: capite la differenza? Ad ogni modo, verificherò.

Altre precisazione: Montanari/Gatti studiano gli effetti delle nanoparticelle sugli organismi. L’incenerimento e l’esposizione alle polveri emessi non sono oggetto dei loro studi. L’addebitare dati effetti ad una unica e precisa sorgente è una loro ipotesi, che non poggia su evidenze scientifiche (per lo meno non derivanti da quanto loro stessi studiano).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: