jump to navigation

Grillo smentisce se stesso sulle liste civiche certificate e va in confusione. 12 ottobre 2007

Posted by antibeppegrillo in Beppe Grillo, Liste Civiche, partiti, Politici.
trackback

L’altroieri Beppe ha pubblicato sul Blog requisiti ed impegni alquanto stravaganti per certificare le liste civiche del movimento da lui diretto.

Nel Post di oggi Grillo rivendica come riconducibile al proprio movimento una lista civica di Pordenone che non rispetta né i requisiti né gli impegni indicati solo due giorni fa:

1. All’atto della loro candidatura e nel corso dell’intero mandato elettorale, i candidati non dovranno essere iscritti ad alcun partito o movimento politico. Ebbene, parte degli appartenenti a questa questa lista sono DS. Sul post di oggi c’è un’intervista ad Alessandro Corazza un appartenete a questa lista civica che si chiama movimento il Fiume. Ebbene sul Blog di Alessandro Corazza c’è un Post molto confuso sulle liti interne a questo movimento dovute al fatto che gran parte dei suoi appartenenti sono Veltroniani.

3. La lista non potrà associarsi ad altri partiti o liste, se non certificate dal blog, per governare il Comune o la Regione.

Quest’ultimo punto è paradossale. Beppe Grillo dice l’altroieri che le liste appartenenti al suo movimento non possono associarsi, invece oggi rivendica come successo del movimento il progetto di dotare Pordenone di wifi gratuito per i cittadini. Progetto approvato proprio da una coalizione di questa lista Civica, piena di iscritti ai DS che fanno politica da sempre, con la Margherita e gli stessi DS.

Eppure Grillo dice oggi: “Siamo andati oltre alla proposta, siamo arrivati ai fatti con centinaia di iniziative locali dei Meetup. Con decine di battaglie piccole e grandi del blog. Con la fonia e Internet gratuiti per tutti i cittadini di Pordenone.”

“Siamo”, Grillo??? Guarda Grillo che Internet a Pordenone l’ha messo il centrosinistra insieme ad una lista civica, che non potrebbe far parte del tuo movimento!

Quasi dimenticavo, lo stesso Corazza intervistato oggi, oltre che alla lista civica è iscritto ad un Partito: l’Italia dei Valori! Perciò Grillo anche Alessandro Crozza dovrà essere fuori dal tuo movimento!

Annunci

Commenti»

1. simo - 13 ottobre 2007

Cialtroni!!!!!!!!!!

Grillo ha detto ‘non sto sostenendo alcuna lista civica AL momento!

Il vostro è populismo, qualunquismo, ma soprattutto speranza nella disinformazione, e il fatto che non siete affidabili lo vediamo tutti dai commenti!

2. simo - 13 ottobre 2007

Causa errore di digitazione aggiungo qui il resto…

Volevo aggiungere che quelli che ha spiegato lui riguarda le liste civiche in FUTURO, non si è parlato di passato!

Finora l’effetto dato è stato merito dei MEETUP, Grillo l’ha spiegato nel post, non c’è assolutamente niente che non quadri.

Per una volta che si vede della vera politica seria messa in atto, non distruggiamola.

3. lanna assunta - 13 ottobre 2007

ome al solito si guarda il dito e non cosa sta indicando. Il fatto che Grillo vuole fare qualcosa per tutti è lodevole. Ora che ci sono persone valide in altri partiti va bene ma credo che la cosa importante è essere uniti sugli scopi da perseguire a livello di circoscrizione, di regione e quindi di nazione. Per la circoscrizione che il programma predefinito lo attuino i ds o forza italia o una lista civica che cambia? Grillo semplicemente ha fatto informazione cosa che i partiti fanno male o non fanno e perchè? perchè forse non vogliono fare vedere cosa fanno, vogliono essere eletti ma non vogliono rendere conto. Forse basterebbe essere solo onesti…….

4. nicoletticopiadafailla - 13 ottobre 2007

Credo che la proposta di Grillo sulle liste civiche è un’ottima proposta. Perché la giudico ottima?
1) parte dal livello più basso di governo per coinvolgere i cittadini, laddove cioè i risultati della propria azione si fanno più visibili.
2) in molte realtà locali la politica è asservita a logiche di partito: “ti voto questo, perché poi tu voti questo o appoggi la mia candidatura”. Questa è una degenerazione insostenibile.
3) per la lista civica deve costruire da qualche parte la propria visibilità: in assenza dell’appoggio di un partito di riferimento, dovrà per forza di cose ricavare la visibilità necessaria da idee e progetti.
Quindi, la proposta di Beppe, io credo, cerca di risolvere: l’apatia dei cittadini, la partitocrazia (così come definita sopra), la mancanza di progettualità della politica.
La domanda da porsi è: quanto risolve la proposta di Beppe? Vi sono altre proposte più efficaci?
Io credo che la proposta di Beppe sia solo UN primo passo. Mi chiedo se non tocca a noi valutare alternative e spenderci direttamente. Dobbiamo sempre aspettare la sua di proposta?

5. Lebowski - 13 ottobre 2007

Scusa, ma mi potreste spiegare il senso di questo blog???

Un blog Anti-Grillo???

Ma invece di stare tutto il giorno a criticare le idee di qualcun altro, perchè non fate un bel blog in cui parlate delle vostre idee e fate le vostre iniziative…

PERDITEMPO!!!!

6. antibeppegrillo - 13 ottobre 2007

Simo, onestamente prendersi il merito di quanto deciso (e non ancora fatto) da una giunta di sinistra di Pordenone è ridicolo.

Quello che invece è assurdo (e nessuno finora mi ha smentito) è il fatto che le liste civiche certificate da Grillo devo impegnarsi a non formare alleanze di governo locale.

Grillo in questo modo condanna alla paralisi le amministrazioni locali dove le sue liste civiche dovessero avere un certo successo.

E’ un fatto che senza allearsi con nessuno non si ottiene nulla.

Quindi Grillo ha poco da vantarsi dicendo “Noi abbiamo fatto” quando:

1) persino nel caso che Grillo porta ad esempio chi ha fatto sono membri dei partiti DS, Margherita ed Italia dei Valori

2) Grillo vuole condannare le sue liste Civiche a non poter fare nulla. In questo modo Grillo sbaglia!

E’ scritto su Blog di Grillo che non possono formare alleanze.

Dimostratemi come ciò non sia vero! Criticate le mie idee, invece di criticare me, che tanto non conto nulla!

7. steo - 13 ottobre 2007

che blog inutile…un’attività da avvocati/notai per trovare piccolissime insignificanti contraddizioni e se non le si trova si inventa, parlando a vanvera

fate delle proposte serie anche voi, anzichè perdere tempo a fare disinformazione e gettare fango su chi almeno prova a cambiare qualcosa…se volete criticare entrate nel merito, non attaccatevi alla forma (peraltro anch’essa corretta)…sembrate dei vecchi democristiani…w la balena bianca!

8. Ale - 13 ottobre 2007

Ma pensa te che blog!!!
Mo ne apro anche io uno mio di blog, ANTI questo. 🙂

mah…cosa di fà per avere un po di visibilità. 😦
e noi che gli rispondiamo pure. 😦

9. mastro - 13 ottobre 2007

che cazzata il tuo blog
non fai altro che cercare a tutti i costi qualcosa che non va in un altro blog
il risultato è ovvio….
a volte ti va bene (nessuno è perfetto)
la maggior parte delle volte scrivi grandi cazzate!
questa è una di quelle….
percarità.. ben venga la libertà di espressione… ma se non c’è nulla da contestare potresti anche stare zitto
perdi di credibilità ad ogni messaggio che scrivi

10. Alessandro S. - 13 ottobre 2007

Ma certo… Tutto quello che dice Grillo è giusto, si contraddice? Ma non è vero! E’ solo che noi che noi poveri ignoranti guidati da non si sa quale entità oscura che, ormai diramata capillarmente fino a giungere nel più remoto angolo dei mezzi informativi, ci guida a criticare qualcosa di perfetto, impedendoci di leggere la matrice intrinseco culturale del messaggio del grande profeta della giustizia, della verità del grande Grillo. Noi come possiamo pensare di usare il nostro cervello?? A cosa serve? c’e’ Grillo che pensa per noi… noi dobbiamo solo seguire il grillo-pensiero… Spara qualche vaccata? E che sarà mai, hai letto quante cose giuste dice? E poi hai visto che personaggi di spicco, paladini e difensori dell’ umanità, lo stimano? Ultimamente è anche diventato di moda…E con tutte queste argomentazioni come si puo’ osare criticarlo? Ormai il sole della libertà, della giustizia e della democrazia è alle porte grazie a Grillo e che nessuno osi criticarlo, dovrebbero mettere ala forca ogni oppositore…

Dico solo una cosa… quando la gente capirà la differenza fra verità e realtà (che posso definire come due rette parallele che si incontrano all’infinito) allora potremo dire di aver fatto un passo avanti….

11. antibeppegrillo - 13 ottobre 2007

nicoletticopiadafailla, sono daccordo con te su tutti i 3 punti ed anche sulla conclusione che quella delle liste civiche è un ottima idea.

Però anche le ottime idee possono naufragare se mal attuate.

Tu ritieni giusto obbligare queste liste a non governare con altri partiti? A meno d’improbabili vittorie con il 51% dei voti, a che serve costituirle per poi costringerle all’inazione forzata? Che problemi possono risolvere da sole?

Guarda un po’ che Failla… poi copia e rispondi se vuoi 🙂

12. SaraMago - 13 ottobre 2007

Non so che dire, inizialemnte ero fortemente conteraria alla creazione delle liste civiche.. ora non so, voglio sospendere il giudizio. Si, io ritengo giusto obbliogare queste liste a non accordarsi con alcun partito: altrimenti che cosa avrebbe di innovativo questa iniziativa? Bisognerebbe dare un’esempio di coerenza, anche se non si raggiungesse l’improbabile 51% comunque queste liste avrebbero un forte valore simbolico. E tu dirai.. a che serve? serve a far capire alla classe dirigente che gli italiani sono presenti e critici.

13. davide - 13 ottobre 2007

embè? per una volta che c’è una iniziativa meritevole non vedo dove sia il problema, mi pare una polemica sterile.

14. davide - 13 ottobre 2007

ma non hai idee tue? il tuo blog è basato sulle iniziative di grillo? ho perso pure tempo a leggerlo

15. simo - 13 ottobre 2007

“E’ scritto su Blog di Grillo che non possono formare alleanze.

Dimostratemi come ciò non sia vero! Criticate le mie idee, invece di criticare me, che tanto non conto nulla!”

Te l’ho detto, la cooperazione tra Grillo e altri è stata fatta dai MEETUP, fondati da lui, a cui appunto indirettamente associa il merito, infatti dice ‘NOI’ non dice ‘IO’.

Il fatto poi che richieda che le liste non siano associate a partiti serve a snellire, anche se forse è un errore, ma se lo è non causa certo grossi danni sinceramente…

Ormai la sappiamo l’affidabilità di quei partiti, se c’è gente buona dentro è perchè è gente giovane e nei partiti c’è appena entrata, appena ne prendi di piu vecchia è gia marcia dentro…

Per me è giusto così, meglio che non facciano parte di partiti.

Comunque non capisco perchè ti ostini contro l’unico che fa proposte costruttive semplicemente criticandone le proposte… perchè invece non fai qualche proposta propositiva e le raccogli in una specie di elenco?

Smetteresti di ricevere molte critiche.

16. antibeppegrillo - 13 ottobre 2007

Simo, secondo me rappresenta un danno molto grave. Chi si presenta agli elettori lo deve fare per portare avanti un progetto. Salvo supporre irrealisticamente che queste liste civiche ottengano da sole almeno il 51% dei voti, per portare avanti il progetto per cui hanno chiesto i voti, devono formare alleanze di governo.

Impedirglielo blocca il normale funzionamento degli enti locali, a tutto danno dei cittadini.

La mia proposta in tal senso è semplice. Eliminare quell’impegno assurdo richiesto alle liste civiche:

“3. La lista non potrà associarsi ad altri partiti o liste, se non certificate dal blog, per governare il Comune o la Regione”

Bisognerebbe invece elencare alcuni valori fondamentali che le liste s’impegano a difendere, per evitare che neofascisti e neostalinisti possano essere certificati.

17. nicoletticopiadafailla - 13 ottobre 2007

antibeppe invece ha posto dei problemi seri. Magari non tutti i post sono di livello, ma quello su Hitler e questo sulle liste civiche sono molto interessanti.
Sul 51%, è vero, il problema c’è: lo stesso berlusconi l’ha menata a lungo sul fatto che con il 51% avrebbe potuto fare il miracolo.
Detto questo, se le liste civiche si pongono l’obiettivo di risolvere tutti i problemi, sono d’accordo con te. Tuttavia, se impostate bene, possono arricchire la cultura politica locale e ottenere qualche ottimo risultato. Magari potrebbero creare qualche problemino ai partiti e facilitare la democratizzazione di alcuni processi che oggi democratici non sono (vedi costruzione di autostrade, inceneritori, piani viabilistici, etc.).
La tua obiezione più forte comunque è sulle alleanze, a meno che non si pensi a una organizzazione politica, che faccia soprattutto opposizione. E sappiamo quanto sia importanze una buona opposizione in politica.

18. simo - 13 ottobre 2007

Valori fondamentali… Fascisti, stalinisti sono nati da valori fondamentali, forza Italia ha una carta dei valori ammirevoli.

Ti pare che siano serviti a qualcosa?
Quello che serve sono persone fuori dal giro, nuove, tecnici, lavoratori, gente che sa lavorare e soprattutto che non sia abituata a rubare o ad avere i soldi facili…

E poi non ho ben capito… perchè sarebbe necessaria un’alleanza di governo? Chi vieta alla lista di arrangiarsi da sè senza scendere a compromessi a destra e a manca?

E poi non ha vietato categoricamente di unirsi a partiti, se leggi bene.
“3. La lista non potrà associarsi ad altri partiti o liste, se non certificate dal blog, per governare il Comune o la Regione”

SE NON certificate dal blog.
Cioè ci sarà della gente che dovrà controllarle prima.
Quindi, a parte la popolarità che avranno indubbiamente le liste proposte (dopo il V-Day ormai si è visto che il Beppe ha una sua reputazione), non vedo poi perchè non dovrebbero portare avanti i progetti.

Perchè ammesso che queste liste siano organizzate bene, non si comporteranno come i vecchi partiti creando programmi enormi e irrealizzabili ma progetteranno le cose realisticamente già da prima… almeno spero.

Quindi non vedo dove sia il problema… neostalinisti, neofascisti non verranno certamente certificati, qua si parla di un sistema dove tutti siamo a contatto diretto con chi eleggiamo, e non è certo una cosa che a neofascisti-stalinisti piacerebbe.

19. emabardo - 13 ottobre 2007

ho postato un commento, ma non appare…controlla nello spam 🙂

20. antibeppegrillo - 13 ottobre 2007

simo,
realisticamente le liste Civiche s’inseriranno trai partiti esistenti. Che non sono certificabili secondo i criteri esposti da Grillo.

In effetti si potrebbe proporre un controllo più blando da parte dei Blog per approvare di volta in volta potenziali alleati. Questa però è una tua (buona) idea. Grillo invece parlava di certificazione ovvero rispondenza agli stessi criteri che hanno consentito la certificazione delle liste Civiche. Inapplicabili ai partiti tradizionali.

Hitler a inizio carriera aveva un contatto diretto con i suoi sostenitori. Anche Stalin viveva con il partito e per il Partito. Però Hitler non avrebbe mai sottoscritto impegni contro il razzismo e Stalin non avrebbe mai accettato d’impeganrsi su valori liberali.

21. globali - 14 ottobre 2007

Trovo anche io che le osservaizoni mosse da antibeppegrillo non siano peregrine. Per lo meno vale la pena discuterne.
Rispetto alla prima (“Anche Hitler avrebbe avuto diritto al bollino”): quello che non mi convince dei criteri stabiliti da Grillo è questa divisione del mondo tra “onesti” e “pregiudicati”, tra “gente comune” e “paritti”. Come se queste fossero le uniche cose che contano. E’ ovvio che un politico onesto e meglio di uno disonesto (ma un politico onesto è meglio di una persona comune disonesta). Tuttavia a me non basta che un amministratore pubblico sia onesto. Devo anche riconoscermi in alcuni valori, in un progetto di società, in una visione possibile del futuro. Servizi pubblici, immigrazione, traffico, inquinamento, asili nido, spazi di uso pubblico: è su queste cose che io metto il mio bollino personale. Se poi chi soddisfa queste aspettative è un politico di professione, a me non interessa.

Infine, su questo blog: che problema c’è a fare un blog “anti”? Anche Grillo fa molti post “anti”, ma questo non gli impedisce di elaborare un suo pensiero autonomo. E non lo impedisce nemmeno a noi che commentiamo questo blog.

22. antibeppegrillo - 14 ottobre 2007

@ nicoletticopiadafailla embardo,

non so perché, ma tra tutti i commenti che ricevo i tuoi sono gli unici filtrati dall’antispam. Ormai ogni volta che apro il Blog vado a vedere se ci sono commenti tuoi nella cartella antispam per dire a WordPress che sono buoni.
Ci trovo sia quelli che posti come embardo, sia quelli che posti come nicoletticop… . Non ho la minima idea del motivo per cui WordPress ti ha preso di mira.

Per quanto riguarda “un’organizzazione politica che faccia soprattutto opposizione”, credo che nel paese dei mille veti, dove chiunque riesce bloccare qualsiasi iniziativa, giusta o sbagliata, serve chi porta avanti progetti validi, piuttosto che un’altra opposizione. Lo stesso Grillo sembra rendersene conto con il post sul wifi a Pordenone, anche se a me sembra ridicolo attribuire al meet up di Pordenone il merito di un progetto riconducibile al centrosinistra, che per ora progetto rimane e perciò non dovrebbe nemmeno essere annoverato fra le cose fatte.

23. nicoletticopiadafailla - 14 ottobre 2007

Ovviamente quando dico che “un’organizzazione politica che faccia soprattutto opposizione” voglio solo sottolineare che una forza politica può anche decidere di raccogliere più il dissenso che il consenso. Ad esempio, il PCI in alcune sue frange ha fatto soprattutto opposizione per ragioni ovvie. E non era certo anti-politica.
Inoltre, alcune volte una buona opposizione è fondamentale in democrazia (che secondo me rimane pur sempre non il governo dei buoni, ma la possibilità di controllare chi comanda).
Detto questo, è ovvio che la politica è soprattutto fatta di proposte e di iniziative. Vedremo.
Personalmente mi auguro che le cose cambino. E credo che le liste civiche possano essere uno dei fattori di questo cambiamento.

Sono molto daccordo con globali: essere incensurati dovrebbe essere una pre-condizione per fare politica, non certo un programma, un fine della politica.

24. davide - 14 ottobre 2007

ma chi è sto davide qua? tengo a precisare che non sono io e quindi lui non si becca il bollino blu di bolognesità doc

25. simo - 15 ottobre 2007

Hey, non è detto che qualche partitello migliori (tipo i verdi, a mio avviso non si sono comportati male, con quei due parlamentaretti che hanno qualcosa di buono han fatto, per quanto poco potesse essere…)

Io come priorità personale ho quella di vedere di nuovo possibile esprimere la preferenza per i propri candidati e non vorrei più vedere megaliste di partito… poi per le liste civiche non credo sia così indispensabile per forza legarsi ad altri partiti.
Perchè alla fine, qual’è l’utilità di legarsi ad altri partiti? Prendere più voti? I voti si prendono quando si ha reputazione e si riesce a fare un pò di propaganda, non è detto che per forza ci vogliano i soldi come un tempo, ora che c’è la rete, no?

26. antibeppegrillo - 15 ottobre 2007

simo, non per prendere più voti, ma per avere la maggioranza in Consiglio Comunale e portare avanti un programma di governo degli enti locali.

27. tonicopi - 16 ottobre 2007

51% ?!? Ah ah ah ah Con la confusione che vedo qui dentro voi non prendete neppure il 5% altro che il 51% ah ah ah aha
Roba da matti! Criticate l’euro chiesto per sostenere le spese delle primarie e perdonate tranquillamente a Grillo di farsi beatamente pubblicità qui nel blog per vendere le sue cose!
Io sono un fans di Grillo, ho visto tanti suoi spettacoli e condiviso tante sue battaglie. Ma mi secca molto, se diventa un leader politico, dover pagare per andare a sentirlo… Francamente non mi pare un bell’esempio di democrazia

28. tonicopi - 16 ottobre 2007

Naturalmente ho postato nel blog sbagliato! Scusatemi! Non mi ero neppure accorto di esserne uscito ed entrato qui. Il ragionamento del post sopra valeva per i grillini fanatici. Ciao a tutti

29. alonso - 17 novembre 2007

Visitate questo link:
http://beppegrillo.meetup.com/20/boards/
Qui troverete che di Grillo non si trova traccia sono tutti fedelissimi dell’ italia dei valori che hanno scalato il meet.
L’ex portavoce del meet di grillo è diventata assessore della provincia di Genova -Manela Cappello- eletta nella lista dell’ idv.
Che già occupava una poltrona nell’amministrazione comunale.
Adesso da i bollini per le liste civiche.
Ci sono i famigli da sistemare


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: